Discussione: Il giudizio
Visualizza messaggio singolo
Vecchio 16-10-2009, 19.07.06   #13
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Per giudizio proprio direi.
Il giudizio degli altri ci scalfisce, ci genera sensi di colpa, quando dà voce a un nostro giudizio su qualcosa che non ci permettiamo di vedere.

Se tu mi giudichi sciocca ma io penso di non esserlo, ragionevolemte mi porrò comunque il dubbio ma poi la mia idea di me, se è mia, farà le opportune verifiche e formulerà un "giudizio di conformità" (ahaha) che non mi creerà strappi...se non sono stata sciocca ovviamente.

Bon ci stò ragionando su e non ho certezze...nessun giudizio sul giudizio ahahah quello che sò è che se ciò che mi crea ansia è un'immagine che ho di me di come dovrei essere che però non vedo perchè sono assorbita dal mio giudizio di non esserci riuscita (quindi soffro se la guardo) e quindi sono diversa e vado punita (sensi di colpa, quindi di conseguenza)

a parole è complicatissimo da spiegare

vediamo se ho intuito cosa intendi dire.
il problema si pone quando l'immagine di te che hai non si sovrappone perfettamente a ciò che sei.

(non è che ha attinenze con quella famosa frase del vangelo di Tommaso che dice "quando al posto di una mano metterete una mano ecc. ecc."
secondo me si)

solo che sino a che non conosci ciò che sei e vedi ciò che sei tale problema persisterà e anzi sarà acuito dal tuo giudizio.
pertanto per conoscersi profondamente occorre osservarsi eliminando il giudizio (che non permette l'osservazione)

e la capacità a quel punto (conoscendosi) è saper poi prendere l'osservazione altrui come un'ulteriore spunto per sondare se stessi.
se invece si rimane fermi a rimuginare si crea solo uno stallo.
stefano non è connesso