Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Psicologia moderna e antica

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 02-04-2012, 11.40.40   #76
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
fai finta, anche con te stesso, di perdonarlo
E alla prima scaramuccia viene su tutto...
Edera non è connesso  
Vecchio 02-04-2012, 11.47.40   #77
Cubo
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Cubo
 
Data registrazione: 22-02-2012
Messaggi: 391
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
In realtà non stai mai forzando il perdono (cosa che è impossibile) fai finta, anche con te stesso, di perdonarlo
forzo i primi passi nella direzione del perdono, se preferisci. siccome per me questi primi passi sono già compresi nella categoria del "perdono", io sto iniziando a perdonarlo.
è una situazione transitoria, si'. ma a volte necessaria, e che evolve o in un perdono "vero", o in una ritirata, da parte mia, dopo aver battuto il muso contro evidenza contraria.
__________________
"I shall tell you the truth as seen by a perfect cube.
It may not be the truth of your dimension, but it is mine."
Cubo non è connesso  
Vecchio 02-04-2012, 11.48.15   #78
Cubo
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Cubo
 
Data registrazione: 22-02-2012
Messaggi: 391
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Edera Visualizza messaggio
E alla prima scaramuccia viene su tutto...
stai parlando di te o di me?
__________________
"I shall tell you the truth as seen by a perfect cube.
It may not be the truth of your dimension, but it is mine."
Cubo non è connesso  
Vecchio 02-04-2012, 12.03.06   #79
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,630
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Cubo Visualizza messaggio
forzo i primi passi nella direzione del perdono, se preferisci. siccome per me questi primi passi sono già compresi nella categoria del "perdono", io sto iniziando a perdonarlo.
è una situazione transitoria, si'. ma a volte necessaria, e che evolve o in un perdono "vero", o in una ritirata, da parte mia, dopo aver battuto il muso contro evidenza contraria.
Vabbeh, ti parranno sofismi, ma in realtà quello che puoi forzare, e quello di cui stai parlando, è il cercare di comprendere l'altro per valutare se nel bilancio quello_che_ti_ha_fatto:come_sta_cambiando c'è spazio per il tuo perdono.
In sostanza quello che forzi è la possibilità di perdono, non il perdono in sè e se anche ritieni possibile il perdono non stai ancora perdonando neanche all'inizio.
Stiamo parlando ancora di processi completamente e solamente razionali, processi che a volte potrebbero essere, a torto o a ragione, essere completamente messi in parte o solo affiancati da altri processi irrazionali e che nella tua visione (quello che hai scritto sopra in altri post) definisci automatici ma non lo sono poi così tanto.
In ogni caso un vero e completo perdono necessita di entrambi, quindi anche non può esistere un perdono completamente irrazionale, senza cioè un processo di elaborazione, che sia questo conscio o inconscio.
Uno non è connesso  
Vecchio 02-04-2012, 12.08.47   #80
Cubo
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Cubo
 
Data registrazione: 22-02-2012
Messaggi: 391
Predefinito

mi aiuti PF a capire quali processi io definisco automatici, cosi' come ti è arrivato? ho il dubbio che ci sia un po' di equivoco, forse.
(in generale sono d'accordo col senso di quel che dici, e non sono sofismi, e comunque meglio i sofismi delle minacce, siamo facendo enormi passi in avanti)
__________________
"I shall tell you the truth as seen by a perfect cube.
It may not be the truth of your dimension, but it is mine."
Cubo non è connesso  
Vecchio 02-04-2012, 12.13.07   #81
webetina
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-07-2009
Messaggi: 1,452
Predefinito

Mi chiedo:

Se si considera il perdono un sentimento, bisognerebbe ammettere che lo si può provare con riserva.

Se invece per carattere ci si muove di prefernza in modo razionale, perdonare, si potrebbe intendere come una funzione più che altro della ragione? A mio parere solo in quel caso si può "provare" verso un altro o verso se stessi il perdono con riserva, ma è ancora sentimento?


