Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Piazza > Manifestazione pacifica del nostro volere

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 01-10-2009, 01.04.06   #26
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
90 giorni? Ma allora di che stiamo parlando?
48 giorni se li può fare benissimo, ma ovviamente hanno poco senso adesso come aveva poco senso una condanna a 90 giorni all'epoca.
Sta di fatto però che il signor Polansky non contento di essersela cavata con 3 mesi per una cosa piuttosto squallida (oltre che terribile per la ragazzina) se n'è infischiato e non ha fatto nemmeno quelli.

Ma siamo sicuri sui 90 giorni? Io non ho tempo per cercare adesso...
io da qualche parte avevo letto che aveva patteggiato 8 anni (ne rischiava una trentina) ma non sono sicuro, cercherò.
Ray non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 01.41.28   #27
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Forse non è stato detto ma Roman Polanski oggi ha 76 anni e quando violentò la tredicenne ne aveva 44 di anni, era in 1977.

Come ho detto prima egli aveva patteggiato la condanna con il tribunale di Santa Monica a Los Angeles. Il procuratore in cambio della sua ammissione gli aveva risparmiato il carcere lasciando perdere le altre accuse, tra cui stupro con uso di stupefacenti, perversione e sodomia.
Successivamente, a distanza di quasi 30 anni dai fatti, la ragazza aveva pubblicamente perdonato il regista, oggi è una donna sposata e vive nelle isole Hawaii. .
Fu fatto un'accordo con la procura di Los Angeles, proprio mentre il tribunale si apprestava ad incarcerare Polanski.
Come dissi prima Polansky riuscì a fuggire in Francia ed in Polonia per tutto questo tempo.

Negli ultimi tempi il cineasta aveva cercato un accordo con la magistratura americana, offrendo un'ammissione di colpevolezza in cambio di una revisione della condanna.
L'8 maggio l'ultimo dei giudici coinvolti, Peter Espinoza, ha riconosciuto che il pubblico ministero aveva commesso errori sostanziali al momento del processo, ma ha sostenuto che la legge non consente gesti di clemenza nei confronti di un latitante.
Se Polanski sarà estradato negli Stati Uniti potrebbe quindi dover affrontare un nuovo processo per stupro a Los Angeles e rischiare fino a 50 anni di carcere.
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 04.43.55   #28
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Grey Owl Visualizza messaggio
Forse non è stato detto ma Roman Polanski oggi ha 76 anni e quando violentò la tredicenne ne aveva 44 di anni, era in 1977.

Come ho detto prima egli aveva patteggiato la condanna con il tribunale di Santa Monica a Los Angeles. Il procuratore in cambio della sua ammissione gli aveva risparmiato il carcere lasciando perdere le altre accuse, tra cui stupro con uso di stupefacenti, perversione e sodomia.
Successivamente, a distanza di quasi 30 anni dai fatti, la ragazza aveva pubblicamente perdonato il regista, oggi è una donna sposata e vive nelle isole Hawaii. .
Fu fatto un'accordo con la procura di Los Angeles, proprio mentre il tribunale si apprestava ad incarcerare Polanski.
Come dissi prima Polansky riuscì a fuggire in Francia ed in Polonia per tutto questo tempo.

