Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Tradizioni Spirituali ed Esoteriche

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 12-08-2006, 15.28.09   #1
sitael
Utente Cancellato
 
L'avatar di sitael
 
Data registrazione: 03-08-2006
Messaggi: 106
Smile Il più grande regno dei cieli.

Matteo 18,7
In quel tempo si avvicinarono a Gesù i discepoli per dirgli:<<chi è dunque più grande nel regno dei cieli?>>: Egli chiamo a sè un fanciullo,lo pose inmezzo a loro e disse:<<in verità vi dico:se non vi convertirete e non diventerete come i fanciulli,non entrerete nel regno dei cieli.chi dunque si farà piccolo come questo fanciullo,questi sarà il più grande nel regno dei cieli.Se uno accoglie un solo fanciullo come questo nel mio nome,accoglie me>>.

Dunque Gesù dice solo chi amerà con la purezza di un bambino solo per lui si apriranno le porte del cielo???

sitael non è connesso  
Vecchio 12-08-2006, 17.04.17   #2
jezebelius
Organizza eventi
 
L'avatar di jezebelius
 
Data registrazione: 27-02-2005
Messaggi: 1,865
Predefinito

Fondamentalmente credo di si..
Però non credo che dica solo questo...
Se si analizza il" se non vi convertirete e non diventerete come i fanciulli,non entrerete nel regno dei cieli " si può notare che è presente il cammino da affrontare.
La " conversione " secondo me rappresenta la chiave.
Convertire dunque intendendo una Trasformazione ovvero una mutazione che ognuno " dovrebbe " esperire ( su se stesso e da se stesso ) per potere almeno avvicinarsi al Regno.
Sostanzialmente mi pare che venga fornito il senso ed il fine della trasformazione: Entrare nel regno dei cieli!
Questo procedimento, presente anche in altre discussioni su Ermopoli, abbisogna di una certa Volontà o meglio poggia su questa Volontà di scopo.
Dalla lettura mi pare che non è conseguenziale la Trasformazione col
" divenire ", anzi mi sembra che rappresentino due aspetti separati e che con l'adozione della Volontà di cui sopra possono integrarsi.
Dunque non è vero che " convertire "( o meglio convertirsi ) sostanzi un divenire ( trasformarsi ) in un determinato modo che è consono a fornire la capacità di " entrare nel Regno..".
Essere come Fanciulli dunque rappresenta il fine da raggiungere.
La purezza, come dici, attiene a quella interiore la quale ormai è " sporcata " dalla struttura ( in senso generale ) che ci ha permesso di essere ciò che siamo. Questa deve essere riconosciuta a pieno per iniziare un sostanziale mutamento.
Quando si fa riferimento alla " dimensione " e dunque alla piccolezza del fanciullo ovviemente non intende fare riferimento alla statura ( oddio.. per chi si ferma alla lettura rigida il senso potrebbe essere solo quello ) bensì alla com-prensione dell'interezza ( candida, pura ) che in un fanciullo si presenta come non ancora " sporcata " dalla struttura con la quale ci si interfaccia nella società; procedimento questo che è presente in ogni epoca.
il " se uno accoglie...etc etc " sempre secondo me ed una lettura non soltanto rigida, intende fare riferimento all'accoglienza interiore.
Dunque chi " accoglie " e quindi comprende la Sostanza di un fanciullo, avrà un contatto diretto con la Sostanza del Cristo di intensità pari alle
" porzioni " di Interezza che ogni fanciullo accoglie..
Naturalmente il tutto ad interpretazione personale...
__________________
Dr. Marc Haven
“Non deve essere l’alba di luce che deve iniziare ad avvisare la tua anima di tali doveri giornalieri e dell’ora in cui gli incensi devono bruciare sui fornelli; è la tua voce, solo lei che deve chiamare l’alba di luce e farla brillare sulla tua opera, alfine che tu possa dall’alto di questo Oriente, riversarla sulle nazioni addormentate nella loro inattività e sradicarle dalle tenebre in cui versano.”
jezebelius non è connesso  
Vecchio 12-08-2006, 18.47.44   #3
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,131
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da sitael
Dunque Gesù dice solo chi amerà con la purezza di un bambino solo per lui si apriranno le porte del cielo???
Secondo me sit non ci si deve fermare soltanto all'amore... in quella frase Gesù era stato più generale, riferendosi a tutti gli aspetti... Comunque, volendo vederla in quest'ottica, cosa differenzia l'amore di un fanciullo dall'amore di un adulto?
Il fatto di essere in-condizionato. Il bambino ama tutti allo stesso modo, e se gli si fa incontro uno sconosciuto pregandogli un favore, lui di certo non glielo rifiuterà, così come se gliel'avesse chiesto sua madre (ecco perchè si dice ai bambini di stare attenti agli sconosciuti, di non accettare le caramelle, etc..)

