Discussione: la rabbia
Visualizza messaggio singolo
Vecchio 04-04-2012, 15.26.19   #63
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,696
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Cosa vuoi intendere per tolleranza?

La tolleranza non è la conseguenza di qualcosa su cui togliamo sensibilità, quello è una specie di callo che facciamo per difenderci (infatti nell'esempio parli di "non poter fuggire"). La tolleranza è anzi la capacità di sopportare un peso, un colpo, una emozione. Per poterlo sopportare è indispensabile sentirlo tutto così come arriva e nonostante il pieno sentire ciò non ci turba.
Aumentando la tolleranza aumenta anche la distanza nello spazio e nel tempo tra noi è la rabbia inconsapevole.
La tolleranza è la sopportazione verso qualcosa di negativo ma ineliminabile, ha un limite che se superato si va nell'intolleranza.
Se si è troppo sensibili verso questa cosa negativa non si può tollerare a lungo, invece se ci si riduce la sensibilità si aumenta la tolleranza. Ritengo di non aver mai fatto il callo a certe tolleranze altrimenti non sarei ora intollerante verso ciò per cui ho tollerato a lungo. Sopra un callo ci puoi battere anche tutta la vita.
Non so, possiamo disquisire sulla terminologia, il succo è che avendo tollerato a lungo mi sono ora sensibilizzata e non tollero più. Questo è buono perchè non do il tempo alla rabbia di accumularsi.
diamantea non è connesso