Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Piazza > Manifestazione pacifica del nostro volere

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 14-05-2009, 18.36.24   #1
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito legge elettorale e referendum

ma della legge elettorale che faceva schifo (parole stesse di chi l'ha creata), del referendum per abrogarla e del fatto che l'attuale mina la democrazia reale con liste e preferenze bloccate come mai ora come ora non se ne parla?

ma invece si sposta l'attenzione su problemi (Vedasi immigrazione) per poi far vedere come ora pare si sia "risolto" così da apparire alla popolazione come i "risolutori dei problemi" e accalappiarsi i voti degli indecisi dell'ultim'ora?
stefano non è connesso  
Vecchio 14-05-2009, 18.44.35   #2
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

tra l'altro scartabellando il testo del referendum direi che rispetto alle premesse e ipotesi "originarie" di fatto fa alquanto ridere e modifica poco o nulla.
stefano non è connesso  
Vecchio 09-06-2009, 00.07.57   #3
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,497
Predefinito

A me interesserebbe capire come funziona ora e come andrebbe a funziare e come invece funzionava prima. Non ho mai capito molto dei questo sistema e perchè non sia possibile una semplice maggioranza e basta.

Se puoi fare un escursus, un'introduzione da approfondire mano mano ti sarei grata, almeno mi preparo al voto del 21.

P.S. come sempre fuori la politica dal discorso.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 10-06-2009, 09.55.26   #4
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,223
Predefinito

Provo a sintetizzare, comunque informatevi perchè non voglio responsabilità o accuse di aver in qualche modo influenzato, cosa che non è mia intenzione.

In sostanza con le prime due schede (se prevalgono i si) i partiti non possono più coalizzarsi (e magari scoalizzarsi appena presi i posti), se un partito supera il 4% entra in parlamento, se supera l8% entra in senato, gli altri rimangono fuori.

Con la terza scheda si impedisce (se prevalgono i si) che una stessa persona (ovviamente le più rappresentative) si presenti in più collegi e poi una volta presi i voti mandi in parlamento chi gli garba. In sostanza adesso sono le segreterie dei partiti che decidono chi va sulle sedie alla fine della giostra, se vincono i si dovrebbe essere il popolo.

Questo ho capito, sintetizzando estremamente, se ho sbagliato ascolto volentieri
Uno non è connesso  
Vecchio 10-06-2009, 13.28.19   #5
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

il testo così come è non è molto chiaro.
se fosse così come dici tu capisco il motivo del boicottaggio del referendum
stefano non è connesso  
Vecchio 10-06-2009, 14.12.10   #6
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,058
Predefinito

Il referendum è l'unico sistema per abrogare le leggi o alcune parti di queste leggi, quindi secondo me è un modo che ha la gente per modificare quello che fa il parlamento.
Poi c'è da considerare che ci vogliono migliaia di firme per poter fare il refendum, il che vuol dire che il solo fatto che sia proposto è già una volontà popolare.
stella non è connesso  
Vecchio 10-06-2009, 16.09.24   #7
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,223
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stefano Visualizza messaggio
il testo così come è non è molto chiaro.
se fosse così come dici tu capisco il motivo del boicottaggio del referendum
Perchè? (questa però è la prova che prima parlavi per partito preso senza esserti informato)

Io trovo assurdo che pur di entrare in parlamento si mettono d'accordo quando l'accordo poi non c'è realmente il governo non dura 5 anni, ci fa spendere altri soldi e non combina nulla di buono (ammesso che qualche governo faccia qualcosa di buono, comunque quei governi messi su con il bostick sono peggio) potrei fare esempi sia a destra che a sinistra di tali situazioni.
Lo stesso non mi piace che scelgo Gino che si presenta in tutti i collegi e poi Gino ed il suo partito se prendono il mio voto mandano Mario al parlamento per il mio collegio.
E' una presa in giro, preferisco o votare i partiti direttamente che poi sceglieranno come fanno adesso o votare direttamente Gino, Mario, Astrubale etc... e chi vince di questi va in parlamento.

