Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Botteghe > Viaggi

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 21-11-2006, 17.06.43   #1
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito L'Isola di Mauritius

Ho avuto di recente la possibilità di visitare questa magnifica isola, dai meravigliosi colori e vorrei condividere per quanto possibile questa esperienza, attraverso le notizie che mi sono state date sul luogo, sulla popolazione, sulle religioni, dagli stessi abitanti e attraverso quanto ho visto con i miei occhi..

Intanto il nome.. spesso erroneamente si sente dire "le Mauritius", una delle prime cose che mi hanno detto è stata proprio che il nome esatto è Isola di Mauritius (Ile de Mauritius) e non isole, e si trova di fronte al Madagascar, nell'Oceano Indiano.
Una cosa che mi ha colpita moltissimo, è la contrapposizione del lusso che si trova nei villaggi turistici e hotel, rispetto all'esterno.. basta uscire dall'hotel e fare pochi passi per rendersi conto che i mauriziani vivono in case che sono poco più che capanne, mi hanno spiegato che questo accade anche perchè ogni anno l'isola è colpita da un "piccolo" ciclone , ma che ogni 5/7 anni arriva il "grande" ciclone che crea innumerevoli danni anche alle abitazioni stesse...
La vita per gli abitanti di Mauritius (ovviamente) non è dorata come si vede nelle pubblicità dei viaggi che propongono qui in Italia.. ma è una popolazione.. serena.. nonostante vivano veramente con poco e con ritmi completamente differenti dai nostri, lavorano nei campi dal mattino prestissimo, fino alle 11,30/ 12,00, perchè dopo diventa troppo caldo, in ottobre inizia l'estate , pensate che ci dicevano che non era ancora caldo, e stavamo sui 30 gradi fissi, i mesi più caldi dell'anno sono dicembre e gennaio, dove si raggiunge una media di 40 gradi.. e in inverno, non si scende mai sotto i 22/23 gradi..
Hanno una vegetazione fittissima, e sono indipendenti in quanto a produzione di verdure (ne mangiano moltissime), l'unica cosa che importano in piccola quantità sono le patate. L'altro alimento base dell'alimentazione mauriziana è il riso.. e poi molta frutta.
Un'altra cosa che mi ha colpito molto, è la convivenza assolutamente pacifica che esiste tra le diverse razze, e di conseguenza tra le diverse religioni... la spiritualità è sentita in maniera totalmente diversa da come sono abituata a vedere in giro .. Mauritius è un luogo affascinante.. al di là delle spiagge con la sabbia bianchissima, e il mare cristallino, c'è tanto da vedere e scoprire..

Questo come introduzione... continuo
RedWitch non è connesso  
Vecchio 22-11-2006, 16.49.13   #2
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

continuiamo il viaggio...
Le principali fonti di sostentamento degli abitanti di Mauritius provengono da: turismo, industria tessile (ed esportazione), lavorazione ed esportazione della canna da zucchero, infine, in misura minore, la produzione del thè.
La disoccupazione raggiunge circa il 7% , mi è stato detto che la disoccupazione esiste solo per chi non si "accontenta" di un lavoro umile, ma che cerca qualcosa adatto a ciò che ha studiato, altrimenti ci sarebbe lavoro per tutti... e non esistono sussidi di disoccupazione.

Turismo: l'Isola conta circa 1.200.000 abitanti, e, ogni anno raggiunge un numero di turisti pari a quasi 2.000.000 (questi dati sono indicativi mi sono stati riferiti dagli abitanti del luogo), e, pare che entro 3 anni vorrebbero raddoppiare la capacità dell'Isola di ospitare turisti.. () credo che se questo avvenisse ne pagherebbero alte conseguenze...
Gli hotel, villaggi, sono situati lungo tutta la costa, tranne che nella parte dell'estremo sud, dove esistono ancora pochi tratti (meravigliosi) incontaminati. Negli alberghi, regna il lusso, creato a misura di turista (palme comprese), e la gentilezza degli operatori è pari a quella che si può trovare all'esterno, quasi imbarazzante in alcune situazioni.... una curiosità.. appena usciti dall'hotel (sulla spiaggia), si incontrano venditori ambulanti che parlano un italiano quasi perfetto, mentre all'interno dell'hotel parlano esclusivamente francese ed inglese (e creolo)... ci hanno spiegato che questo avviene perchè il costo del personale che non conosce altre lingue oltre le locali, è più basso rispetto al costo orario che richiedono gli operatori che conoscono altre lingue..
I servizi che offrono comunque sono ottimi, le camere sempre pulite, e riordinate, così come tutto il resto del villaggio in cui sono stata ospite...

