Ermopoli

Ermopoli (http://ermopoli.it/portale/index.php)
-   Manifestazione pacifica del nostro volere (http://ermopoli.it/portale/forumdisplay.php?f=125)
-   -   situazione (economica) mondiale attuale (http://ermopoli.it/portale/showthread.php?t=4771)

turaz 08-10-2008 13.51.09

situazione (economica) mondiale attuale
 
che se si continuerà di questo passo a livello globale instillando continue paure tra le persone e facendo passare che "rigore e repressione" siano le uniche soluzioni ai problemi che ci troveremo tra non molto tempo davanti a un conflitto.
la situazione è da questo punto di vista parecchio disequilibrata a mia sensazione.

spero di sbagliarmi e cerco di operare al meglio.

turaz 08-10-2008 16.45.02

ho la brutta sensazione che se si continuerà di questo passo a livello globale instillando continue paure tra le persone e facendo passare che "rigore e repressione" siano le uniche soluzioni ai problemi che ci troveremo tra non molto tempo davanti a un conflitto.
la situazione è da questo punto di vista parecchio disequilibrata a mia sensazione.

spero di sbagliarmi e cerco di operare al meglio

Uno 08-10-2008 17.14.03

instillano si, ma è pure la gente che vuole avere paura... me ne frego io, tanto il patatrac non succede "dall'alto" perchè non andrebbero mai a perdere i privilegi.
Con la parola che usano certi è tutta fuffa....

Se succede veramente succede dal basso e saremmo comunque tutti uguali dopo

Sole 08-10-2008 17.23.01

Dal basso intendi una rivoluzione in piena regola?

turaz 08-10-2008 17.23.56

già:)
cmq vediamo come va.
non so ma c'è aria tesa in giro.
(sul discorso privilegi... sarebbe ora cadessero)

nikelise 08-10-2008 17.51.49

Citazione:

Originalmente inviato da turaz (Messaggio 59912)
già:)
cmq vediamo come va.
non so ma c'è aria tesa in giro.
(sul discorso privilegi... sarebbe ora cadessero)

Intanto oggi hanno nazionalizzato 8 banche , dico 8 , in GB .
Questi sono fatti .

turaz 08-10-2008 18.10.32

beh nikelise scusa la battuta ma "non stavo parlando di aria fritta":)
vediamo come vanno le cose.
di certo non è un clima "sereno" quello che percepisco attualmente

Astral 08-10-2008 19.35.28

Beh i privilegi è giusto che ci siano, c'è gente che ha lavorato più di altre, e che merita di più di altro, il problema è quando il potere e la ricchezza sono nelle mani sbagliate.

Io credo che a quelli veramente Ricchi, la crisi non cambia pure, ma credo anche a quelli veramente poveri, tipo i bambini del terzo mondo, penso che non cambi proprio nulla.

Chi ci rimette è il ceto medio ( e cioè la maggiorparte di noi).

Credo poi che c'è una speculazione sulla cosa, chissà se invece grazie a questa crisi usciremo un po' dal consumismo?

Poi come dice il papa, i soldi sono un illusione e finiscono, solo Dio è eterno.icon_mrgr:

Per Turaz: Credo che c'è un tasto per eliminare il topic, che hai fatto in più.

centomila 08-10-2008 22.48.41

Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 59909)
instillano si, ma è pure la gente che vuole avere paura... me ne frego io, tanto il patatrac non succede "dall'alto" perchè non andrebbero mai a perdere i privilegi.
Con la parola che usano certi è tutta fuffa....

Se succede veramente succede dal basso e saremmo comunque tutti uguali dopo

Può essere che gli si rompa il giochino anche se non vogliono......

Purtroppo ci lavoro in mezzo e posso affermare che i denari sono finiti.

Uno 09-10-2008 09.28.35

Citazione:

Originalmente inviato da centomila (Messaggio 59918)
Può essere che gli si rompa il giochino anche se non vogliono......

Purtroppo ci lavoro in mezzo e posso affermare che i denari sono finiti.

Gli si romperebbe solo se chiunque ha quattro spicci andasse a ritirarli.

Ma ragioniamoci sopra, il grosso del capitale, per quanto fittizio, mondiale è dei piccoli risparmiatori? Non credo proprio...
Il grosso del capitale è sempre dei più o meno ricchi, quindi a loro basta lasciare li le cose ferme e fra un pò quel capitale fittizio continuerà ad avere un valore come fino a due mesi fa..... solo che magari per rendere quei capitali un pò più solidi ci rialzeranno il tasso di interesse a noi che facciamo il mutuo per comprare casa etc....

centomila 09-10-2008 09.56.11

Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 59921)
Gli si romperebbe solo se chiunque ha quattro spicci andasse a ritirarli.

Questo è un evento che, anche in una situazione sana, condurrebbe al fallimento le banche.
Come se tutti gli assicurati di una Compagnia di Assicurazione avessero simultaneamente dei sinistri e dunque dovessere essere contestualmente liquidati.

Il fatto è che tutte le banche del mondo sono tecnicamente fallite: hanno finito i denari. Gli Stati Sovrani dicono che non permetteranno questo fallimento ma dove e come troveranno i soldi?

