Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Divinazione e tecniche conoscitive

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 09-01-2012, 13.47.19   #1
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,630
Predefinito La nascita

In molte tecniche di divinazione si prende come punto fondamentale la nascita, perchè?

Una nascita o ancor meglio una creazione è il processo con cui si integrano delle parti diverse in una nuova entità che ha caratteristiche complessive diverse da quelle delle parti di origine e quindi quasi interamente ne termina le singole catene di cause ed effetti iniziandone una nuova per il nuovo oggetto.

Solito esempino stupido che vale più di mille parole.

Ho delle tavole, dei chiodi, della pittura, della colla.

Li tengo in magazzino così come sono e questi singolarmente hanno ognuno una sua catena di cause ed effetti iniziata che comporterà un destino di probabili futuri.
Per esempio le tavole a seconda di come e quando sono state tagliate e come sono riposte potrebbero deformarsi, ammuffirsi, diventare ricettacolo di tarli etc...
I chiodi potrebbero arrugginirsi seguendo le caratteristiche del ferro di cui sono formati, potrebbero piantarsi nei piedi di qualcuno se sono lasciati in terra etc... idem per colla e pittura (muffa etc..)

Invece se prendiamo questi "ingredienti" e ci facciamo un bel tavolino che succede?
Se lo facciamo in un certo modo, le assi, tagliate ed incrociate per bene non si deformeranno facilmente, i chiodi una volta piantati saranno più protetti, la colla attuerà delle forse sulle assi e una volta asciutta non farà muffa, la pittura ugualmente una volta asciutta non ammuffirà e toglierà l'aria a chiodi e legno, evitando la ruggine ai primi ed aiutando ad evitare la deformazione al secondo etc....

Insomma nasce il tavolino e si inserirà in una nuova catena di cause ed effetti.

Il luogo ed il periodo dove nasce questo tavolo lo esporrà alla possibilità di essere posseduto/comprato da determinate persone, queste lo porteranno in un determinato posto (per esempio più secco o più umido) e lo useranno in un certo modo (per mangiare, con tutto quello che ci cadrà sopra, oppure per scrivere etc...) quindi in un certo senso gli forgeranno un destino.

E' interessante anche capire che nel caso della semplice nascita può passare qualche cosa delle origini dei pezzi, per esempio un chiodo non pitturato potrebbe arrugginire (a nessuno ricorda il tallone di Achille?).

Ho preso spunto dalla divinazione per introdurre l'argomento, in realtà è ben più importante che cercare di conoscere il futuro.

Con una creazione invece questo non può accadere.
Uno non è connesso  
Vecchio 09-01-2012, 14.01.23   #2
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Non so se è pertinente, in astrologia il tema natale si fa in base la data di nascita, però a questo punto mi sorge un dubbio... perchè la data di nascita e non di creazione? Che differenza c'è?

La data di nascita è quella anagrafica del comune, quella di concepimento o di creazione sono i 7 o 9 mesi prima.
La prima viene calcolata sempre, ma non la seconda, eppure teoricamente la vita a quale mese appartiene? Voglio dire lo spermatozoo fecondato non siamo già noi?

Quali sono i pezzi prima della nascita?
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 09-01-2012, 15.24.13   #3
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Vedo il momento della creazione più pregnante rispetto a quello della nascita per via delle varie forze e della posizione in cui si trovano nel preciso istante in cui veniamo creati... Sbaglio?
Per fare un esempio sciocco, le varie caratteristiche dei segni zodiacali mi sembrano essere relative al momento della creazione piuttosto che a quello della nascita..
Edera non è connesso  
Vecchio 09-01-2012, 15.28.35   #4
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Edera Visualizza messaggio
Vedo il momento della creazione più pregnante rispetto a quello della nascita per via delle varie forze e della posizione in cui si trovano nel preciso istante in cui veniamo creati... Sbaglio?
Per fare un esempio sciocco, le varie caratteristiche dei segni zodiacali mi sembrano essere relative al momento della creazione piuttosto che a quello della nascita..
non credo, perchè il segno zodiacale è determinato da quando nasci, esempio io sono scorpione di nascita, visto che sono nato in nove settimane e mezzo, dovrei essere stato concepito circa il 9 gennaio, sotto l'influenza del capricorno.