***********
L'industria tessile: a Mauritius in alcuni negozi, si possono trovare le grandi firme che compriamo qui nel centro delle nostre città... Dolce e Gabbana, Armani, Levi's etc... ci sono diverse industrie che "assemblano" appunto abiti di queste grandi firme.. e il costo a cui si trovano è irrisorio rispetto a quanto siamo abituati a pagarli (ad esempio le maglie dele grandi firme variano da un costo di 15 a 20 €, i jeans della Levi's non più di 40 € etc)
Il filo che occorre per cucirli, proviene dalla Cina (guardacaso..) e il costo della manodopera è molto basso... possiamo quindi farci un'idea di ciò che compriamo qui, a prezzi altissimi...

continuo....
RedWitch non è connesso  
Vecchio 23-11-2006, 18.18.40   #3
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Lavorazione ed esportazione della canna da zucchero: la coltura della canna da zucchero ricopre più della metà del territorio di Mauritius, oltre allo zucchero, si ricava il rum (che non è altro che il succo ottenuto dalla canna da zucchero e lasciato a "bollire", e poi distillato.. al rum, aggiungono spezie e/o frutta e lasciano riposare (ho assaggiato il rum alla cannella e arancia, ma ce n'erano di tantissime qualità)
Assistere alla lavorazione della canna da zucchero è affascinante.. ci hanno spiegato che per la coltura, (per velocizzarla) danno spesso fuoco ai campi, raccolgono le canne che poi vengono inserite in una macchina che le "spreme" (almeno per quel che riguarda la lavorazione del rum, purtroppo non ho assistito a quella dello zucchero vero e proprio) ed infine mettono il succo in enormi recipienti, dove il succo viene lasciato a fermentare prima di essere distillato (non ricordo per quanto tempo chiedo venia...)

*****************
Produzione del thè:
Un'altra risorsa è senz'altro quella della produzione e lavorazione del thè (che è buonissimo )
Ci sono immense distese di piante del thè, che viene raccolto, portato in fabbrica, messo ad essiccare per un paio d'ore e successivamente suddiviso a seconda delle dimensioni delle foglie che ( con mia sorpresa) non vengono sminuzzate ma solo divise.... la fase della divisione è la più lunga, dopodichè il thè viene aromatizzato, oppure confezionato direttamente.

Lascio un'immagine delle foglie del thè)
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  fogliethè.gif
Visite: 357
Dimensione:  114.5 KB  
RedWitch non è connesso  
Vecchio 29-11-2006, 13.29.04   #4
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Proseguo con un tour "virtuale" dell'Isola

Oltre alle spiagge, che sono belle da vedere, (il mare è cristallino, ma in molti punti dell'isola, la marea scende appena dopo mezzogiorno, si formano delle secche, dunque fare il bagno nel pomeriggio non è possibile), ci sono diversi luoghi davvero incantevoli, anche se non hanno a che fare con il turismo "da spiaggia".

