Ermopoli

Ermopoli (http://ermopoli.it/portale/index.php)
-   Laboratorio Teatrale (http://ermopoli.it/portale/forumdisplay.php?f=134)
-   -   Sezione Laboratorio Teorico Teatrale di Gruppo (http://ermopoli.it/portale/showthread.php?t=3731)

Uno 16-12-2007 18.45.19

Sezione Laboratorio Teorico Teatrale di Gruppo
 
Vorrei iniziare un nuovo esperimento con voi, sarebbe bello fare laboratorio di Teatro vero e proprio, purtroppo il mezzo non ce lo consente, neanche con webcam e teleconferenze sarebbe possibile perchè si perderebbero le gestualità, l'ambientazione e i movimenti etc etc...
Però possiamo prendere l'altro lato della cosa, cioè scrivere delle commedie, romanzi racconti o come preferite dire, lavorando sullo Spirito di Gruppo e cercando di dare un taglio esoterico tradizionale (non dominante-evidente, di sottofondo e spiegato) alla cosa.
La cosa potrebbe essere veramente simpatica, quello che propongo è suddividere le fasi di scrittura, selezione, motivazione, redazione e assemblamento dei vari periodi decisionali lavorandoci tutti insieme, a tale scopo ho creato appositamente questa sotto sezione in modo da poter usare vari thread per lo stesso progetto.

L'idea di base è questa apriamo un thread per ogni fase in cui ognuno scrive la sua proposta, aggiungendo sotto la propria si può riprendere e migliorare quella altrui o farne una nuova di zecca, passato un ragionevole tempo (che dipende dalle partecipazioni) se non siamo arrivati già ad una inequivocabile scrematura facciamo una specie di votazione per selezionare la proposta migliore.

Mi occuperò comunque di dare una certa impostazione, aprire i thread specifici, cercare volta per volta di spiegarvi come procedere etc, ma vorrei cercare di lasciar uscire il più possibile la comunione di intenti.

Vi avviso che la cosa sarà lunghetta, solo per vedere alla luce il primo prodotto finito ci vorrà del tempo, forse mesi, ma sono convinto che possa venire qualcosa di carino e istruttivo, alla fine di ogni produzione vorrei impaginarlo in un ebook "firmato" (virtualmente) da tutti coloro che hanno partecipato e da mettere a disposizione di vorrà scaricarlo.

Sono certo che parteciperete numerosi, comunque non preoccupatevi sulla disponibilità di tempo, si può partecipare liberamente ad un solo 3d, con un solo post o a tutta la produzione di un singolo lavoro.

:C:

Era 16-12-2007 19.57.02

Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 45799)
La cosa potrebbe essere veramente simpatica, quello che propongo è suddividere le fasi di scrittura, selezione, motivazione, redazione e assemblamento dei vari periodi decisionali lavorandoci tutti insieme, a tale scopo ho creato appositamente questa sotto sezione in modo da poter usare vari thread per lo stesso progetto.

:C:

mi piace molto questa idea...però mi spieghi meglio ciò che ho evidenziato in neretto? grazie...

(e non sbuffare che ti vedo:) )

:C:

Uno 16-12-2007 20.08.57

Intendo, come ho iniziato, un thread per l'ambientazione in cui ognuno fa una proposta o ne riprende una altrui e la migliora (almeno secondo la sua soggettività), fatte un certo numero di proposte se serve mettiamo ai voti (può essere che si delinei senza votare) e passiamo avanti.
Altre parti sono la scelta dei protagonisti e delle comparse principali (poi nella stesura si possono aggiungere figure marginali), il titolo (questo alla fine), e le varie pagine del racconto, romanzo, commedia.
Queste ultime (le pagine) saranno i capitoli divisi in pezzi più piccoli, per ogni pezzo sceglieremo tra le varie proposte.. etc etc...

poi man mano in ogni pezzo cerco di spiegare meglio.

dafne 16-12-2007 20.44.31

Bellissima idea capo! Anche se sarà lunghetta e un pò complessa ma è davvero bella.Devo dire che all'inizio il 3D "ambientazione" mi è sembrato un pò generico.Voglio dire, prima di partire a scrivere a braccio non sarebbe stato meglio decidere almeno il genere del racconto? Se ambientato in esterno e in quale Paese o dentro delle stanze? Ma poi mi è venuto il sospetto che fosse proprio l'improvvisazione a rendere la cosa interessante, allora mollo le redini e scrivo. abbraccio: che bello!!

