Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Esoterismo > Tecniche Evolutive

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 09-02-2012, 19.17.12   #251
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Stamattina facendo il T.A. mi sono lasciata andare a farlo come mi veniva cosa curiosissima mi pare di aver visto una delle cose che mi creava dei limiti: in pratica ho lasciato scorrere la mente che parlava, parlava sembrava che non stesse mai zitta (mentre prima cercavo di zittirla cercavo di non ascoltarla e così facendo mi sa che mi fissavo proprio li ) solo che non la ascoltavo più di tanto perchè ascoltavo il corpo ma più che altro lo sentivo, non so come dirlo sentivo di averlo.
La sensazione era di come quando ti si addormenta una mano, però non era quella brutta sensazione eh, perchè quando ho finito non ho dovuto massaggiarmi per riprendermi ma certo ho dovuto muoverle come per ripristinare un movimento non so spiegarlo meglio.
La cosa strana è stata ad un certo punto che poi ho smesso di farlo, quando l'orecchio destro ha fatto un rumore strano era tra il rumore e una voce vabbeh avrò sognato da sveglia oppure mi ero persa un attimo non lo so è stato comunque strano.
Proverò a ripeterlo in questo modo.
E ho smesso di voler far diventare calda la testa scusa Sole mi era scappato il tuo post sopra dove lo dici chiaro testa fresca, però la pesantezza anche alla testa, si?
Grazie
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 11-02-2012, 00.55.28   #252
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,528
Predefinito

Ieri ci ho riprovato.
E' un esercizio che mi crea parecchia frustrazione, o mi addormento o mi irrito da matti ma l'altro giorno è capitato di parlarne con degli amici e ieri in libreria tra i primi libr i che prendo in mano mi capita proprio un libricino sul TA...mai sfidare il caso e visto che il libretto conteneva anche un cd l'ho preso, vuoi mai che a sentirmi parlare la mente si concentra li e io riesco a sentire qualcosa..ho pensato...

Eh bon, parte l'esercizio e come una ragazzina inizio a sghignazzare, cosa che di solito è sintomo di imbarazzo...poi mi quieto e seguo la voce ma di più quel che ricordo..e ad un certo punto l'ho colto.
Mentre effettivamente braccia e gambe cominciavano ad appesantirsi in meccanico è entrato il pensiero "non puoi più muoverti" o qualcosa di molto più rapido e irrazionale. In un attimo ho iniziato a sentire, a cercare di sentire, tutti i rumori e mi angosciava l'idea di non vedere.
Ho cercato di ignorare la cosa ma è successo tutto in meno di un secondo e ho iniziato a immaginare qualcuno che entrava in camera, qualcuno che mi osservava, ecc ecc...pura angoscia..una parte di me cercava di stare calma perchè il corpo era fantasticamente pesante e per nulla gelido ma ho dovuto aprire gli occhi, l'esercizio comunque era saltato perchè avevo tutti i sensi a mille.

Non credo che esista un fatto scatenante dietro a questo. Credo puttosto che sia legato alla mia necessità di controllo. Necessità che a stò punto origina dal sentirmi minaccciata, in pericolo. Può essere?

Insistere col TA potrebbe aiutarmi, nel tempo, a controllare quest'angoscia?
Stasera riprovo, in più adesso sò che può succedere vediamo che capita, sono curiosa...e magari leggo pure il libercolo che mi pare segua la linea di quanto scritto qui, se è interessante riporto.
__________________
Non è coraggio senza paura
dafne non è connesso  
Vecchio 19-02-2012, 16.45.55   #253
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Una cosa molto importante, la testa non deve mai scaldarsi, cosa che capita ai principianti, va tenuta in un modo che possiamo definire sinteticamente come aver una pezzuola umida sulla fronte, non calda, non gelata, se vi fate venire un mal di testa non ne rispondo.

.


Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
E ho smesso di voler far diventare calda la testa scusa Sole mi era scappato il tuo post sopra dove lo dici chiaro testa fresca, però la pesantezza anche alla testa, si?
Grazie
Eh, non lo dicevo io ma Uno all'inizio.
La testa deve essere pesante ma fresca, io così capisco. Ma sempre come riesci senza forzare, che se poi se non soddisfa l'aspettativa è frustrante...
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 03-03-2012, 00.21.45   #254
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,696
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
...se non riuscite/volete fare una cosa semplice come quella da me sopra descritta, nuda e cruda, vole dire che la vostra mente non vuole mollare ed essere usata, vuole usarvi e voi glielo permettete in nome di una presunta indipendenza.
Ray mi consiglia di fare TA, ed io comincio da qui, non ho voglia di farlo, ho pregiudizi in merito, penso non ne ho bisogno, non sono incinta, infatti la prima volta l'ho fatto per la preparazione al parto, con tutti i contorni delle visualizzazioni e respiri, e mi è servito molto lo devo ammettere, allora l'ho fatto con buona volontà e costanza perchè aveva una finalità precisa e un limite di tempo, ma qui? Sto già tenendo duro con l'astinenza, faccio yoga, ora perchè TA? Lo temevo che prima o poi mi venisse consigliato, sapendo che lo avrei fatto, per fede.

Bene, la litania è finita, vado a praticarlo vediamo che succede.
diamantea non è connesso  
Vecchio 05-03-2012, 23.13.33   #255
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,696
Predefinito

Per fare TA ho scelto di farlo prima di dormire, così mi scaldo e mi rilasso sperando di dormire bene.

La prima sera, molto poco convinta, appena ho rilassato il corpo e mi sono concentrata sui piedi ho sentito lo stimolo sessuale. Questo mi ha infastidito e preoccupato anche se buon segno, vuol dire che non sono morta del tutto. Però ho dovuto resettare l'energia perchè non è ancora il momento per quello.
Poi ho scelto il piede sinistro, e dopo un pò ho sentito formicolio, un pò di pensantezza e di calore, poi brividi alle gambe e senso di sprofondamento, senso di vuoto, evidentemente per il sonno, infatti mi sono addormentata subito.

La seconda sera di nuovo stimolo sessuale ma è passato subito, poi ho iniziato con il destro ma poi si è appesantito prima il sinistro e subito dopo l'altro, ho resistito un pò di più ma mi sono addormentata ancora prima di finire.

Ieri sera è stato bello, sono rimasta sveglia fino alla fine e non ho più sentito stimolo sessuale. Volevo iniziare con il lato destro, ho aspettato un pò poi i piedi si sono appesantiti insieme, ma il destro di più, fino a metà delle coscie. Volevo fermarmi qui ma dopo un pò mi sono accorta che anche le mani erano pesanti e caldissime, più dei piedi, il lato destro di più, fino a metà braccia, punto dove avevo scariche di dolore, stessa cosa nelle coscie. Poi ho sentito la lingua pesante ma fredda e ben staccata dal palato, infine si è scaldato il petto. Poi un respiro profondo e uno scrocchio benefico al collo e subito fuori dalla concentrazione. Penso sia durato 15 minuti non di più.
A dire il vero è accaduto, io ho solo mantenuto quel che accadeva finchè il respiro non mi ha destata. La fronte è rimasta di temperatura normale, non ho sentito il fresco della pezzuola, non mi sono accorta come è avvenuto questo processo di pensantezza e calore, me lo sono ritrovato tra un pensiero e l'altro.
diamantea non è connesso  
Vecchio 06-03-2012, 14.43.25   #256
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,696
Predefinito

Ieri sera non mi è riuscito di far nulla, sono stata un bel pò ma mi sono innervosita, secondo me perchè avevo sonno, infatti dopo mi sono addormentata subito, quindi devo evitarlo in orario tardo, quando sento il sonno dietro le palpebre pesanti.