Ora non voglio portare la discussione in astrologia, ma questo esempio è per farti capire che c'è differenza, e che se l'influenza arriva al momento delle creazione, sono sbagliati tutti i segni
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 09-01-2012, 15.36.32   #5
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
se l'influenza arriva al momento delle creazione, sono sbagliati tutti i segni
Esatto andrebbero spostati... Lo so che è assurdo e probabilmente sbagliato ma se ci penso: quale potrebbe essere il momento in cui le varie forze celesti hanno più forza tra la creazione e la nascita?
Alla nascita sei già fatto e finito, nella creazione sei in assemblamento... E' come fare un dolce e sfornalo, mentre lo fai l'aggiunta o meno di un ingrediente cambia tutto, quando lo sforni l'unica cosa che cambia è chi se lo mangia
Edera non è connesso  
Vecchio 09-01-2012, 15.49.15   #6
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,257
Predefinito

Anche io mi sono chiesto più volte perchè la data di nascita e non di concepimento....
Apparte il fatto che un pò scettico sul fatto che nascere in un posto piuttosto che in un altro o in un mese piuttosto ch ein un altro crei dei cambiamenti lo sono sempre stato....
Però se questi influssi hanno qualche potere, dovrebbero averlo più su uno spermatozoo che su un feto già formato o no?

O forse si prende la nascita perchè è il momento terminale di un processo durato 9 mesi circa e quindi per quello è più importante, cioè non il momento in quanto tale ma il "bagno" di influssi cui uno è stato sottoposto per x mesi....
Rileggevo pochi giorni fa il 3d sugli archetipi planetari, in quel caso , ad esempio, essere sotto l'influenza di un pianeta piuttosto che un altro dipende sempre dal giorno/ora/posto di nascita?Cioè tutti quelli nati grossomodo i giorni in cui sono nato io alla stessa latitudine hanno tutti lo stesso destino cinico e baro?
__________________
in tenebris lux factus sum

Ultima modifica di luke : 09-01-2012 alle ore 15.51.26.
luke non è connesso  
Vecchio 09-01-2012, 15.51.48   #7
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,630
Predefinito

Ok mea culpa, non dovevo nominare creazione, non così di fretta almeno.
Uno non è connesso  
Vecchio 09-01-2012, 16.05.47   #8
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,184
Predefinito

Prima della nascita qualunque cosa è solo un potenziale che può nascere, cioè avere una capacità di esistere autonomamente e giuridicamente.
E' un cantiere che contiene l'idea e il materiale per realizzare l'idea, solo al suo compimento può nascere, cioè esistere in quanto realtà o idea realizzata.
Anche un bambino nei nove mesi di gestazione esiste come potenziale di essere umano formato e completo. Una malattia o trauma o altra volontaria causa potrebbe comprometterne la nascita e quindi l'esistenza di quel potenziale in cantiere, in via di formazione e completamento,
anche giuridicamente acquista il suo potere solo alla nascita e se nato vivo anche se subito dopo muore.
La nascita la vedo come la vera acquisizione dei poteri giuridici, del diritto all'esistenza.
__________________
"Due è meglio di una, la felicità si raddoppia!"
diamantea non è connesso  
Vecchio 09-01-2012, 17.18.27   #9
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,193
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
In molte tecniche di divinazione si prende come punto fondamentale la nascita, perchè?
Perchè, come nell'esempio del tavolino, è al momento della nascita (che si definisce anche come "venire alla luce") che l'oggetto acquista una sua esistenza autonoma, e tutti i pezzi assemblati inziano una nuova esistenza e un loro destino.
Nel caso del bambino, prima e durante la nascita fa sempre parte dell'organismo della madre, quindi non è a sè stante....

