Visualizza messaggio singolo
Vecchio 26-12-2009, 22.22.42   #1
gibbi
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di gibbi
 
Data registrazione: 15-05-2007
Messaggi: 764
Predefinito "Non ragioniam di lor , ma guarda e passa"

Cito il Sommo poeta e speriamo che non se ne abbia a male ....
Mi capita molto spesso ultimamente di trovare del tutto inopportuna la pubblicità che i media danno a certe notizie , parlo di episodi di bullismo, vandalismo su beni artistici, su beni del patrimonio scolastico e così via . Mi ritrovo a pensare che sarebbe molto meglio "non ragionar di lor" , andare oltre , ignorare gli autori di questi gesti , punirli con il silenzio .
Una campagna pubblicitaria sulle loro imprese, fotografie in prima pagina, filmati , a tacere delle interviste , non fa che aumentare/gonfiare il delirio di queste persone che si vedono come pericolose e perciò importanti .
Di fronte a certe azioni si può provare solo disprezzo e questo disprezzo può trovare la sua manifestazione più incisiva nel silenzio, talvolta non vale la pena di sprecare parole di condanna pubblica , si dovrebbe andare oltre , soprassedere in silenzio , non dare ossigeno a quel male e provocarne la morte per asfissia .
Non sto dicendo al singolo di non denunciare , anzi , di fronte ad azioni ingiuste , denunciare fatto e autori è sempre doveroso , mi trovo però a pensare che in taluni casi si debbano evitare le denunce a voce alta , la risonanza e l'amplificazione di giornali e TV , ritengo che talvolta è meglio lasciar cadere la cosa nel vuoto, o quanto meno declassare il fatto , ridurlo al minimo .
Di fronte ad un atto di vandalismo ad esempio , limiterei l'informazione al fatto , la notizia potrebbe essere riportata come azione di imbecilli che meritano calcioni nel sedere ......
gibbi non è connesso