Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Tradizioni Spirituali ed Esoteriche

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 04-04-2012, 11.07.52   #201
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Edera Visualizza messaggio
Cubo

Sì è quel miscuglio di Dio e di uomo che aveva dentro, terribile e meraviglioso ma come fa una struttura umana a contenere tutto quel Dio? Forse aveva un contenitore diverso, un dna diverso, un rivestimento interno in lega aliena, boh alla mia piccola mente sembra una cosa così assurda.
Bisognerebbe vedere cosa dice la Chiesa, se non sbaglio Gesù non conteneva la divinità, Gesù fa parte della Trinità, è stato sempre Dio, anche prima di nascere, di conseguenza poi da Dio si è incarnato uomo, e per farlo è dovuto nascere da Maria, l'unica nata senza peccato originale (altrimenti gliel'avrebbe trasmesso).


Lo è in modo unico e singolare.
La Fede Cattolica sottolinea con forza la particolarità dell' ammirabile unione della natura divina e della natura umana nell'unica Persona divina del Verbo: "L'evento unico e del tutto singolare dell'incarnazione del Figlio di Dio non significa che Gesù Cristo sia in parte Dio e in parte uomo, né che sia il risultato di una confusa mescolanza di divino e di umano. Egli si è fatto veramente uomo, rimanendo veramente Dio. Gesù Cristo è vero Dio e vero uomo. La Chiesa nel corso dei primi secoli ha dovuto difendere e chiarire questa verità di Fede contro eresie che la falsificavano" (CCC, 464).
Ecco come il Concilio di Calcedonia (anno 451) esprime questa verità: Gesù Cristo è «un solo e medesimo Figlio, il Signore nostro Gesù Cristo, perfetto nella sua divinità e perfetto nella,. sua umanità; vero Dio e vero uomo, composto di anima razionale e di corpo; consostanziale al Padre per la divinità, consostanziale a noi per l'umanità, "simile in tutto a noi, fuorché nel peccato" (Eb 4, 15); generato dal Padre prima dei secoli secondo la divinità e, in questi ultimi tempi, per noi e per la nostra salvezza, nato da Maria Vergine e Madre di Dio, secondo l'umanità».
Gli stessi appellativi con cui viene indicato Gesù Cristo evidenziano la sua dimensione divina-umana.
Gesù significa "Dio salva" l'uomo e l'universo;
Cristo = l'unto, il Messia che "Dio ha consacrato in Spirito Santo e potenza" (At 10, 38) e "colui che deve venire" (Lc 7, 14) nel mondo;
Figlio di Dio esprime la relazione filiale, tipica, unica ed eterna di Cristo con Dio suo Padre;
Signore indica la sua signoria, sovranità divina sull'uomo e sull'universo (cfr. CCC, 430-455).

Per quanto riguarda invece la versione "esoterica" invece sicuramente si pensa altro.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 04-04-2012, 19.00.05   #202
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 1,966
Predefinito

Io penso che Gesù Cristo, pur essendo nato dal Padre prima di tutti i secoli, come si recita nel Credo, si è incarnato in un preciso momento storico che viene definito "pienezza dei tempi" ed essendo nato da donna, se pur senza peccato, ha preso l'umanità che come uomo lo fa commuovere, gioire, arrabbiarsi, soffrire, subire tentazioni, morire... cosa che come Dio non avrebbe potuto fare e sperimentare in sè, per questo solo a lui è stato dato di giudicare.
In quanto Dio penso che pur avendo la consapevolezza e la missione di fare la volontà di Dio fino in fondo, penso che comunque in quanto uomo si sentiva nello stesso tempo unito spiritualmente ma separato dal Padre, altrimenti nell'orto degli ulivi non avrebbe potuto dire "non la mia ma la tua volontà sia fatta", e nemmeno "Quanto a quel giorno e a quell'ora, però, nessuno lo sa, neanche gli angeli del cielo e neppure il Figlio, ma solo il Padre".
Comunque resta un grande mistero.

Io penso che la Chiesa che si cita nel Credo sia quella fondata da Gesù quando, dopo la risurrezione, ha chiesto tre volte a Simon Pietro che pure lo aveva rinnegato tre volte, se lo amava più degli altri e alle tre risposte affermative di Pietro gli ha affidato la direzione della Chiesa, che pure è in divenire perchè formata da uomini che possono sbagliare, ma credo che credere in questa Chiesa sia uno sprone per quelli che in essa sbagliano, sia credere in quella istituzione così capillare da abbracciare tutte le nazioni del mondo, che è nata dall'amore e dalla carità nel suo senso più ampio di stare vicino a chi soffre e di portare il Vangelo in tutto il mondo.
Posso capirti che nella Chiesa di questi tempi sempre meno persone sono portate a credere, ma porta avanti il Magistero della Chiesa e della Tradizione e non può cambiare sennò tradirebbe se stessa, diciamo che in questi tempi i dettami della Chiesa vanno stretti, ma questa è.
Il risultato di questo si può vedere nel degenerare di questa società, pensa se tutti praticassero il Vangelo sarebbero risolti tutti i problemi.
__________________
स्तेल्ल
stella non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Il Carnevale questo sconosciuto esotericamente parlando Sole Tradizioni Spirituali ed Esoteriche 28 14-02-2010 17.38.55


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 04.50.23.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271