Nella creazione si crea un oggetto dove prima c'era il nulla, nella nascita gli elementi esistevano già prima ma separati e non in quella particolare forma di assemblaggio e unione che dà vita a qualcosa di nuovo....
__________________
स्तेल्ल
stella non è connesso  
Vecchio 09-01-2012, 18.45.03   #10
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,614
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Una nascita o ancor meglio una creazione è il processo con cui si integrano delle parti diverse in una nuova entità che ha caratteristiche complessive diverse da quelle delle parti di origine e quindi quasi interamente ne termina le singole catene di cause ed effetti iniziandone una nuova per il nuovo oggetto.


Insomma nasce il tavolino e si inserirà in una nuova catena di cause ed effetti.

Il luogo ed il periodo dove nasce questo tavolo lo esporrà alla possibilità di essere posseduto/comprato da determinate persone, queste lo porteranno in un determinato posto (per esempio più secco o più umido) e lo useranno in un certo modo (per mangiare, con tutto quello che ci cadrà sopra, oppure per scrivere etc...) quindi in un certo senso gli forgeranno un destino.

E' interessante anche capire che nel caso della semplice nascita può passare qualche cosa delle origini dei pezzi, per esempio un chiodo non pitturato potrebbe arrugginire (a nessuno ricorda il tallone di Achille?).

Ho preso spunto dalla divinazione per introdurre l'argomento, in realtà è ben più importante che cercare di conoscere il futuro.

Con una creazione invece questo non può accadere.
Mi confonde un pò perchè all'inizio, dove ho neretto, associ la nascita alla creazione e poi più giù però parli di "semplice nascita" che può avere punti deboli e la creazione no. Forse stai intendendo nei due periodi due nascite diverse? La prima non dettata dalla natura e la seconda si?

Non mi è molto chiaro neppure il perchè della sezione, ma questo mi spinge a pensare alla nascita e al destino come un continuo di cause ed effetti... come in fondo hai suggerito tu.

Nella semplice nascita veniamo al mondo come la somma di ciò che fummo come se fossimo da assemblare con il rischio tra l'altro di arruginire perchè tutte le parti di noi atte a creare in noi il nuovo non collaborano insieme per farlo al meglio.
Quando finalmente viene creata la nuova cosa) e possiamo modificare il destino di ogni singolo pezzo indirizzandolo in una più ristretta linea di eventi.
Insomma la crazione sembra essere l'unico modo per essere padroni del nostro destino. Si potrebbe pensare di indirizzarlo anche verso altre ere.

Hai parlato di integrazione nell'amalgamare i pezzi. Ma quindi, se ho capito bene, nell'integrare ogni singola parte mantiene la sua funzione, il suo individuale ( non riesco adesso ad essere più specifica) ma assume un ruolo determinante ed univoco per la nuova creatura nascente. Perde in effetti ogni potenziale futuro per assumerne uno e uno soltanto all'interno della creatura composta.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 09-01-2012, 18.52.23   #11
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stella Visualizza messaggio
Perchè, come nell'esempio del tavolino, è al momento della nascita (che si definisce anche come "venire alla luce") che l'oggetto acquista una sua esistenza autonoma, e tutti i pezzi assemblati inziano una nuova esistenza e un loro destino.
Nel caso del bambino, prima e durante la nascita fa sempre parte dell'organismo della madre, quindi non è a sè stante....

Nella creazione si crea un oggetto dove prima c'era il nulla, nella nascita gli elementi esistevano già prima ma separati e non in quella particolare forma di assemblaggio e unione che dà vita a qualcosa di nuovo....
Concordo, si usa la nascita per il tema natale per il fatto di "venire alla luce" che poi è, oltre all'inizio di autonomia di cui parla stella, il diventare dirrettamente soggetti alle influenze degli astri, potremmo dire alla configurazione elettromagnetica del mondo (luce appunto). Prima, durante la gestazione/cottura che avviene al buio (senza luce) la madre fa da filtro.
__________________

