Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Piazza > Manifestazione pacifica del nostro volere

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 27-09-2007, 10.43.14   #1
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito Lavoratori pubblici, lavoratori privati, figli di due madri?

Non voglio mettere nessuno contro nessuno, in tutta franchezza se io fossi un lavoratore del pubblico impiego approfitterei di tutto quello che potrei, quindi non colpevolizzo, non completamente ed unicamente almeno, i dipendenti quanto i pesi e le misure diverse.

Vedo continuamente auto di vari servizi, che vanno dalla usl o asl come si chiama, ad auto del comune, o di che altro che portano in giro, a fare spese o commisioni dipendenti che in quel momento dovrebbero essere a lavorare per guadagnarsi lo stipendio... o se fossero fuori servizio non avrebbero motivo di utilizzare tali auto.
E' notizia di alcuni giorni fa che un dipendente della provincia di Vercelli in ferie con il cellulare di servizio (se era in ferie perchè era con il cellulare di servizio?) ha accumulato 9000 euro di traffico tra telefonate e collegamenti internet.... il "bello"/brutto è che se non fosse stata una cifra del genere ma magari 300 euro nel calderone delle spese che nessuno controlla non se ne sarebbe accorto nessuno.
Non parliamo dei diritti fondamentali del lavoratore, parlo per esempio anche di semplice cassa mutua, il dipendente pubblico basta che faccia una telefonata, il dipendente privato è molto più controllato.....

Ripeto, non voglio mettere nessuno contro nessuno, non faccio di tutta l'erba un fascio, conosco persone responsabili che cercano con impegno di fare il loro dovere e di non abusare dei "diritti" acquisiti, ma altre che non hanno ritegno.... quindi come detto sopra a loro si può farne una colpa fino ad un certo punto... l'occasione fa l'uomo ladro... ma i controlli, i ridimensionamenti, ed una politica di eliminazione dei privilegi che si fa nei settori privati dovrebbe essere seguita (o preceduta ma evito una querelle) nel pubblico.
Uno non è connesso  
Vecchio 27-09-2007, 11.58.44   #2
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Mi sa che il discorso è complesso.
Partendo dal fatto che bisognerebbe sempre farsi un esame di coscienza prima di fare qualunque cosa tipo prendere più di quello che ci è stato concesso, quindi approfittarne.
Per quanto riguarda i telefonini aziendali per quelle due aziende che conosco, so che hanno un limite sopra il quale scattano i controlli. E' anche vero che se hai l'obbligo della reperibilità il cellulare lo hai anche in ferie per forza e non solo per telefonare tu ma ti chiamano a tutte le ore del giorno e della notte.
Invece per l'auto ci sono anche dei contratti per i quali ti viene concessa l'auto aziendale e la puoi usare anche fuori orario di lavoro ma li dipende tutto dal contratto personale che viene stipulato a personam.
Certo è che dovendo sudare sette camicie per ottenere anche un solo piccolo benefit alcune persone si sentono autorizzate poi a specularci. Ma questo dipende come detto sopra dalla coscienza del singolo che se non c'è andrà ad incidere ( a discapito) come già in passato su chi si è sempre comportato onestamente. ( restrizioni)
griselda non è connesso  
Vecchio 27-09-2007, 12.30.22   #3
jezebelius
Organizza eventi
 