La capitale Port Luis, è una città (l'unica che si possa chiamare città), prevalentemente industrializzata, con numerose fabbriche (l'unica che ho visto è quella della lavorazione del vetro riciclato, che poi vi racconterò) e negli ultimi anni hanno iniziato a sorgere i primi grattacieli (piccoli.. non im maginatevi chissà che)... Vanno molto fieri del grattacielo della Bank of Mauritius.
L'ippodromo presente in città (abbastanza grande), è il più antico dell'Oceano indiano.
Port Louis si trova in una posizione "strategica" dell'isola, circondato da montagne. Da una di esse chiamata "Le Signal" (il segnale) si puo' osservare il porto, (punto essenziale dell'economia dell'isola).Le Signal, è così denominato proprio perchè da là, le vedette potevano osservare tutti i movimenti del porto, ed eventuali invasioni straniere (Mauritius è stata soggetta nel tempo a diverse colonizzazioni, olandesi, francesi, inglesi )
Ai piedi de "Le Signal" sorge un altare enorme dedicato alla Mère de la Paix, si dice che grazie a Lei, fu scongiurato un attacco proveniente dal mare. Vi lascio un paio di immagini dell'altare

(continuo)
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  mere.JPG
Visite: 372
Dimensione:  35.7 KB  Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  mere1.JPG
Visite: 351
Dimensione:  37.3 KB  

RedWitch non è connesso  
Vecchio 05-12-2006, 12.22.29   #5
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

A Port Louis c'è un mercato davvero caratteristico e coloratissimo... la cosa che viene detta prima di entrarvi è : "contrattate!" Si varca un cancello e all'esterno del mercato, ci sono molte bancarelle di spezie (in particolare cannella e curry che mettono in quasi tutti i loro piatti ), appena si entra, questi mercanti, chiamano a gran voce, soprattutto riconoscendo i turisti... l'interno del mercato è umido, e piuttosto buio ma sulle bancarelle si vede di tutto.. parei, pashmine, oggetti di culto, abbigliamento di ogni genere.. quanti colori questi mercanti sono "agguerritissimi" e l'esperienza là dentro è stata affascinante , ma anche un po'.. inquietante ... ti acchiappano, ti portano dentro il loro "negozietto" e cercano di vestirti con la loro mercanzia ... e se capiscono che sei interessato a qualcosa, inizia la contrattazione sul prezzo.. non avevo mai visto niente del genere...

Proseguendo nel tour della città, si giunge alla fabbrica del vetro riciclato.. è interessante vedere la lavorazione , seppur la fabbrica era molto piccola e angusta (e norme di sicurezza per i lavoratori pari a zero..) . Il vetro che viene riutilizzato proviene da bottiglie, vecchi bicchieri, e gli oggetti prodotti sono piuttosto "grezzi", ma caratteristici.
All'interno della fabbrica si trova poi una piccola mostra di quella che chiamano "touching art", ovvero, ci sono i calchi in vetro delle mani di tutti i personaggi famosi che hanno visitato l'isola e "prestato" la propria mano.. (a me non è piaciuta, ma è questione di gusti... ) ed infine esiste uno shop, dove poter acquistare i prodotti della fabbrica.

In Port Louis, più che in qualsiasi altra zona dell'isola, si può osservare quanto l'isola sia cosmopolita, vivono in assoluta armonia , seppur vi siano differenti razze (francomauriziani, indiani, cinesi) e religioni (non è raro trovare per esempio un tempio indù e a pochi metri di distanza una pagoda, o una chiesa cattolica).

L'immagine è un panorama della città (il monte che vedete è "Le Signal" di cui dicevo sopra)
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  portlouis.JPG
Visite: 343
Dimensione:  55.1 KB  
RedWitch non è connesso  
Vecchio 05-12-2006, 13.12.23   #6
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
.. ti acchiappano, ti portano dentro il loro "negozietto" e cercano di vestirti con la loro mercanzia ... e se capiscono che sei interessato a qualcosa, inizia la contrattazione sul prezzo.. non avevo mai visto niente del genere...

