Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Giardino Filosofico > Esperienze

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 15-03-2012, 23.46.34   #101
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,773
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
A ciascuno la sua originalissima strada ma tu alla tua strada metti dei tronchi di traverso dovuti al perbenismo e quindi questa strada non la percorri e se anche la percorri lo fai con i sensi di colpa e il freno a mano tirato che ti impediscono di trarne profitto .
Non credo si tratti di perbenismo o bigottismo, o quanto meno questi potrebbero essere il risultato di un capovolgimento fra ciò che è giusto e lecito e ciò che non lo è.
La cosa più grave è quando si viene convinti a forza che la cosa sbagliata è giusta, e la cosa giusta è sbagliata e viene sminuita e smontata la giusta percezione delle cose.
Il mio non è perbenismo Nike, è il risultato di questo capovolgimento che c'è stato a monte e che sto cercando di mettere nel giusto verso, poi penserò a distaccarmene.

Citazione:
Perche' mai ti dovevi vergognare del bacio !!!!
Perchè mi rimanda inconsciamente i motivi di cui sopra.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 16-03-2012, 00.12.10   #102
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,393
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
............
Il blog sinceramente non so cosa sia anche se lo sento nominare, non ne ho mai letto uno, sembra che voi tutti lo sappiate, devo guardarne uno almeno so di cosa si tratta.
Il blog è una specie di diario personale, anzichè cartaceo, è on line, e il proprietario/autore, può scrivere quello che vuole, e , chi desidera può leggere ed eventualmente se è permesso, commentare. In sostanza si tratta di un muro su cui scrivere... qualcuno lo usa anche diversamente, come raccolta di ricette o di articoli di un determinato argomento... Comunque la differenza sostanziale tra un blog ed un forum, dovrebbe essere proprio quella che in un forum si cerca un confronto, un dialogo, mentre il blog è qualcosa di personale (anche se non è la parola giusta visto che si trova on line ) e dal mio punto di vista di oggi anche inutile.

Per il resto credo che ognuno abbia i suoi modi ed i suoi tempi... e che imodi, si debbano sperimentare, se a qualcuno da noia può sempre evitare di rispondere (e di leggere) , mentre il diretto interessato nel tempo scopre se il metodo funziona o meno e puo' fare degli aggiustamenti...
RedWitch non è connesso  
Vecchio 16-03-2012, 00.32.13   #103
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,773
Predefinito

Grazie per la tua spiegazione Red, stando così le cose non fa per me il blog .
Il forum mi aiuta moltissimo, è un supporto importante e sempre presente, anche se forse non lo do a vedere a sufficienza, e mi dispiace per questo, ma non l'ho mai considerato un muro. Tuttavia questa immagine mi può aiutare a vedere come ho funto da muro in altre occasioni e inconsciamente questo mio continuo proiettare sul muro serve a richiamare l'attenzione sul proiettare. Ho pensato possa essere anche una reazione condizionata al proiettare, proietto perchè sono stata proiettata, come un continuo rimbalzo della palla fra il mio muro e il muro esterno. Non lo so bene, non riesco ad afferrarlo bene, può darsi pure che vaneggio, effetto allucinazioni da digiuno
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 17-03-2012, 15.42.18   #104
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,535
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Cubo Visualizza messaggio
... ma non possiamo stare fermi seduti sullo scoglio. E nemmeno aver la presunzione di sciogliere tutti i nodi. O la speranza che possa servire, anche se lo facessimo, a vivere meglio di cosi'.

Mi ha colpito questa frase, davvero pensi che sciogliere i nodi potrebbe non farci vivere meglio?
Ho sempre pensato che i nodi fossero dei grovigli di energia che sprechiamo mantendo vivi sentimenti come rabbia o frustrazione o paura legate a situazioni vissute male. Per logica scigliere un nodo che consuma energia dovrebbe darci energia in più..però in sè contraddice l'idea che l'energia non si può accumulare nè mettere da parte...quindi forse sarebbe più corretto dire che una volta sciolti i nodi smetteremmo di sforzarci di trovare sempre maggiore energia.

