Discussione: Correzione bozze
Visualizza messaggio singolo
Vecchio 13-02-2010, 23.08.31   #80
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,038
Predefinito

Nel frattempo Chiara, nel suo appartamento in cui vive da sola, ha finito di cenare e mentre gioca con la forchetta nel piatto vuoto, disegnando linee che l'acqua cancellerà, le tornano in mente le parole di una mamma: “ho sentito in giro che è tornato quel ragazzo scomparso otto anni fa, quel tuo amico, si diceva che eravate vicini. Ehm come si chiamava.... ah si! Mattia." Chiara, 42 anni, è parecchio sovrappeso, ha gli occhi scuri e i capelli nero corvino, in forte contrasto con la sua carnagione chiara, quasi avorio. Ha una lunga chioma di ricci, che tiene raccolti lateralmente con due fermagli e porta gli occhiali.
Avrebbe piacere di salutarlo ma se fossero le solite chiacchiere i suoi genitori avrebbero ancora motivo di soffrirne e se fosse vero vorrebbero senz'altro del tempo per loro.
Finisce il bicchiere di vino e decide di scendere al clan. Indossa una lunga gonna molto ampia, un maglione morbido e colorato, stivaletti di camoscio, e tanti braccialetti sonanti.
Mentre saluta visi più o meno conosciuti, più o meno familiari, intravede Teresa vicino ad un tavolo da biliardo, ah si, parla con Mark e Fabrizio e c'è anche la ragazza della panetteria. Si avvicina e mentre sta li li per salutarli sente Teresa parlare proprio del ritorno di Mattia, di sud America, di Petra e di tesori. Non resiste e prima di salutarli esclama: "Ma allora è tornato davvero!" subito si scusa e li saluta: "Stamattina all'asilo una mamma mi ha dato la notizia e volevo sentire cosa sapevate, se erano ancora le solite chiacchiere da esaurimento notizie oppure è vero"
Si gira verso Teresa che le dà l'impressione di essere la più informata. Cerca di non sommergerla con domande anche perché è solo una la cosa che adesso le interessa davvero capire: "Sai qual'è la fonte della notizia? Qualcuno lo ha incontrato di persona che tu sappia?"
"Ciao Chiara, non c'è nulla di certo!" le dice Teresa "per quanto ne so l'unica che ha visto Mattia è la tizia del primo piano, che racconta di quanto è cambiato..."
"Ah, quindi il solito passaparola. E' pur vero che se la notizia è venuta fuori magari una base, seppur minima, l'avrà". Pronunciando queste parole Chiara si gira intorno e cerca un posto vicino al biliardo, ha deciso di rimanere con loro per la serata. E' da qualche giorno che mancavo dal clan e le fa piacere scambiare due parole. Magari verranno fuori altre notizie su Mattia.
Vicino a lei c'è la ragazza della panetteria, la guarda e sorridendole si presenta: "Piacere, sono Chiara, penso di averti visto in panetteria, sei tu?"
Marta risponde di si con un cenno del capo, mentre stringe la sua mano e sorridendole a sua volta: “Anch'io sono felice di conoscerti, ti ho intravista più volte e spesso sento parlare di te dalle clienti della panetteria che portano i loro figli all'asilo, è davvero un piacere Chiara"
"Bene! Insomma, una cosa è certa! Mattia è tornato e nessuno ne sa niente!" esclama Mark guardando i suoi amici uno ad uno negli occhi, come nella speranza che qualcuno lo smentisca, ma il loro silenzio è inequivocabile.
Per un po' quel silenzio aleggia pesante su di loro, vale più di mille parole e vede bene nei loro occhi i dubbi e le perplessità che ha anche lui.
Alla fine, con una punta di delusione, sussurra: "Non resta che aspettare che sia lui a raccontarci tutto. Sempre se ne avrà voglia..."
"Questo è certo" afferma Marta e continua rivolta a Mark :"racconterà la sua storia se e quando vorrà, ma..." e si ferma come se l'aver pronunciato quelle poche parole avesse consumato la sua riserva d'aria e si trova a fare un profondo respiro, mentre dice tra sé e sé "attenta Marta, non conosci nulla di questa storia", poi riprende il discorso con voce pacata "siete stati molto amici, mi pare di aver capito e.. ecco, insomma io lo avrei già contattato solo per fargli sapere che mi può trovare qui quando ne avrà voglia ....gli avrei fatto sapere che io ci sono ancora per lui, se e quando vorrà naturalmente..." e nel pronunciare queste ultime parole si rende conto di aver parlato con un filo di voce.
Mark ascolta Marta con grande attenzione... e riflette tra sé: “da una parte ha ragione, siamo stati amici per la pelle per lungo tempo... Ma dall'altra parte non sono io che me ne sono andato, se è tornato e voleva vedermi sapeva dove trovarmi, cosa che invece non potevo certo dire di lui. Anzi, non sono neanche minuti che so che è tornato...”
"Non lo so..." dice prendendo in mano una biglia dal tavolo e fissandola mentre la rigira nervosamente fra le dita. "Casomai domani andrò a fargli un salutino, ora è già tardi e non vorrei disturbarlo... Comunque eviterei di fargli troppe domande, chissà quante volte ha già dovuto raccontare sempre la stessa storia ai suoi o agli altri nel condominio... Sarà un po' stufo no?"

Ultima modifica di stella : 13-02-2010 alle ore 23.22.47.
stella non è connesso