Discussione: la rabbia
Visualizza messaggio singolo
Vecchio 04-04-2012, 17.49.18   #68
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
Non so, possiamo disquisire sulla terminologia, il succo Ŕ che avendo tollerato a lungo mi sono ora sensibilizzata e non tollero pi¨.
Prima hai parlato di desensibilizzazione.
In ogni caso non son d'accordo con la definizione che ne dai e non per i termini. Soprattutto non ha valenza solo negativa.

Si tollare ci˛ che possiamo tollerare. Se si fa fatica a tollerare allora stiamo allenandoci a tollerare ma non tolleriamo, stiamo facendo uno sforzo per farlo. Una volta che tollero, tollero senza fatica perchŔ rientra nella mia capacitÓ, la portata della mia capacitÓ Ŕ quella. Posso fare entrare quella determinata cosa senza che mi turbi o che mi crei alcun problema di sorta, invece nel tuo esempio l'eccesso porta a chiudersi, pertanto la portata non Ŕ abbastanza ampia da contenere il tutto.

Ad esempio se la mia capacitÓ di alzare 50 kg Ŕ tale, resta tale e mi sto allenando per sollevarne 60. SarÓ il 60 che mi farÓ fatica, ma il 50 no, ormai Ŕ nelle mie braccia.

Se un bicchiere contiene 125 ml di acqua e ne voglio mettere 200 straborda, ma se ne metto 125 resterÓ nel suo senza problemi.

Quello che voglio dire Ŕ che Ŕ necessario imparare a scoprire la nostra reale capacitÓ di tolleranza. Quando conosciamo quella Ŕ possibile con un p˛ (tanta) di attenzione fermarsi in tempo ed evitarci danni e ogni tanto allenarsi ad andare un passo pi¨ in lÓ, anche se ho l'impressione che in realtÓ il limite si sposta da solo man mano che consolidiamo il precedente. .
Quindi se sfociamo nell'intolleranza e la situazione Ŕ la stessa, non Ŕ cambiata, vuol dire che non tolleravamo neppure prima.
__________________
Se non sar˛ me stesso chi lo sarÓ per me? E se non ora, quando?
Sole non Ŕ connesso