Ray all'izio dava uno spunto sul come e quanto consideriamo un problema irrisolvibile. Non stare fermi sulla soglia lo intendi come un muoversi andando oltre l'idea che non serva a nulla? Perchè il mal di vivere in genere ha come base proprio questo pensiero, in genere.
__________________
Una certa quantità in un dato momento in un dato luogo.
dafne non è connesso  
Vecchio 18-03-2012, 13.06.25   #105
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,773
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Cubo Visualizza messaggio
perche' a me continua a salire su fortissima la sensazione, per come ti poni, per quello che scrivi, per come scrivi, che tu non sei interessata a un confronto, ma ricerchi un pubblico. come se il tuo percorso, il tuo lavoro su te stessa fosse impostato cosi', come una specie di fare e mettere in bacheca.
Voglio tornare su questa cosa che mi ha dato fastidio. Tutto ciò che da fastidio ha un fondo di verità ma non è detto che coincide con l'immagine o l'idea che l'altro si fa secondo la sua percezione. Visto che mi è stato contestato anche da Astral, ci ho riflettuto e sono arrivata al mio motivo.
Perchè detta così o come me l'ha posta Astral in altri post, da l'immagine di esibizionismo gratuito, tant'è che Cubo poi dice:

Citazione:
solo perche' uno delle file in fondo - in silenzio, con rispetto, senza disturbare - si alza e se ne va.
è chiaro che qui l'immagine è di una che si esibisce davanti ad un pubblico e non vuole perdere nessun spettatore, neanche l'ultimo della fila.
Questa per me è un'immagine fuorviante e non veritiera.
Ci può anche stare una certa dose di compiacimento in alcune cose, o di esibizionismo, perchè è l'ego, che è presente in tutti ma da qui a dire anche mi piace così la strada è lunga.

Il motivo per cui scrivo tanto come fosse un blog (ora ho capito cos'è) non è esibirmi, per mostrare me stessa o quarda quando soffro, quanto sono bellabravafigastoltaimportantemisera ecc....
Il motivo lo avevo già individuato in un altro 3d "disturbi notturni".
L'immagine è del bambino che vuole esprimersi, fare esperienza, sentirsi autonomo, grande, ma ha bisogno di sapere che la mamma lo sorveglia a distanza.
Ora, sono adulta e responsabile delle mie azioni, non voglio la balia, ma incosciamente voglio abbandonarmi in sicurezza. E' vero ho bisogno di un pubblico, ma non che assista da spettatore alla mia performance, ma un pubblico (mi basta una anche sola persona), che sia in grado di potermi dire se per caso c'è un burrone davanti a me ed io ci sto andando dritta perchè presa dal mio scandagliare non lo vedo.
Finchè c'è silenzio vuol dire che va bene, basta un rigo e mezzo, a volte anche solo un rigo... per aggiustarmi il tiro.

Ho bisogno della Guida ma qui in un forum non si può avere il contatto diretto, personale, con il Maestro, come il bambino ce l'ha con la madre, per cui io ho trovato questo modo per buttare fuori quel che ho dentro, e non è solo un buttare fuori e basta, tanto per imbrattare i muri, io cerco la soluzione e se la trovo la applico, mi impegno a mantenerla.
Io seguo una mia strada, un mio percorso, perchè ho delle pulsioni fortissime che mi spingono in una direzione, provengo dalla repressione del parlare quindi sto andando in verso opposto al blog e del resto non ho trovato altro alternativo che mi funzioni, questo mi ha dato risultati e quindi va bene per me.
Può darsi che ora trovi un modo diverso e sarò ben lieta di accoglierlo.

La mia paura di fondo è di non saper discernere la fonte, l'attendibilità del mio sentire, le mie fondamenta non sono solide, il bene e il male si sono invertiti, ho tollerato molte cose assai sgradevoli perchè mi venivano imposte come buone, e il mio manifestare questa sgradevolezza veniva repressa perchè impostami come sbagliata.
Non ho sviluppato la necessaria fiducia nel modello genitoriale che mi ha tradito più volte per cui non sono sempre certa nelle cose, ho bisogno di avere conferme, certezze dal punto di riferimento che ho indivituato nel luogo dove mi esprimo.
Nel dubbio, piuttosto che far entrare qualcosa di negativo preferisco non far entrare nulla.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 18-03-2012, 13.27.05   #106
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,241
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
Finchè c'è silenzio vuol dire che va bene, basta un rigo e mezzo, a volte anche solo un rigo... per aggiustarmi il tiro.
Mi pareva che fosse già uscito il discorso, ma detto in maniera diretta: "tu vuoi briglie e paraocchi?"
Ai cavalli dei carri, quando stanno andando dalla parte sbagliata, gli si da un colpo di briglie... Ma tu non sei una cavalla, un mulo o che altro....