Uno 16-12-2007 20.56.36

Citazione:

Originalmente inviato da dafne (Messaggio 45808)
Bellissima idea capo! Anche se sarà lunghetta e un pò complessa ma è davvero bella.Devo dire che all'inizio il 3D "ambientazione" mi è sembrato un pò generico.Voglio dire, prima di partire a scrivere a braccio non sarebbe stato meglio decidere almeno il genere del racconto? Se ambientato in esterno e in quale Paese o dentro delle stanze? Ma poi mi è venuto il sospetto che fosse proprio l'improvvisazione a rendere la cosa interessante, allora mollo le redini e scrivo. abbraccio: che bello!!

A dire il vero io intendevo come te, Astral ha un pò allargato il discorso, ma non ho detto nulla perchè un pò anche vediamo cosa salta fuori, inoltre comunque poi sceglieremo la proposta più interessante... che può essere (ma anche no, scegliamo insieme) quella meno dispersiva.
Il genere... ecco... da una parte con l'ambientazione si delinea da se, dall'altra in caso ne facciamo una scelta a se.

Astral 16-12-2007 21.08.40

Pensavo che ognuno doveva postare una propria ambientazione, e poi alla fine si sceglieva tra quelle proposte, non avevo capito che bisognava creare da subito un' ambientazione tutti insieme, ma è vero anche che prima di scrivere potevo fare qualche domandina in piùmartello.: .

:C:

Uno 16-12-2007 21.12.57

Citazione:

Originalmente inviato da Astral (Messaggio 45813)
Pensavo che ognuno doveva postare una propria ambientazione, e poi alla fine si sceglieva tra quelle proposte, non avevo capito che bisognava creare da subito un' ambientazione tutti insieme, ma è vero anche che prima di scrivere potevo fare qualche domandina in piùmartello.: .

:C:

No è giusto come pensavi, ma forse ho sbagliato io con solo "ambientazione", io intendevo i luoghi non tutte le retroscene, quelle le avremmo sviluppate a parte...
Ok dai, stiamo sperimentando, è una novità quindi insieme costruiamo
:C:

TaYu 17-12-2007 00.02.46

Mi piace molto questa idea... Il forum come strumento per realizzare un progetto finito.... Mi piace!!!

griselda 17-12-2007 00.16.20

Bello bellissimo mi piace molto spero di aver capito il come. icon_mrgr: abbraccio:

Faltea 17-12-2007 20.56.44

mi accodo a Gris...
Splendida idea!!!
applauso.: applauso.:

non credo di aver capito tutto.... ma per ora mi basta...
abbraccio:

via che si comincia!!!icon_mrgr: icon_mrgr: icon_mrgr:

Uno 23-03-2010 15.46.46

Che dite, chiudiamo?
In questa forma non funziona non c'è nulla da fare.
E poi state soffrendo per nulla.

Chi più chi meno avete dimenticato di recitare e vi siete immedesimati con il personaggio, troppo, cosa che da una parte era auspicabile ma dall'altra vi blocca se esagerate non avendo poi le reali pressioni della vita o di un teatro.
Far entrare altri non cambierà le cose.....
Sto già pensando a qualcosa di diverso, qualcosa più vicino ad un gioco di ruolo, però il progetto dal punto di vista tecnico non è immediatamente realizzabile, non come lo penso utile oltre che stimolante.

stella 23-03-2010 17.09.34

Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 82438)
Che dite, chiudiamo?
In questa forma non funziona non c'è nulla da fare.
E poi state soffrendo per nulla.

Chi più chi meno avete dimenticato di recitare e vi siete immedesimati con il personaggio, troppo, cosa che da una parte era auspicabile ma dall'altra vi blocca se esagerate non avendo poi le reali pressioni della vita o di un teatro.
Far entrare altri non cambierà le cose.....
Sto già pensando a qualcosa di diverso, qualcosa più vicino ad un gioco di ruolo, però il progetto dal punto di vista tecnico non è immediatamente realizzabile, non come lo penso utile oltre che stimolante.