Negli ultimi tempi il cineasta aveva cercato un accordo con la magistratura americana, offrendo un'ammissione di colpevolezza in cambio di una revisione della condanna.
L'8 maggio l'ultimo dei giudici coinvolti, Peter Espinoza, ha riconosciuto che il pubblico ministero aveva commesso errori sostanziali al momento del processo, ma ha sostenuto che la legge non consente gesti di clemenza nei confronti di un latitante.
Se Polanski sarà estradato negli Stati Uniti potrebbe quindi dover affrontare un nuovo processo per stupro a Los Angeles e rischiare fino a 50 anni di carcere.
Come vedete tutto il mondo e' paese.
Siamo in America non in Italia : e' stata patteggiata una pena da nulla . Ma perche' ?
Il Pubblico Ministero potrebbe aver commesso errori ?
In che senso: che Polanski potrebbe essere piu' colpevole o meno?
Non si capisce , dalle parole del Giudice sembrerebbe che dia piu' fastidio che sia scappato ed abbia evaso la pena che non quale sia la verita' dei fatti accaduti che ripeto non conosciamo . Verrebbe da pensare allora che il fatto sia da ridimensionare in qualche modo ma non lo sappiamo ripeto .
Tornando al generale ed a noi , in un 3d volevamo quasi assolvere un negoziante che ha rincorso ed ammazzato un ladro con una spranga , qui vogliamo far scontare una pena 32 anni dopo il fatto.
Tra questi 2 poli opposti sta la grande difficolta' di fare veramente Giustizia .
Quasi sempre si fa giustizialismo cioe' abuso della giustizia per fini che nulla hanno a che fare con la Giustizia .
Com'e' oggi la giustizia : lo Stato non ha la forza , le strutture e la capacita' di fare Giustizia ci sono delle regole che tengono conto anche di questo ( del sovraffollamento delle carceri per esempio , del fatto che la rieducazione non esiste , dei costi di un detenuto ecc. ) e vanno applicate e basta .
Ma le regole sono contraddittorie per cui da una parte abbiamo i principi della giusta pena che deve tendere alla rieducazione in quanto non avrebbe nessun valore nella nostra cultura una pena che avesse solo una funzione repressiva ,
da qui la condanna della pena di morte ,
Dall'altra mancano i mezzi e le capacita' per realizzare una giusta condanna in tempi brevi ed una pena certa.
Ne esce un sistema che e' un mostro perche' non fa giustizia ma solo giustizialismo cioe' abuso della giustizia.
Tanto e' vero che i Pubblici Ministeri ritengono che l'unica pena vera e certa oggi e' quella che viene irrogata in via preventiva quando ancora l'indagato non e' stabilito che e' colpevole ma il PM ha deciso che e' un '' cattivo '' non importa poi se verra' assolto o meno .
Vorrei vedere se capitasse a voi di finire tra le mani di certi PM cosa direste e puo' capitare a tutti oggi di finirci in mezzo .
Altra pena certa oggi e' quella mediatica di chi e' sbattuto sui giornali come mostro a 2 giorni dal fatto senza verifica alcuna dei fatti .
Questa e' la realta' e questa e' la Giustizia in realta solo giustizialismo .
Decidiamo se dobbiamo parlare della giustizia com'e' o come dovrebbe essere perche sono discorsi completamente diversi .

Se parliamo di giustizialismo una pena 30 anni dopo il fatto potrebbe ancora servire ma se parliamo di Giustizia potrebbe essere inutile .

Ultima modifica di nikelise : 01-10-2009 alle ore 04.51.00.
nikelise non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 09.47.26   #29
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Nike perpiacere mi daresti la tua definizione di giustizia?

grazie
Giustizia viene da jus e stare , stare secondo diritto .
La giustizia e' determinata dalle leggi vigenti.
E con questo non ho detto nulla perche' le leggi vanno e vengono e le regole per chi le deve applicare cambiano e lasciano margini di discrezionalita' enormi , come e' giusto , per adattarle ai singoli fatti concreti .
Come vedi e' meno semplice di come appare.
nikelise non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 09.51.37   #30
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
In che senso: che Polanski potrebbe essere piu' colpevole o meno?
Non si capisce , dalle parole del Giudice sembrerebbe che dia piu' fastidio che sia scappato ed abbia evaso la pena che non quale sia la verita' dei fatti accaduti che ripeto non conosciamo . Verrebbe da pensare allora che il fatto sia da ridimensionare in qualche modo ma non lo sappiamo ripeto .
Tornando al generale ed a noi , in un 3d volevamo quasi assolvere un negoziante che ha rincorso ed ammazzato un ladro con una spranga , qui vogliamo far scontare una pena 32 anni dopo il fatto.
Tra questi 2 poli opposti sta la grande difficolta' di fare veramente Giustizia .
Ebbeh, se il negoziante fosse scappato, innocente o colpevole dal mio punto di vista una conseguenza doveva averla comunque, nello stesso modo in cui deve averla la vicenda di Polansky.

