Visualizza messaggio singolo
Vecchio 06-01-2007, 14.38.27   #1
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,247
Predefinito Alberi di natale veri, rimetterli nella catena ecologica

"Scoperta" dei tedeschi, gli elefanti e alcune varietà di ruminanti si cibano volentieri con gli abeti anche se sono una vegetazione non presente nel loro territorio di origine.
Il veterinario che ha seguito la cosa dice che agli animali fa anche bene, con gli oli contenuti in queste piante si favorisce la digestione delle simpatiche "bestiole".
Con la pianta intera ci giocano un pò, la sbattono e se la sbattono addosso finchè non si rompe in rametti più piccoli e poi se li pappano.
Un modo per rimettere nella catena ecologica, allungandola, l'albero giovane estirpato.

Già che sono in tema vorrei fare il bastian contrario, anche senza questo accorgimento comunque l'albero dopo esser marcito torna ad essere concime, terra etc... non è che questo senso di colpa... "il povero arberello estirpato..." lo h sapientemente inculcato qualcuno che aveva interesse a vendere l'albero di materiali petrol-derivati?
Il fatto che duri anni, nell'uso, un albero finto, significa che dura anni anche dopo gettato.....

Il problema reale è invece che questi alberi tagliati giovani siano coltivati appositamente o disboscati seguendo una politica di forestazione da parte di chi sa come controllare il territorio, è risaputo che i ranger di ogni paese segnano per far tagliare gli alberi che sono vecchi (e tolgono spazio ai giovani) soprattutto malati o quelli giovani che in punto troppo concentrato non hanno risorse per tutti, quindi accellerano il processo naturale della sopravvivenza del più forte.
Quindi tra un'albero vero tagliato con questi principi ed uno finto prescindendo da costi e spazi preferirei senz'altro uno vero, poi mi rendo conto che una spesa tutti gli anni potrebbe essere per alcune famiglie un peso.
Uno non è connesso