Stamattina mi sono svegliata presto, così mi sono alzata e rimessa a letto e ho praticato TA non so per quanto tempo ma penso sempre i soliti 15 mnuti. Ma è importante guardare il tempo?
Insomma, volevo concentrarmi sui piedi, ma ho sentito che sarei partita prima con le mani, infatti si sono appesantite e riscaldate contemporanamente, fino a metà braccio al solito, poi sentivo come delle scariche che scendevano fino ai piedi appesantendo quelli, ma sempre fino alle coscie. Il lato destro un pò di più del sinistro.
Sono stata un pò così poi ho sentito le natiche vibrare, la lingua al solito pesante e ben staccata e un calore al petto.
Poi in modo il respiro profondo e lo stiramento del corpo in modo spontaneo che mi porta fuori dal TA, , segno che ho già finito, anche se volessi continuare non potrei.
La testa un pò più pesante ma non calda.
diamantea non è connesso  
Vecchio 07-03-2012, 16.53.02   #257
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,696
Predefinito

Stamattina mi sono svegliata presto, faceva freddo e non avevo urgenza di alzarmi per il bagno, per cui sono rimasta a letto e ho fatto TA. Devo dire che credo sia stato un errore non essermi alzata prima, riattivandomi con il movimento, la circolazione e la temperatura corporea. Credo sia meglio prima alzarmi, svegliarmi bene mettendomi in movimento e poi rimettermi a letto per il TA.
Ho avuto l'impressione in certi momenti di aver dormito anche se per brevi istanti.

Stamattina ho avuto molto meno difficoltà a farlo. Intanto ho pensato che forse è una indisciplina la mia quella di lasciar fare al corpo, iniziare dalle mani e non dai piedi, su questo magari attendo lumi.
Comunque stamattina ero decisa a iniziare prima dai piedi poi le braccia. Mi è riuscito per poco, perchè appena appesantiti i piedi subito sono partite anche le mani, e in breve mi sono ritrovata con gli arti pesanti e caldi, ho sentito come onde calde andare dall'alto verso il basso ad appesantire e riscaldare. Oggi le gambe fino alle natiche e le braccia fino alle clavicole. La testa è sprofondata nella pesantezza e quello credo sia stato il momento del breve sonno, ma mi sono destata subito.
Non ho sentito il caldo al petto, per ora il tronco resta normale.
Stavolta è durato un pò di più, malgrado ho respirato profondo un paio di volte sono rimasta nella concentrazione resistendo al fastidio di pesantezza che a un certo punto provavo nelle gambe, brividi e dopo più pesantezza, ed anche fastidio per l'immobilità. Volevo restare ancora un pò resistendo alla voglia di muovermi ma le mie gambe si sono stirate da sole uscendo dal TA.

Devo dire che questa sensazione di pesantezza, di non sentire il corpo non è nuova per me, mi capita di svegliarmi di notte in posizione supina e senza sentire il corpo completamente come un unico blocco pesantissimo che devo riattivare con i movimenti e questo calore diffuso ma anche accompagnato da un senso di paura per non sentire il corpo.
diamantea non è connesso  
Vecchio 15-03-2012, 12.40.46   #258
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,696
Predefinito

Stamattina ho praticato TA, è successa una cosa diversa e vorrei sapere se è normale oppure ho sbagliato qualcosa.

Una volta appesantito il corpo sentivo solo la presenza del lato sinistro dal polpaccio al piede, era pesante ma formicolava mentre il resto non lo sentivo più.
Poi mi sono resa conto che l'unica cosa che si muovere era l'addome per la respirazione, allora ho sentito il bisogno di fermare anche quello, respirando solo con il torace, da dopo due o tre respiri ma mancava l'aria e riprendevo con l'addome, ma poi ho riprovato un altro paio di volte fino quando ho iniziato un respirazione lenta e lunga, salire dalla colonna, il ventre immobile, ora tutto il corpo pesante e silenzioso, man mano che respiravo solo con il torace ho sentito che lo sterno si ingrandiva, aumentava di volume e la respirazione era agevole, il giro vita si appiattiva e avevo la sensazione di respirare dal seno, forse perchè è la direzione giusta dei polmoni, sentivo come un allungamento della colonna e del collo pur restando immobile, ho capito che i diaframmi si erano ritirati in alto, gonfiando il torace, respiravo bene ma a un certo punto ho sentito svilupparsi un calore nel torace, calore che in attimo si è irradiato fino ai piedi e alla testa facendomi sudare leggermente e in modo uniforme, qui ho respirato normalmente e sono uscita dalla concentrazione. Forse dovevo resistere ancora, non so. Ho calcolato 25 minuti.