Questo però come detto non deve (e non può) essere riferito soltanto all'amore. Non posso cioè essere in-condizionato in amore, se poi nella vita pratica sono condizionato da mille altri fattori. Vedo ad esempio una persona che inconsciamente mi ricorda una da cui ho subito in passato un torto, e posso sforzarmi quanto voglio di amarla, che mi sarà sempre molto difficile...

In soldoni, vedo dunque nella frase di Gesù questo: "Chi non si libererà dalle catene di questo mondo, e non tornerà ad essere libero come un fanciullo, non entrerà nel Regno"

Perchè dunque far esperienza, crescere e diventare adulti, se poi si deve tornare come fanciulli? Perchè il bambino è libero, ma non sa... ingenuo ed immobile in se stesso...
L'adulto invece fa esperienza, sperimenta, e questo gli permette di ottenere un primo grado di conoscenza. Ma tale conoscenza può avvenire soltanto tramite i condizionamenti di questo mondo che comunque lo limitano e pertanto resterà sempre parziale se poi in futuro non si libera da essi diventando allora Vera Conoscenza..
__________________

Kael non è connesso  
Vecchio 12-08-2006, 22.48.13   #4
sitael
Utente Cancellato
 
L'avatar di sitael
 
Data registrazione: 03-08-2006
Messaggi: 106
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael
Secondo me sit non ci si deve fermare soltanto all'amore... in quella frase Gesù era stato più generale, riferendosi a tutti gli aspetti... Comunque, volendo vederla in quest'ottica, cosa differenzia l'amore di un fanciullo dall'amore di un adulto?
Il fatto di essere in-condizionato. Il bambino ama tutti allo stesso modo, e se gli si fa incontro uno sconosciuto pregandogli un favore, lui di certo non glielo rifiuterà, così come se gliel'avesse chiesto sua madre (ecco perchè si dice ai bambini di stare attenti agli sconosciuti, di non accettare le caramelle, etc..)

Questo però come detto non deve (e non può) essere riferito soltanto all'amore. Non posso cioè essere in-condizionato in amore, se poi nella vita pratica sono condizionato da mille altri fattori. Vedo ad esempio una persona che inconsciamente mi ricorda una da cui ho subito in passato un torto, e posso sforzarmi quanto voglio di amarla, che mi sarà sempre molto difficile...

In soldoni, vedo dunque nella frase di Gesù questo: "Chi non si libererà dalle catene di questo mondo, e non tornerà ad essere libero come un fanciullo, non entrerà nel Regno"

Perchè dunque far esperienza, crescere e diventare adulti, se poi si deve tornare come fanciulli? Perchè il bambino è libero, ma non sa... ingenuo ed immobile in se stesso...
L'adulto invece fa esperienza, sperimenta, e questo gli permette di ottenere un primo grado di conoscenza. Ma tale conoscenza può avvenire soltanto tramite i condizionamenti di questo mondo che comunque lo limitano e pertanto resterà sempre parziale se poi in futuro non si libera da essi diventando allora Vera Conoscenza..
Un bambino come hai detto tu ama incodizionatamente senza chiedere nulla in cambio...un adulto invece ama solo chi li conviene o pure ama e basta..
Poi i bambini hanno il senso della scoperta per loro tutto è nuovo e ogni cosa è fantastica pure la più insignificante...
Bisognerebbe avere l'anima di un bambino per capire che ogni cosa è fantastica come la vita...

sitael non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
uomo, che grande che sei Ray Arte 13 13-02-2012 12.52.42
La Grande Invocazione Era Esoterismo 13 23-09-2005 01.07.08
il sempre grande Gibran siam Letteratura & Poesia 6 23-09-2004 00.11.09


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 15.42.43.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271