Questa è la domanda capitale che aspetta una risposta. E la posta in gioco è la sopravvivenza del sistema economico. Se non ci riusciranno non possiamo nemmeno lontanamente immaginare gli scenari prossimi venturi.

Che sarebbero, tuttavia, apocalittici.

nikelise 09-10-2008 10.13.20

Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 59921)
Gli si romperebbe solo se chiunque ha quattro spicci andasse a ritirarli.

Ma ragioniamoci sopra, il grosso del capitale, per quanto fittizio, mondiale è dei piccoli risparmiatori? Non credo proprio...
Il grosso del capitale è sempre dei più o meno ricchi, quindi a loro basta lasciare li le cose ferme e fra un pò quel capitale fittizio continuerà ad avere un valore come fino a due mesi fa..... solo che magari per rendere quei capitali un pò più solidi ci rialzeranno il tasso di interesse a noi che facciamo il mutuo per comprare casa etc....

Fosse come dici tu non ci sarebbero i fallimenti e le nazionalizzazioni delle banche .
Invece da qualche parte c'e' un buco enorme e sappiamo dov'e' in America , in sostanza per vari motivi (caduta del valore delle case )alcune banche mancavano dei soldi che sono stati prestati ad altre banche e poi ad altre banche ancora e cosi' via . Col fallimento di Lehman la catena di s. antonio ( minuscolo ) si e' interrotta e da qui i fallimenti a catena .
Il buco sara' coperto con le nazionalizzazioni cioe' da noi ma in quanto tempo ?In ogni caso la domanda di beni di consumo crollera', l'attivita' di credito si e' gia' fermata e la recessione e' gia' una realta' .
Certo che ne usciremo ma cambiera' tutto lo scenario e nessuno puo' dire quale sara' quello nuovo .

Uno 09-10-2008 10.32.37

Citazione:

Originalmente inviato da nikelise (Messaggio 59923)
Fosse come dici tu non ci sarebbero i fallimenti e le nazionalizzazioni delle banche .

Secondo te nelle banche fallite c'erano i soldi di quelli che contano?
Tutta fuffa per poi portare in un secondo momento (che può iniziare tra pochissimo) a dover farci accettare certe condizioni per non perdere quello che in realtà non abbiamo.
Il sistema non crollerà dall'alto, faranno di tutto per tenerlo in piedi...

Cento i soldi li troveranno come hanno fatto fino adesso, li stamperanno anche se non hanno un valore concreto... ma per noi lo avranno quando siamo in debito e per i ricconi lo hanno quando ce li prestano. Il valore del denaro da tempo è solo nel passaggio, quindi se le varie banche centrali ne emettono un pò in più (tutte) alla fine se la girano e se la voltano come vogliono... e noi stringeremo la cinta

turaz 09-10-2008 10.35.17

infatti il problema sorgerà per i "piccolo-medi"... che si ritroveranno sempre più sulla soglia di sopravvivenza...

dati istat del 2007...(li avevano passati anche in TV ma subito coperti da altro e chissà perchè queste notizie la gente non le coglie (preoccupati da altro))

il 95% delle ricchezze mondiali sono detenute dal 5% della popolazione...:)

di positivo ci colgo il fatto che quantomeno i "piccolo-medi" avranno la possibilità di ritrovare la purezza di quei Valori ormai degenerati come Aiuto reciproco, Amicizia e Unione (sempre che prevalga il Buon senso alla paura)

ciauzz

nikelise 09-10-2008 10.43.24

[
noi stringeremo la cinta[/quote]

Appunto la domanda ( cioe' noi ) crollera' ma se non hai i soldi per coprare la pasta barilla , barilla che fine fa?

turaz 09-10-2008 10.48.28

barilla regge... (Genere alimentare)
sono altri i generi che rischiano (servizi in primis)
ma la richiesta proverrà dai grandi capitali.
cmq se questa situazione riporterà il sistema a una maggiore umanità si sarà a mio parere sfruttata l'occasione.
se non succederà saranno tempi davvero duri per tutti

centomila 09-10-2008 10.51.33

Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 59924)
Secondo te nelle banche fallite c'erano i soldi di quelli che contano?

Penso proprio di sì! Dove pensi che li abbiano messi?
Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 59924)
Tutta fuffa per poi portare in un secondo momento (che può iniziare tra pochissimo) a dover farci accettare certe condizioni per non perdere quello che in realtà non abbiamo.

Questa cosa può essere vera nella conclusione ma dubito che sia orchestrata dall'inizio.
Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 59924)
Il sistema non crollerà dall'alto, faranno di tutto per tenerlo in piedi...

Nel 1.929 è crollato dall'alto.
Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 59924)
Cento i soldi li troveranno come hanno fatto fino adesso, li stamperanno

Ma è l'Istituto Centrale che li stampa non le singole banche. E le singole banche (di tutto il mondo!) sono tecnicamente fallite perchè tutti gli strumenti finanziari che hanno sono svalutati. Hanno praticamente tutte titoli Lehman Brothers (rimborseranno, forse, 20 o 30); titoli islandesi (ieri li scambiavano a 10); e, più in generale, strumenti derivati o strutturati che, praticamente, non valgono più nulla.

In altre parole tu compri un Bot a 98 e a scadenza ti rimborsano 100. Ecco le banche di tutto il mondo hanno comprato robaccia a 97/98/99 che, invece che rimborsare 100, possono rimborsare anche 0.

