Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Giardino Filosofico > Esperienze

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 01-02-2012, 16.11.16   #1
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito Dolore infinito

Ho visto qualche giorno fa un servizio sull'uccisione cruenta di cani in Serbia, mi ha sconvolto la violenza gratuita, lo spettacolo immondo che riesce a dare l'essere umano, e mi sono chiesta perchè, come me lo sono chiesta mille altre volte, perchè accade, e soprattutto perchè non riesco ad accettare tutto questo male.
Poi nel pieno dello sconforto, non solo per i cani ma un po' per tutto quanto si sente di malvagità rivolta verso tutto e tutti, ho pensato che a tanto Male forse corrisponde quella sofferenza di tanti innocenti che muoiono, giovani vecchi bambini, quasi che il Male generasse il Male... si autoalimentasse riversandosi a pioggia sull'umanità.
Così però dovrebbe avvenire per il Bene, tanto Bene dovrebbe generare il Bene, non so in esoerismo si potrebbe capire di più?
E' da tempo che non scrivo...vorrei che non pensaste che sia andata fuori di senno, è che non so spiegarmi meglio!
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 01-02-2012, 17.29.07   #2
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,843
Predefinito

Ciao Filo, non è mai un piacere vedere certe azioni violente, credo non lo sia per nessuno e purtroppo più si va dove c'è il male e più male si vede e si trova.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 02-02-2012, 00.09.23   #3
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
ho pensato che a tanto Male forse corrisponde quella sofferenza di tanti innocenti che muoiono, giovani vecchi bambini, quasi che il Male generasse il Male... si autoalimentasse riversandosi a pioggia sull'umanità.
Così però dovrebbe avvenire per il Bene, tanto Bene dovrebbe generare il Bene, non so in esoterismo si potrebbe capire di più?
A parte il dolore di vedere taanta malvagità, cara Gris, mi chiedo se ci possa essere una relazione, un legame nascosto tra il Male nel mondo e la sofferenza degli Innocenti, quasi fosse il corrispettivo da dover pagare,
in fondo anche Gesù si offre per pagare il Male del mondo, dico una bestemmia?
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 02-02-2012, 00.13.25   #4
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,185
Predefinito

Filo, secondo me hai fatto un'esperienza importante, hai percepito, tramite il male, qualcosa di più ampio del solito piccolo quotidiano. Hai visto qualcosa di più generale. E' dura da reggere, ma apre per vedere anche il resto.

__________________

Ray è connesso ora  
Vecchio 02-02-2012, 00.26.52   #5
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Filo, secondo me hai fatto un'esperienza importante, hai percepito, tramite il male, qualcosa di più ampio del solito piccolo quotidiano. Hai visto qualcosa di più generale. E' dura da reggere, ma apre per vedere anche il resto.

cosa posso fare per comprendere meglio, mi avvicino, sento che son lì sull'orlo di un baratro di cui non riesco a vedere il ciglio, ci sono ostacoli come montagne a chiudermi gli occhi, vorrei inoltrarmi per questo sentiero se solo riuscissi a vederne l'inizio, non sono un'iniziata ma la via mi attira, cosa fare per aprire un po' di più la mente, che risposte darmi, quali fini prefiggermi per sciogliere la nebbia...possibile che il Male mi sia così vicino? che lo senta intorno a me che brancolo, che chiudo gli occhi, le orecchie per non vedere per non sentire eppure le grida altissime mi penetrano dentro, il dolore del mondo mi fa paura.
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 02-02-2012, 00.44.46   #6
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,185
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
cosa posso fare per comprendere meglio,
Tutto ha un senso, tutto ha una funzione. Tutto serve.
__________________

Ray è connesso ora  
Vecchio 02-02-2012, 08.50.06   #7
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Io spero che queste cose (le vedo anche su facebook) siano dei fotoritocchi, dei fake, dei falsi. Alcuni sicuramente lo sono.