Detto questo ci sta che chi non si espone rischia di autoconvincersi di andare bene o al contrario di sbagliare tutto, non avendo termini di paragone oltre a ciò che vede, che può vedere, quindi è importante il confronto ed è importante sia una risposta che la non risposta, non risposta che però non implica un sistema di tacito consenso.
E qua si potrebbe ragionare su un'altra cosa, sommergere gli altri di fatto può impedir loro di dare continue risposte, salvo dare attenzione pressoché totale, praticamente impossibile.
In sostanza non esporsi o esporsi troppo sono due facce della stessa medaglia con un inconscio evitare, almeno in parte, un confronto.
Uno non è connesso  
Vecchio 18-03-2012, 15.14.23   #107
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,773
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Mi pareva che fosse già uscito il discorso, ma detto in maniera diretta: "tu vuoi briglie e paraocchi?"
Ai cavalli dei carri, quando stanno andando dalla parte sbagliata, gli si da un colpo di briglie... Ma tu non sei una cavalla, un mulo o che altro....
Avevo pensato per tiro ad un arco, un mirino ma tu hai messo il dito nella piaga, dove mi fa più male.
E' possibile che inconsciamente voglio briglie e paraocchi, fa parte del mio copione, fin ora mi sono fatta mettere sempre le briglie, i paraocchi non tanto... poi come un cavallo mi sono imbizzarrita per scappare da una stalla dirigendomi subito verso un'altra, con nuove briglie.
Un tempo non dura sempre tutto il tempo, diceva mia nonna.
Non sarà per sempre così. Intanto questo fine settimana ho detto al mio compagno di starsene a casa. L'ultimo bacio ha fatto traboccare il vaso.

Citazione:
In sostanza non esporsi o esporsi troppo sono due facce della stessa medaglia con un inconscio evitare, almeno in parte, un confronto.
A questo ancora non ci sono arrivata. Non so bene cosa vuol dire e da dove proviene. So che ho difficoltà di contatto, che tendo a isolarmi, a vivere ai margini, a lavorare in solitaria, malgrado questa mia apparente voglia di stare al centro.
Fin ora ho fatto tutto quanto mi è stato possibile fare, di meglio o di più non ho saputo fare, ma sono qui, ben ancorata, lo metto in ordine del giorno nella mia scala di priorità. Prima devo riprendermi da questo ultimo treno che mi è passato addosso. La notte non dormo più.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 19-03-2012, 10.07.12   #108
Cubo
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Cubo
 
Data registrazione: 22-02-2012
Messaggi: 391
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Mi ha colpito questa frase, davvero pensi che sciogliere i nodi potrebbe non farci vivere meglio?
Ho sempre pensato che i nodi fossero dei grovigli di energia che sprechiamo mantendo vivi sentimenti come rabbia o frustrazione o paura legate a situazioni vissute male. Per logica scigliere un nodo che consuma energia dovrebbe darci energia in più..però in sè contraddice l'idea che l'energia non si può accumulare nè mettere da parte...quindi forse sarebbe più corretto dire che una volta sciolti i nodi smetteremmo di sforzarci di trovare sempre maggiore energia.

Ray all'izio dava uno spunto sul come e quanto consideriamo un problema irrisolvibile. Non stare fermi sulla soglia lo intendi come un muoversi andando oltre l'idea che non serva a nulla? Perchè il mal di vivere in genere ha come base proprio questo pensiero, in genere.
non e' una risposta semplice. credo che i nodi si "formino" in continuazione. le nostre vite sono contradditorie, articolate, turbolente. cercare di scioglierli è meritorio, io cerco di non perdere di vista due concetti mentre faccio del mio meglio:
- la vita va avanti, i nodi si devono sciogliere camminando, vivendo. faticando ma muovendosi. se uno sta fermo e pensa di non andare avanti finche' tutti i nodi non siano sciolti si condanna all'immobilismo, alla sovrafocalizzazione, rischia di finire a quel che tecnicamente si chiama "fare le seghe ai grilli".
- e' buona cosa cercare di sciogliere i nodi, ma una parte del lavoro va fatto sull'accettazione. avere dei nodi (ancora) irrisolti significa essere vivi come esseri umani limitati. e' parte della nostra natura qui e adesso, essere cosi'. se dovessimo sciogliere tutti i nodi non vivremmo meglio, vivremmo in un'illusione congelata: faremmo finta di non avere problemi e non respireremmo nemmeno per timore di crearcene altri. la vita come la intendo io è un'altra cosa, è camminare nella pioggia. bene usare l'ombrello, bene anche accettare che comunque vada un po' ti bagnerai.
__________________
"I shall tell you the truth as seen by a perfect cube.
It may not be the truth of your dimension, but it is mine."