Questo fatto ha innescato una crisi di fiducia pazzesca tra le stesse banche. La liquidità non basta stamparla: bisogna farla girare. Oggi non gira più.

Questo, in estrema sintesi e superficialmente, lo stato dell'arte.

Poi, in tutta onestà, non so dire se il mio stato d'animo, influenzato, non lo nego, da grande paura, tende ad ingigantire le cose.

turaz 09-10-2008 11.19.12

dato che il sistema è "marcio" dall'alto ed è stato per troppi anni basato sul "nulla" e sulla speculazione lasciando l'"uomo" ai margini di tutto ciò (distorsioni dell'ego e delle I.P. varie)
se crolla sarà solo la logica conseguenza.
e vedremo se si sfrutterà l'occasione...
io sono fermamente convinto che i "sistemi" siano tutti validi se le persone che li portano avanti abbiano "Valori Umani".
se tali Valori degenerano i sistemi degenerano con loro.
credo che la storia da questo lato dovrebbe insegnare.
e come quando nella vita di ciascuno ci si accorge dell'errore e si fa "tabula rasa" (vuoto) per ripartire con nuova linfa speriamo verrà colta questa occasione per riportare la centralità dei Valori Umani davanti a tutto il resto.

Faltea 09-10-2008 12.59.48

Citazione:

Originalmente inviato da turaz (Messaggio 59929)
barilla regge... (Genere alimentare)
sono altri i generi che rischiano (servizi in primis)
ma la richiesta proverrà dai grandi capitali.
cmq se questa situazione riporterà il sistema a una maggiore umanità si sarà a mio parere sfruttata l'occasione.
se non succederà saranno tempi davvero duri per tutti

E' da parecchio che si "snaroffia" questa crisi, crisi che sulla pelle non si sente ancora... Almeno non così come viene dipinta dai tg.
Far la spesa è più caro... la pasta, il pane, il latte, etc sono aumentati.. Ma sono mesi che stiamo andando avanti così, ora si viaggia con l'allarmismo da collasso stile Argentina..
Sarà la solita fatalista.. ma ormai...
se nemmeno prima noi piccoli comuni mortali non potevamo fare nulla perché potremmo fare la differenza ora? Evito di guardare il tg così non mi allarmo, risparmio e vedo cosa succede realmente nel mio piccolo...
Evitiamo di farci allarmare dalla tv... controlliamo cosa succede realmente nella nostra quotidianità ed affrontiamo le nostre cose, le nostre problematiche, smettiamo di farci traviare da quel tubo catodico...
Continuano a dirci un giorno si ed uno anche che il petrolio è finito.. hanno aumentato i prezzi e sembrava che fossimo agli sgoccioli, ieri il tubone informava che l'offerta supera di gran lunga la domanda e che il petrolio scenderà ancora...

Da me un centro commerciale promuove prestiti per l'acquisto di elettrodomestici anche senza busta paga....
strabuzza: strabuzza:
Questo per me è rovinare la gente, questa è la quotidianità. Se il tubone dice che c'è crisi e poi si permettono prestiti di questo tipo che portano persone senza uno stipendio ad acquistare elettrodomestici che per poco che costano si viaggia sui 500 €....
Allora è promuovere il collasso, distruggere il piccolo ed annegarlo di debiti...

turaz 09-10-2008 13.13.08

è la degenerazione del consumismo unita al "dormire" collegato però alla sotterranea e subdola opera di chi sta in "alto" che approfitta di una situazione.
per quanto ho scritto la vivo come te nel senso che tengo d'occhio la mia quotidianità e sebbene quanto ho scritto appaia "brutto" l'ho scritto in uno stato di serenità.

nikelise 09-10-2008 15.03.27

Citazione:

Originalmente inviato da Faltea (Messaggio 59933)
E' da parecchio che si "snaroffia" questa crisi, crisi che sulla pelle non si sente ancora... Almeno non così come viene dipinta dai tg.
Far la spesa è più caro... la pasta, il pane, il latte, etc sono aumentati.. Ma sono mesi che stiamo andando avanti così, ora si viaggia con l'allarmismo da collasso stile Argentina..
Sarà la solita fatalista.. ma ormai...
se nemmeno prima noi piccoli comuni mortali non potevamo fare nulla perché potremmo fare la differenza ora? Evito di guardare il tg così non mi allarmo, risparmio e vedo cosa succede realmente nel mio piccolo...
Evitiamo di farci allarmare dalla tv... controlliamo cosa succede realmente nella nostra quotidianità ed affrontiamo le nostre cose, le nostre problematiche, smettiamo di farci traviare da quel tubo catodico...
Continuano a dirci un giorno si ed uno anche che il petrolio è finito.. hanno aumentato i prezzi e sembrava che fossimo agli sgoccioli, ieri il tubone informava che l'offerta supera di gran lunga la domanda e che il petrolio scenderà ancora...

Da me un centro commerciale promuove prestiti per l'acquisto di elettrodomestici anche senza busta paga....
strabuzza: strabuzza:
Questo per me è rovinare la gente, questa è la quotidianità. Se il tubone dice che c'è crisi e poi si permettono prestiti di questo tipo che portano persone senza uno stipendio ad acquistare elettrodomestici che per poco che costano si viaggia sui 500 €....
Allora è promuovere il collasso, distruggere il piccolo ed annegarlo di debiti...