Mi rendo conto che a prima vista quel che scrivo può sembrare una qualche forma di vendetta, io invece sto affermando la necessità di una certezza della pena per tutti qualora si sia giudicati colpevoli.
Se il negoziante è stato condannato io esprimo una mia opinione a favore o contro, ma stai sicuro che non vado sotto il carcere a protestare in corteo. Al limite se fosse una persona a me vicina vedrei se è possibile adoperare gli strumenti della legge per chiedere una revisione o cose simili.
In quest'altro caso non accetto (o meglio lo accetto formalmente, ma non sostanzialmente) che un tizio che ha soldi o conoscenze (per esempio parecchi terroristi anche "nostri") il cosiddetto vip possa nascondersi all'estero e dopo essersi fatto una vita tranquilla magari anche tornare a dettare morali, mode e simili.
Ma quale artista... quali filosofi....
I veri artisti e filosofi non sono al di fuori delle regole, anzi le studiano per usarle al meglio.
Uno non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 09.52.27   #31
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Scusa Nike però a me pare che tu mischi due discorsi in uno.
I tempi della gisustizia e la giustizia della punizione.
La punizione o come preferisco chiamarlo, il pagamento della colpa deve esserci è sacrosanto che ci sia in qualunque modo si esprima deve sempre essere equiparato alla colpa.
Sui tempi dell'applicazione della giustizia allora non ci piove che hai ragione. E' penoso e ingiusto il sistema applicativo.
Qui si parla però del primo caso e cioè il pagamento del debito e con il sistema e con la coscienza e con la parte lesa.
Se così non fosse tu affermeresti che L'Universo applica giustizialismo e cerca vendetta. Si, perchè vuoi o non vuoi, il debito nelle Leggi Universali lo Devi pagare e ogni giorno che passe non diminuisce affatto ma si sommano gli interessi. E non c'è un tempo stabilito lo puoi anche pagare tra 300 o 3000 anni.. ma lo pagherai..
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?

Ultima modifica di Sole : 01-10-2009 alle ore 09.55.20.
Sole non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 10.50.36   #32
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Ebbeh, se il negoziante fosse scappato, innocente o colpevole dal mio punto di vista una conseguenza doveva averla comunque, nello stesso modo in cui deve averla la vicenda di Polansky.