Ultima modifica di Cubo : 19-03-2012 alle ore 10.15.15.
Cubo non è connesso  
Vecchio 19-03-2012, 10.13.18   #109
Cubo
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Cubo
 
Data registrazione: 22-02-2012
Messaggi: 391
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
Voglio tornare su questa cosa che mi ha dato fastidio. ... da' l'immagine di esibizionismo gratuito... l'immagine è di una che si esibisce davanti ad un pubblico e non vuole perdere nessun spettatore, neanche l'ultimo della fila.
solo per chiarire il senso delle mie parole, o provarci.
mai detto che sia esibizionismo gratuito. mai voluto dirlo.
ho scritto che quel che capisco io del tuo percorso è che deve essere pubblico per funzionare per te. hai un "modo" che prevede che le tue riflessioni siano "pubblicate".
il mio errore è stato pensare che tu le pubblicassi per un "dibattito", mi e' sembrato di capire che tu lo fai per "buttare fuori", forse per chiarirti le idee, visto che per scrivere devi in qualche modo riordinare, ricapitolare.
va. benissimo. cosi'.

non so piu' come ripeterlo: FAI BENE. se ti serve, se funziona, evviva. ma davvero.

io ho semplicemente accettato il fatto che, visto che tu non cerchi il dibattito, ha poco senso incaponirmi a cercare un aggancio razionale. sono io fuori posto in questo schema, non tu.

è come chiedere a un derviscio la tabellina del 17.
__________________
"I shall tell you the truth as seen by a perfect cube.
It may not be the truth of your dimension, but it is mine."
Cubo non è connesso  
Vecchio 19-03-2012, 10.28.24   #110
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,535
Predefinito

Citazione:
la vita va avanti, i nodi si devono sciogliere camminando, vivendo. faticando ma muovendosi. se uno sta fermo e pensa che non andare avanti finche' tutti i nodi non siano sciolti si condanna all'immobilismo, alla sovrafocalizzazione, rischia di finire a quel che tecnicamente si chiama "fare le seghe ai grilli".
Qui sono d'accrdo anche se ci vedo un problemino.
Ci sono nodi (che forse la psicologia chiama complessi ma non vorrei dire castronerie) che proprio per la loro natura tendono a immobilizzare.
Se per l'effetto di un fattore traumatico mi prende il panico ad andare in treno, tanto per dire, dovrò necessariamente continuare a vivere e non andare in treno non è nemmeno un problema che genera chissà quali conseguenze ma per poter dire di vivere davvero liberamente devo poter essere in grado di salirci su quel treno (posto che comunque se ho paura del treno è facile che mi si annidino dentro anche altre fobie simili, per similitudine, come andare in autobus..oltretutto poi se ignorate tendono a dilagare e prendere sopravvento attirando altre paure..)

Quindi sì, devo muovermi e vivere la mia vita ma devo anche prendermi quel tempo e quello spazio necessario per cercare di sciogliere il blocco.

Citazione:
- e' buona cosa cercare di sciogliere i nodi, ma una parte del lavoro va fatto sull'accettazione. avere dei nodi (ancora) irrisolti significa essere vivi come esseri umani limitati. e' parte della nostra natura qui e adesso, essere cosi'. se dovessimo sciogliere tutti i nodi non vivremmo meglio, vivremmo in un'illusione congelata:
Ma se hai accettato di fondo il nodo lo hai già sciolto, non credi? O perlomeno sei già a buon punto.
In questo senso si, ci sono nodi che fanno parte della nostra vita e che non spariranno mai del tutto a meno di una trasformazione dell'essere, cosa piuttosto ardua.
Inoltre sospetto che più che avere troppi nodi la vita ci conduca a ingarbugliare sempre per cui ce ne sono continuamente di nuovi.
Il segreto forse è nel vederli e cercare di impedire che diventino matasse.

