Discussione: Corsica mon amour
Visualizza messaggio singolo
Vecchio 23-04-2008, 10.23.20   #4
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,855
Predefinito Galeria - Fango - Girolata - Scandola

Galeria - (parco naturale): Cercando di proseguire andando per ordine mi accorgo che vorrei descrivere ogni posto che vidi in nove anni di vacanze senza dimenticare nulla, ma mi rendo conto di quanto sia ardua l’impresa, difatti avevo dimenticato di dire che la prima cosa che mi colpì di quest’isola fu il profumo di eucalipto di cui è satura l’aria, un profumo davvero unico. La natura di quest’isola sotto il sole estivo si spande nell’aria ovunque voi siate con diverse sfumature e vi riempie i sensi. Ricordo ancora l’odore dei cespugli in riva a uno dei fiume più belli dell’isola: il Fango. Il profumo di una piccola piantina che odorava di liquirizia, nascosta tra i sassi, insomma potrei anche descriverli tutti ma so che non renderebbe l’idea. Quest’isola è immersa in un’atmosfera magica nella quale persino delle pulci d’acqua che giocano in un’ansa del fiume in mezzo agli alberi si trasforma in un evento da osservare con stupita ammirazione. Galeria Questo paese si trova alla fine di una strada, oltre non si può andare, almeno in auto, ma se proseguite a piedi vi troverete ad un piccola spiaggetta oltre la quale salendo su per gli scogli e proseguendo in mezzo al verde, tra il profumo di rosmarino potrete raggiungere delle calette da sogno che nulla hanno da invidiare a paesaggi esotici. Il mare è cristallino di un colore che va da tutte le tonalità del verde a tutte quelle del blu. Il fondale è misto sabbia e scogli in cui potrete ammirare, molluschi, gamberetti. polipi e murene, ma mi raccomando ammirateli e basta. Nel golfo vi sono ancorate sempre alcune barche di pescatori, sulla vostra destra, guardando il mare, vedrete in mezzo ai canneti la foce del Fango, al di sopra un grande scogliera che al tramonto si tinge di rosso e di bianco. Il Fango. Risalendo dalla foce verso le cinque arcate il grande ponte che avrete attraversato provenendo da Calvi seguite le indicazioni che vi condurranno alla valle del Fango. Che dirvi di questo fiume? È il tipico fiume di montagna solo che si trova al mare e questa è la cosa fantastica della Corsica che tutto è concentrato in pochi km quadrati. Luogo di naturisti, naturalisti e canoisti. La strada segue tutto il fiume e dall’alto potrete scegliere il posto che più vi aggrada, piccole rapide, conche di roccia lisce di colore blue e rosa, in cui potrete fare l’idromassaggio naturale, scivoli naturali di roccia, canyon di roccia grigia e rossa in cui scorre acqua cristallina dal colore smeraldino. Durante l’inverno è irriconoscibile e le sue piene fanno paura, mentre in estate nonostante non sia mai secco il livello dell’acqua si abbassa notevolmente. Appena riesco tenterò di inserire alcune foto che devo trasformare perché allora facevo solo diapositive, vi renderanno meglio l’idea di quello che sto tentando di descrivere a parole. Per gli amanti della natura in loco organizzano gite alla riserva di Scandola facente parte del parco marino davvero un paradiso acquatico incontaminato. Altra gita possibile ed imperdibile è quella alla baia di Girolata con le sue altissime scogliere violacee madreperlate, piccola penisola di quest’isola in cui la natura è (almeno spero sia rimasta protetta dalle regolamentazioni di parco naturale) rimasta incontaminata come fauna e flora marina. Fino ad un po’ di anni fa non vi era neppure la corrente elettrica esisteva solo un minuscolo villaggio di pescatori. Si può raggiungere sia a piedi, su sentiero tracciato, ma solo per chi è abituato a camminare molto, oppure tramite la barca. Molto caratteristica, per la sua ubicazione difficile da raggiungere, immersa nella natura tra boschetti di eucalipto, fu nel passato covo dei corsari. Quando viaggiate in Corsica non aspettatevi gallerie perché non esistono. Se decidete di girarla in bici, ( cosa che consiglio vivamente per poter ammirare ogni posto e godere del luogo a pieno) dovrete essere allenati, non come me, ( che mi ero allenata solo in pianura) perché è tutta un saliscendi, salite che pare non finiscano mai e discese in cui vi lanciate a velocità pazzesca. Quindi datevi delle mete in chilometri tenendo conto che di pianeggiante c’è veramente pochino. Visitate ogni luogo con attenzione perché ogni paese ha per tradizione sia come cibo che come storia, tanta bellezza da regalarvi. Continua
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso