Visualizza messaggio singolo
Vecchio 16-03-2007, 16.36.45   #3
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
(da bambina a me dicevano che questo procedimento si usava con i rettili , bisce, vipere etc, ma non so se fosse vero)
Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
... ma per essere sicuri bisognerebbe capire, chissà forse alchemicamente cosa si intende per sale e per acqua ect
Altro che genitori... è sempre colpa del BiblioTopo .

Effettivamente la questione è più interessante di quanto possa sembrare in apparenza e Gris proprone una visione che ci potrebbe dire qualcosa di utile per i punti di vista che preferiamo, al di la dei significati linguistici di uso comune.

Il sale in alchimia è uno dei tre principi. Tra le varie cose rappresenta via via, nei vari stadi dell'opera, il grado di equilibrio raggiunto nella mescolanza di zolfo e mercurio. Quindi, in qualche modo, il punto in cui siamo nei vari momenti e quindi anche quello di partenza. Alla partenza (e anche dopo) siamo identificati con la nostra coscienza la quale, nell'opera, subirà dei mutamenti, mutando così il tipo di sale (ci sono vari sali diversi, alcuni alchimisti ne considerano sette...).

Seguendo questo ragionamento, se metto il "sale" sulla "coda" acchiappo il "rettile" e impedisco agli "uccellini" di volare via.

Chissà se qualcuno riesce a collegare sto discorso a qualche altro... magari aggiungo che si può andare a dare un'occhiata a cosa è la "coda" nello yoga...
Ray non è connesso