Gli atteggiamenti possono essere molti io scelgo di tentare di distinguere tra apparenza e realta' .
Ma i fatti sono fatti , quelli che indichi tu a proposito degli elettrodomestici sono un piccolo esempio di quello che ci aspetta e che accadra' probabilmente a breve con tutti gli altri beni di consumo faranno di tutto per vendere ma questo e' l'inizio della fine o quasi .
Speriamo di sbagliare .
Non credo che la televisione ingigantisca semmai non ha dato spazio prima a chi la crisi l'aveva prevista in parte .

Astral 09-10-2008 20.35.11

Citazione:

Originalmente inviato da Faltea (Messaggio 59933)
E' da parecchio che si "snaroffia" questa crisi, crisi che sulla pelle non si sente ancora... Almeno non così come viene dipinta dai tg.
Far la spesa è più caro... la pasta, il pane, il latte, etc sono aumentati.. Ma sono mesi che stiamo andando avanti così, ora si viaggia con l'allarmismo da collasso stile Argentina..
Sarà la solita fatalista.. ma ormai...
se nemmeno prima noi piccoli comuni mortali non potevamo fare nulla perché potremmo fare la differenza ora? Evito di guardare il tg così non mi allarmo, risparmio e vedo cosa succede realmente nel mio piccolo...
Evitiamo di farci allarmare dalla tv... controlliamo cosa succede realmente nella nostra quotidianità ed affrontiamo le nostre cose, le nostre problematiche, smettiamo di farci traviare da quel tubo catodico...
Continuano a dirci un giorno si ed uno anche che il petrolio è finito.. hanno aumentato i prezzi e sembrava che fossimo agli sgoccioli, ieri il tubone informava che l'offerta supera di gran lunga la domanda e che il petrolio scenderà ancora...

Da me un centro commerciale promuove prestiti per l'acquisto di elettrodomestici anche senza busta paga....
strabuzza: strabuzza:
Questo per me è rovinare la gente, questa è la quotidianità. Se il tubone dice che c'è crisi e poi si permettono prestiti di questo tipo che portano persone senza uno stipendio ad acquistare elettrodomestici che per poco che costano si viaggia sui 500 €....
Allora è promuovere il collasso, distruggere il piccolo ed annegarlo di debiti...

Quoto Faltea

In Effetti la Tv va spenta, credo che la crisi poi è sempre personale, per chi ha uno stipendio medio alto cambierà poco, per chi già non poteva permettersi una casa ( l'80% dei giovani) non se la potrà permettere più, per i bambini del terzo mondo nulla cambia, morti di fame erano prima e morti di fame saranno ora, per Berlusconi ( o controparte) cambierà veramente poco.

Forse questa crisi servirà non solo come lotta al comumismo, ma probabilmete aiuterà la scelta definitiva per quanto riguarda determinate migrazioni.

E poi scusa non siete contenti? Produciamo, produciamo, produciamo, e l'ambiente viene inquinato, o un po' di rallentamento economico, forse farà bene, non significa che occorre fare qualche passo indietro?

Era 09-10-2008 21.52.23

Citazione:

Originalmente inviato da centomila (Messaggio 59922)
Il fatto è che tutte le banche del mondo sono tecnicamente fallite: hanno finito i denari. Gli Stati Sovrani dicono che non permetteranno questo fallimento ma dove e come troveranno i soldi?
.

denuncio la mia totale ignoranza in merito e chiedo: hanno finito i denari...per denari non intendi quei lerci foglietti di carta multicolori vero? ma per un valore "fasullo" di un 100 € su carta dovrebbe esserci un valore reale di 100 € in oro...sbaglio? se sbaglio per cortesia spiegami...se non sbaglio direi che quel presunto oro dovrebbe trovarsi nelle casse delle banche una per tutte appartiene alla nazione che sa creare enormi voragini che si nutrono di tale prezioso metallo (conosco fort knox per via dei filmicon_mrgr: )

dove li troveranno i soldi ? (sempre quei foglietti che dicevamo prima) se li cercano a casa mia stanno freschi...nonostante questo siamo sempre noi..che di Montecarlo conosciamo solo le principesse e dei paradisi fiscali manco quelle...che sborseremo quel poco che resta manata.gif

ti ho avvisato prima eh...della mia ignoranza fiori.gif

Era 09-10-2008 21.56.13

Citazione:

Originalmente inviato da Astral (Messaggio 59955)
.

E poi scusa non siete contenti? Produciamo, produciamo, produciamo, e l'ambiente viene inquinato, o un po' di rallentamento economico, forse farà bene, non significa che occorre fare qualche passo indietro?

si ma se facciamo qualche passo indietro perchè costretti dal non poter fare diversamente che guadagnamo? proprio niente tranne ricaderci al prossimo imput di risalita. fiori.gif

mia nonna diceva che l' economia va fatta quando il denaro c'è non quando manca icon_mrgr:

nikelise 10-10-2008 07.24.24

Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 59924)
Secondo te nelle banche fallite c'erano i soldi di quelli che contano?

Il sistema non crollerà dall'alto, faranno di tutto per tenerlo in piedi...

