Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Giardino Filosofico > Aforismi, Proverbi, Modi di dire

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 29-08-2006, 08.45.26   #51
coccinella
Alloggiato/a
 
Data registrazione: 22-06-2006
Messaggi: 55
Predefinito

Quote Kael: Se uno vuole espandere se stesso/migliorarsi, l'abisso gli tornerà utile.... se uno invece non ne sente il bisogno, troverà in tutto questo solo tempo e fatica da spendere per tornare uguale a com'era prima, quindi inutile...
Che dire, hanno ragione entrambi... dipende da quello che ognuno Cerca...
__________________________________________________ _________

.. e se uno ne sente il bisogno, ma è talmente spezzato da non riuscire nemmeno a ricostruirsi la capanna, che può fare nel frattempo?
__________________
chi siamo, da dove veniamo, dove cavolo andiamo!
coccinella non è connesso  
Vecchio 29-08-2006, 10.01.44   #52
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,131
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da coccinella
.. e se uno ne sente il bisogno, ma è talmente spezzato da non riuscire nemmeno a ricostruirsi la capanna, che può fare nel frattempo?
Chi è che può scendere nell'abisso senza sentirsi "spezzato"? Non esistono più abissi, uno terribile e uno meno... ce n'è uno solo ed è terribile per tutti...
In Primi Passi affrontavamo questo discorso, ed è proprio in quel momento, quando sei "spezzato", che con le "tue sole forze" (quelle di cui sei a conoscenza) ti sembra di non farcela.... E allora si inizia a Cercare...
Magari non si sa ancora bene cosa, però c'è la volontà di cambiare, c'è la volontà di smettere di subire e di iniziare a prendere in mano la situazione..
Non so se l'hai letto, magari possiamo continuare la...

__________________

Kael è connesso ora  
Vecchio 29-08-2006, 10.14.19   #53
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da coccinella
.. e se uno ne sente il bisogno, ma è talmente spezzato da non riuscire nemmeno a ricostruirsi la capanna, che può fare nel frattempo?
Risposta banale Coccinella.. ma l'unica che sento in questo momento: non arrendersi, anche quando tutto sembra scivolarci dalle mani. Anche quando il solo alzarsi dal letto sembra una fatica enorme, quando tutto sembra vuoto e inutile, possiamo sempre trovare una spinta, un motivo per rialzarci... e tornare ad amare questa vita... un motivo c'è per tutto questo.. ne sono certa ...
Posso?
RedWitch è connesso ora  
Vecchio 29-08-2006, 10.20.40   #54
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
L'abisso ha una valenza negativa, ma non nel senso che siamo abituati a dare a questa parola, negativo come nel senso più materiale può essere la valenza di un atomo, cioè che attira, risucchia, il suo scopo è attirare quanto più possibile, da una certa angolazione, da una certa visuale tutta la manifestazione è un abisso... senza la caduta nella materia non vi sarebbe vita, se questa non ci attirasse saremmo perfetti ma amorfi, l'abisso di cui parlo non è una prerogativa della morte (anche se vi è in relazione) è una qualità della vita, è un nostro lato sempre presente e che non possiamo conoscere mai completamente, ne possiamo avere fugaci visioni (esattamente come dell'altro lato) ma possiamo sapere come agire in esse e con esse e non reagire.
Ho evidenziato alcune parole che mi suggerivano l'assonanza con i buchi neri. Il buco nero attira, risucchia con una forza magnetica (??? LB?) elevatissima senza lasciare nessuna possibilità a nulla di "salvarsi" e non è possibile, a quanto pare, studiare cosa accade al suo interno perchè ogni cosa che gli si avvicina è distrutta... ma se è vero che nulla si distrugge allora il buco nero trasforma. ... e se fosse che invece rigenera? Ritorna.. alla nn manifestazione?
Mi sa che nn è la sezione adatta .. ma boh.
Sole non è connesso  
Vecchio 29-08-2006, 17.45.07   #55
jezebelius
Organizza eventi
 