L'avatar di jezebelius
 
Data registrazione: 27-02-2005
Messaggi: 1,865
Predefinito

Beh...se ne facciamo soprattutto una questione di coscienza, mi sa che non andiamo molto lontano e lungi da me, come dice Uno" fare di tutta un erba, un fascio".
La situazione è quella che è...diciamocelo ossia scarasamente controllata da un lato - anche per una influente burocrazia che si inserisce all'interno delle maglie che, al contrario dovrebbero servire come collegamento tra vari settori distrubuendo competenze - e dall'altro l'incompetenza e la mancanza di responsabilità di qualcuno che, ripeto, ahimè...secondo me sorpassa a gran velocità chi lavora seriamente.
La questione alla fine è proprio il sistema che si usa, distinguendo pubblico e privato nonchè le relative misure differenziate, ad occupare il posto di problema maggiore. E' vero che anche i dipendenti delle amministrazioni ed enti statali devono affrontare i loro problemi ma alla fine, se si guarda bene, coloro che gestiscono anche una piccola parte di " potere" pubblico son quelli che si muovono lungo la scia tracciata da chi rivendica diritti che sicuramente gli spettano.
Sono alla fine " parassiti" - nel senso più ampio del termine, considerando che anche nel settore privato ve ne sono intendiamoci - i quali spesso e volentieri non si fanno "problemi", o per utilizzare la macchina aziendale o per usare il telefono o addirittura per prendere aerei, sul "peso" dell'azione. E' vero che potrebbe allora definirsi mancanza di coscienza ma più nello specifico la definirei " mancanza di coscienza civica" che probabilmente è figlia della prima. Insomma oltre a non saper stare in società, all'interno di questa, si attiva un meccanismo. Si dice che " Il Potere logora chi non ce l'ha" ma alla fine si potrebbe aggiungere anche che" Ubriaca chi lo ha" facendogli perdere di vista la responsabilità e la richiesta di competenza.
Secondo me si potrebbe utilizzare, anche per il settore pubblico, il meccanismo che si verifica, di solito, nel privato e cioè " vincolare" quella mansione al raggiungimento di obiettivi ( visto che si parla di Enti come aziende ), tutti finalizzati allo scopo cui l'Ente è destinato a soddisfare.
__________________
Dr. Marc Haven
“Non deve essere l’alba di luce che deve iniziare ad avvisare la tua anima di tali doveri giornalieri e dell’ora in cui gli incensi devono bruciare sui fornelli; è la tua voce, solo lei che deve chiamare l’alba di luce e farla brillare sulla tua opera, alfine che tu possa dall’alto di questo Oriente, riversarla sulle nazioni addormentate nella loro inattività e sradicarle dalle tenebre in cui versano.”
jezebelius non è connesso  
Vecchio 27-09-2007, 18.11.05   #4
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Diversificherei tra privato e pubblico anche se sostanzialmente non ci si rende conto che quando si ruba poi alla fine si ruba a se stessi. Ma non come una frase filosofica, ma perché se approfitti dell’azienda che “ti da mangiare”, e se tutti seguissero quell’esempio, potresti anche rimanere senza posto di lavoro. Questo vale per il pubblico che per il privato.
Se si fa le sanguisughe non ci si accorge che poi alla fine il sangue che si succhia è anche il proprio. Non intendo che non si debba far valere i propri diritti ma non esimersi dai doveri.
I controlli…. Essi bella sta cosa, il punto è che neppure chi presiede ai controlli ha una coscienza e per il proprio quieto vivere lascia correre. ( Nel peggiore dei casi ci guadagna) Troppa fatica…. Non ne vale la pena…. Magari sotto, sotto pensa che facciano bene? Tutti pensano sempre che non tocchi a loro e scaricano la responsabilità del ruolo che ricoprono a quello sopra. E pensare che ho sentito dire che chi sta al governo ( o anche chi sta ad un certo livello di dirigenza) viene pagato cifre esorbitanti per non cadere in fallo proprio a causa della “umanità” di cui si è pervasi….. poi però quando si vede che nonostante tutto non è servito a nulla e c’è la prova evidente allora perché non agire e mandare quella persona in “pensione” da qualche altra parte?
In miniera magari.
La crescita dovrebbe andare di pari passo con quella della coscienza ma non mi sembra che in questo momento le cose vadano in questo senso.

P.S. Un conoscente al ritorno da una vacanza nel nord d’Europa ha raccontato che alla fine dell’autostrada vi era un contenitore dove inserire il costo del percorso fatto e nel campeggio in cui è stato c’era una cassetta ( in cui inserire i soldi) con accanto dei sacchettini di plastica una penna con cui fare i conti di quanto dovuto. Ma vi immaginate qui da noi? Manco la penna rimarrebbe. Vabbeh magari loro hanno altri problemi ma il senso civico almeno lo conoscono.
griselda non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 01.02.28.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271