Che peccato, mi dispiace !!!
Se posso dire la mia, penso che sia molto difficile inserirsi nella parte mettendoci il proprio carattere e nello stesso tempo pensare che si sta recitando, in secondo luogo, nel caso del diario in cui è chiesto di versarci dentro la propria anima, è giocoforza che chi deve fare la parte cerchi di comportarsi adeguatamente al personaggio che interpreta, due donne in carriera sedute ai tavolini di un bar in un mercato affollato che possono
fare ?
D'altra parte in teatro gli attori sanno già a memoria il copione da recitare, quindi devono solo ripetere gli stessi gesti e le stesse parole per ogni rappresentazione ed è molto difficile che siano chiamati ad improvvisare, per quel che ne so.
Comunque, se questa decisione di chiudere resta, posso dire che ogni esperienza è utile per imparare, soprattutto il lavoro di gruppo, in cui mi sembra che non siamo riuscite a persevare come si era deciso all'inizio, per cui chiedo scusa se non è stato fatto come doveva essere.

Uno 23-03-2010 17.31.22

La mia non è una decisione, è una domanda, anche se non è che ci veda molte alternative, ditemi voi cosa fare.

Ray 23-03-2010 17.42.15

Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 82438)
Che dite, chiudiamo?
In questa forma non funziona non c'è nulla da fare.
E poi state soffrendo per nulla.

Chi più chi meno avete dimenticato di recitare e vi siete immedesimati con il personaggio, troppo, cosa che da una parte era auspicabile ma dall'altra vi blocca se esagerate non avendo poi le reali pressioni della vita o di un teatro.
Far entrare altri non cambierà le cose.....
Sto già pensando a qualcosa di diverso, qualcosa più vicino ad un gioco di ruolo, però il progetto dal punto di vista tecnico non è immediatamente realizzabile, non come lo penso utile oltre che stimolante.

Beh, però sta venendo fuori impostato abbastanza come un gioco di ruolo, soprattutto sta cosa del diario e mi rendo conto che può aver reso le cose complicate.
Io, se c'è intenzione, darei un'altra possibilità, magari trovando il modo di accelerare alcune parti.

E poi si può sempre modificare impostazione in corso d'opera...

Forse una cosa utile potrebbe essere discutere un pocheto in termini generali il meccanismo tipo gioco di ruolo, in modo da capire meglio il come...

griselda 23-03-2010 17.46.20

Ma no, dai, impariamo, anche se non siamo capaci subito e non ci viene bene immediatamente, non possiamo imparare a farlo meglio?
A me piace anche se pure io ho sentito la pressione quando ho preso parte, penso che tutto serva, anche il vedersi in defaiance, io ad esempio non sono riuscita a fare la chicchierona di turno, è un segno, perche se la devo fare nella realtà magari mi viene spontanea poi però se mi devo osservare a farla (quindi esserne cosciente cambia sapendo di farla non riesci a farla) o farla vedere vivendola interiormente come un modo errato di fare, non sono riuscita a metterla in atto meglio di come l'ho realizzata. Insomma può mostrarci quanto siamo bloccate su certe cose, cose che poi sono finzione di un romanzo in cui potremmo provare anche a fare cose che nella vità facciamo fatica a mostrare di noi. Li poi potremmo inventare, strafare ma io sentivo che dovevo dare una performance eccezionale dipende sempre dalle aspettative che ho avuto su di me.
Però mi atterrò al desiderio della maggioranza logicamente.

P.S. Però in teatro ci sono i suggeritori che suggeriscono in caso di panne icon_mrgr:

griselda 23-03-2010 17.49.20

Citazione:

Originalmente inviato da Ray (Messaggio 82444)
Forse una cosa utile potrebbe essere discutere un pocheto in termini generali il meccanismo tipo gioco di ruolo, in modo da capire meglio il come...

Ah questo senz'altro non ho idea di cosa sia il gioco di ruolo.

Uno 23-03-2010 18.01.22

Citazione:

Originalmente inviato da Ray (Messaggio 82444)
Beh, però sta venendo fuori impostato abbastanza come un gioco di ruolo, soprattutto sta cosa del diario e mi rendo conto che può aver reso le cose complicate.
Io, se c'è intenzione, darei un'altra possibilità, magari trovando il modo di accelerare alcune parti.

Esatto, questo è il punto principale, se c'è intenzione.
Citazione:

E poi si può sempre modificare impostazione in corso d'opera...

Forse una cosa utile potrebbe essere discutere un pocheto in termini generali il meccanismo tipo gioco di ruolo, in modo da capire meglio il come...
Quello che intendevo io non è fattibile in forum, ci vuole una struttura software a parte. Il progetto mentale l'ho già, ma non sarà una cosa per domani. Adesso mi sto dando da fare a finire altro.