Mi rendo conto che a prima vista quel che scrivo può sembrare una qualche forma di vendetta, io invece sto affermando la necessità di una certezza della pena per tutti qualora si sia giudicati colpevoli.
Se il negoziante è stato condannato io esprimo una mia opinione a favore o contro, ma stai sicuro che non vado sotto il carcere a protestare in corteo. Al limite se fosse una persona a me vicina vedrei se è possibile adoperare gli strumenti della legge per chiedere una revisione o cose simili.
In quest'altro caso non accetto (o meglio lo accetto formalmente, ma non sostanzialmente) che un tizio che ha soldi o conoscenze (per esempio parecchi terroristi anche "nostri") il cosiddetto vip possa nascondersi all'estero e dopo essersi fatto una vita tranquilla magari anche tornare a dettare morali, mode e simili.
Ma quale artista... quali filosofi....
I veri artisti e filosofi non sono al di fuori delle regole, anzi le studiano per usarle al meglio.
Che Polansky non sia un Socrate che sconta la pena nonstante si ritenga innocente , mi pare cosa certa .
Mi domando come mai il Giudice americano accetto' un patteggiamento con una pena cosi' ridicola per un fatto cosi' grave e quali fossero gli errori dell'accusa al tempo .
Comunque che sconti questi 48 giorni dopo 32 anni altrimenti il sistema salta , chi crederebbe piu' ad una giustizia che fosse cosi' clemente : dura lex sed lex .
nikelise non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 10.54.22   #33
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Scusa Nike però a me pare che tu mischi due discorsi in uno.
I tempi della gisustizia e la giustizia della punizione.
La punizione o come preferisco chiamarlo, il pagamento della colpa deve esserci è sacrosanto che ci sia in qualunque modo si esprima deve sempre essere equiparato alla colpa.
Sui tempi dell'applicazione della giustizia allora non ci piove che hai ragione. E' penoso e ingiusto il sistema applicativo.
Qui si parla però del primo caso e cioè il pagamento del debito e con il sistema e con la coscienza e con la parte lesa.
Se così non fosse tu affermeresti che L'Universo applica giustizialismo e cerca vendetta. Si, perchè vuoi o non vuoi, il debito nelle Leggi Universali lo Devi pagare e ogni giorno che passe non diminuisce affatto ma si sommano gli interessi. E non c'è un tempo stabilito lo puoi anche pagare tra 300 o 3000 anni.. ma lo pagherai..
Io credo sia un discorso solo una pena tardiva non e' una giusta pena poi ......meglio cosi' che niente .

L'universo sa come far scontare le pene secondo disegni suoi e soprattutto non perde tempo comincia da subito , quella e' Giustizia.
nikelise non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 10.58.15   #34
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

quale miglior Giustizia se non quella divina?
quella umana per quanto "buona" se ne discosta in svariatissimi punti.
e così vale per molto.
anche se migliorarla è sicuramente possibile e auspicabile
stefano non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 11.09.17   #35
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Mi domando come mai il Giudice americano accetto' un patteggiamento con una pena cosi' ridicola per un fatto cosi' grave e quali fossero gli errori dell'accusa al tempo .
Ah beh... se fossi io nel posto giusto indagherei, anche se magari purtroppo quel giudice (e quelli dell'accusa sbagliata) saranno già in pensione.
Uno non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 11.17.43   #36
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

probabilmente furono i "denari" a mettere a tacere molto
stefano non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 12.39.20   #37
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stefano Visualizza messaggio
probabilmente furono i "denari" a mettere a tacere molto
Divertiamoci a fantasticare :
e se invece Polansky fosse stato ricattato da madre e figlia per fare avere a questa una parte ( cosi' si giustificherebbe anche il perdono della ex minore : e' credibile una che subisce un male cosi' grande e perdona , una donna normale gli avrebbe sparato come minimo se avesse potuto o abbiamo a che fare con una Santa) ?
Ricatto emerso solo velatamente non in modo certo cosicche' l'accusa per non perdere la faccia ha costretto Polansky ad accettare una minima ammissione di responsabilita' e Polansky ad evitare uno scandalo che lo avrebbe pregiudicato nella carriera .
Cosi' si spiegherebbe anche la fuga assurda di non restare dentro l'ospedale psichiatrico per 48 giorni .

Fantascienza?
nikelise non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 14.07.05   #38
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,528
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
( cosi' si giustificherebbe anche il perdono della ex minore : e' credibile una che subisce un male cosi' grande e perdona , una donna normale gli avrebbe sparato come minimo se avesse potuto o abbiamo a che fare con una Santa) ?