Allora non andare mai nei paesi del nord Africa è moooolto peggio, basta solo buttare una mezza occhiata ad un oggetto e sei finito

A parte gli scherzi, fà molto riflettere questo aspetto della povertà di un popolo. Il turismo che uccide la tradizione rendendola commerciale e allo stesso tempo il diritto acquisito della gente del posto di "fregare" l'acquirente sfruttando la richezza dall'esterno. Quello che vendono infatti non è più artiginato locale ma semplici riproduzioni in serie fatte apposta per "imbrogliare" il turista curioso ed ingenuo (me compresa ).
Loro lo fanno per povertà noi per buonismo e un pò per curiosità.
Ti lasci affascianre dalla contrattazione pensando che sei bravissimo a tirare sul miglior prezzo mentre si stanno approfittando della nostra "stupidità".

E' un enorme peccato perchè in questo modo il turista non conosce la cultura e la tradizione del posto e l'abitante dell'isola perde le sue radici a favore del consumismo.
Infatti la contrattazione di quei popoli ha radici lontanissime che risalgono agli albori dei tempi quando esistevano i mercati dei baratti .. quando le navi trasportavano per i mari le richezze dei paesi e le contrattavano nei mercati tra ricchezze diverse.. poi i Fenici (mi pare, se ricordo male lapidatemi) inventarono la moneta.
La contrattazione l'hanno nel sangue e noi pensiamo di fregarli?
Sole non è connesso  
Vecchio 05-12-2006, 14.29.30   #7
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Sai che su questo argomento, ho avuto una discussione con mio marito? Lui sostiene, che al di là della povertà, questo loro modo, la contrattazione, dipende appunto dal fatto che come hai detto tu la hanno nel sangue, io sostenevo, che probabilmente la povertà gioca un ruolo fondamentale... sembra proprio che siano "affamati" (non di cibo), che vogliano vendere a tutti i costi.. in quanto alla contrattazione, pienamente d'accordo con te, così come gli oggetti fatti in serie (là c'era una produzione industriale di piccoli "dodo" simbolo dell'isola)... riguardo al turismo, loro ci vivono proprio .. parlavano addirittura di voler incrementare l'afflusso del turismo in dimensioni spropositate.... se questo avvenisse, io credo che sarebbe un disastro ambientale...
RedWitch non è connesso  
Vecchio 05-12-2006, 14.31.41   #8
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Io credo che siano vere entrambe le cose.
Sia che hanno "fame" sia che quello è ciò che sanno fare da sempre.
Sole non è connesso  
Vecchio 11-12-2006, 11.00.18   #9
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Se si visita l'isola di Mauritius, tappe quasi fondamentali sono il giardino di Pomplemousses (dei Pompelmi) ,le terre dai 7 colori di Chamarel, il Casela Park (parco degli uccelli) e il Parco dei coccodrilli.

Il giardino di Pomplemousses si trova vicino alla capitale Port Louis , e conta una varietà di circa 500 specie di piante, per lo più tropicali, e di importazione.
I giardini vengono ricordati soprattutto per le ninfee giganti provenienti dal Brasile, che sono davvero spettacolari da vedere... e per una particolare palma .. la leggenda racconta che la palma Talipot viva circa 60 anni, e che fiorisca una sola volta prima di morire.
Altre due cose che mi hanno colpita molto del parco sono state un baobab di dimensioni davvero grandiose, e le distese di fiori di loto, oltre che un buffo frutto,prodotto "dell'albero del salame". (E' un frutto non commestibile, parecchio grande , e l'albero viene chiamato così perchè chi ci sta sotto e si prende in testa questi frutti è un salame ).
In un'aera del parco, c'è una zona , riservata alle tartarughe giganti. Mai visto niente di simile.. sono talmente grandi e pesanti che per muoversi fanno una fatica incredibile..