Comunque se si vuole adattare in qualche modo (che so mettere delle regole o qualche altro sistema) quello che si stava facendo qui, per il momento può andare bene, magari si riesce a finire.... ma dal mio punto di vista vedo che mancano alcuni presupposti e quelli non li posso mettere/fare io. Vedete voi se e come e fare. Io sono sempre qui disponibile a fare la mia parte.

stella 23-03-2010 18.03.36

Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 82442)
La mia non è una decisione, è una domanda, anche se non è che ci veda molte alternative, ditemi voi cosa fare.

Io mi trovo d'accordo con Ray e Gri, se c'è l'intenzione, sarei per un'altra possibilità, anche se bisognerebbe chiarire la differenza tra un'opera teatrale, un gioco di ruolo, un romanzo, ecc. in cui ognuno fa la sua parte, perchè qui un po' è l'uno, un po' l'altro, ed è facile fare confusione....

Ray 23-03-2010 21.57.01

Ok, attendo di sentire le intenzioni e poi, in caso, apriamo un tread di chiarimenti.

Shanti 23-03-2010 22.43.07

Citazione:

Originalmente inviato da stella
Io mi trovo d'accordo con Ray e Gri, se c'è l'intenzione, sarei per un'altra possibilità, anche se bisognerebbe chiarire la differenza tra un'opera teatrale, un gioco di ruolo, un romanzo, ecc. in cui ognuno fa la sua parte, perchè qui un po' è l'uno, un po' l'altro, ed è facile fare confusione....

Si bisognerebbe chiarire questa differenza, semmai anche mettendo delle regole e discutendo sui meccanismi. E' vero che mi sono immedesimata troppo nel personaggio, ma il fatto di impersonare una donna in carriera, senza appunto avere un copione, mi ha portata per forza di cose a improvvisare ed è uscito quel che è uscito. E' vero anche che la richiesta del diario (di metterci la nostra storia, l'anima) ha reso le cose complicate. Insomma senza avere alcun suggerimento (e perchè no poi?) avrei potuto, e ci ho pensato, anche lavorare di fantasia e inventarmi di sana pianta atteggiamenti ed esperienze, ma non sapevo se era giusto, non sapevo come muovermi, non sapevo nemmeno più quale fosse il senso di tutto quanto e sono andata per tentativi.
Da parte mia c'è l'intenzione, ma a volte un po' di incoraggiamento serve!

Kael 24-03-2010 00.01.55

Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 82449)
mancano alcuni presupposti e quelli non li posso mettere/fare io.

Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 82438)
Chi più chi meno avete dimenticato di recitare e vi siete immedesimati con il personaggio, troppo, cosa che da una parte era auspicabile ma dall'altra vi blocca se esagerate non avendo poi le reali pressioni della vita o di un teatro.

Questo è uno dei presupposti, un'altro quello dell'intenzione.
Se c'è intenzione, e se non ci si immedesima troppo, dici che si può andare avanti o c'è altro che dovremmo aggiungere?

Io, a mo di consiglio, suggerirei di non far passare troppo tempo tra una battuta e l'altra, del resto in un teatro vero non si possono fare pause troppo lunghe (anche se lì ci sono le prove, è vero, ma qui il senso del gioco non è esattamente lo stesso di una buona rappresentazione). Quello che viene viene insomma. Con questo non voglio dire che bisogna collegarsi ogni cinque minuti, intendo solamente che quando ci si collega e si legge la battuta dell'altro, bisognerebbe rispondere subito, senza star lì a pensarci troppo. Non mi riferisco a nessuno, parlo anche per me, ma forse questo è uno dei presupposti ai quali faceva riferimento Uno.

PS: Uno dei motivi per cui ci si è immedesimati troppo forse può essere il fatto di aver avuto pochissime indicazioni sul proprio personaggio. Età, professione, e qualche altro piccolo tratto hanno lasciato campo libero, troppo... Forse delineando un po' di più anche i tratti psicologici (estroverso, simpatico, istintivo, etc..) si sarebbe evitato l'errore di "riempirlo" a piacimento con se stessi... Ma, sempre forse, proprio questo impedirebbe che il lavoro abbia la stessa utilità per la quale era stato pensato...

filoumenanike 24-03-2010 00.03.11

sono d'accordo con Shanti, non c'è un canovaccio da seguire e se si prendono iniziative vengono sottoposte a giudizio, dunque è necessario che il regista crei un minimo di traccia, illumini il cammino da seguire, uno spunto, un percorso...e non sghignazzi agli intoppi di chi tenta di camminare sui carboni, mi fa ricordare il tempo della scuola quando l'insegnante pretendeva di sentire le parole che lei aveva in mente e non le mie! abbasso il regista!!! ahahah firmato da "attori in rivolta!"