Leggo ora Uno
__________________
"Le cose non sono sempre come sembrano...
Le cose sono esattamente come sembrano!"
webetina non è connesso  
Vecchio 02-04-2012, 12.30.25   #82
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,614
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da webetina Visualizza messaggio

Se si considera il perdono un sentimento, bisognerebbe ammettere che lo si può provare con riserva.
Non capisco, perchè?
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 02-04-2012, 12.41.46   #83
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Cubo Visualizza messaggio
forzo i primi passi nella direzione del perdono, se preferisci. siccome per me questi primi passi sono già compresi nella categoria del "perdono", io sto iniziando a perdonarlo.
è una situazione transitoria, si'. ma a volte necessaria, e che evolve o in un perdono "vero", o in una ritirata, da parte mia, dopo aver battuto il muso contro evidenza contraria.
Se ho capito bene (quello ch dici tu e quello che dice Uno) gli dici: ok, forse ti perdonerò. per lo meno non te lo nego subito adesso che me lo hai chiesto. Quel che forzi in realtà è uno spostamento nel tempo, trattieni la reazione e rimandi a futuri processi che potrebbero innescarsi.

Torna?
__________________

Ray non è connesso  
Vecchio 02-04-2012, 12.45.07   #84
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da webetina Visualizza messaggio
Se si considera il perdono un sentimento, bisognerebbe ammettere che lo si può provare con riserva.
Io non lo considero un sentimento, semmai un processo che ha una parte sentimentale, però non capisco come si può provare un sentimento con riserva. Se amo o odio qualcuno lo amo o lo odio punto. Questo sentimento potrebbe mutare ma adesso è così.
Le riserve sono mentali... e agiscono su una possibile repressione. Come dire ti amo/odio ma aspetto di vedere e in caso reprimo. O reprimo e aspetto di vedere se lasciare andare, ma quest ultimo è un raccontarsela ancora maggiore dato che una volta represso col tubo che lascio andare quando mi pare. Se fossi capace non avrei paura di provare nulla e se non avessi questa paura non reprimerei mai nulla.
__________________

Ray non è connesso  
Vecchio 02-04-2012, 13.13.12   #85
Cubo
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Cubo
 
Data registrazione: 22-02-2012
Messaggi: 391
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Se ho capito bene (quello ch dici tu e quello che dice Uno) gli dici: ok, forse ti perdonerò. per lo meno non te lo nego subito adesso che me lo hai chiesto. Quel che forzi in realtà è uno spostamento nel tempo, trattieni la reazione e rimandi a futuri processi che potrebbero innescarsi.

Torna?
no.
per me l'apertura è GIA' parte del perdono, è la prima fase del processo. non posso forzare il perdono, ma posso forzare (non sempre, senno' sarebbe un automatismo, e non è cosi') questa apertura. e se sono aperto a te io sono già tutto nella fase "perdono". che posso poi rimangiarmi, o pentirmi di avere concesso (in linea teorica, poi in pratica non mi succede mai), ma non è un'attesa del perdono, il perdono già c'e'.
__________________
"I shall tell you the truth as seen by a perfect cube.
It may not be the truth of your dimension, but it is mine."
Cubo non è connesso  
Vecchio 02-04-2012, 13.20.01   #86
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,614
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Cubo Visualizza messaggio
che posso poi rimangiarmi, o pentirmi di avere concesso .
Secondo me non si può pentirsi di aver dato perdono perchè vorrebbe dire che perdono non era in quanto il perdono chiude una situazione definitivamente.
Invece direi che ci si sente in colpa per aver mal valutato e c'è una nuova cosa da perdonare che si confonde con la precedente.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 02-04-2012, 13.33.44   #87
Cubo
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Cubo
 
Data registrazione: 22-02-2012
Messaggi: 391
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Secondo me non si può pentirsi.
secondo me si', fai una cosa sbagliata e poi ti penti di averla fatta.