Bearn Sterns, Fanny Mac ,Aig ,Lehman, wamu ,oggi trema Goldman e Morgan poi Gm gia' da tempo in crisi , poi le banche europee, tante oggi un'assicurazione giapponese fallita.....
se non e' l'alto questo resta solo la luna ...ammesso che la luna stia in alto ( nel raggio della creazione sta in basso).

Uno 10-10-2008 10.02.51

Che vi devo dire?
Ripeterei sempre le stesse cose, il rischio che gli sfuggano completamente le cose di mano c'è e allora su altre ghigliottine (reali o di altro tipo), ma per ora vedo che i dirigenti licenziati continuano ad andarsene con dei lauti bonus... meditiamo gente 8-)

Faltea 10-10-2008 12.26.31

Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 59982)
Che vi devo dire?
Ripeterei sempre le stesse cose, il rischio che gli sfuggano completamente le cose di mano c'è e allora su altre ghigliottine (reali o di altro tipo), ma per ora vedo che i dirigenti licenziati continuano ad andarsene con dei lauti bonus... meditiamo gente 8-)

Già... stranamente cadono sempre in piedi e dietro l'angolo trovano un'altro impiego...

Ma se non erro, già ai tempi del crollo parmalat si parlava di inizio crisi (per ricollegarmi a ciò che diceva nickelise qualche post fa sul fatto che la tv non ci ha informati della crisi imminente..)
piango.gif

Grey Owl 10-10-2008 16.35.07

Si parla di crisi economica mondiale, si ricorda lo spettro della crisi del '29, le banche falliscono, pure le assicurazioni, i governi corrono ai ripari, si continua a dire che in Italia che il risparmiatore non corre alcun rischio.
I media battono notizie su notizie a riguardo e gia' si parla di un'aumento delle richiesta di cassa integrazione da parte degli imprenditori italiani.
Allora faccio una domanda a chi conosce meglio gli scenari di questa situazione, esiste un punto di non ritorno dell'economia?
L'economia reale potrebbe fermarsi sotto il peso di queste insovenze (catene di s.antonio)?

Grey Owl 10-10-2008 16.45.47

Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 59982)
Che vi devo dire?
Ripeterei sempre le stesse cose, il rischio che gli sfuggano completamente le cose di mano c'è e allora su altre ghigliottine (reali o di altro tipo), ma per ora vedo che i dirigenti licenziati continuano ad andarsene con dei lauti bonus... meditiamo gente 8-)

Ho sentito che Tremonti ha minacciato le dimissioni se la norma salva manager dell'alitalia (inserita di straforo) non veniva eliminata.

Questo scandalo lo ha scoperto Milena Gabanelli (report su rai3) ma se non lo scopriva che succedeva? Tutto andava per il meglio per tutti i furbetti del quartierone (oramai e' un quartierone). Quello che scandalizza e' la morale azzerata per tutte quelle figure che dovrebbero governare questa povera italia. piango.gif

nikelise 10-10-2008 17.08.47

Citazione:

Originalmente inviato da Grey Owl (Messaggio 59998)
Si parla di crisi economica mondiale, si ricorda lo spettro della crisi del '29, le banche falliscono, pure le assicurazioni, i governi corrono ai ripari, si continua a dire che in Italia che il risparmiatore non corre alcun rischio.
I media battono notizie su notizie a riguardo e gia' si parla di un'aumento delle richiesta di cassa integrazione da parte degli imprenditori italiani.
Allora faccio una domanda a chi conosce meglio gli scenari di questa situazione, esiste un punto di non ritorno dell'economia?
L'economia reale potrebbe fermarsi sotto il peso di queste insovenze (catene di s.antonio)?

Grey nessuno sa nulla bisogna navigare a vista con le maggiori informazioni possibili , tutte le informazioni ce le hanno pochi .
Oggi ne ho saputa una che ti fa rendere l'idea :
una grande compagnia assicurativa italiana deve rimborsare delle obbligazioni in scadenza , normalmente avrebbe venduto sul mercato altri titoli non in scadenza per creare liquidita' ma poiche' oggi il mercato delle obbligazioni non esiste piu' per mancanza di acquirenti ( che non si fidano del prodotto che dovrebbero comprare) devono vendere azioni che sono l'unico mercato mobiliare che funziona da qui i crolli dei listini .
Da cio' deriva la mancanza di liquidita' nel sistema .
Putin ha fatto peggio ha chiuso a tempo indeterminato la borsa di Mosca .
In fondo e' una crisi della fiducia tra operatori ma motivata dalla mancanza di liquidita' nel sistema .
Ci vorra' tempo perche' gli operatori si fidino l'uno dell'altro e nel frattempo nessuno sa cosa accadra'.

RedWitch 10-10-2008 17.18.52

Citazione:

Originalmente inviato da Grey Owl (Messaggio 60000)
Ho sentito che Tremonti ha minacciato le dimissioni se la norma salva manager dell'alitalia (inserita di straforo) non veniva eliminata.