Qualche immagine, nell'ordine: le ninfee giganti, un particolare della palma Talipot, i fiori di loto ,l'albero del salame, e le tartarughe giganti

(continuo..)
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  ninfee.JPG
Visite: 364
Dimensione:  41.2 KB  Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  talipot.JPG
Visite: 344
Dimensione:  55.0 KB  

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  fiori di loto.JPG
Visite: 407
Dimensione:  51.4 KB  Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  salame.JPG
Visite: 369
Dimensione:  51.0 KB  

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  tartarughe.JPG
Visite: 451
Dimensione:  48.8 KB  

Ultima modifica di RedWitch : 11-12-2006 alle ore 11.03.07.
RedWitch non è connesso  
Vecchio 19-12-2006, 11.41.55   #10
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Le Terre dei 7 colori di Chamarel, a sud dell'Isola presentano uno scenario spettacolare. Sono la risultante dell'erosione avvenuta nel tempo di queste terre vulcaniche, e i colori (tendenti al rosso), pare che si debbano all'alta percentuale di ferro che contengono... tutto intorno si possono ammirare distese di canna da zucchero e di campi di ananas (che sono più piccole di quanto non siamo abituati a vedere qui... e molto dolci ). Sempre a Chamarel si possono ammirare le famose cascate anch'esse meritevoli di essere viste e il fiume Nero, che viene chiamato così per il colore scuro che assume l'acqua dato che nel fondale ci sono delle pietre laviche.


Il Casela Park (o parco degli uccelli), a sud ovest dell'Isola mostra diverse specie differenti, si possono ammirare degli splendidi fenicotteri, pavoni , pappagalli coloratissimi etc.. (peccato per le gabbie..). Anche qui la vegetazione è fitta e tipicamente tropicale.. e anche qui, non potevano mancare le molte , tartarugone giganti

Il parco dei coccodrilli anch'esso a sud di Mauritius, mostra (oltre naturalmente ai coccodrilli ), moltissime specie di animali, tartarughe di ogni dimensione (ce ne sono davvero tantissime), scimmie, lemuri, ed una vegetazione splendida (in particolare mi ha colpita un fiore, che viene chiamato la rosa di porcellana , appunto per i petali lucidi e spessi che somigliano alla porcellana..


Qualche immagine: Le Terre dei 7 colori, la cascata di Chamarel, i fenicotteri

Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  7colori.JPG
Visite: 379
Dimensione:  46.0 KB  Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  cascata.JPG
Visite: 360
Dimensione:  26.9 KB  

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  fenicotteri.JPG
Visite: 360
Dimensione:  35.5 KB  
RedWitch non è connesso  
Vecchio 29-12-2006, 12.28.44   #11
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Come ho già detto, l'Isola di Mauritius è decisamente cosmopolita, per strada si possono trovare persone abbigliate in modi differenti, si possono ammirare donne indomauritiane in sari* coloratissimi, gli uomini indomauritiani invece sono vestiti esclusivamente di bianco, persone vestite in maniera tipicamente occidentali, o donne orientali adornate con abiti splendidi di seta .. un'esplosione di colori .

(*una curiosità: ci hanno detto che il sari rosso puo' essere indossato dalle donne solo nel giorno del matrimonio, dopodichè, possono indossare sari di ogni altro colore, ma assolutamente non il rosso, e, le donne sposate devono necessariamente avere come segno di riconoscimento un simbolo rosso sulla fronte.)

E, come per l'abbigliamento, possiamo trovare a pochi metri di distanza l'uno dall'altro, un tempio indù, una Pagoda, una Moschea, una Chiesa cristiana, che rendono il paesaggio decisamente particolare. Mi hanno detto che fino a qualche tempo fa, i matrimoni tra persone di religioni differenti erano assolutamente vietati, mentre negli ultimi anni, stanno diventando comuni, anche se comunque la maggioranza dei mauritiani sono indù (la popolazione è così suddivisa: 50% di induisti, 27% cristiani con maggioranza cattolica,3% sino-mauritiani, 20% musulmani; i dati sono indicativi).