Mi diverto a fantasticare dopo
mi chiedo intanto come fai a conciliare quanto hai appena scritto con quanto hai scritto prima più su, e cioè che una qualsiasi pena non darebbe reale giustizia e che non ti darebbe alcuna pace vedere il colpevole incatenato ecc ecc

Se la giustizia non ha senso come punitiva, come tu dici, perchè poi non dai per buono che gli altri la pensino come te, ossia che non abbiano bisogno di vedere la colpa punita?
Ti par tanto assurdo che ci ironizzi pure sopra (la Santa)

Non prenderlòa sul personale, ci sto ragionando sopra anche io perchè il concetto di Giustizia appartiene a quel gruppo particolare in cui sta anche la libertà di cui so per certo che significa..finchè non mi si chiede di definirla...
dafne non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 14.11.09   #39
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Divertiamoci a fantasticare :
e se invece Polansky fosse stato ricattato da madre e figlia per fare avere a questa una parte ( cosi' si giustificherebbe anche il perdono della ex minore : e' credibile una che subisce un male cosi' grande e perdona , una donna normale gli avrebbe sparato come minimo se avesse potuto o abbiamo a che fare con una Santa) ?
Ricatto emerso solo velatamente non in modo certo cosicche' l'accusa per non perdere la faccia ha costretto Polansky ad accettare una minima ammissione di responsabilita' e Polansky ad evitare uno scandalo che lo avrebbe pregiudicato nella carriera .
Cosi' si spiegherebbe anche la fuga assurda di non restare dentro l'ospedale psichiatrico per 48 giorni .

Fantascienza?
Riccatato per cosa? In ogni caso voleva dire che aveva compiuto il misfatto. Qui ci sarebbe da spendere due parole sulla madre.
Mah possiamo fantasticare tanto e non venire mai alla verità dei fatti perchè le prove erano davanti al giudice e negli archivi degli avvocati e siccome gli Americani sono bravissimi a dimostrare quanto sono cattivi e poi buoni, nei film, mostrano entrambi i lati della loro giustizia, può essere accaduto di tutto.
Di certo un qualcosa è successo, che R. P. abbia pagato in denaro, può anche essere, e si potrebbe allora anche supporre che fosse suo vizio costoso e questo mi farebbe ancora più schifo.
Però sarebbero solo illazioni senza prove.

Di certo se stuprassero mia figlia darei i numeri.
Per quanto riguarda la figlia, perdonare aiuta a vivere meglio, anche se magari si tratta solo di rimozione per sopravvivere. Magari tenti anche di vendicarti, poi però a distanza di tempo ti dici: menomale che non ci sono riuscita perchè oltre che il danno pure la beffa, perchè poi a te ti ci mettono in carcere, sicuramente.

Tra l'altro meriterebbe due parole anche Jack Nicholson che gli ha prestato la casa.
Che orrore vah.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 14.11.38   #40
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,528
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stefano Visualizza messaggio
probabilmente furono i "denari" a mettere a tacere molto

E' per questo, a maggior ragione, che una colpa debba essere punita con forza.
Se penso a quelli che finiscono in carcere per aver rubacchiato due mele, e se lo scontano punto, credo che perlomeno per onestà intellettuale chi ha maggior denaro (quindi, tutto sommato, maggiori possibilità anche di NON delinquere) debba pagare per quanto fatto.

Adesso fantastico
E se la ragazza fosse stata costretta ad ammettere pubblicamente la colpa o anche solo dire lo perdono per pressioni di natura poco chiara?
Ci si rimette sempre a prendersela con un potente...
dafne non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 14.19.39   #41
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
E' per questo, a maggior ragione, che una colpa debba essere punita con forza.
Se penso a quelli che finiscono in carcere per aver rubacchiato due mele, e se lo scontano punto, credo che perlomeno per onestà intellettuale chi ha maggior denaro (quindi, tutto sommato, maggiori possibilità anche di NON delinquere) debba pagare per quanto fatto.

Adesso fantastico
E se la ragazza fosse stata costretta ad ammettere pubblicamente la colpa o anche solo dire lo perdono per pressioni di natura poco chiara?
Ci si rimette sempre a prendersela con un potente...