Questo scandalo lo ha scoperto Milena Gabanelli (report su rai3) ma se non lo scopriva che succedeva? Tutto andava per il meglio per tutti i furbetti del quartierone (oramai e' un quartierone). Quello che scandalizza e' la morale azzerata per tutte quelle figure che dovrebbero governare questa povera italia. piango.gif

Gia' la norma salva manager.. :Upoi ci chiediamo chi fara' le spese di questa crisi, a me pare che noi comuni "mortali" abbiamo gia' iniziato da parecchio a dover stringere la cinghia, e che le cose vadano sempre peggio. Pero' pensiamo a salvare i manager...

turaz 10-10-2008 17.24.31

pensano loro a salvarsi... non noi:)

Uno 10-10-2008 20.29.22

Tutto sommato i dirigenti dell'alitalia a parte essere uno scandalo non significa nulla per il discorso, io mi riferivo a dirigenti e funzionari delle banche fallite.
Quello che volevo dire, se c'è questo scatafascio, i soldi non valgono più nulla e queste banche muoiono come e perchè trovano ancora capitali per dare buone uscite a dirigenti e non solo... pure a funzionari di un certo livello?
E lo so che è dietrologia da due lire (l'euro lasciamolo stare icon_mrgr:) ma non è che così si evita che raccontino qualcosa che è meglio che rimanga sommersa?
Sia chiaro, ci sono aziende, istituti di credito, compagnie assicurative, di livello più basso che falliscono sul serio perchè vanno in crisi, però i grandi falliscono sempre per qualche motivo, altrimenti con le maniglie che hanno avrebbero trovato il modo di farsi dare altri soldi dal governo.
Il discorso di Nike è corretto, adesso tutti hanno paura di muoversi, perfino un mutuo per una casa diventerà affare di stato per un pò.... poi appena rifaranno le spartizioni delle nuove torte (belle fettazze a cui potranno aggiungere più panna sopra) tornerà tutto come prima.

Sole 10-10-2008 22.25.47

Purtroppo per chi avrà la pazienza di leggere sarò molto lunga.

Vorrei fare un intermezzo per spiegare a zia Gina cosa sta accadendo nella finanza mondiale. Non sono un economista ne sono pratica di titoli, ma da brava ragioniera ho studiato alle superiori economia e tecnica bancaria e ho appena capito cosa sta accadendo, figuriamoci zia Gina che poretta si ritrova a far la spesa senza potersi comprare il prosciutto di marca che le piace tanto e ora le dicono che forse dovrebbe stringere la cinghia, lei che non ha risparmi... Se c'è qualcuno che ne sa più di me, e siete in tanti a quanto leggo, magari potreste correggere e/o ampliare quello che ho capito io e che sto per dire. Così potremmo fare di questa discussione, un servizio utile per chi vorrebbe capire, ma che guardando la tv in questi giorni è impossibile.... tutti ad usare terminoni e difficili conclusioni che zia Gina non capisce e si annoia convincendosi che hanno ragione, non c'è niente di drammatico, affari di alta finanza e basta, alei non succederà nulla. E di fatti la sua vita continuerà...

Dopo la lunga premessa provo, sperando in un buon risultato chiaro e veritiero, a spiegare cosa sta accadendo.

Le banche nascono come servizio al cittadino, ma nel corso dei tempi hanno acquisito sempre maggiore potere concedendo credito tanto da sviluppare un mercato del credito. Il problema è iniziato a nascere negli anni 90 quando questa concessione di credito iniziava ad essere sempre più facilmente accessibile da chiunque.
La banca per darti soldi (concessione di credito) deve avere delle riserve che accumula acquisendo sempre più risparmiatori, dove per risparmiatori si intendono noi, i depositi bancari, i conti correnti più o meno vincolati, i titoli ecc. Maggiore è la facilità di accedere al credito e maggiori devono essere i capitali liquidi della banca. Ma come fa se tutti i risparmiatori clienti della banca chiedono credito, mutui, liquidità, fidi, svincoli di capitali ecc ecc?
Se accade, se una banca si trova senza poter assolvere alla richiesta di concessione di credito, chiede essa stessa credito, indebitandosi, ad un'altra banca più grande, la banca più grande chiederà credito ad una più grande e così a seguire sempre più su, più su, più su fino ad arrivare che tutte le banche sono indebitate l'una con l'altra nell'impossibilità di muovere capitali Questo negli anni 90. Come potevano far fronte?
Beh, non ho nessuna paura a dirlo perchè è cronaca nota, Parmalat, Cirio, titoli si stato Argentini, l'ultima è la Lehman, oggi....
In poche parole hanno consigliato i risparmiatori di acquistare obbligazioni ( le obbligazioni sono titoli emessi dalle società per autofinanziarsi, circa), titoli vari, queste obbligazioni avevano un rendimento basso, per cui si ritenevano sicure perchè i grandi guadagni comportano grandi rischi per cui i piccoli risparmiatori, quelli che mettono in titoli il TFR per intenderci, vogliono solo assicurarsi la pensione e si accontentano di un 2 per cento annuo, bene loro hanno investito in titoli, ma la mia domanda è: come faceva alla grande finanza a sfuggire il fatto che fossero società fallimentari? E di fatti sono in causa ancora. Quei capitali investiti però hanno fatto si che si muovessero capitali e liquidità soprattutto. Così nuovo credito, nuovi finanziamenti, nuovi mutui pagati dal risparmiatore e dalle commissioni che aumentano ogni giorno. Non bisogna pensare che i pochi spiccioli che gli diamo ogni giorno non facciano capitale, siamo tantissimi ad avere un conto se non tutti nel mondo e se a tutti sotraggono un euro al giorno per spese varie ... immaginate quanti euro al giorno hanno?
Immagino di aver semplificato tantissimo e sicuramnte qualcosa mi sfugge, spero in qualcuno che chiarisca meglio anceh a me, altrimenti se dietro non c' è una ricerca della banca di autofinanziarsi.... non dico altro.

