Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Giardino Filosofico > Esperienze

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 25-12-2008, 00.10.16   #1
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,597
Predefinito nascita

Mai come in questa notte sento vicino il mistero della nascita, per quanto io possa aver smarrito il sentiero che mi porta in chiesa,per quanto la stanchezza la vechiaia abbiano messo kilometri tra me e questo avvenimento stasera sono qui a pensare.
A pensare a quanto ci sia di vero nella frase che nascita e morte fanno parte dello stesso cerchio...ma molto poco filosoficamente il mio pensiero si sofferma sui miei bambini, complice un film carino sulla gravidanza adolescenziale ( "Juno" per la precisione, carino davvero).
Un pensiero si affaccia, ma io me li ricordo i miei cuccioli appena nati?

Il dolore è stato forte ritrovando la nebbia a pararsi davanti come un muro, ma per la verità è proprio di nebbia che si tratta, non è un muro di mattoni e calce.
E per quanto tornare ai primi momenti, ai primi cambi, ai pianti alle manine minuscole sia difficile mi rendo conto che c'è stato, che è davvero successo...

Qualcosa blocca i miei ricordi sfumanfoli come sogni...
Che cosa distingue il sogno dalla realtà? Mi risulta sempre difficile trovare un barlume di risposta ma mentre torno alla sensazione della minuscola e fragile testina nella mia mano, alle dita che si serravano attorno al mio indice e a tante piccole cose che credevo perdute per sempre o mai vissute ecco che il mistero della nascita mi riavvolge e mi lascia come allora esterefatta.

Per emergere qualcosa qualcos'altro deve scomparire, per nascere-per analogia-qualcosa deve morire.
Esiste un bellissimo libro intitolato appunto "nascita di una madre", perchè difficilmente madri si nasce.

Sospetto, nel mio caso, che la nascita sia arrivata ma che quel qualcosa che doveva morire (la figlia?) non se ne sia andato e che quel qualcosa che doveva scomparire e lasciare spazio ed energie buone oggi stia succhiando ancora, come a un biberon, qualcosa che di fatto non gli apparterrebbe.

Questa sera per la prima volta ho accolto in pieno il mio desiderio di essere madre, per quanto quell'accidenti di qualcosa si sforzi e cerchi ancora di fare resistenza, e mentre l'attrito cresce, semplicemente...ma non è mai semplicemente...resto ad ascoltare.

Una madre bambina.

Ma ogni cosa nasce per poi morire e forse si avvicina il tempo definitivo anche per quel qualcosa di andarsene via.
Di buono c'è che mi rimarrà l'esperienza, le sensazioni e le emozioni e la frustrazione vissute mi danno modo di capire un pochino di più l'essere umano.
Un pò come allenare l'orecchio ai tanti strumenti musicali e riuscire poi a riconoscerli in una sinfonia.
Non so a cosa e se mi servirà ma anche questa è esperienza. Questo pensiero mi consola.

Sono una madre. Una mamma.
E forse se smettessi di dirmi che non sono la madre che avrei dovuto essere dicendomi che non sono la madre che avrei voluto essere forse sarebbe più facile.
Mentre quel qualcosa ghigna e mi sfotte, perchè sono piccola, infantile, inaffidabile,capricciosa ecc ecc ecc mi capita di pensare che non è così, o meglio, che è anche così.

Hai proprio ragione Ray, un anche dà un ampio respiro, concede la possibilità ad altro di esistere, di affacciarsi e a volte anche convivere. Perchè non posso negare ciò che sono stata, fà comunque parte del mio esistere.

Chissà se il miracolo della nascita si affaccerà ancora alla mia porta, penso di si, nascita nuova dentro e chissà magari un giorno una nascita nuova fuori.
Perchè non dovrei candidamente ammettere che il pensiero di essere madre ancora mi fà arrossire di piacere?
..con un pò più di testa però stavolta e anche con più cuore.

Semplicemente(se può esserlo), questa cosa mi piace.

Di sicuro stanotte è nata una nuova conspevolezza, un nuovo desiderio, il desiderio di aiutarmi a crescere. Diventare più grande ...e non più larga

felice Natale gente
dafne non è connesso  
Vecchio 25-12-2008, 12.18.47   #2
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,193
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio

Di sicuro stanotte è nata una nuova conspevolezza, un nuovo desiderio, il desiderio di aiutarmi a crescere. Diventare più grande ...e non più larga

felice Natale gente
Ti auguro che questo desiderio si avveri, comunque sia, sii sempre tu, sii come sei, crescendo giorno dopo giorno si diventa grandi.
Auguri

stella non è connesso  
Vecchio 25-12-2008, 20.52.07   #3
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio

Qualcosa blocca i miei ricordi sfumanfoli come sogni...
Che cosa distingue il sogno dalla realtà? Mi risulta sempre difficile trovare un barlume di risposta ma mentre torno alla sensazione della minuscola e fragile testina nella mia mano, alle dita che si serravano attorno al mio indice e a tante piccole cose che credevo perdute per sempre o mai vissute ecco che il mistero della nascita mi riavvolge e mi lascia come allora esterefatta.

Per emergere qualcosa qualcos'altro deve scomparire, per nascere-per analogia-qualcosa deve morire.
Esiste un bellissimo libro intitolato appunto "nascita di una madre", perchè difficilmente madri si nasce.


