Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Psicologia moderna e antica > Sogni

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 04-04-2012, 18.13.20   #1
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,528
Predefinito Risveglio in amore.

Dunque stanotte ero nella mia camera da letto con leggera luce filtrante di un mattino già iniziato ed ero sotto le lenzuola felice e beata con un uomo. Il mio, s'intende, chiacchieriamo ( ) e lo guardo.
Com'è come non è è un poliziotto di una nota serie televisiva, un collega di quello di colore dell'altro sogno (no commet) ma di un'altra squadra. Ha spalle larghe e muscolose e occhi nocciola (no questo non mi ha fatto mai impressione )
Non ricordo di che si parla ma è molto sereno, sorride e mi sento molto al sicuro. In casa si sentono voci, lontane alla fine del corridoio.

All'improvviso entra mio figlio maggiore, ci vede ed esce, ma senza sbattere la porta, vado un attimo in panico ma mentre penso a cosa fare lui mi dice di stare tranquilla, di alzarmi con calma che al ragazzo ci pensa lui.

Il suo fare estremamente quieto mi tranquillizza un pò ma una parte rimane in allarme.
Mentre vestita esco dalla camera diretta verso la cucina passo davanti al bagno dove il minore sta litigando con una bambina.
Entro e blocco i due, entrambi molto piccoli d'età, mio figlio decisamente di più di quello che è, e mentre cerco di togliere dalla faccia della bambina piccola di colore del detersivo della lavatrice chiedo spiegazioni.

Dove abito la finestra del bagno da su un terrazzino a cui si accede anche dalla cucina che è alla fine del corridoio delle camere. Li ci sono mio figlio maggiore e il mio compagno che parlano.
Da una parte ascolto mio figlio in bagno ma con un orecchio cerco di captare i toni della conversazione perchè la tentazione fortissima è di andare in cucina e vedere che succede tra i due che sono in terrazza.

Mio figlio minore mi dice che la bimba lo picchia spesso e gli fà i dispetti, le voci in terrazza sono pacate e quindi mi riconcentro su di lui. Finisco di pulire la bimba e gli dico che lo capisco, che ha ragione ad essere arrabbiato perchè lei è davvero tremenda e lo dico guardando la bimba negli occhioni. Poi però gli dico che comunque non può reagire così perchè il sapone negli occhi è una cosa molto pericolosa e che dobbiamo trovare un sistema per far stare più tranquilla lei e controllare le reazioni di lui.

Percepisco dal terrazzo il mio di lui che chiede al maggiore se gli dà fastidio che frequenti sua mamma e di fronte al silenzio aggiunge qualcosa come che è normale che si senta così...Mi riconcentro sul bagno e poi esco andando a fare altro, lasciando che mio figlio maggiore e lui continuino il dialogo senza intromettermi.
Mi sento tranquilla, la sua energia pacata è come se tenesse quieta anche me facendomi capire che non è successo nulla di male, che è andato tutto come doveva andare,che si risolverà per il meglio.
Ho scelto bene.
__________________
Non è coraggio senza paura
dafne non è connesso  
Vecchio 04-04-2012, 18.46.42   #2
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,528
Predefinito

Finalmente!
Finalmente un sogno dove l'essere in compagnia di un uomo non s'accompagna (bel gioco di parole, mi stringo la mano ) al senso di vergogna o a situazioni paradossali.

L'ambiente sereno e molto romantico della mattinata appena un pò tarda e le chiacchiere, la presenza fisica solida e quieta fino al classico punto in cui qualcosa rompe l'equilibrio.

Mio figlio maggiore. In genere è a lui che associo questo diritto/dovere in effetti. Entra in camera senza bussare, quasi fosse camera sua, irrazionalmente penso a un cordone ombelicale non tagliato. Nella realtà probabilmente è solo l'abitudine del non esserci un uomo nel mio letto e di trovare sempre la porta della camera spalancata.
La sua entrata in scena scatena i miei sensi di colpa di madre che vorrebbe rincorrerlo ma il mio lui mi ferma e mi tranquillizza. Rporta la situazione a quello che è e ne prende in mano la direzione ma non per prepotenza ma perchè in quel momento la sua energia maschile è quella adatta a ristabilire l'equilibrio.
Probabilmente è più consapevole di me che non sarei in grado di gestire la cosa senza imbarazzi e facendo mille giri.

Mi vesto e vado per cercarli ma mi fermo in bagno, l'altro mio figlio stà litigando con una bimbetta di colore che non so proprio a cosa collegare. Litigano in bagno corpo a corpo e gli sta buttando addosso del sapone in polvere.
Nel parlargli tendo l'orecchio verso il terrazzo ma vengo di nuovo tranquillizzata dai toni. Allora riconosco a mio figlio minore la rabbia per i dispetti che gli fà la bimba ma gli dico che comunque il sapone negli occhi fà male e non deve farlo più. Alo stesso tempo ammonisco la bimba che non verrà perdonata per altri dispetti.
Faccio la mamma insomma

Nell'andare di là sento che il mio compagno stà affrontando il problema in modo diretto ma sereno e mi sento tranquilla.
Il moto di allarme e di difesa che avevo verso mio figlio lo visualizzo come un mettersi in mezzo, frapporsi a un atteggiamento di scontro che di solito era violento (col maschile intendo) mentre stavolta non c'è bisogno di difendere nessuno, anzi.
La cosa mi disorienta un pò ma l'energia stabile di lui stabilizza indirettamente anche me così vado avanti con le mie cose.

Mi si schiarisce il perchè il mio psicoamico mi abbia detto tempo fà che non potevo farcela da sola.
Di certo una pesona così accanto riequilibrerebbe di botto tutto il sistema.
Non ho fatto nulla per emerginarlo o mandarlo via stavolta, potrei sperare che sia premonitorio oppure cercar di capire se è applicabile al mio quotidiano in altro modo.
Ma non posso inventarmelo stò tipo?
__________________
Non è coraggio senza paura
dafne non è connesso  
Vecchio 04-04-2012, 21.01.10   #3
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,528
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Com'è come non è è un poliziotto di una nota serie televisiva, un collega di quello di colore dell'altro sogno (no commet) ma di un'altra squadra..
Invece no, la squadra è la stessa, mi sono appena resa conto che è la prima volta che vedo così bene due volti...anche se poi da sveglia invece non è lo stesso, tanto che mi confondo nelle squadre...
__________________
Non è coraggio senza paura
dafne non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Il primo amore non si scorda mai griselda Aforismi, Proverbi, Modi di dire 22 11-06-2008 20.28.48
Amore caro amore bello griselda Testi Canzoni 0 26-10-2006 14.19.04
Jacques Prevert: Questo Amore Red Letteratura & Poesia 5 08-05-2005 18.02.23
AMORE O SESSO Red Letteratura & Poesia 1 07-05-2005 12.58.07
Amore impossibile - Tiromancino Amy Testi Canzoni 0 13-12-2004 00.15.59


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 18.39.56.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271