Discussione: la rabbia
Visualizza messaggio singolo
Vecchio 15-06-2004, 21.45.05   #4
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito

Effettivamente anche io ho letto solo adesso, strano non mi scappa mai niente....
Troverei la collocazione più giusta in psicologia ( se non vi secca lo sposterò).

La rabbia....
inanzitutto come dice Era non bisogna reprimerla, se sapeste quanti problemi e problemini psicosomatici possono venire dalla rabbia.... non reprimerla non significa andare a prendere a sberle (o peggio) tutti quelli che ci fanno inc....re, significa prima di tutto prenderne atto, e qui mi sembra che siamo sulla buona strada, da li poi si può iniziare ad analizzare (e nessuno meglio di noi stessi può farlo) il come e il perchè, il quando la cosa succede, inizia e si riaccende. A questo punto Sissi mi avrà già catalogato come superficiale , però se non avessi preso posizione lo avrebbe fatto, se le dicessi (e mi guardo bene dal farlo) cosa dovrebbe fare le farei rabbia lo stesso, è difficile trovere un compromesso per lei , è forse arrabbiata contro il mondo intero? Dai Sissi sto scherzando....
Certamente la rabbia indica un... energia? Che non viene sfogata in altro modo, come dice Sissi il rapporto con i nostri genitori può compromettere (o favorire putroppo in pochissimi casi) tutta la nostra fututra vita fino alla morte, solo noi possiamo spezzare la catena, qui non faccio demagogia parlo per esperienza, solo nel momento in cui prendiamo in mano la nostra vita completamente (può essere a 20 o a 60 anni o anche mai) nel momento in cui primo... non ci aspettiamo niente da nessuno, si senbra freddo, brutto ma pensateci se non mi aspetto niente ogni piccola cosa positiva per me sarà una gioia immensa, poi dobiamo avere la forza di staccarci da ogni rapporto che ci incatena in una situazione non giusta, quando siamo sicuri prima lo facciamo meglio è, io personalmente mi sono staccato dai genitori a poco meno di 30 anni, ma ho avuto problemi fin dai 16, mettiamo che fino a 20 avrei dovuto aspettare comunque per essere sicuro, per prepararmi un minimo, ma se mi fossi staccato a 20 22 anni quanto tempo avrei guadagnato? E' vero che da una parte dico questo, ma con il senno del poi so che doveva andare così, però quello che volevo esprimere è che bisogna trovare la forza di tagliare i rami secchi, dopo aver capito che sono veramente secchi.... piuttosto che stare tutta la vita a recriminare contro qualcuno. Ripeto questo non significa che se uno ci dice una cosa giusta ma non ci garba lo eliminiamo, anche se purtroppo osservo che spesso eliminiamo le persone giuste che ci mettono di fronte a noi stessi e ci teniamo strette quelle che da una parte ci accondiscendono dall'altra ci portano sempre più in basso.
Certo la società, le convenzioni etc sono studiate apposta per mantenere un sistema che incrementi certe dinamiche, anche questo è giusto... di ogni cosa non materiale (anche materiale, ma qui mi interessa l'altra) , al mondo ce nè una certa quantità, che sia felicità, saggezza etc e solo chi fatica per esse può possederne, non mi credete? Non importa
Non ho finito, potrei andare avanti giorni, ma 1 non vorrei annoiarvi tutto insieme, secondo abbiamo tempo


Uno non è connesso