Citazione:
faremmo finta di non avere problemi e non respireremmo nemmeno per timore di crearcene altri. la vita come la intendo io è un'altra cosa, è camminare nella pioggia. bene usare l'ombrello, bene anche accettare che comunque vada un po' ti bagnerai.
E' un'ottima filosofia.
Io aggiungo però che molto di quell'accettare che ti puoi bagnare dipende dalla certezza di potersi poi asciugare, almeno per un pò.
Ti sfido ad andare avanti sotto la pioggia con la convinzione che non ti asciugherai mai..è congelante quanto voler rimanere asciutti a tutti i costi
__________________
Una certa quantità in un dato momento in un dato luogo.
dafne non è connesso  
Vecchio 19-03-2012, 10.54.13   #111
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,241
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Cubo Visualizza messaggio
non e' una risposta semplice. credo che i nodi si "formino" in continuazione. le nostre vite sono contradditorie, articolate, turbolente. cercare di scioglierli è meritorio, io cerco di non perdere di vista due concetti mentre faccio del mio meglio:
- la vita va avanti, i nodi si devono sciogliere camminando, vivendo. faticando ma muovendosi. se uno sta fermo e pensa di non andare avanti finche' tutti i nodi non siano sciolti si condanna all'immobilismo, alla sovrafocalizzazione, rischia di finire a quel che tecnicamente si chiama "fare le seghe ai grilli".
- e' buona cosa cercare di sciogliere i nodi, ma una parte del lavoro va fatto sull'accettazione. avere dei nodi (ancora) irrisolti significa essere vivi come esseri umani limitati. e' parte della nostra natura qui e adesso, essere cosi'. se dovessimo sciogliere tutti i nodi non vivremmo meglio, vivremmo in un'illusione congelata: faremmo finta di non avere problemi e non respireremmo nemmeno per timore di crearcene altri. la vita come la intendo io è un'altra cosa, è camminare nella pioggia. bene usare l'ombrello, bene anche accettare che comunque vada un po' ti bagnerai.
Non confonderei i nodi con il tessere la vita.
Uno non è connesso  
Vecchio 19-03-2012, 10.54.59   #112
Cubo
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Cubo
 
Data registrazione: 22-02-2012
Messaggi: 391
Predefinito

Citazione:
Se per l'effetto di un fattore traumatico mi prende il panico ad andare in treno, tanto per dire, dovrò necessariamente continuare a vivere e non andare in treno non è nemmeno un problema che genera chissà quali conseguenze ma per poter dire di vivere davvero liberamente devo poter essere in grado di salirci su quel treno (posto che comunque se ho paura del treno è facile che mi si annidino dentro anche altre fobie simili, per similitudine, come andare in autobus..oltretutto poi se ignorate tendono a dilagare e prendere sopravvento attirando altre paure..)
io parlavo di star seduto sullo scoglio per tenere la metafora diamanteesca della bottiglia in mare che a volte ritorna. una fobia come quella del treno non si allontana mai, esiste sempre. e quindi l'affronti, come dici tu: non hai molta scelta.
io rispondo su un nodo intermittente, come se tu una volta su 50 che prendi il treno avessi paura e decidessi che non prenderai piu' il treno finche non avrai capito e risolto questa cosa... è paralizzante e per me non costruttivo.

Citazione:
Ma se hai accettato di fondo il nodo lo hai già sciolto, non credi? O perlomeno sei già a buon punto.
eggia'. appunto. ecco perche' dico che devi camminare. perche' fermarsi lavora contro l'[iniziare ad]accettare

Citazione:
Inoltre sospetto che più che avere troppi nodi la vita ci conduca a ingarbugliare sempre per cui ce ne sono continuamente di nuovi.
Il segreto forse è nel vederli e cercare di impedire che diventino matasse.
il segreto per me è capire che si puo' vivere decentemente anche con i nodi.