I templi indù mi hanno affascinata. Si respira un'aria di sacralità davvero particolare, ho visitato il Lago Sacro di Gran Bassin, arrivando nelle vicinanze la prima cosa che salta all'occhio (non potrebbe essere diversamente ) è una statua alta 35 metri della Divinità Shiva. E' imponente ed impressionante. Il Lago, vulcanico, è famosissimo, meta di pellegrinaggi di persone provenienti da tutta l'Isola, (e meta largamente turistica ..), del Lago si dice, che è stato reso Sacro perchè nelle sue acque è stata versata un'ampolla di acqua proveniente dal fiume Gange, la leggenda invece racconta che il Lago sarebbe nato da gocce d'acqua cadute dal capo di Shiva, che per impedire un'inondazione stava portando il fiume Gange su di sè.
Il Lago è stracolmo di pesci, sembrano stipati, e ho potuto notare due murene enormi.. Intorno al lago, sono presenti statue di Divinità, a cui i fedeli quando si recano a pregare offrono frutta (che poi si mangiano le numerose scimmie che scorrazzano li intorno).
Il Tempio è accessibile, è sufficiente togliere le scarpe per poter entrare. Ho assistito ad un battesimo, e, al termine, chi desiderava poteva ricevere una benedizione indù dall' officiante.

Oltre a questo tempio, ho potuto ammirarne un altro, il Tempio Tamil di Kailasson, questo pero' solo dall'esterno, ci hanno spiegato, che appartiene ad una fascia induista più estremista. La cosa che mi ha colpito comunque, sono stati i colori e gli ornamenti di questo tempio, tutti rigorosamente dipinti a mano (c'è voluto un anno, con i lavoro di parecchie persone per terminarlo). Questo tempio è recente, 5 anni, quindi , è perfettamente intatto, i colori (tantissimi) vivi... un po' esagerato nella quantità di decori.. ma molto affascinante.

Infine, ho visitato una Pagoda, decisamente diversa, i colori dominanti all'interno sono il verde e il rosso, e l'interno era molto buio..
Non ho potuto visitare moschee ,rigorosamente vietate alle donne, viste quindi esclusivamente dall'esterno.

Lascio qualche immagine: Il Lago di Grand Bassin, le statue all'esterno, un particolare del tempio, immagini dell'esterno del tempio Tamil.
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  lagogbassin.JPG
Visite: 369
Dimensione:  43.7 KB  Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  lago1.JPG
Visite: 354
Dimensione:  48.9 KB  

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  lago2.JPG
Visite: 356
Dimensione:  53.1 KB  Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  tempio.JPG
Visite: 356
Dimensione:  52.7 KB  

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  tempio1.JPG
Visite: 359
Dimensione:  52.7 KB  
RedWitch non è connesso  
Vecchio 29-12-2006, 12.30.41   #12
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Ancora qualche immagine: esterno del Tempio Tamil e la Pagoda.
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  tempio2.JPG
Visite: 353
Dimensione:  45.9 KB  Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  pagoda1.JPG
Visite: 367
Dimensione:  42.2 KB  

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  pagoda.JPG
Visite: 336
Dimensione:  40.3 KB  
RedWitch non è connesso  
Vecchio 05-01-2007, 13.18.02   #13
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Il Dodo: è il simbolo di Mauritius, ovunque si possono trovare riproduzioni di quello che gli abitanti dell'isola chiamano "Un grosso tacchino di circa 25 kg che non vola" , estinto pare "grazie" alla colonizzazione olandese (l'isola deve il suo nome proprio ai colonizzatori olandesi).
Dodo significa "stupidotto, facilotto", pare che fosse un animale fiducioso, che non avesse paura dell'uomo, inoltre la sua mole, il fatto che non volasse (aveva piccole ali non adatte al volo, poichè trovava di che cibarsi direttamente sull'isola non aveva bisogno di procacciarselo), hanno fatto sì che fosse facile preda dell'uomo. Esistono in alcuni musei tracce di questo animale, che nonostante sia ormai scomparso da centinaia di anni, continua ad essere un simbolo, soprattutto turistico.. (maglie, gadget, dodini di legno, e in pietra dura, se ne trovano di ogni misura).