__________________
"I shall tell you the truth as seen by a perfect cube.
It may not be the truth of your dimension, but it is mine."
Cubo non è connesso  
Vecchio 02-04-2012, 13.54.55   #88
webetina
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-07-2009
Messaggi: 1,452
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da webetina Visualizza messaggio
Mi chiedo:

Se si considera il perdono un sentimento, bisognerebbe ammettere che lo si può provare con riserva.
Avete ragione Sole e Ray, non ho espresso bene, voleva essere: bisognerebbe allora ammettere che lo si può provare con riserva.

Ed io non lo credo possibile se viene dal cuore come pensavo di avere chiarito dopo.
__________________
"Le cose non sono sempre come sembrano...
Le cose sono esattamente come sembrano!"
webetina non è connesso  
Vecchio 03-04-2012, 11.07.12   #89
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,630
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Cubo Visualizza messaggio
mi aiuti PF a capire quali processi io definisco automatici, cosi' come ti è arrivato? ho il dubbio che ci sia un po' di equivoco, forse.
(in generale sono d'accordo col senso di quel che dici, e non sono sofismi, e comunque meglio i sofismi delle minacce, siamo facendo enormi passi in avanti)
Beh sopra parlavi di perdono che potrebbe partire in automatico (testualmente, o molto simile non rileggo, "per forza"), quindi non razionalmente.

Rispondendo anche a post che hai aggiunto sotto e che non cito: il perdono (vero) non è una cosa che puoi ritirare... ma tutto sommato neanche pentirtene.
Se perdoni realmente sblocchi delle cose (detta in maniera molto semplice anche se è più complesso) e non che poi se ci ripensi puoi riformare (soprattutto da solo) quel blocco.
La vicenda che ti porta a dovere perdonare qualcosa nasce tra due (o più) persone, il perdono è univoco (anche se entrambi avessero da perdonare qualcosa all'altro), perchè uno commette un fatto, l'altro lo perdona.
Non so se rendo l'idea.... uno ti pesta un piede, tu lo perdoni, non è che puoi pentirti di averlo perdonato e togliergli il perdono ripestandoti il piede da solo.
L'ho banalizzata ma cerca di capire il concetto.

Se invece, e succede a volte, lui ti ripesta il piede è un'altro episodio.... magari tu potresti decidere che visto il precedente non vuoi riperdonarlo, ma non gli stai togliendo il perdono già dato.
Uno non è connesso  
Vecchio 03-04-2012, 13.50.32   #90
Faltea
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-03-2007
Messaggi: 1,164
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da webetina Visualizza messaggio
Avete ragione Sole e Ray, non ho espresso bene, voleva essere: bisognerebbe allora ammettere che lo si può provare con riserva.

Ed io non lo credo possibile se viene dal cuore come pensavo di avere chiarito dopo.
Infatti penso anch'io che sia o bianco o nero, o perdonato o no.
Non credo ci possa essere spazio per una riserva, un "per adesso"..

Mi sovviene.. ma nel caso di un tradimento, che perdono, ma nei momenti difficili o nelle giornate no, ho paura di non averlo in realtà fatto perché mi sento nel dubbio che l'altro mi possa tradire ancora...
Cos'è? Bisogna ri-perdonare? O forse per prima cosa bisogna perdonare se stessi per aver perdonato e solo allora si può perdonare davvero?

mente contorta... più del solito.
__________________
Non ho bisogno di chi la pensa come me, ma di crescere aprendo la mente a diversi modi di vedere e di pensare.
Faltea non è connesso  
Vecchio 03-04-2012, 14.06.35   #91
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Io penso che sia molto difficile perdonare, io vedo che su alcune cose ci passo sopra, però non dimentico quello che mi è stato fatto, sicuramente se perdonassi tutto e cancellerei tutto, farei sempre gli stessi errori.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 03-04-2012, 14.24.48   #92
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,614
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Faltea Visualizza messaggio
Mi sovviene.. ma nel caso di un tradimento, che perdono, ma nei momenti difficili o nelle giornate no, ho paura di non averlo in realtà fatto perché mi sento nel dubbio che l'altro mi possa tradire ancora...
Cos'è? Bisogna ri-perdonare? O forse per prima cosa bisogna perdonare se stessi per aver perdonato e solo allora si può perdonare davvero?

