Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Piazza > Manifestazione pacifica del nostro volere

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 27-09-2007, 10.23.21   #1
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito Destinazione del TFR

Si possono tirare le somme sulla questione del TFR che ha tenuto sospesi per moltissimo tempo i lavoratori ma soprattutto piccole aziende che sono il sostentamento della società ma che pare nessuno si accorga.
Cerchiamo di capire intanto cosa sia il TFR per un lavoratore e per l'azienda.
Il Trattamento di Fine Rapporto per il lavoratore è la così detta liquidazione che per ogni anno della sua prestazine presso il datore di lavoro viene incrementata di una quota. Un vero e proprio fondo pensione sicuro e rivalutato ogni anno secondo gli indici istat.
Per l'azienda il TFR è un capitale in bilancio, e qui perdo qualcuno per strada, provo in maniera semplice a dire. Ogni anno la stessa quota che viene messa da parte per il lavoratore viene anche registrata (accantonata) nel bilancio dell'azienda, creando così un fondo patrimoniale (cioè senza uscite ed entrate di denaro per dirla propria snella e spicciola) e allo stesso tempo si forma un costo che abbassa il reddito. Non è una vera e proprio uscita finanziaria, non c'è un esborso ma si rileva una importante voce che gioca tanto a favore di piccole imprese. Immaginiamo se un artigiano che ha due dipendenti da 16 anni dovesse prendere tutto e darlo ad altri. All'inizio si parlava di prelevarli dalle casse delle piccole aziende ante 2006, dopo enormi proteste si è deciso di far partire dal 2006.
Il lavoratore che aveva la fortuna di lavorare in una azienda con meno di 50 dipendenti ha potuto scegliere se restare come era (con il datore di lavoro) oppure adeguarsi al fondo pensione PROPOSTO. I lavoratori con più di 50 dipendenti avevano la scelta tra i fondi pensioni e le casse dell'INPS, i fondi però non avevano grosso mercato era come un invito implicito?
I fatti sono questi:
1 lavoratore su 4 delle piccole aziende ha scelto di rimanere come stava.
4 lavoratori su 10 nelle grandi han scelto i fondi.
Perche questo enorme fallimento?
Intanto il cambio non era favorevole, avere i soldi subito e in contanti piuttosto che un vitalizio proposto dalle assicurazioni non era certo il massimo. E evidente una totale completa Sfiducia verso l'ente dell'Inps. La scelta dell'inps è stata fatta solo dove costretti dalla convenienza.
Mancanza di fiducia negli investimenti finanziari e nelle assicurazioni.
In ogni caso a gaudagnarci a tutt'oggi son state solo le Assicurazioni che hanno potuto inserire sul mercato pacchetti "difficili" per il resto fin'ora è stato un completo fallimento.
Inoltre c'è da considerare che chi non sceglieva esplicitamente ponendo una frma sulla scelta, in automatico aveva scelto di abbandonare l'azienda. Lo hanno chiamato silenzio assenzo pecacto che funzioni al contrario, se non scelgo resto come sto, non cambio!

Un pò di numeri pescati qui e là:

sotto i 50 dipendenti
75% tfr in azienda
12,4% non ha scelto cosa fare del tfr
10,1% ha destinato il tfr a un fondo pensione

sopra i 50 dipendenti
47,7% tfr in azienda
41,45% non ha scelto cosa fare del tfr
10,1% ha destinato il tfr a un fondo pensione
Sole non è connesso  
Vecchio 27-09-2007, 10.28.54   #2
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
1 lavoratore su 4 delle piccole aziende ha scelto di rimanere come stava.

[....]

sotto i 50 dipendenti
75% tfr in azienda
12,4% non ha scelto cosa fare del tfr
10,1% ha destinato il tfr a un fondo pensione

sopra i 50 dipendenti
47,7% tfr in azienda
41,45% non ha scelto cosa fare del tfr
10,1% ha destinato il tfr a un fondo pensione
Scusa, o ho capito male io oppure sopra è 3 lavoratori su quattro, forse un errore di digitazione... o forse non ho capito niente io

Prima o poi dico quello che penso di questa cosa.
Uno non è connesso  
Vecchio 27-09-2007, 10.34.43   #3
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Non ho fatto attenzione.. forse l'istat ha fatto casino, è giusto 1 su quattro, anche facendo una piccola statistica in giro lo si riscontra. Tutti son rimasti con l'azienda.

Io del TFR ne penso male a dire il vero. Sarebbe un discorso di ricostruzione globlale da fare. Il lavoro che dovrebbero fare i sindacati per riscostruire una reale forza dei diritti è fermo a questione di potere e il lavoratore non cede su l'Inps e su questi favoritismi tipici Italiani. Al limite la liquidazione dovrebbe essere un premio di merito finale, un riconoscimento non un dovuto.
Sole non è connesso  
Vecchio 27-09-2007, 10.50.52   #4
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Non ho fatto attenzione.. forse l'istat ha fatto casino, è giusto 1 su quattro, anche facendo una piccola statistica in giro lo si riscontra. Tutti son rimasti con l'azienda.
.
O mi manca un caffè.... spiegami per favore:
Prima erano tutti con le aziende
adesso mi dici che la maggior parte sono rimasti con le aziende, quindi 3 su 4 non 1 su 4.
Almeno questo mi viene... comunque il concetto è che di quelli che non sono stati in qualche maniera costretti pochi si sono fidati (e a mio avviso a ragione) e su questo penso che ci siamo capiti.
Uno non è connesso  
Vecchio 27-09-2007, 11.00.52   #5
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

si 3 su 4!
1 su 4 ha scelto di andare fuori azienda.

Non lo avevo preso io il caffè, venia, ero presa dal discorso e ho perso il particolare fondamentale.

Sole non è connesso  
Vecchio 27-09-2007, 15.56.52   #6
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Giusto qualche giorno fa, c'era in giro un articolo che diceva che se i lavoratori inizialmente avevano scelto poco i fondi pensione esterni alle aziende adesso la situazione va "migliorando" (bisognerebbe vedere per chi... ), ma come hai detto tu Sole, basta chiedere un po' in giro per vedere che chi ha potuto ha scelto di lasciare il Tfr in azienda..
La scelta per chi lavora in una grande azienda è stata quasi obbligata, visto che non c'era più la possibilità di lasciare lì l'accantonamento.
Chi lavora per 30 anni (minimo) a mio avviso, dovrebbe essere tutelato in quando a trattamento di fine rapporto, invece, detto fuori dai denti, secondo me, stanno cercando un modo per fregarci.. un po' come il discorso dell'età di pensionamento.. continuano a cambiare le carte in tavola, si genera il caos e c'è gente che aspetta di ricevere la pensione anche per anni.

Citazione:
Originalmente inviato da Sole
Inoltre c'è da considerare che chi non sceglieva esplicitamente ponendo una frma sulla scelta, in automatico aveva scelto di abbandonare l'azienda. Lo hanno chiamato silenzio assenzo pecacto che funzioni al contrario, se non scelgo resto come sto, non cambio!
Questa è stata il massimo...
RedWitch non è connesso  
Vecchio 27-09-2007, 22.03.53   #7
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Questa del tfr mi vine da collegarla all'obbligo di operazioni bancarie per i professionisti... vari tentativi di trasferire grossi quantitativi di danaro e grossi guadagni a banche e assicurazioni... ricompense post-elettorali?
Ray non è connesso  
Vecchio 27-09-2007, 23.02.44   #8
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Il TFR serviva per lo più a nutrire l'INPS. Ma puzza anche di altro si...
Sole non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 06.34.18.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271