Prima o poi il gioco doveva finire, le famiglie con questo sistema del credito facile (che serviva per far guadagnare più soldi alla banche) e con l'entrata nel mercato delle grandi finanziarie che hanno poi distrutto il mercato del risparmio perchè l'accesso al credito è diventata una passeggiata che chiunque può fare, anche chi non ha un lavoro e non può mantenersi, quindi non pagare... dicevo, le famiglie si son ritrovate indebitate talmente tanto da non poter far fronte agli impegni e la fonte primaria di introiti si è bloccata. Se ci pensate bene così come in Marix l'uomo era la linfa delle macchine noi risparmiatori e gente comune siamo la linfa del sistema finanziario, in realtà abbiamo un grande potere ma ce lo tengono nascosto.

Si dice che la crisi sia partita dall'America perchè il capitalismo americano (non sono contro il capitalismo, anzi lo approvo, ovviamente quello sano) voleva tutti benestanti e quindi concedeva credito, case, possibilità a tutti tanto che poi non potevano più pagare, inoltre le varie guerre hanno indebitato le banche centrali americane, le stesse che nella piramide dei vari prestiti tra banche erano all'apice, piano piano anceh queste all'apice han dovuto smettere di erogare perchè non avevano piùù entroiti. L'unica è emettere moneta, ma la moneta in questo modo si svaluta, vuol dire che se oggi ho uno stipendio di 1000 e il suo valore di acquisto è 1000 tra un mese lo stipendio di 1000 potrebbe avere un potere di acquisto di 100.

Potrebbero convincerci ad usare solo carte di credito e tesserine varie, oppure noi potremmo impossessarci dell'economia ed iniziare ad usare solo contanti e solo quelli... inizierebbe la rivoluzione.


Perchè i manager non pagano ma anzi vengono liquidati con grandi stipendoni anche se con il disturbo di affrontare un processo per bancarotta o anche solo a dover render conto del proprio operato? Mah... forse perchè hanno solo eseguito le direttive dei presidenti delle società, ma è una mia illazione. Ma di certo fa pensare che l'amministratore delegato della Lehman sia stato lautamente liquidato invece che denunciato (la denuncia l'ha per bancarotta, era un modo di dire).


Chiedo scusa per la lunghezza e spero che zia Gina abbia capito qualcosa di quel che ho capito io, a volte mi sonm persa nelle considerazioni ma mi auguro che sia passato il meccanismo messo in moto.

Mi resta aperta la domanda del eprchè non può cadere dall'alto? Perchè sono lo ro che stamapano i soldi e perchè se non paghi ti tolgono la casa.

Quasi quasi chiudo il conto..

Astral 10-10-2008 22.39.28

Io ho sentito un economista e mi ha detto che i risparmi nel conto corrente in banca, non subiranno modifiche, stessa cosa vale per i titoli di stato. Chi ha investito in obbligazioni ed azioni, in teoria non dovrebbe temere più di tanto, anche se la perdita la supererà.

Quindi non mi preoccuperei proprio del conto in banca, semmai il problema è che questo potrebbe avere altri effetti sull'inflazione, e l'aumento dei prezzi in generale.

Sole 10-10-2008 22.48.07

Citazione:

Originalmente inviato da Astral (Messaggio 60019)
Io ho sentito un economista e mi ha detto che i risparmi nel conto corrente in banca, non subiranno modifiche, stessa cosa vale per i titoli di stato. Chi ha investito in obbligazioni ed azioni, in teoria non dovrebbe temere più di tanto, anche se la perdita la supererà.

Quindi non mi preoccuperei proprio del conto in banca, semmai il problema è che questo potrebbe avere altri effetti sull'inflazione, e l'aumento dei prezzi in generale.

Non mi preoccupo del conto, avrò 3 euroicon_mrgr:... mi preoccupo di non esser parte di un sistema che non voglio. Ma inevitabimente...

Astral 10-10-2008 23.12.43

Citazione:

Originalmente inviato da Sole (Messaggio 60020)
Non mi preoccupo del conto, avrò 3 euroicon_mrgr:... mi preoccupo di non esser parte di un sistema che non voglio. Ma inevitabimente...

Di quello pure io Sole, ma già da un pezzo e non soltanto a livello economico, ma anche a livello politico e sociale. Non mi piace come vengo gestito, sembra che le nostre vite siano guidate dall'alto e tutto gira intorno ai soldi, dai nostri desideri, alle nostre paure, e dobbiamo affanarci per questo, e secondo me toglie anche spazio per il contatto umano e per la spiritualità.

Sinceramente non so come far finire tutto questo, col baratto?

Chissà forse non dovremmo preoccuparci più di tanto, e questo circolo vizioso avrà una fine naturale?