Ray non è connesso  
Vecchio 09-01-2012, 18.54.14   #12
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,257
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Concordo, si usa la nascita per il tema natale per il fatto di "venire alla luce" che poi è, oltre all'inizio di autonomia di cui parla stella, il diventare dirrettamente soggetti alle influenze degli astri, potremmo dire alla configurazione elettromagnetica del mondo (luce appunto). Prima, durante la gestazione/cottura che avviene al buio (senza luce) la madre fa da filtro.
E basta uno strato di pelle e muscoli per fare da filtro ad influenze che poi hanno la potenza di condizionarci quasi a vita?
Oppure è l'insieme di tutta la "configurazione " materna che ci protegge, quindi non solo la parte fisica?
__________________
in tenebris lux factus sum

Ultima modifica di luke : 09-01-2012 alle ore 18.58.23.
luke non è connesso  
Vecchio 09-01-2012, 19.41.31   #13
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Bon, mi ci è voluta l'imboccata di Sole per capire meglio il senso del post.. Quindi quando nasciamo semplicemente siamo la somma di pezzi che furono, quando riusciamo a creare noi stessi per mezzo del Lavoro possiamo avere le redini della nostra esistenza...
Edera non è connesso  
Vecchio 09-01-2012, 19.45.35   #14
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Prima, durante la gestazione/cottura che avviene al buio (senza luce) la madre fa da filtro.
Però le forze che si scatenano nel momento della gestazione sembrerebbero più forti rispetto a quelle in cui si viene alla luce ...mmm forse è solo suggestione allora
Edera non è connesso  
Vecchio 09-01-2012, 23.26.57   #15
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Mi ha colpito questo nuovo punto di vista che non avevo ancora considerato riguardo la nascita. Come una piccola rivelazione, non avevo mai pensato sotto questo punto di vista.

La nascita è il termine della catena di causa-effetto.

La nascita avviene al termine di un processo di integrazione di parti diverse. La creazione invece è fare dal nulla, portare qualcosa da quel luogo che è il non manifesto.

In entrambi i casi ecco che la catena che lega e che trattiene è spezzata. La catena di causa ed effetto è interrotta nel momento che qualcosa nasce a nuova vita.
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 10-01-2012, 00.22.48   #16
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,597
Predefinito

In pratica nulla si crea nulla si distrugge siamo "solo" magazzinieri più o meno capaci.

La nascita ci porta da un insieme di fattori vari (immagino il vasto patrimonio genetico fisico emotivo ecc parentale e sociale..) a diventare un'entità.
Mi chiedo se si possa considerare come nascita anche lo sviluppo della personalità considerando che andiamo a pescare tra i vari "oggetti" (bagaglio culturale sociale ecc) in nostro possesso per interagire con l'esterno scegliendo in modo più o meno consapevole come assemblare, cosa far venire alla luce.

Il chiodo arrugginito potrebbe essere un certo atteggiamento disfunzionale ereditato assieme al colore degli occhi o a una particolare allergia...
Se so che pezzi ho in mano posso anche sapere, in linea teorica, quale tipo di oggetti posso o non posso permettermi di costruire, giusto? Quindi se so di avere tutti i chiodi arrugginiti cercherò di usarne di più, di fare attenzione nel maneggiarli o, magari, di risolvere il problemacon un antiruggine..mmm...poco pratica di fai-da-te, mannaggia..

Creare. Sarebbe già tanto se riuscissimo a costruire...
__________________
dafne non è connesso  
Vecchio 10-01-2012, 11.07.02   #17
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,630
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Mi confonde un pò perchè all'inizio, dove ho neretto, associ la nascita alla creazione
Ho già scritto "mea culpa". In realtà non associo le due cose ma così potrebbe sembrare me ne rendo conto. Sono due cose diverse, Grey ha definito un pò meglio la faccenda, volendo aggiungere altro, sperando di non sintetizzare troppo, direi che la nascita è il processo fisico, la creazione un processo non fisico che a volte si può concretizzare fisicamente con la nascita.