Citazione:
molto di quell'accettare che ti puoi bagnare dipende dalla certezza di potersi poi asciugare, almeno per un pò.
Ti sfido ad andare avanti sotto la pioggia con la convinzione che non ti asciugherai mai..è congelante quanto voler rimanere asciutti a tutti i costi
verissimo. ma io sono ottimista. una volta che ho capito che la pioggia non mi ammazza, ho abbastanza fiducia in me stesso da credere di avere abbastanza tempo per trovare modo e posto per asciugarmi.
__________________
"I shall tell you the truth as seen by a perfect cube.
It may not be the truth of your dimension, but it is mine."
Cubo non è connesso  
Vecchio 19-03-2012, 10.59.04   #113
Cubo
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Cubo
 
Data registrazione: 22-02-2012
Messaggi: 391
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Non confonderei i nodi con il tessere la vita.
l'ho fatto?
__________________
"I shall tell you the truth as seen by a perfect cube.
It may not be the truth of your dimension, but it is mine."
Cubo non è connesso  
Vecchio 19-03-2012, 16.41.06   #114
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,773
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Cubo Visualizza messaggio

io ho semplicemente accettato il fatto che, visto che tu non cerchi il dibattito, ha poco senso incaponirmi a cercare un aggancio razionale. sono io fuori posto in questo schema, non tu.
Cubo, tu mi dai la sensazione di aver avuto delle idee, qui nella fattispecie, su come io affronto il mio nodo, buttarmelo addosso e non parlarne più. Non ti metti in discussione di un centimetro mentre io sulle cose che tu mi hai detto l'ho fatto e ne ho tratto beneficio e di questo te ne rendo merito. Continui a dire ancora oggi sopra "visto che tu non cerchi il dibattito". Non è vero che non lo cerco, forse non lo cerco nel modo giusto, o come piacerebbe a te ma se scrivo in un forum certamente lo desidero, poi posso non essere capace di portarlo avanti o di affrontarlo. Tu parli delle mie intenzioni non delle mie capacità e questo te lo contesto.
Da cosa deduci che io non cerco il dibattito? Io non l'ho mai detto.
Io ho difficoltà di contatto, se tu ti avvicini a me con durezza, assertivo io mi difendo, divento reattiva, metto barriera, è una mia difesa inconscia che scatta automaticamente. Ma poi ci torno, ci rifletto, prendo quel che devo prendere e lascio quel che non mi serve. Se necessario chiedo scusa.

Se tu dici che non accetto che l'ultimo della fila educatamente se ne va allora ti dico che sei venuto a vedermi mi hai detto che quel pensavi e senza io poter replicare te ne sei andato, altro che confronto!
Che poi ti ho risposto con una battuta, era solo per riferirmi a quella cosa che hai detto a Edera in altro 3d, a proposito del tuoi post molto strutturati ecc.. che poi l'interlocutore ti da ragione per sfinimento... non volevo certo trattenerti a guardare lo spettacolo!
Se io parlo qui di immagini che mi danno fastidio, tu me ne hai creata una molto fuorviante, quello dell'ultima fila che va via educatamente in silenzio ma viene trattenuto. Non so se ti rendi conto...
Può darsi che io ti abbia attaccato, sia stata pesante, non abbia voluto o saputo confrontarmi con te ma non volevo certo trattenerti a forza, tant'è che ti ho detto che magari ci saremmo incontrati sul rettilineo a mangiar carrube, visto che avevi fatto una battuta sull'immagine di me che sputo i semi come un cavallo... era un modo per dirti che avremmo fatto qualcosa di piacevole insieme fuori di qui, dove non ci siamo intesi.
Poi ti dico che posso provare un confronto con te ma tu rifiuti, allora non è vero che vuoi un confronto, vuoi solo dirmi la tua idea e ciao. Non mi hai dato nessuna possibilità di incontrarti in nessun luogo.

L'immagine del tazebao è stata importante, non perchè ci ho visto me scrivere ma ci ho visto me prendere da dentro quello che mi fa male e lanciarlo come fossero pietre sul muro per lapidare l'oggetto del mio tormento.
Immagine che mi ha accompagnato durante il digiuno e poi è salita l'altra immagine... insomma è il mio percorso, ma se non avessi voluto interferenze, dialoghi, confronti li avrei rifiutati e basta, ti pare?
Io non ho "un "modo" che prevede che le tue riflessioni siano "pubblicate". ", ho trovato questo modo incosciamente, forse per evitare proprio il confronto, ma non l'ho scelto, questo vorrei che tu capissi, io ne ho preso coscienza pienamente solo ora, ed anche grazie alle cose che duramente mi hai detto tu. Non ho rifiutato tutto quello che mi hai detto, solo le immagini che non erano conformi al mio essere.