E' normale tutto ciò? La sensazione è stata molto bella, mi sono alzata dal letto carica di energia, però non so se è un fare corretto del TA oppure ho fatto altro.
diamantea non è connesso  
Vecchio 18-03-2012, 00.43.50   #259
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio

Intanto ho pensato che forse è una indisciplina la mia quella di lasciar fare al corpo, iniziare dalle mani e non dai piedi, su questo magari attendo lumi.
Secondo me si e no Diam, volevo già fartelo notare al primo post, ma ora chiedi e son contenta di dirtelo. Dovresti sforzarti di farti obbedire dalla mente e dal corpo. Di fargli seguire sempre uno stesso percorso, magari la prima volta lascia che accada ma poi sempre quello dovrebbe rimanere. Meglio sarebbe se partisse dal basso verso l'alto. Ora sembra sciocco ma nel tempo acquista importanza. Se imposti ora per bene la pratica poi dopo ti sarà molto più semplice sapere se sei sveglia ad esempio.. Uno degli scopi è acquistare la padronanza dei nostri automatismi, per cui se tu sei a sentire caldo e pesante il tuo polpaccio destro, anche se ti si attiva il braccio, lascialo fare resta sul polpaccio destro. Al braccio penserai quando sarà il suo momento.
Quote:


Devo dire che questa sensazione di pesantezza, di non sentire il corpo non è nuova per me, mi capita di svegliarmi di notte in posizione supina e senza sentire il corpo completamente come un unico blocco pesantissimo che devo riattivare con i movimenti e questo calore diffuso ma anche accompagnato da un senso di paura per non sentire il corpo.
Qui non capisco, la sensazione di pensatezza la hai verso il corpo, giusto? Quindi in qualche modo lo dovresti sentire, in un modo diverso rispetto al solito magari.. caldo e pesante. Sentire il corpo è il T
Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio

E' normale tutto ciò? La sensazione è stata molto bella, mi sono alzata dal letto carica di energia, però non so se è un fare corretto del TA oppure ho fatto altro.
Tutti questi sono effetti che ti distolgono dalla pratica. Dal tuo racconto in effetti non hai praticato calore e pesantezza, ma concentrazione sugli effetti della respirazione che si spostava.
Lo so è difficilissimo ma bisognerebbe arrivare ad essere talmente concetrati su calore e pesantezza da essere indifferenti ad ogni tipo di effetto. In un certo senso, li si avvertono ma come cose che accadano , noi siamo nel corpo caldo e pesante.

__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 21-03-2012, 08.52.43   #260
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,696
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Meglio sarebbe se partisse dal basso verso l'alto. Ora sembra sciocco ma nel tempo acquista importanza.
Questo particolare mi era sfuggito. Ho visto che durante i precedenti TA la mia energia partiva dall'alto verso il basso, motivo per cui la testa si manteneva sempre fresca.
Ero io a distribuire il calore lungo il corpo fino poi a sudare e uscire.

Nei giorni di digiuno e subito dopo non ho potuto fare TA, mi riusciva molto difficile concentrarmi.

Stamattina mi sono svegliata molto presto, avevo il solito eccesso di calore al tronco per cui dopo essermi raffreddata e svegliata bene l'ho fatto.
Ho capito questa mia tendenza a scendere invece di salire, così mi sono concentrata solo sulle gambe malgrado già le mani già erano pesanti, però ho continuato come hai detto tu, ignorando cosa succedeva ai piani alti.
Ho sentito il contrasto tra salire e scendere all'altezza del bacino.
In effetti non riscontro molta difficoltà ad appesantire e sentire il calore nel tronco, la difficoltà sta nel trattenere il calore e rimanerci dentro senza sudare e uscire da quello che man mano diventa come un fuoco che si alimenta da solo e poi sale fino alle guance e il collo.
Qui ho capito perchè poi si riscalda pure la testa, difficile non far salire il calore oltre le guance e il collo. E' come tenere a bada la vampa trattenendo la salita verso la testa, così man mano quel calore scende e dall'esterno accende l'interno, le viscere, lo stomaco, il cuore, la schiena.
Questa la mia progressione di stamattina.
Le gambe erano calde ma non come il piano superiore, solo molto dopo ho sentito il calore bruciante alle piante dei piedi, anche se non l'ho mantenuto a lungo, poi un pò alle coscie ma le gambe rimangono più scoperte da quel calore, mi sembra di stare dentro un forno ma con le gambe di fuori.

