Visualizza messaggio singolo
Vecchio 23-07-2010, 15.08.52   #1
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito alla ricerca di Atlantide

Ho deciso che da grande farò l'archeologo, ma non del tipo comune, di quelli più avventurosi e affascinanti e che troverò Atlantide. Direi che è qualcosa di innovativo e che quest'idea non è venuta ancora a nessuno o quasi.

Mi sono fatto un'idea sulla sua ubicazione di cui sono abbastanza convinto. Ritengo che si trovi sott'acqua.

Sono giunto a questa conclusione grazie ad un banale ragionamento statistico: siccome la superficie della Terra è per due terzi coperta d'acqua, c'è il 66,6% di probabilità che Atlantide si trovi lì sotto e solo il 33,3% che sia sulla terraferma. Per inciso non ho mai capito cosa rappresenti quel restante 0,1%, ma direi che è una probabilità trascurabile.

Mi si potrebbe facilmente obiettare che l'uomo, generalmente, preferisca vivere, e quindi edificare città, sulla terraferma. Questo, in effetti, spiegherebbe la grande quantità di costruzioni raggruppate in una superficie che rappresenta solo un terzo dello spazio disponibile. Tuttavia a questi obiettori devo ribadire che questa preferenza, che pur non è stata confermata da appropriate ricerche sondaggistiche e quindi solo teorica, è questione moderna. Non abbiamo alcuna certezza che anche per gli antichi sia stato così... anzi, è tipico della ristretta mentalità moderna l'affibbiare il proprio modo di pensare e sentire indiscriminatamente a tutte le epoche. E, come sappiamo, questa assimilazione è spesso stata fonte di grossolani errori di valutazione.
Perciò, dato che nulla mi dice che gli antichi la pensassero come noi, devo azzerare le opinioni in merito e basarmi su questioni prettamente logiche, almeno fino a prova contraria, ossia a meno che intervenga qualche altro dato certo e certificato scientificamente.

Quindi sott'acqua.

Ora, come vi sarà balzato agli occhi, dire sott'acqua non è molto preciso. Non che questo sia di per se un problema, basterebbe esplorare tutto il fondale del globo, però potrebbe volerci parecchio tempo e potrebbero occorrere parecchi fondi. Quindi la mia idea è di cercare di delimitare la zona delle ricerche il più possibile.
Qualcuno, non so più chi, aveva scritto non so più dove, che secondo lui deve trovarsi nell'oceano atlantico. La sua migliore argomentazione era l'assonanza dei nomi: atlanti-de atlanti-co. Mah, mi sembra un'argomentazione assai poco scientifica e pretestuosa. In questo modo si può dimostrare tutto e il contrario di tutto... allora perchè non sui monti atlanti in Africa? hahaha, grasse risate.

Procederei in modo più scientifico-razionale, come ho fatto finora, raggiungendo per altro notevoli risultati. Torniamo alla statistica: gli oceani sulla terra sono tre. Tuttavia sarebbe un grossolano errore, almeno inizialmente, assegnare ad ognuno le stesse probabilità. Infatti non sono tutti e tre equivalenti per estensione. Il più grande è il pacifico, l'atlantico è solo al secondo posto. E non possiamo neanche scartare a priori tutti gli specchi d'acqua che non sono connessi con gli oceani o che lo sono ma non ne fanno parte. E i laghi. Almeno i più grandi e profondi. Prendiamo il mediterraneo ad esempio. Forse non lo sapevate, ma ai tempi in cui presumibilmente Atlantide era abitata esso era un lago. Quelle che sono chiamate romanticamente le colonne d'Ercole erano chiuse. E, quindi, il livello dell'acqua era molto più basso... ossia c'era molta più terraferma di adesso. Ma forse questo c'entra relativamente. Torniamo agli oceani.

Benchè, come ho detto, non abbiano uguale estensione non possiamo basarci unicamente su di essa per assegnare delle probabilità. Dobbiamo considerare le profondità. Nel senso che per nascondere un'intera città, magari molto grande, è necessaria un'adeguata profondità. Quanta? Beh, quanto dovrebbe essere alta una città? E, stabilitolo, quale sarebbe di conseguenza la profondità minima? Comunque molto maggiore dell'altezza della città... o affiorerebbe... sarebbe stata notata se si trovasse non dico a pelo d'acqua, ma anche non troppo sotto.

Bene, con queste considerazioni concludo la prima parte di questo dotto e intelligente intervento... proseguirò più avanti.

Ultima modifica di Ray : 23-07-2010 alle ore 15.12.42.
Ray non è connesso