Sarò anche evitante ma solo in certi aspetti, in certi ambiti, perchè non è vero che non so confrontarmi mai con nessuno in nessun ambito.

Comunque, per me va bene così, non voglio entrare in polemica, accetto sinceramente le tue motivazioni.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 19-03-2012, 17.55.14   #115
Cubo
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Cubo
 
Data registrazione: 22-02-2012
Messaggi: 391
Predefinito

Dorotea, purtroppo non ho intenzione di ripercorrere riga per riga dettagliando cosa mi trova d'accordo e cosa no, sottolinenando le incongruenze che vedo, citando i passaggi in cui io ho scritto cose diverse da quelle che mi metti in tastiera, ritornando sulle cose che ho scritto prima di alzare bandiera bianca. non ne vedo vantaggi.
prendo l'ultima frase per buona, confermo auguri di cuore, e ci rileggeremo in altri topic.
__________________
"I shall tell you the truth as seen by a perfect cube.
It may not be the truth of your dimension, but it is mine."
Cubo non è connesso  
Vecchio 19-03-2012, 18.01.38   #116
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,241
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Cubo Visualizza messaggio
l'ho fatto?
Si un pò.
Posso essere un normale essere umano limitato pur non avendo nodi.
Condivido tutto il resto, cioè che spaccarsi i capelli in 4 è quasi sempre distruttivo, che i nodi vanno sciolti vivendo etc... ma non che siano una condizione indispensabile anche senza essere superuomini, illuminati o che altro.
Uno non è connesso  
Vecchio 19-03-2012, 18.09.44   #117
Cubo
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Cubo
 
Data registrazione: 22-02-2012
Messaggi: 391
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Si un pò.
Posso essere un normale essere umano limitato pur non avendo nodi.
Condivido tutto il resto, cioè che spaccarsi i capelli in 4 è quasi sempre distruttivo, che i nodi vanno sciolti vivendo etc... ma non che siano una condizione indispensabile anche senza essere superuomini, illuminati o che altro.
concedo volentieri il punto. è vero.
partivo da una (per quanto numerosa) sottofamiglia dei casi possibili, l'uomo (donna) con nodi, e discutevo sul come gestirli secondo me. esistono certamente casi o momenti o persone "senza nodi". per fortuna, abilità o grazia.
come giustamente fai notare, il mio discorso si applica alla vita delle persone con nodi, non a tutte le persone, e non sempre.
__________________
"I shall tell you the truth as seen by a perfect cube.
It may not be the truth of your dimension, but it is mine."
Cubo non è connesso  
Vecchio 19-03-2012, 18.56.53   #118
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,773
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Cubo Visualizza messaggio
Dorotea...
Mi chiamo Diamantea.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 19-03-2012, 19.04.36   #119
Cubo
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Cubo
 
Data registrazione: 22-02-2012
Messaggi: 391
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
Mi chiamo Diamantea.
Ooops. Scusami, errore senza malizia.
__________________
"I shall tell you the truth as seen by a perfect cube.
It may not be the truth of your dimension, but it is mine."
Cubo non è connesso  
Vecchio 20-03-2012, 09.05.24   #120
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,773
Predefinito

Quando il nodo arriva al pettine dev'essere sciolto altrimenti il lavoro si ferma. Accettare un nodo che non si scioglie equivale ad accettare che si resta fermi nel lavoro.
__________________
"Ogni cosa che tu ami è molto probabile che tu la perderai, però alla fine l’amore muterà in una forma diversa".

Franz kafka
diamantea non è connesso  
Vecchio 20-03-2012, 09.41.52   #121
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,535
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
Mi chiamo Diamantea.
A me Dorotea fà venire in mente Doroty, a te no? Ti ci vedo col cagnolino a seguire la strada di mattoni gialli (o erano dorati) è una storia che mi piaceva un sacco e adesso che ci penso ha un sacco di simboli, sarebbe interessante analizzarla.
__________________
Una certa quantità in un dato momento in un dato luogo.
dafne non è connesso  
Vecchio 20-03-2012, 10.05.13   #122
webetina
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-07-2009
Messaggi: 1,452
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
Quando il nodo arriva al pettine dev'essere sciolto altrimenti il lavoro si ferma. Accettare un nodo che non si scioglie equivale ad accettare che si resta fermi nel lavoro.
Non sarei così assolutista, dipende quanto è grosso questo nodo, perchè altrimenti salterei e andrei al prossimo che sicuramente spunta, se non voglio perdere una visione più ampia del mio vivere. Certo se il nodo è spesso grande sarà il beneficio nel discioglierlo.
__________________
"Le cose non sono sempre come sembrano...
Le cose sono esattamente come sembrano!"
webetina non è connesso  
Vecchio 20-03-2012, 10.45.51   #123
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,504
Predefinito