"dovrebbe essere punita"
è quel dovrebbe che non funziona in Italia e non solo.
Cmq alla fine in un modo o nell'altro la punizione (quella divina) la riceverà cmq.
l'uomo in questo senso non conta nulla.

la giustizia divina ha tutto un suo modo per rendersi manifesta che l'uomo voglia o meno.
pertanto in qualsiasi caso (a mio avviso) verrà scontato quell'errore
stefano non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 14.23.20   #42
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio

ossia che non abbiano bisogno di vedere la colpa punita?
Hai ragione Daf, anche se non si nutre più rancore veder la giustizia far la sua parte le rende merito.
Anche a distanza di tanti anni, anche se non si provano più sentimenti negativi, credo che un sollievo si proverebbe.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 14.37.23   #43
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Hai ragione Daf, anche se non si nutre più rancore veder la giustizia far la sua parte le rende merito.
Anche a distanza di tanti anni, anche se non si provano più sentimenti negativi, credo che un sollievo si proverebbe.
più che altro da un senso di forza, di essere "nel giusto".
ma c'è una legge che anche se l'uomo non sa applicare viene comunque applicata, volenti o nolenti.
stefano non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 14.49.21   #44
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,528
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stefano Visualizza messaggio
più che altro da un senso di forza, di essere "nel giusto".
ma c'è una legge che anche se l'uomo non sa applicare viene comunque applicata, volenti o nolenti.

Sisi, può essere, è così...nel mentre però vorrei che mio figlio sapesse che se ruba viene punito che abbia o meno milioni in banca e che uccidere , rubare, violentare ecc ecc ecc sono legalmente puniti.
Se poi vi spostate sulla legge e su come viene applicata in Italia allora è un'altra storia ancora.

Ray chiedeva se la giustizia uguale per tutti la vogliamo o no.
Concordo sul fatto che vi siano pesi e misure diverse, in primis nel cittadino e poi nei suoi rappresentanti.
Quindi no, in genere piace che esista qualcuno che possa essere al di sopra, piace l'idea mi sembra che qualcuno riesca dove noi non possiamo, piace l'idea che qualcuno sia intoccabile pur essendo mortale.
Tempo fà una signora parlava di ritorno del paganesimo...in fondo in fondo ci sta.

Io posso non condividere chi dice che a stò beato tizio adesso è troppo vecchio e va lasciato in pace ma trovo scandaloso il picchettaggio e il boicottaggio.
Il rispetto per le vittime dove me lo mettono? (bon, so dove ma non è linguaggio da signore )
dafne non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 14.53.57   #45
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

sinceramente del discorso di Ray non mi interesso.
nel senso che per quanto mi concerne non è quanto penso.
stefano non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 15.31.20   #46
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stefano Visualizza messaggio
Cmq alla fine in un modo o nell'altro la punizione (quella divina) la riceverà cmq.
l'uomo in questo senso non conta nulla.
Ti sbagli, l'uomo conta eccome.

Io ne avevo fatto unicamente un discorso sociale, ma se si vuole tirare per forza in ballo lo Spirito o la giustizia divina o altri altisonanti concetti che esprimono ciò che alla mente umana sfugge, bisognerebbe perlomeno cercare di espandere il più possibile.

Come è stato detto in millle salse e in mille discorsi, se esiste un piano divino (che riguarda tutte le cose, giustizia compresa) l'uomo può agire a favore di quel piano oppure no, ossia aiutare, agevolare quel piano, oppure opporvisi.
Se, nella misura che gli compete, l'uomo può tramite suo giudizio e azione partecipare alla giustizia divina, allora è diritto spirituale del colpevole venire punito in terra, perchè questo avrà il suo peso sul percorso della sua anima.
Quindi sostengo che esimersi dall'applicare in campo umano la migliore giustizia di cui si è capaci, con tutti i difetti che può presentare, sia un'azione contro lo Spirito.
Ray non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 15.35.39   #47
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Ti sbagli, l'uomo conta eccome.

Io ne avevo fatto unicamente un discorso sociale, ma se si vuole tirare per forza in ballo lo Spirito o la giustizia divina o altri altisonanti concetti che esprimono ciò che alla mente umana sfugge, bisognerebbe perlomeno cercare di espandere il più possibile.