In ogni caso, forse sarò incosciente, ma mi dispiace leggere che ci concentriamo più su ciò che succederà, piuttosto su ciò che si può fare, quasi dovuto al fatto che dobbiamo rassegnarci, e questo in un certo senso significa che siamo passivi( proprio come gli interessi bancari), e quindi subiamo.stosvegli:

Uno 11-10-2008 11.30.51

Per la cronaca, in famiglia continuano ad arrivarci offerte di attivare carte di credito e per finanziamenti di vario tipo....
Si, potrebbero essere politiche commerciali studiate mesi fa... potrebbe essere che realmente eroghino questi piccoli crediti finchè non succederà il patatrac finale... eppure i conti secondo quello che stanno pompando mediaticamente continuano a non tornarmi.


Uhum... adesso la sparo grossa, ogni tanto potrò permettermi di rovinare un pò la mia reputazione di parlare sempre con dati inconfutabili in mano no icon_mrgr:?

ipotizziamo uno scenario di paura incontrollata (che è molto vicino a quello in cui siamo) piccoli risparmiatori presi dal panico vendono tutto perdendo un 40% (queste sono le ultime stime in mio possesso su alcuni tipi di obbligazioni), tra l'altro poi non si sa per far cosa, se prendono i soldi poi che ci fanno? Dovrebbero quanto meno cercare di comprare immobili... che però non hanno un mercato tanto favorevole....

Quindi speculatori di grosse dimensioni potrebbero recuperare un 40% comprando la paura della gente e guadagnare altro vendendo immobili di un mercato che in realtà era fermo...
Troppo dietrologico?
Mica tanto irreale però 8-)

nikelise 11-10-2008 12.03.56

Citazione:

Originalmente inviato da Uno (Messaggio 60043)
Per la cronaca, in famiglia continuano ad arrivarci offerte di attivare carte di credito e per finanziamenti di vario tipo....
Si, potrebbero essere politiche commerciali studiate mesi fa... potrebbe essere che realmente eroghino questi piccoli crediti finchè non succederà il patatrac finale... eppure i conti secondo quello che stanno pompando mediaticamente continuano a non tornarmi.


Uhum... adesso la sparo grossa, ogni tanto potrò permettermi di rovinare un pò la mia reputazione di parlare sempre con dati inconfutabili in mano no icon_mrgr:?

ipotizziamo uno scenario di paura incontrollata (che è molto vicino a quello in cui siamo) piccoli risparmiatori presi dal panico vendono tutto perdendo un 40% (queste sono le ultime stime in mio possesso su alcuni tipi di obbligazioni), tra l'altro poi non si sa per far cosa, se prendono i soldi poi che ci fanno? Dovrebbero quanto meno cercare di comprare immobili... che però non hanno un mercato tanto favorevole....

Quindi speculatori di grosse dimensioni potrebbero recuperare un 40% comprando la paura della gente e guadagnare altro vendendo immobili di un mercato che in realtà era fermo...
Troppo dietrologico?
Mica tanto irreale però 8-)

Che qualcuno ci guadagnera' e' certo pero' ,pero' e' gente che ne ha tanti ma tanti e ne rischiera' una piccola parte senza paura e diventera' ancora piu' ricca .
Warren Buffet pare gia' abbia guadagnato .
Non credo che questa cosa l'abbiano determinata loro apposta proprio perche' erano gia' a posto .

Sole 11-10-2008 12.10.27

Si avevo pensato a questo scenario, ma qual'è il folle che vende ora? beh si c'è zia Gina che allarmata va dal suo consulente di fiducia che ha giostrato alle sue spalle che le dice che deve vendere per cercare di salvare il salvabile... vero, è uno scenario possibilissimo in cui avviene sotto altra forma quello che è avvenuto per le società fallite (Argentina).

Beh adesso vendere è una follia. ma era anche una follia acquistare, ma ormai.

A parte il fatto che comincio a sospettare tantissimo che stiano pompando all'inverosimile la situazione proprio perchè se provo a chiedere credito me lo danno senza batter ciglio.... come?
Il sospetto che ho è che abbiano sia mandato in crisi il settore perchè già lo era ma anche vogliano spaventare la popolazione di modo da giustificare altre manovre che non ci dicono perchè siamo distratti dalla bomba mediatica, ci invoglino a coprirci le spalle a monetizzare i beni, cioè vendere sia i mobili che gli immobili... insomma muovere il mercato. Ma chi venderebbe ora? Sarebbe svendere... ma presi per il collo tutti svenderebbero. Che sia questo?
Lo vedo uno scenario possibile. Vedo che son vere entrambe le cose, sia che sono in fallimento sia che ci stanno portando ad un apnico generalizzato tanto da considerare che la ricchezza oggi sia monetizzare gli immobili (case, titoli, obbligazioni). Cioè posso salvarmi se ho contante, ma lo metto in banca perchè poi ho credito. Contorto ma lo vedo.

Io continuo a dire che bisogna fare noi il mercato, non attivando più carte di credito, non acquistando cose non strettamente necessario, non facendo finanziamenti per cose non utili o quantomeno che non possiamo pagare in contanti e che non ci cambiano la vita. Secondo me è questa la rivoluzione che dovremmo mettere in atto per riprendere potere sia d'acquisto che di parola. Insomma sacrifici utili a riprendere potere.



EDIT: rispondevo ad Uno


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 01.40.25.

Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271