.
ma sono due cose diverse. Io perdono, ma la fiducia non si concede gratis, è un valore che non va deprezzato (mi disse una volta qualcuno... ).
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 03-04-2012, 14.58.37   #93
Cubo
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Cubo
 
Data registrazione: 22-02-2012
Messaggi: 391
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Beh sopra parlavi di perdono che potrebbe partire in automatico (testualmente, o molto simile non rileggo, "per forza"), quindi non razionalmente.

Rispondendo anche a post che hai aggiunto sotto e che non cito: il perdono (vero) non è una cosa che puoi ritirare... ma tutto sommato neanche pentirtene.
Se perdoni realmente sblocchi delle cose (detta in maniera molto semplice anche se è più complesso) e non che poi se ci ripensi puoi riformare (soprattutto da solo) quel blocco.
La vicenda che ti porta a dovere perdonare qualcosa nasce tra due (o più) persone, il perdono è univoco (anche se entrambi avessero da perdonare qualcosa all'altro), perchè uno commette un fatto, l'altro lo perdona.
Non so se rendo l'idea.... uno ti pesta un piede, tu lo perdoni, non è che puoi pentirti di averlo perdonato e togliergli il perdono ripestandoti il piede da solo.
L'ho banalizzata ma cerca di capire il concetto.

Se invece, e succede a volte, lui ti ripesta il piede è un'altro episodio.... magari tu potresti decidere che visto il precedente non vuoi riperdonarlo, ma non gli stai togliendo il perdono già dato.
si', in questo senso sono d'accordo
__________________
"I shall tell you the truth as seen by a perfect cube.
It may not be the truth of your dimension, but it is mine."
Cubo non è connesso  
Vecchio 03-04-2012, 15.06.26   #94
webetina
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-07-2009
Messaggi: 1,452
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Faltea Visualizza messaggio
Cos'è? Bisogna ri-perdonare? O forse per prima cosa bisogna perdonare se stessi per aver perdonato e solo allora si può perdonare davvero?
Penso si, perdonare ogni volta. Perdonare non vuol dire che l'altro non lo farà mai più, è chiaro che non si dimentica. Anche per me sono due cose distinte e separate.

Perchè perdonare te stessa che hai perdonato? Non hai fatto qualcosa di male. Dovresti perdonare forse te stessa se col perdono ti aspetti che l'altro sia cambiato. Può succedere che chi riceve il perdono cambi, ma non è sicuro.
__________________
"Le cose non sono sempre come sembrano...
Le cose sono esattamente come sembrano!"
webetina non è connesso  
Vecchio 04-04-2012, 13.19.17   #95
Faltea
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-03-2007
Messaggi: 1,164
Predefinito

Penso a quelle siturazioni in cui l'uomo rincasa tardi, magari dopo una serata con gli amici al bar, dimenticandosi della cena, e la donna che lo riprende, si arrabbia ed alla fine perdona, ma lui continua imperterrito ad arrivare tardi la sera..

Questo non è perdono è ingenuità e voler non vedere..

Per quello dico perdonare per aver perdonato, non è un male un perdono così?
__________________
Non ho bisogno di chi la pensa come me, ma di crescere aprendo la mente a diversi modi di vedere e di pensare.
Faltea non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Giuda Era Esoterismo 84 08-11-2011 17.18.21
Ricordarsi di sé Kael Esoterismo 85 19-10-2011 11.17.44
Confessione o confessione.. cassandra Esperienze 74 23-10-2009 13.15.09
Battesimo falco Tradizioni Spirituali ed Esoteriche 33 05-01-2008 16.01.20
I Libri Ray Esoterismo 26 25-02-2007 22.47.53


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 10.14.26.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271