L'avatar di jezebelius
 
Data registrazione: 27-02-2005
Messaggi: 1,865
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno
... l'Abisso può essere la morte ma anche la vita... del resto sin dalla nascita ci vuole una grandissima volontà e forza per vivere... quando queste finiscono si muore, se queste fossero ancora presenti dopo la morte del corpo fisico............................................ ..............................
Secondo me Sole non sei fuori luogo..
Ho ripreso questa parte di Uno e mi sembra che ci sia una certa analogia con quello che può essere l'attività di un buco nero.
Nell'azione di " risucchio " anche nel caso della morte ( non solo fisica: nel senso che anche gli altri corpi mancando di “ pezzi “ e quindi di unità vengono inevitabilmente risucchiati ) si ritorna all'abisso.
La volontà, assieme alla forza per vivere, che manca...mi fa venire in mente alla mancanza di " collagene " che tiene unita l'energia che si possiede al momento della nascita.
La morte in questo caso( come in alto così in basso ) è l'estremo di ciò che accade tutti i giorni, quando viviamo una esperienza di questo tipo ( da qui il "lasciare " pezzi nostri sparsi in giro).
Quindi se non c'è una gran voglia di vivere si " ritorna " all'abisso, perchè da questo assorbiti.
Se invece ci fosse una Forza per e di Vivere, l'Abisso, pur ritornando ad esso, non riuscirebbe a dissolvere l'energia che nel frattempo, se si è Lavorato, ho Unito tenendo ed integrando i dati di cui manco....per cui non si ritornerebbe “ nelle Tenebre “ ma si inizierebbe a vedere la Luce….
__________________
Dr. Marc Haven
“Non deve essere l’alba di luce che deve iniziare ad avvisare la tua anima di tali doveri giornalieri e dell’ora in cui gli incensi devono bruciare sui fornelli; è la tua voce, solo lei che deve chiamare l’alba di luce e farla brillare sulla tua opera, alfine che tu possa dall’alto di questo Oriente, riversarla sulle nazioni addormentate nella loro inattività e sradicarle dalle tenebre in cui versano.”
jezebelius non è connesso  
Vecchio 30-08-2006, 19.36.18   #56
coccinella
Alloggiato/a
 
Data registrazione: 22-06-2006
Messaggi: 55
Predefinito

Grazie Red,
contraccambio
__________________
chi siamo, da dove veniamo, dove cavolo andiamo!
coccinella non è connesso  
Vecchio 12-12-2006, 13.46.10   #57
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,131
Predefinito

Ho notato che l'Abisso si traveste da ciò che amiamo... e ne siamo attratti...
Fà sì che siamo proprio noi a buttarci dentro volutamente... è incredibile...
In qualche modo lo ricerchiamo noi stessi... forse siamo proprio noi stessi a travestirlo di quello che vogliamo, per metterci alla prova forse... non lo so.

Siamo persone, agglomerati di varia materia... Se il Cielo dà e l'Abisso toglie, sarebbe bene imparare a farci togliere solo ciò che non serve e lasciarlo "andare" nel baratro... ciò che è errato e mal formato, per ricostruirlo ancora, e migliore... con la materia che arriva dall'Alto...
__________________

Kael è connesso ora  
Vecchio 12-12-2006, 14.21.52   #58
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Ho notato che l'Abisso si traveste da ciò che amiamo... e ne siamo attratti...
Fà sì che siamo proprio noi a buttarci dentro volutamente... è incredibile...
In qualche modo lo ricerchiamo noi stessi... forse siamo proprio noi stessi a travestirlo di quello che vogliamo, per metterci alla prova forse... non lo so.
L'ho notato pure io, e mi sto facendo molte domande tra cui:è possibile che ci attragga così tanto perchè siamo esperti...ci sentiamo a nostro agio...perchè apparentemente ci ha dato piacere...e quindi se siamo inconsapevoli ricordiamo solo quel momento di frizione piacevole e non tutto il resto?
Mi sorge ora una considerazione per guardare l'abisso ci vuole l'equilibrio neccessario altrimenti ti gira la testa e cadi giù. Quindi se ti avvicini non devi soffrire di vetigini altrimenti sai già la fine che farai. Però stare sul bordo è mettere alla prova il proprio equiibrio, quando già lo si possiede?
griselda non è connesso  
Vecchio 12-12-2006, 17.28.38   #59
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Sia che l'abisso si travesta da ciò che amiamo, sia che si mostri attraverso la sofferenza.. è qualcosa a cui non vogliamo rinunciare.. per abitudine .. se siamo abituati a stare male per esempio, poi ci sembra di non poterne fare a meno.. siamo affezionati alla nostra sofferenza... al nostro abisso..

Ma non sarà necessario caderci nell'abisso? se sto lontana dal bordo, perchè ho paura guardarlo e di caderci dentro, questo comunque non mi preserva dal caderci..
RedWitch è connesso ora  
Vecchio 13-12-2006, 11.57.31   #60
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,131
Predefinito

L'abisso sta dentro ogni cosa, come dice Uno è presente in ogni punto del creato... Un fiore, un tramonto, una persona... tutto può dare tanto, può arricchire... ma al contempo può togliere tanto, può "derubare", risucchiare verso di se, scioglierci... Dipende sempre dall'uso che ne facciamo e dal nostro grado di resistenza...
Vedo che troppo spesso questo porta chiusura in se stessi, staticità, per non farsi risucchiare... Ma questo, al contempo, non permette nemmeno di ricevere... Più ci si apre, e più si è soggetti all'azione di entrambe le due forze complementari...
__________________

Kael è connesso ora  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 10.30.26.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271