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Concordo, si usa la nascita per il tema natale per il fatto di "venire alla luce" che poi è, oltre all'inizio di autonomia di cui parla stella, il diventare dirrettamente soggetti alle influenze degli astri, potremmo dire alla configurazione elettromagnetica del mondo (luce appunto). Prima, durante la gestazione/cottura che avviene al buio (senza luce) la madre fa da filtro.
Ha ragione Luke, un pò di pelle, ossa e carne non sarebbe sufficiente come filtro, il fulcro è nel distacco. Fino alla nascita e se vogliamo al taglio del cordone ombelicale mamma e figlio sono una sola cosa, fino alla nascita il figlio è nell'oroscopo della mamma se vogliamo parlare di oroscopi o nella catena di cause ed effetti della mamma (il padre è una delle cause della catena), se la mamma fosse avvelenata, per esempio, morirebbe anche il figlio o al minimo ne risentirebbe.
Con il taglio del cordone acquista un piccola infinitesimale indipendenza fisica.
Uno non è connesso  
Vecchio 10-01-2012, 19.15.45   #18
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,614
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio

Con il taglio del cordone acquista un piccola infinitesimale indipendenza fisica.
Solo fisica? Intendi perchè è neonato ed incapace di autoprovvedere a se stesso o vuol dire che un figlio resta legato all'oroscopo della madre ma con altre derivazioni ancora, come un aggiunta?
Vorrebbe dire che il ripetere delle azioni dei padri non è solo questione psicologica o di esempio ma di catene.. cosa già nota certo, ma in questi termini mi è nuova.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 10-01-2012, 19.23.36   #19
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,614
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Sono due cose diverse, Grey ha definito un pò meglio la faccenda, volendo aggiungere altro, sperando di non sintetizzare troppo, direi che la nascita è il processo fisico, la creazione un processo non fisico che a volte si può concretizzare fisicamente con la nascita.
No, non mi è chiaro scusa. Forse perchè intendo fisico come materia e tu fisico come corpo fisico. Se creo qualcosa la manifestazione c'è già, e pertanto è una nascita fisica, no? Ma appunto forse per fisico tu intendi solo il corpo... e allora mi sarebbe chiaro chiaro.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 11-01-2012, 12.52.43   #20
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,630
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
No, non mi è chiaro scusa. Forse perchè intendo fisico come materia e tu fisico come corpo fisico. Se creo qualcosa la manifestazione c'è già, e pertanto è una nascita fisica, no? Ma appunto forse per fisico tu intendi solo il corpo... e allora mi sarebbe chiaro chiaro.
No che non c'è già, la manifestazione segue la creazione, che poi spesso il processo sia talmente veloce che è indistinguibile possiamo essere d'accordo, ma c'è sempre la consequenzialità. Ora non mi viene un esempio, anzi si, uno povero ma accontentati.
Creo una nuova specie di rose modificando geneticamente i semi. La specie non c'è ancora manifesta, non ci sono ancora le rose manifeste, ma io l'ho già creata la nuova specie. Potresti dirmi che i semi sono già manifesti, ma tu considereresti l'inchiostro in tipografia manifestazione di un libro?
Se ti dico che quei semi sono la nuova specie di rose X devi fare un atto di fede (o al limite conoscere le giuste leggi della genetica per determinarlo per conto tuo) ma comunque non è manifesta la nuova specie.
Uno non è connesso  
Vecchio 11-01-2012, 13.06.59   #21
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,614
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Se creo qualcosa la manifestazione c'è già,
Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
No che non c'è già, la manifestazione segue la creazione, che poi spesso il processo sia talmente veloce che è indistinguibile possiamo essere d'accordo, ma c'è sempre la consequenzialità. Ora non mi viene un esempio, anzi si, uno povero ma accontentati.
Mi sono espressa da cani, scusami. Intendevo dire che appunto una volta creato qualcosa lo si manifesta subito dopo anche se non nel fisico. In ogni caso però hai risposto lo stesso al dubbio che avevo e ho capito il senso del fisico. Si può creare anche se non si è manifestato fisicamente. Ora ho chiaro.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
La donna più bella del mondo Ray Simboli 35 24-09-2009 23.02.27
nascita dafne Esperienze 5 30-12-2008 21.35.08
La nascita dell’arazzeria medicea RedWitch Spettacoli, Mostre e Manifestazioni 0 17-04-2008 12.40.28


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 22.48.30.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271