Visualizza messaggio singolo
Vecchio 10-01-2008, 18.17.25   #31
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,354
Predefinito

Il contratto ad uso transitorio fa parte ad oggi dei contratti cosiddetti "concordati", ovvero il canone di locazione deve rientrare nelle stesse tabelle del contratto 3+2 , non è quindi libero (tranne nelle zone considerate a bassa tensione abitativa, fuori dalle città quindi) , e dipende dalla zona in cui si trova l'appartamento, dalla posizione, e dagli elementi accessori (ascensore, posto auto, box, parti esterne di uso comune etc). Dal calcolo che ne esce si puo' per questo tipo di contratti aumentare di una percentuale (qui nella mia città è il 10%, ma credo che dipenda dall'accordo e varia da comune a comune). Se l'appartamento viene affittato arredato si puo' aumentare il canone ancora di una percentuale sempre indicata dall'accordo di cui sopra.

Questo contratto ad uso transitorio sostituisce il vecchio contratto ad uso foresteria , che non puo' in nessun caso più essere stipulato.

Spesso, essendo contratti in genere rivolti a lavoratori fuori sede il contratto viene intestato alla Società presso cui il lavoratore è dipendente.

***********************************
Iniziamo a vedere punto per punto questo tipo di contratto.

Citazione:

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO DI NATURA TRANSITORIA


Il/La Sig............................................... .......
di seguito denominato/a locatore.......................................... .......................................
(assistito/a da ..................................................
in persona di.........................)
CONCEDE IN LOCAZIONE
al/alla Sig. .................................................. .
di seguito denominato/a conduttore.........................
.................................................. ..........................
identificato/a mediante ..................................................
(assistito/a da ..................................................
in persona di .................................................. .
che accetta, per sé e suoi aventi causa, l'unità immobiliare posta in via …………n. civico ….piano …. scala …. int. composto di n…. vani, oltre cucina e servizi, e dotata altresì dei seguenti elementi accessori (cantina, autorimessa singola, posto macchina in comune o meno, ecc.: indicare quali) .................................................. .......................
.................................................. ..........................
non ammobiliato/ammobiliato come da elenco a parte, sottoscritto dai contraenti.
TABELLE MILLESIMALI
proprietà ...................riscaldamento.................. ..acqua...................altre
COMUNICAZIONE ex art. 8, terzo comma , D.L. 11 luglio 1992, n. 333
(convertito dalla L. 8 agosto 1992, n. 359)
CODICE FISCALE del locatore .........................
ESTREMI CATASTALI IDENTIFICATIVI DELL'UNITA' IMMOBILIARE
DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA E TECNICA SICUREZZA IMPIANTI
.................................................. .......................CERTIFICATO DI COLLAUDO E CERTIFICAZIONE ENERGETICA
Nella prima parte, vanno i dati del proprietario (persona fisica o società), e quelli di chi prende in locazione l'immobile (idem come sopra)
L'assistenza delle associazioni proprietari ed inquilini è facoltativa e come sempre se viene richiesta si dovrà loro pagare per la prestata assistenza.
Vanno poi inseriti tutti i dati dell'immobile, la composizione e se ci sono elementi accessori, vanno indicati.
Se l'immobile è ammobiliato, andrà redatto un elenco esplicativo del mobilio.
Infine, vanno indicati tutti gli estremi dell'immobile e le certificazioni che tutti gli impianti siano a norma.

Citazione:
La locazione sarà regolata dalle seguenti pattuizioni:
1) Il contratto è stipulato per la durata di mesi ................... dal ............................................... al .................................................. ..... allorché, fatto salvo quanto previsto dal punto 2), cesserà senza bisogno di disdetta alcuna, e il locatore nel rispetto di quanto previsto dalla Convenzione Nazionale firmata in data .................., dall'articolo ....... del Decreto dei Ministri dei Lavori Pubblici e Finanze numero ......... del ...................., dall'articolo dell'Accordo ................. tra ................................. depositato il ............... presso il Comune di .................................... il ...................dichiara la seguente esigenza che giustifica la transitorietà del contratto: ..............
2) Il locatore ha l'onere di confermare il verificarsi dell'evento e della dichiarazione che ha giustificato la stipula del presente contratto di natura transitoria tramite lettera raccomandata A/R da inviarsi al conduttore nel termine di giorni ...... prima della scadenza del contratto. In caso di mancato invio della lettera ovvero di venir meno delle condizioni che hanno giustificato la transitorietà, il contratto si intende ricondotto alla durata prevista dall'articolo 2 comma 1 della legge 431/98.
In ogni caso ove il locatore abbia riacquistato la disponibilità dell'alloggio alla scadenza e non lo adibisca, nel termine di sei mesi dalla data in cui ha riacquistato la detta disponibilità, agli usi espressamente dichiarati nel contratto il conduttore avrà diritto al ripristino del rapporto di locazione alle condizioni di cui all'articolo 2 comma 1 legge 431/98 o, in alternativa, ad un risarcimento in misura pari atrentaseimensilità dell'ultimo canone di locazione percepito.
3) Ai sensi di quanto previsto dall'articolo ....... dell'Accordo di cui al punto 1) le parti concordano che la presente locazione ha natura transitoria in quanto il conduttore espressamente ha l'esigenza di abitare l'immobile per un periodo non eccedente i ................mesi per il seguente motivo………………………………………………………... .................................................. ...............................che documenta allegando al presente contratto .................................................. ...............…………………
4) Nel caso previsto dall'articolo 2, il conduttore ha facoltà di recedere dal contratto per gravi motivi previo avviso da recapitarsi a mezzo lettera raccomandata almeno ..... mesi prima.
5) L'immobile dovrà essere destinato esclusivamente ad uso di civile abitazione del conduttore e delle persone attualmente con lui conviventi:....................................... ........................
Punto 1: durata della locazione (da 3 a 18 mesi), vanno poi inseriti tutti i dati dell'accordo territoriale a cui fa capo l'immobile (il Comune in cui si trova)
Il locatore (nel caso sia lui ad avere un motivo per cui il contratto si intende ad uso transitorio), deve menzionare le sue motivazioni, giustificandole.

Punto 2: Il locatore, deve inviare tramite lettera raccomandata nei termini di tempo che verranno scritti sul contratto, in cui dichiara il verificarsi delle condizioni per cui ha locato l'immobile ad uso transitorio. In caso di mancato invio di tale lettera il conduttore puo' pretendere la trasformazione del contratto da transitorio a normale uso abitativoo in alternativa richiedere un risarcimento pari a 36 mensilità sulla locazione.

Punto 3:
Se è il locatore che ha necessità di stipulare il contratto ad uso transitorio dovrà specificarne le motivazioni, allegando documentazione che provi la sua necessità di
prendere in locazione l'abitazione solo temporaneamente.

Punto 4:
Il locatore ha diritto di recedere prima della scadenza, il contratto .per motivi che dovrà giustificare, e dovrà avvisare il locatore a mezzo lettera raccomandata nei tempi previsti dal contratto.

Punto 5:
L'immobile non puo' essere destinato ad uso diverso da quello indicato (abitazione), il locatore deve comunicare quali sono le persone con lui conviventi.

continua...
RedWitch non è connesso