Debbo dire che alla fin fine non so se i soldi che si spendono per questo referendum valgano ciò che si otterrà, primo perchè la stessa cosa potevano farla direttamente in parlamento (parlo se i Si prevaranno) secondo perchè come storia insegna noi andremo a votare e poi il modo in cui applicheranno la cosa non sarà perfettamente lineare.

Appena ho 5 minuti (se non lo vuole fare qualcun altro prima) voglio aprire in filosofia un 3d sulla democrazia e le sue varie forme: dirette ed indirette, ci sono molti spunti di riflessione interessanti.
Uno non è connesso  
Vecchio 10-06-2009, 16.14.51   #8
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,223
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stella Visualizza messaggio
Il referendum è l'unico sistema per abrogare le leggi o alcune parti di queste leggi
No possono farlo anche in parlamento, comunque a prescindere da questo, se ormai il referundum si fa è il solito diritto/dovere andar a votare.

Citazione:
Poi c'è da considerare che ci vogliono migliaia di firme per poter fare il refendum, il che vuol dire che il solo fatto che sia proposto è già una volontà popolare.
Si però ne bastano 500.000 che rispetto ai 60.000.000 degli italiani sono circa un dodicesimo, quindi poi va chiesto agli altri undicesimi cosa ne pensano.
Uno non è connesso  
Vecchio 10-06-2009, 17.10.54   #9
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Appena ho 5 minuti (se non lo vuole fare qualcun altro prima) voglio aprire in filosofia un 3d sulla democrazia e le sue varie forme: dirette ed indirette, ci sono molti spunti di riflessione interessanti.
C'è qualche spunto qui, anche se ha un taglio diverso di quello che avrebbe in filosofia. Si può riprendere però, spostare o rifare. In caso più tardi apro e reimposto.
Ray non è connesso  
Vecchio 10-06-2009, 17.17.23   #10
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Perchè? (questa però è la prova che prima parlavi per partito preso senza esserti informato)

Io trovo assurdo che pur di entrare in parlamento si mettono d'accordo quando l'accordo poi non c'è realmente il governo non dura 5 anni, ci fa spendere altri soldi e non combina nulla di buono (ammesso che qualche governo faccia qualcosa di buono, comunque quei governi messi su con il bostick sono peggio) potrei fare esempi sia a destra che a sinistra di tali situazioni.
Lo stesso non mi piace che scelgo Gino che si presenta in tutti i collegi e poi Gino ed il suo partito se prendono il mio voto mandano Mario al parlamento per il mio collegio.
E' una presa in giro, preferisco o votare i partiti direttamente che poi sceglieranno come fanno adesso o votare direttamente Gino, Mario, Astrubale etc... e chi vince di questi va in parlamento.

Debbo dire che alla fin fine non so se i soldi che si spendono per questo referendum valgano ciò che si otterrà, primo perchè la stessa cosa potevano farla direttamente in parlamento (parlo se i Si prevaranno) secondo perchè come storia insegna noi andremo a votare e poi il modo in cui applicheranno la cosa non sarà perfettamente lineare.

Appena ho 5 minuti (se non lo vuole fare qualcun altro prima) voglio aprire in filosofia un 3d sulla democrazia e le sue varie forme: dirette ed indirette, ci sono molti spunti di riflessione interessanti.

non mi hai capito.
ho scritto "capisco il boicottaggio al referendum" e aggiungo "della maggior parte dei partiti attuali".
nel senso che noto una dietrologia di fondo da parte loro nel non parlare assolutamente del referendum.
proprio per il fatto che a mio avviso hanno da perderci in termini di correttezza.

sull'"informazione" ho letto il testo cercando di capirci qualcosa da solo.
non è stato sufficiente.