Come è stato detto in millle salse e in mille discorsi, se esiste un piano divino (che riguarda tutte le cose, giustizia compresa) l'uomo può agire a favore di quel piano oppure no, ossia aiutare, agevolare quel piano, oppure opporvisi.
Se, nella misura che gli compete, l'uomo può tramite suo giudizio e azione partecipare alla giustizia divina, allora è diritto spirituale del colpevole venire punito in terra, perchè questo avrà il suo peso sul percorso della sua anima.
Quindi sostengo che esimersi dall'applicare in campo umano la migliore giustizia di cui si è capaci, con tutti i difetti che può presentare, sia un'azione contro lo Spirito.

la migliore di cui è capace....
se il giudice in quel momento non è "capace" ... farà quel che di meglio riesce a fare.
se non lo farà stai pur sicuro che l'universo in un modo o nell'altro avrà modo di "chiedere il conto" di questo.

oppure non hai Fiducia nell'Universo?

per il resto se anche è stato ripetuto in mille salse ma per me è un concetto sbagliato si può anche ripeterle 10000 volte.
senza rancore si intende

Ultima modifica di stefano : 01-10-2009 alle ore 15.37.56.
stefano non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 15.47.03   #48
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stefano Visualizza messaggio
oppure non hai Fiducia nell'Universo?
Questo non c'entra, lo trovo inutilmente provocatorio e non deriva da nulla di quanto io abbia detto.

Citazione:
Originalmente inviato da stefano Visualizza messaggio
per il resto se anche è stato ripetuto in mille salse ma per me è un concetto sbagliato si può anche ripeterle 10000 volte.
senza rancore si intende
Quindi non sei d'accordo che l'uomo debba come può partecipare il più possibile al piano divino. Non è unna domanda questa, è un'affermazione che viene direttamente da quanto dici. Prendo atto che non sei d'accordo.
Ray non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 15.50.48   #49
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

quando avrai finito di re-agire parlerò.
non è ne provocatorio ne altro quanto ho scritto sulla fiducia.
si evinceva dalle tue parole.
L'universo se anche tutti gli uomini dovessero "opporsi" al piano divino troverebbe il modo per riequilibrare la cosa.
se poi volessimo espandere sul discorso dualità bene e male tu stesso mi insegni che maggiore bene viene creato maggiore male serve per riequilibrare (se così dovessero essere i termini del ragionamento. oppure le cose non stanno così)
sul discorso "non sono d'accordo" intendevo semplicemente dire senza parlare di questo argomento, che se un concetto è sbagliato puoi anche ripeterlo centomila volte (cosa che tu hai usato come rafforzativo alla tua affermazione) che a me senza rancore non frega assolutamente nulla.
stefano non è connesso  
Vecchio 01-10-2009, 16.03.01   #50
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stefano Visualizza messaggio
quando avrai finito di re-agire parlerò.
Quando avrai finito di scendere nel personale sarà sempre ora. Se poi vogliamo parlare di re-azioni la tua non sembra certo altro. Inoltre la provocazione era evidente, ma qui mi fermo perchè non mi interessa scendere ulteriormente.

Per il resto: certo che l'universo equilibra anche se tutti gli si oppongono, ma proprio per questo non credi sia meglio evitare di opporsi e cercare di collaborare?
Stiamo andando parecchio OT. Propongo di continuare altrove il discorso dal punto di vista "spirituale" sull necessità di collaborare al piano divino per quanto possiamo e capiamo e suglli effetti di ciò. La sezione è del tutto inadatta.
Ray non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Prima di vendicarsi del nemico bisogna scavare due fosse Uno Psicologia moderna e antica 28 02-09-2011 12.16.25
Scuole esoteriche, iniziazioni, vie mano destra, secche e mano sinistra, umide Uno Esoterismo 1 05-03-2007 11.46.54


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 14.39.36.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271