Se il nodo è troppo grosso da sciogliere a volte è meglio tagliarlo che stare anni a sprecare energie per scioglierlo.

Accettare che una cosa è ancora annodata in noi, non vuol dire stare fermi, l'accettazione stessa potrebbe essere la metà del lavoro, non è arrendersi, è una resa. Vuol dire lavorare ai fianchi qualcosa che per vie collaterali prima o poi... A volte questo eccessivo pretendentere è controproducente, restiamo fermi pensando invece di muoverci.
Capisco cosa vuol dire Diam, ma se un nodo non fa scorrere il pettine nonostante abbiamo adeguatametne isnsitito ... meglio tagliarlo... e pettinare il resto, senza creare altri nodi
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?

Ultima modifica di Sole : 20-03-2012 alle ore 10.52.43.
Sole non è connesso  
Vecchio 20-03-2012, 10.51.16   #124
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,031
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Se il nodo è troppo grosso da sciocliere a volte è meglio tagliarlo che stare anni a sprecare energie per scioglierlo.

Accettare che una cosa è ancora annofata in noi, non vuol dire stare fermi, l'accettazione stessa potrebbe essere la metà del lavoro, non è arrendersi, è una resa. Vuol dire lavorare ai fianchi qualcosa che per vie collaterali prima o poi... A volte questo eccessivo pretendentere è controproducente, restiamo fermi pensando invece di muoverci.
Capisco cosa vuol dire Diam, ma se un nodo non fa scorrere il pettine nonostante abbiamo adeguatametne isnsitito ... meglio tagliarlo... e pettinare il resto, senza creare altri nodi
Però non è una cosa facile, "se non lo sciolgo taglio e faccio prima"....Uno nel 3d sul nodo di Gordio mi pare dicesse che per prima di tagliarlo dovevamo vedere se la corda ci servisse ancora, io aggiungo che bisogna anche avere la spada per tagliarlo, tipo una volontà ferrea superiore a quella dell'uomo comune, oppure la possibilità di sfruttare eventi molto forti che ci capitano.

Per il resto credo che a volte su alcuni si possa soprassedere, almeno temporaneamente, tornarci dopo, magari trovandoli in parte sciolti grazie al lavoro che abbiamo fatto su altro.
Alcuni nodi invece credo vadano affrontati e risolti in un modo o nell'altro, tanto sono talmente "grossi" che sempre lì torniamo a sbattere.
__________________
...cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.

C'è una pace che si trova soltanto al di là della guerra. Se quella battaglia deve arrivare, io la combatterò.

Flectere si nequeo superos, Acheronta movebo

Ultima modifica di luke : 20-03-2012 alle ore 10.54.25.
luke non è connesso  
Vecchio 20-03-2012, 11.02.45   #125
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,504
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da luke Visualizza messaggio
Però non è una cosa facile, "se non lo sciolgo taglio e faccio prima".....
No infatti... ma a volte è meglio appunto girare intorno.. smussare smussare e alla fine si scioglie, piuttosto che incapunirsi su qualcosa che ha bisogno di altro prima. Spesso è un modo di procedere che porta a rafforzare maggiormente il nodo, infatti spesso ci si chiede eprchè non si riesce..
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Vivere in difesa Uno Psicologia moderna e antica 106 26-03-2012 10.47.25
Vivere nel presente (influisce sulla paura) griselda Esperienze 23 13-04-2008 01.05.35
La tecnologia aiuta a vivere meglio o addormenta? RedWitch Psicologia moderna e antica 1 19-09-2006 17.58.55
Vivere le emozioni degli altri MaxFuryu Psicologia moderna e antica 4 17-09-2006 16.17.25


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 04.03.11.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271