Ultima modifica di stefano : 10-06-2009 alle ore 17.19.57.
stefano non è connesso  
Vecchio 10-06-2009, 20.26.52   #11
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,223
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stefano Visualizza messaggio
non mi hai capito.
Si hai ragione, ho preso il tuo capisco come approvazione.
Uno non è connesso  
Vecchio 11-06-2009, 02.13.35   #12
jezebelius
Organizza eventi
 
L'avatar di jezebelius
 
Data registrazione: 27-02-2005
Messaggi: 1,865
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stefano Visualizza messaggio
tra l'altro scartabellando il testo del referendum direi che rispetto alle premesse e ipotesi "originarie" di fatto fa alquanto ridere e modifica poco o nulla.

Mhm...non mi pare che modifichi poco o nulla. Cerco di spiegarmi meglio.

Leggendo ci saranno tre quesiti:
Quesito 1: di colore verde, riguarderà il premio di maggioranza alla lista più votata alla Camera dei Deputati.

Quesito 2: di colore bianco, riguarderà il premio di maggioranza alla lista più votata in Senato.

Quesito 3: di colore rosso, riguarderà l'abrogazione della candidature multiple.

Questo in sintesi. Dove sta il cambiamento?
Prendiamo ad esempio il quesito 1 e il 2.
Per il numero 1 alla Camera del Deputati ed il numero 2 al Senato, in caso di vittoria dei " Si" non potranno più formarsi " coalizioni di partiti" ma soltanto Liste Uniche, con un simbolo.
Ciò prevede quindi un premio di maggioranza alla lista più votata - la differenza con l'attuale legge elettorale è che il premio di maggioranza viene assegnato su base nazionale alla Camera dei deputati e su base regionale al Senato da assegnarsi alla " coalizione di liste" che ha preso il maggior numero dei voti.
Nella pratica, sappiamo bene che ad oggi esistono " coalizioni di liste", appunto che una volta che sono state votate e che per questo hanno usufruito del premio di maggioranza, poi, una volta arrivate in Parlamento, si sono divise nel peggiore dei casi e, nel minore, hanno iniziato a litigare. Sempre nelal pratica sappiamo anche che un partito che faceva, o fa, parte della coalizione può essere l'ago delal bilancia in ogni situazione.

Se prevarranno i " Si" avremo, quasi certamente, Liste uniche e non più coalizioni.
Dunque un sistema bipartitico considerando che, come ha detto Uno sopra, la percentuale di sbarramento verrà modificato. In sostanza avremo un modello come l'hanno la Francia o l'Inghilterra che però, per le proprie tradizioni, sono paesi che hanno una storia diversa.


Prendendo poi il quesito 3 invece si limiterebbe, in caso di prevalenza dei " Si " la possibilità per Pincopallo di candidarsi in qualsivoglia collegio, anche tutti, per poi doverne sceglierne per forza uno e lasciare, di conseguenza, il posto al primo dei non eletti in quel collegio dove la scelta di Pincopallo non è caduta!
__________________
Dr. Marc Haven
“Non deve essere l’alba di luce che deve iniziare ad avvisare la tua anima di tali doveri giornalieri e dell’ora in cui gli incensi devono bruciare sui fornelli; è la tua voce, solo lei che deve chiamare l’alba di luce e farla brillare sulla tua opera, alfine che tu possa dall’alto di questo Oriente, riversarla sulle nazioni addormentate nella loro inattività e sradicarle dalle tenebre in cui versano.”
jezebelius non è connesso  
Vecchio 11-06-2009, 09.38.20   #13
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
No possono farlo anche in parlamento, comunque a prescindere da questo, se ormai il referundum si fa è il solito diritto/dovere andar a votare.