Questa sera per la prima volta ho accolto in pieno il mio desiderio di essere madre,
Sono una madre. Una mamma.
E forse se smettessi di dirmi che non sono la madre che avrei dovuto essere dicendomi che non sono la madre che avrei voluto essere forse sarebbe più facile.

chissà se il miracolo della nascita si affaccerà ancora alla mia porta, penso di si, nascita nuova dentro e chissà magari un giorno una nascita nuova fuori.
Perchè non dovrei candidamente ammettere che il pensiero di essere madre ancora mi fà arrossire di piacere?
..con un pò più di testa però stavolta e anche con più cuore.

Semplicemente(se può esserlo), questa cosa mi piace.

Di sicuro stanotte è nata una nuova conspevolezza, un nuovo desiderio, il desiderio di aiutarmi a crescere. Diventare più grande ...e non più larga

felice Natale gente
spero che tu abbia passato una serena giornata... mi è piaciuto particolarmente il tuo messaggio, l'essere madre è condizione naturale ma non per questo perfetta, è motivo di crescita quando si diventa madri con consapevolezza e la bambina che c'è in ogni donna diventa grande e sente calare su di sè tutto il peso di una nuova vita, responsabilità che non l'abbandonerà più...i luoghi comuni della felicità perfetta sono falsi, quando ti nasce un figlio è un'emozione bellissima ma allo stesso tempo un'esperienza agosciosa, sai che da quel momento la tua vita non è più tua, l'hai donata ad un esserino che ti chiede di diventare grande e tu devi obbedirgli senza condizioni, senza pattuire, non c'è alternativa...
desiderare un'altra maternità è cosa bella se si pensa ai figli, a quello che possiamo offrirgli, generare per gratificarci o sentirci giovani non è una buona cosa, secondo me, allora sarebbe meglio tentare di far nascere dentro noi una nuova realtà, una nuova identità più matura, buona fortuna, dafne!
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 30-12-2008, 00.53.02   #4
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,597
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
spero che tu abbia passato una serena giornata... mi è piaciuto particolarmente il tuo messaggio, l'essere madre è condizione naturale ma non per questo perfetta, è motivo di crescita quando si diventa madri con consapevolezza e la bambina che c'è in ogni donna diventa grande e sente calare su di sè tutto il peso di una nuova vita, responsabilità che non l'abbandonerà più...i luoghi comuni della felicità perfetta sono falsi, quando ti nasce un figlio è un'emozione bellissima ma allo stesso tempo un'esperienza agosciosa, sai che da quel momento la tua vita non è più tua, l'hai donata ad un esserino che ti chiede di diventare grande e tu devi obbedirgli senza condizioni, senza pattuire, non c'è alternativa...
desiderare un'altra maternità è cosa bella se si pensa ai figli, a quello che possiamo offrirgli, generare per gratificarci o sentirci giovani non è una buona cosa, secondo me, allora sarebbe meglio tentare di far nascere dentro noi una nuova realtà, una nuova identità più matura, buona fortuna, dafne!
Ha avuto un interessante effetto bomba questa frase...obbedire senza condizioni? Mai e poi mai!! quello che sotto sotto ho dato in risposta...ci ho messo un pochino a vederlo...grazie

La sera in cui ho scritto questo passaggio avvertivo la stessa innocente sicurezza dell'assoluta e certa felicità in arrivo che provavo molti anni fà, è stato bello riuscire a sentirmi ancora una principessa nonostante tutto
E' stato un primo passo per riavvicinarmi a quello che per me è stato un pò un trauma, avere un bambino ...
Ma questa sensazione, questo desiderio me lo tengo vicino perchè credo sia il mio modo per riavvicinarmi a un passato che ho perduto ma che continua a cercarmi.

Naturalmente il corpo stà somatizzando e stò da cani ma credo sia un pò come bere la medicina schifosissima ma che ti fà guarrire .

dimenticavo..grazie Stella
dafne non è connesso  
Vecchio 30-12-2008, 01.50.21   #5
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Ha avuto un interessante effetto bomba questa frase...obbedire senza condizioni? Mai e poi mai!! quello che sotto sotto ho dato in risposta...ci ho messo un pochino a vederlo...grazie

non ho ben capito che cosa il mio messaggio ti abbia procurato...la frase che sottolinei è riferita a quella piccola vita che nasce dentro di te e che per alcuni anni assorbirà totalmente la tua vita, perchè tu sei responsabile della sua, certo non parlo di figli grandi e indipendenti.

a me almeno è accaduto questo, mi sono sentita prigioniera dello stesso essere da me generato nonostante l'affetto unico che si prova verso il proprio figlio.
il passaggio successivo forse non l'ho capito e ti chiedo scusa se in qualche modo ti ho potuto ferire, di certo non era mia intenzione.
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 30-12-2008, 21.35.08   #6
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,597
Predefinito

sorry, non mi sono espressa bene, in realtà ti avevo frettolosamente, troppo frettolosamente, ringraziata per avermi fatto notare (anche se non era la tua intenzione in realtà) una cosa di me stessa che mi sfuggiva, di quanto spesso io mi senta costretta a fare delle cose, quasi obbligata, e mi sfugga completamente il piacere di farle e il fatto che le ho volute, scelte io ...

porta pazienza, mi conosci poco, sono una casinista nata ma le tue parole mi hanno fatto bene non male

dafne non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
La nascita dell’arazzeria medicea RedWitch Spettacoli, Mostre e Manifestazioni 0 17-04-2008 12.40.28
Ego-Io RedWitch Esoterismo 25 25-01-2007 18.05.35
Sulla nascita della vita Fausto Intilla Scienza 0 08-10-2006 13.47.07
I segni dello zodiaco moonA Astrologia Occidentale 14 28-07-2006 15.30.46


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 22.19.58.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271