Tornando al tuo discorso, mi capita a volte di percepire il male del mondo, di percepire la corruzione sarò corrotto io, ed è una mia proiezione?Non credo perchè se fosse cosi, mi troverei bene in certi meccanismi.

Non so, io sono fortemente preoccupato per quello che succede nel mondo, anche se ogni tanto ritorno sui miei problemi, per evitare che questo posso essere un alibi, per guardare fuori e lontano e non vicino e dentro.

Credo che a livello di piano astrale, ci sia nel mondo più spazzatura di Napoli, tra pensieri negavi, ansie, cose nefaste.

Ne ho parlato altre volte qui, ma forse l'ho messo tra la righe, sentire un angoscia, anche quando hai tutto alla fine, poi ti accorgi che non è tua.
Mi capita pure quando assisto ad un ingiustizia.

Ora però ho capito che ricevere "passivamente" queste sensazioni può essere pericoloso, mentre invece prenderne consapevolezza aiuta.

Il bene, genere bene, dovrebbe partire da noi, basterebbe che ognuno di noi facesse il bene, e abbia vinto la lotta contro se stesso.
Anche i pensieri che abbiamo, quando vediamo qualcuno che fa del male, un santo contrasterebbe con pregherie o pensieri opposti alle azioni di quella persona, noi invece siamo subito pronti a dire: guarda è invidioso di me, che superbo, che str....
etc. etc.

Vediamo il male, ma alla fine ci facciamo trascinare anche dal suo schifo, e poi dopo ci sentiamo depressi e svuotati.
Forse occorrerebbe soltanto vederlo ma sempre col dovuto distacco.

Ancora però non digerisco molto il fatto che gli innocenti devono pagare per i "peccatori". Pensavo che ognuno pagasse per i suoi peccati"
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 02-02-2012, 12.34.39   #8
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,843
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
A parte il dolore di vedere taanta malvagità, cara Gris, mi chiedo se ci possa essere una relazione, un legame nascosto tra il Male nel mondo e la sofferenza degli Innocenti, quasi fosse il corrispettivo da dover pagare,
in fondo anche Gesù si offre per pagare il Male del mondo, dico una bestemmia?
Già Gesù come Agnello Sacrificale...
E i cani come sacrifio degli animali per ? Chissà forse per quietare qualche cosa che non so, che non conosco forse il bisogno di male che c'è nella dualità.
Gli animali da sempe sono stati immolati sia come vittime sacrificali ee forse ancora oggi anche se passa sotto coscienza può essere che assolvono ancora a quei riti anche se in modo diverso quietare il bisogno di male (o forse solo come sofferenza)? E' orribile anche solo da pensare ma boh!
Di certo a noi dovrebbe sensibilizzare chi muore in modo cruento, perchè il male li ha presi o perchè la terra (o la luna?)ha bisogno del loro sangue e del sacrificio della loro vita.
Perchè nessuno fa più sacrifici personalmente.
Invece di far soffrire il nostro animale facciamo soffrire gli altri.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 02-02-2012, 13.03.58   #9
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,554
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
cosa posso fare per comprendere meglio, mi avvicino, sento che son lì sull'orlo di un baratro di cui non riesco a vedere il ciglio, ci sono ostacoli come montagne a chiudermi gli occhi, vorrei inoltrarmi per questo sentiero se solo riuscissi a vederne l'inizio, non sono un'iniziata ma la via mi attira, cosa fare per aprire un po' di più la mente, che risposte darmi, quali fini prefiggermi per sciogliere la nebbia...possibile che il Male mi sia così vicino? che lo senta intorno a me che brancolo, che chiudo gli occhi, le orecchie per non vedere per non sentire eppure le grida altissime mi penetrano dentro, il dolore del mondo mi fa paura.
Assumendo a piccole dosi un veleno piano piano si diventa immuni.
Purtroppo non credo che ci sia altra via se non quella di soffrire volontariamente davanti a certe scene e piano piano resistere a piccole dosi a questi eventi. All'inizio sembra insopportabile, tanto che ci si arrabbia per buttare fuori il male che non si riesce a contenere.
Con questo non voglio dire che bisogna farsi il callo, anzi il punto è tutto altro. Il punto è che allenandosi a resistere al male che provoca una ingiustizia ci si rende forti ma soprattutto più aperti ad una visione globale degli eventi, perchè la paura e la rabbia chiudono lo sguardo, ma non ci si rende insensibili al vissuto di chi subisce il male. La compassione resta eccome ma la si sopporta sempre un pochino di più.