Comunqe sono riuscita a non sudare e stare a lungo in questo calore.
Ho respirato solo con la narice sinistra, la destra si è chiusa subito dopo aver iniziato e si è aperta quando mi sono alzata.

Mi sembra un atto volontario quello di non riscaldare la testa, non sudare e non distribuire il calore nel corpo, in quanto ci arriva da solo trattenendo.

In effetti mi piace il fatto che non devo pensare a nulla, non devono ripetere mantra del tipo "il mio braccio è pesante, la mia mano è pesante, il mio respiro ecc... non c'è nulla da visualizzare, tipo "il sangue che scorre, il cuore che batte, il fegato che riposa in pace... amen".
L'unico compito richiesto è stare concentrati su pesantezza e calore, poi non bisogna fare nulla. Tutto accade da solo. Non c'è sforzo.
diamantea non è connesso  
Vecchio 27-03-2012, 09.19.21   #261
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,696
Predefinito

Stamattina al solito svegliata prestissimo, eccesso di calore e starnuti l'allergia.
Ho la testa piena di riflessioni. Comunque decido per fare TA dopo ver trovato una certa calma.
La narice libera è la destra stavolta. Eseguo la sequenza con un certo ordine e obbedienza del corpo, prima solo le gambe paratendo dalla sinistra, quando si sono appesantite e scaldate per bene passo agli arti superiori, il corpo e la mente sembrano collaborare seguendo il procedimento.
Poi mi sento immersa nel calore e nella pesantezza fino alle clavicole, il petto comincia a infuocare e distribuire in tutto il corpo, riesco a non sudare disperdendo.
Vorrei far salire il calore al collo, fino alle cervicali e le guance ma a un certo punto sale un'immagine ben precisa e chiara:
una donna giovane con i capelli corti e neri e una maglietta bianca tiene in mano un vasetto di omogeneizzato, ne prende una cucciaiata e me la mette velocemente in bocca, avverto subito un sapore sgradevole di metallo grigio, allumino più o meno, mi rendo conto di essermi distratta dalla concentrazione, seguendo dei pensieri non so quali, e in questa distrazione sono stata imboccata. Tengo la bocca socchiusa e la lingua ferma e pesante staccata dal palato.
Sono ancora nella pesantezza e nel calore ma non voglio deglutire quello che si è fermato sulla lingua e non mi piace, cerco di espellerlo dalla bocca espirando mentre cerco di stare concentrata nel TA, ma ecco che improvvisamente sale alla testa il rash di calore, mi sento la testa in fiamme, una sensazione molto brutta, di panico, so che non deve accadere questo, apro gli occhi e mi gira la testa, disperdo subito il calore che ho accumulato nel corpo ma penso di aver perso il controllo. Ci metto un pò a togliermi il sapore metallico sulla lingua, nel punto dove sento maggior calore del cibo e a raffreddare la testa.
Molto brutto oggi, vorrei capire cosa mi è successo ed eventualmente se c'è un modo per risolvere il calore alla testa senza perdere la testa.
diamantea non è connesso  
Vecchio 27-03-2012, 17.23.46   #262
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,696
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Se imposti ora per bene la pratica poi dopo ti sarà molto più semplice sapere se sei sveglia ad esempio..

Vorrei capire meglio questo punto Sole che mi sembra importante.
Cosa si intende per "sapere se sono sveglia"? La coscienza di essere svegli con la percezione del corpo o altro?
diamantea non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 09.48.29.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271