******************
Il cibo: durante il mio viaggio, ho potuto assaggiare alcune specialità tipicamente indiane, (anche se, la cucina, offre tante possibilità, dall'orientale all'occidentale, si possono trovare anche dei fast food, che pero' ovviamente offrono per lo più carni di pollo).
La cucina indiana è speziatissima, curry, cannella, vaniglia, zafferano, che mettono praticamente ovunque.
Il pasto tipico, è composto da un unico piatto, di pesce o di carne che chiamano "piatto principale", accompagnato sempre da riso, in genere bollito, senza condimenti o al massimo con delle verdure.
Il pesce più tipico è il Marlin che si mangia anche affumicato. (è buonissimo )

Una curiosità: tipica è l'insalata di cuore di palma. La chiamano "la salade des milionnaires",insalata dei milionari, perchè con un cuore di palma si possono fare soltanto 4 insalate e per farle, si deve uccidere la pianta.

*********************
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  dodo.gif
Visite: 368
Dimensione:  22.1 KB  
RedWitch non è connesso  
Vecchio 11-01-2007, 10.57.54   #14
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Termino questo viaggio "virtuale", con alcune immagini, che mostrano i colori vivaci dei fiori locali, la vegetazione è ricchissima... e merita un'occhiata
Nell'ordine: Hibiscus, l'Isola ne è colma,se ne trovano di tanti colori ma in particolare fucsia e rossi; il fiore dell'albero di Frangipane, (che trovo molto bello, oltre che essere profumatissimo), le bouganville che in Italia, si vedono per lo più sui toni del lilla , là sono di tutti i colori e se ne trovano ovunque immense distese.. rosa, bianchi, arancio..

*******************************************

Infine una curiosità: Nell'estremo sud dell'Isola, esiste un'unica parte della costa che non è protetta dalla barriera corallina, dunque, non si puo' fare il bagno per via delle correnti e degli squali , e là tutto è rimasto allo stato naturale... la spiaggia in questo tratto è bianchissima, e incontaminata. Ed è l'unica parte dell'Isola in cui non esistono strutture alberghiere (anche se studieranno il modo di sfruttarla penso..)
Comunque lo spettacolo che si presenta è meraviglioso... ah la spiaggia si chiama Gris Gris .. non potevo non fotografarla..

Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  ibiscus.JPG
Visite: 364
Dimensione:  39.8 KB  Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  frangipane.JPG
Visite: 426
Dimensione:  47.0 KB  

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  bouganville.JPG
Visite: 371
Dimensione:  49.7 KB  Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  grisgris.JPG
Visite: 351
Dimensione:  40.5 KB  

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  grisgris1.JPG
Visite: 344
Dimensione:  44.4 KB  
RedWitch non è connesso  
Vecchio 11-01-2007, 14.15.56   #15
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio


Infine una curiosità: Nell'estremo sud dell'Isola, esiste un'unica parte della costa che non è protetta dalla barriera corallina, dunque, non si puo' fare il bagno per via delle correnti e degli squali , e là tutto è rimasto allo stato naturale... la spiaggia in questo tratto è bianchissima, e incontaminata. Ed è l'unica parte dell'Isola in cui non esistono strutture alberghiere (anche se studieranno il modo di sfruttarla penso..)
Comunque lo spettacolo che si presenta è meraviglioso... ah la spiaggia si chiama Gris Gris .. non potevo non fotografarla..

Grazie dell'omaggio ma sopratutto dell'articolo e di averlo condiviso. Mi è venuto il desiderio di vederle da vivo adesso che faccio?
griselda non è connesso  
Vecchio 11-01-2007, 16.48.02   #16
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Grazie dell'omaggio ma sopratutto dell'articolo e di averlo condiviso. Mi è venuto il desiderio di vederle da vivo adesso che faccio?
Regalati un viaggetto



scherzi a parte.. credo si capisca, che quel viaggio mi ha affascinata, e non escludo prima o poi ti poter tornare un'altra volta , credo pero' che esistano molti luoghi nel mondo che meritino di essere visti.. vedere diverse culture , luoghi cui non siamo abituati.. non ho visto molto del mondo fino ad oggi,
ma viaggiare mi affascina ..

RedWitch non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20.57.08.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271