Fin'ora non ho trovato altro modo se non questo di farmi forza e coraggio e non esprimere fuori la rabbia che sento davanti certe scene. Così pian pianino si arriva ad essere in grado di osservare la questione da altri punti di vista.

In fondo in fondo in fondo quello che non vogliamo vedere è il male che è dentro di noi.

Ci sono discussioni sul male e sul bene se vuoi le riprendiamo, anche volentieri.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 02-02-2012, 15.40.44   #10
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio

In fondo in fondo in fondo quello che non vogliamo vedere è il male che è dentro di noi.

Ci sono discussioni sul male e sul bene se vuoi le riprendiamo, anche volentieri.
sì, mi farebbe piacere trovare altri spunti, ho cercato sul tema violenza ma non era ciò che volevo, grazie Sole.

Mi ha colpito la tua frase quando dici che in fondo non vogliamo vedere il male che c'è dentro di noi, la sento vera, avverto di essere preda di sentimenti anche negativi ma come riuscire a razionalizzare la parte oscura talmente nascosta quasi da pensare che non esista.
Il dualismo tra il Bene e il Male coinvolge il mondo in una lottas senza escluione di colpi ma noi che ci troviamo nel mezzo dobbiamo essere solo passivi o possiamo in qualche modo partecipare, entrare nel vivo o addirittura estraniarci?
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 02-02-2012, 15.46.35   #11
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Di certo a noi dovrebbe sensibilizzare chi muore in modo cruento, perchè il male li ha presi o perchè la terra (o la luna?)ha bisogno del loro sangue e del sacrificio della loro vita.
Ho pensato molte volte alla morte cruenta che spesso tocca a persone del tutto innocenti e sono arrivata a credere che possano essere le vittime sacrificali del tanto Male che esiste, oppure che debbano provare la violenza per poter crescere nella scala che li porterà a diventare sempre più consapevoli dell'esistenza.
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 02-02-2012, 16.29.53   #12
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio

Ora però ho capito che ricevere "passivamente" queste sensazioni può essere pericoloso, mentre invece prenderne consapevolezza aiuta.



Vediamo il male, ma alla fine ci facciamo trascinare anche dal suo schifo, e poi dopo ci sentiamo depressi e svuotati.
Forse occorrerebbe soltanto vederlo ma sempre col dovuto distacco.
Come si fa a non ricevere passivamente il male, come si fa a prenderne consapevolezza...questo è il quesito, come si fa?
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 02-02-2012, 17.17.41   #13
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Mi pare che intanto Sole abbia dato una soluzione, sopratutto certe volte ci lasciamo prendere dal male e non ci pensiamo. Beh direi che tutto sta nell'attenzione e consapevolezza.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 02-02-2012, 23.15.33   #14
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,554
Predefinito

http://ermopoli.it/portale/showthread.php?t=1022


Prova a leggere qui, magari continuiamo il discorso.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Dopo il big ben griselda Esperienze 42 26-11-2010 12.18.46
Criminale = malato? Ray Aforismi, Proverbi, Modi di dire 87 04-02-2010 11.43.57
come affrontare il dolore? filoumenanike Psicologia moderna e antica 15 04-01-2009 23.24.54
DOLORE pluto Letteratura & Poesia 3 07-06-2005 22.55.15
Dolore generalità - controllo - terapia odisseo Benessere fisico 3 07-04-2005 11.31.12


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 19.42.26.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271