Visualizza messaggio singolo
Vecchio 13-03-2010, 21.02.07   #12
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,223
Predefinito

Prima vorrei chiarire che se ho specificato che l'insegnante è del sud e si parlava di una scuola del nord era per definire il contesto. Per me era identica la cosa se l'insegnante era del nord su una scuola del nord o del sud o un insegnante del sud in una scuola del sud.
E' anche importante chiarire che le frasi in dialetto di cui si parlava erano "extrascolastiche" tipo: "vai a posto" detto nel suo dialetto etc...
Dal mio punto di vista ritengo che sarebbe buona norma comunque sempre parlare in italiano a scuola, ma forse la cosa è stata più notata e marcata essendo un dialetto fuori dal contesto della zona.
Insomma se a Napoli l'insegnante che parla sempre in italiano corretto dicesse ad un ragazzo "guagliò smettila di far stu casino" magari potrebbe passare scherzosamente, se lo dice al nord ci si fa più caso.
Però sui congiuntivi e sulle coniugazioni dei verbi non c'è scusante che tiene.

Detto questo, "scemenze" per quanto detto come si usa nel comune parlare non è il massimo del rispetto, quindi cerchiamo di evitarlo, grazie.
Lo stesso definire sfigata un'intera categoria non è rispettoso a prescindere da quello che si può aggiungere sotto.

Lasciamo perdere, per un momento, le istituzioni e la situazione attuale. Possiamo comunque stabilire delle linee che vorremmo per gli studenti, che siano o non siano nostri figli.
Uno non è connesso