Kael 24-03-2010 00.08.40

Citazione:

Originalmente inviato da filoumenanike (Messaggio 82472)
l'insegnante pretendeva di sentire le parole che lei aveva in mente e non le mie! abbasso il regista!!! ahahah firmato da "attori in rivolta!"

Citazione:

Originalmente inviato da Kael (Messaggio 82471)
Ma, sempre forse, proprio questo impedirebbe che il lavoro abbia la stessa utilità per la quale era stato pensato...

:@@

filoumenanike 24-03-2010 00.35.45

Citazione:

Originalmente inviato da Kael (Messaggio 82473)
:@@

Kael iscriviti al gruppo di "Attori in rivolta" creeremo il teatro autogestito, gli attori siamo noi, abbasso tutti i registi!diavolo.g:

Uno 24-03-2010 09.38.52

Se volete Filo per regista, perchè è questo il suo implicito desiderio diavolo.g:, non ho nessun problema, ho un sacco di cose da fare.

E' inutile che scrivo o riscrivo tutto ciò che poteva rappresentare questo lavoretto di gruppo.
Cercavo di non dare troppe indicazioni proprio per lasciar uscire le individualità e perchè le stesse potessero anche amalgamarsi nel lavoro di gruppo. Allo stesso tempo un minimo di obbiettivi a cui tendere è indispensabile. In sostanza per ogni capitolo c'era un unico punto focale su cui far ruotare la vita dei personaggi. Nel primo capitolo il ritorno di Mattia, nel secondo il diario etc...
L'unico limite messo era nel primo caso non inventarsi un Mattia che nessuno impersonava, nel secondo caso di non appropriarsi del diario.
Sono degli oggetti/entità che influenzano la vita dei personaggi ma rimanendone fuori.
Del gioco di ruolo ha solo la libertà di muovere i personaggi, ma non ne ha gli stimoli (se escludiamo quel poco dall'interazione con gli altri) e non ne ha i limiti e le regole, che purtroppo sarebbero più necessarie di quello che sembra. Del romanzo ha la narrazione, del teatro ha l'estro recitativo di metterci qualcosa di proprio.

Andava benissimo metterci qualcosa di se, con questo mettevamo in atto una sorta di psicodramma (tecnica che da ottimi risultati di autoconoscenza, quanto meno psicologica, in alcuni casi) "dei poveri" (nel senso che il mezzo ovviamente non ci consente l'immediatezza che può esserci dal vivo) ma allo stesso tempo se ci si incastra in pudori personali, in antipatie che bloccano lo svolgimento etc.. viene meno tutto.
Non era neanche detto che se il personaggio racconta qualcosa di se questo deve essere qualcosa di realmente vostro... ci può stare come no, qualsiasi autore mette qualcosa di suo in ciò che scrive, ma lo sfuma con altro.

Perchè nessun suggerimento oltre il necessario Sha?
Perchè se no scrivo un romanzo io e poi ve lo faccio leggere o al massimo correggere prima di stamparlo. Il dubbio su cosa fare e cosa non fare era uno dei punti cardine del "gioco", ma se si cerca di annacquarlo tergiversando cade il palco (nel vero senso della parola).

Anche questa breve "spiegazione" che ho dato, se continuerete, inficierà gran parte del risultato che si poteva ottenere, adesso sapete cosa aspettarvi e dove andare per risultare in ordine... insomma come non fare brutta figura, non importa se la "brutta figura" (nella vostra testa) la fa una Emma (esempio, ma potevo dire Carla o chiunque) che poi è Era che non è neanche Era ma nella realtà un'altra persona.
Invece che togliere le maschere (non per gli altri e verso gli altri, per noi e verso di noi) ne aggiungiamo altre a cipolla.... manata.gif

Ed è per questo che dal mio punto di vista questo lavoretto ha perso gran parte del senso.... se volete lo rattoppiamo.. ma non sarà mai come doveva essere.


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 00.48.30.

Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271