Veramente in tema di referendum abrogativo non e' proprio cosi' in quanto qui il non voto ha la valenza positiva di manifestare la volonta' di mantenere la vecchia legislazione in materia.
Diverso e' il caso delle politiche , in quel caso c'e' il dovere di eleggere i nostri rappresentanti.
nikelise non è connesso  
Vecchio 11-06-2009, 09.47.13   #14
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,223
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Veramente in tema di referendum abrogativo non e' proprio cosi' in quanto qui il non voto ha la valenza positiva di manifestare la volonta' di mantenere la vecchia legislazione in materia.
Diverso e' il caso delle politiche , in quel caso c'e' il dovere di eleggere i nostri rappresentanti.
Ok, allora che vada a votare solo chi vuole cambiare la legge...
Però, per quanto poco conti, se tutti quelli che non vogliono che non cambi non votano, si potrebbero facilmente tracciare gli italiani per il si e per il no.
Uno non è connesso  
Vecchio 11-06-2009, 09.59.01   #15
stefano
Richiesta Cancellazione
 
Data registrazione: 11-05-2009
Messaggi: 1,322
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da jezebelius Visualizza messaggio
Mhm...non mi pare che modifichi poco o nulla. Cerco di spiegarmi meglio.

Leggendo ci saranno tre quesiti:
Quesito 1: di colore verde, riguarderà il premio di maggioranza alla lista più votata alla Camera dei Deputati.

Quesito 2: di colore bianco, riguarderà il premio di maggioranza alla lista più votata in Senato.

Quesito 3: di colore rosso, riguarderà l'abrogazione della candidature multiple.

Questo in sintesi. Dove sta il cambiamento?
Prendiamo ad esempio il quesito 1 e il 2.
Per il numero 1 alla Camera del Deputati ed il numero 2 al Senato, in caso di vittoria dei " Si" non potranno più formarsi " coalizioni di partiti" ma soltanto Liste Uniche, con un simbolo.
Ciò prevede quindi un premio di maggioranza alla lista più votata - la differenza con l'attuale legge elettorale è che il premio di maggioranza viene assegnato su base nazionale alla Camera dei deputati e su base regionale al Senato da assegnarsi alla " coalizione di liste" che ha preso il maggior numero dei voti.
Nella pratica, sappiamo bene che ad oggi esistono " coalizioni di liste", appunto che una volta che sono state votate e che per questo hanno usufruito del premio di maggioranza, poi, una volta arrivate in Parlamento, si sono divise nel peggiore dei casi e, nel minore, hanno iniziato a litigare. Sempre nelal pratica sappiamo anche che un partito che faceva, o fa, parte della coalizione può essere l'ago delal bilancia in ogni situazione.

Se prevarranno i " Si" avremo, quasi certamente, Liste uniche e non più coalizioni.
Dunque un sistema bipartitico considerando che, come ha detto Uno sopra, la percentuale di sbarramento verrà modificato. In sostanza avremo un modello come l'hanno la Francia o l'Inghilterra che però, per le proprie tradizioni, sono paesi che hanno una storia diversa.


Prendendo poi il quesito 3 invece si limiterebbe, in caso di prevalenza dei " Si " la possibilità per Pincopallo di candidarsi in qualsivoglia collegio, anche tutti, per poi doverne sceglierne per forza uno e lasciare, di conseguenza, il posto al primo dei non eletti in quel collegio dove la scelta di Pincopallo non è caduta!

ho usato termini "forti" per esprimere il fatto che originariamente le premesse di cambiamento di questa legge (che a mio parere fa ridere sotto altri aspetti rispetto a quelli su cui saremo chiamati a decidere cmq importanti) erano ben diverse.
ricordo che la cosa più ridicola di questa legge (a mio parere) è che non è detto che la coalizione più votata in assoluto abbia la maggioranza in parlamento.
questo se ve lo ricordate fu fatto notare subito dopo le elezioni in cui vinse il centro sinistra.
e sinceramente non mi pare molto democratico come criterio
stefano non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
La Legge del Tre Sole Esoterismo 43 08-12-2008 01.43.11
La dura legge del mercato (costruire casa) Grey Owl Lavori di casa 21 05-09-2008 21.39.47
Referendum procreazione assistita odisseo Benessere fisico 2 04-04-2005 10.11.41


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 00.35.01.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271