Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Piazza > Discorsi da Comari

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 10-07-2010, 16.49.55   #1
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito regalo di nozze

Voglio raccontare quanto mi è accaduto e capire se sono io fuori dal mondo oppure se è il mondo che comincia a dare di matto!

Ho ricevuto in questi giorni una partecipazione per le nozze di un ragazzo, mio vicino di casa, nella busta una letterina romantica mi invita alla cerimonia ad Ercolano, luogo bellissimo ma di difficile raggiungibilità da parte mia che sto in Umbria! Sono invitata al pranzo che si terrà in un qualche ristorante della zona e in più trovo un bigliettino su cui da una parte appare il nome di un'Agenzia di viaggi e dietro gli estremi di un bonifico intestato alla stessa Agenzia!
Sul momento penso ad un gesto carino per indicarmi un albergo di riferimento qualora decidessi di giungere ad Ercolano il giorno prima...la cerimonia si svolge alle 10 di mattina! Rileggo con cura il bigliettino e capisco che sto prendendo una cantonata...i soldi sono per il loro viaggio di nozze nei caraibi!!!!!!!!
Accidenti, mi dico, sei proprio una stupida! A questi delle mie esigenze non importa proprio un bel niente, l'importante per loro è che io gli mandi dei soldi, come regalo spontaneo per le loro felici nozze!
Ho sempre avuto antipatia per le liste nei negozi ma questo è davvero troppo, per come la vedo io!
Ho pensato di fargli un bonifico e di portargli la ricevuta bancaria a casa a posto del regalo che una volta si faceva ai ragazzi che si sposavano!
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 10-07-2010, 17.26.05   #2
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 2,696
Predefinito

Eh si! I tempi cambiano. Oggi si usa così anche per le partecipazioni, dentro la busta anche il biglietto della lista nozze.
Non è carino nè elegante ma credo sia un'esigenza della vita moderna e più agiata che ha riempito le nostre case di tutto, tanto che pensare a un regalo originale senza spendere una cifra enorme è diventato un'impresa.
Una volta c'erano pochi soldi e ci si accontentava dei regali che ci portavano, ma di matrimonio si sa erano di un certo valore. Oggi considera che un servizio costa un occhio anche volendolo non si può affrontare una spesa, così in lista nozze gli sposi scelgono di loro gusto quelle poche cose che servono e piacciono davvero. In un certo senso è giusto spendere bene i soldi in qualcosa di utile che non venga riciclato o buttato o sullo stomaco per anni.
Anche il viaggio di nozze è un'idea regalo visto che si fa a rate anche quello.
Io comunque prendo la lista come indicativa. Non mi sento obbligata a scegliere soprattutto per un regalo di partecipazione.
Così se tu non vai alle nozze puoi mandare anche solo un telegramma dove oltre gli auguri di nozze augurerai il buon viaggio che gli regaleranno gli altri!
diamantea non è connesso  
Vecchio 10-07-2010, 22.09.36   #3
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Mi accodo a Diam, mi risulta usuale trovare le indicazioni per la lista di nozze nell'invito al matrimonio. Ok, è forse un po' sfacciato, ma risparmia una telefonata (dove hai fatto la lista...?). Di un po' nuovo c'è la faccenda dell'agenzia viaggi, oggi abbastanza tipica di chi ha già il necessario per la casa perchè magari già convive, ma la lista nozze è da mo' che si fa.
Ray non è connesso  
Vecchio 11-07-2010, 00.29.20   #4
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

A me invece risulta nuova la partecipazione con dentro l'indicazione della lista nozze, e come Diamantea, la trovo poco elegante, anche se sicuramente non è mai stato obbligatorio fare il regalo scegliendolo esclusivamente dalla lista.

Non so se si tratti solo di una cosa di forma, da un lato a me tornerebbe comodo per l'immediatezza trovare l'indicazione della lista, se avessi comunque intenzione di fare un regalo.. dall'altra, romanticamente per me la partecipazione significa che una coppia si sta per unire in matrimonio e che ha scelto delle persone che partecipino alla loro gioia... non alla loro lista .

Invece il discorso lista viaggi mi trova favorevole, l'ho scelta quando mi sono sposata , anche se capisco che per qualcuno possa essere antipatico regalare una quota viaggio, si puo' sempre scegliere liberamente un regalo per gli sposi, che sarà comunque gradito.
RedWitch non è connesso  
Vecchio 11-07-2010, 01.32.09   #5
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Mi accodo a Diam, mi risulta usuale trovare le indicazioni per la lista di nozze nell'invito al matrimonio. Ok, è forse un po' sfacciato, ma risparmia una telefonata (dove hai fatto la lista...?)
Lo so anch'io che la lista da mo che si fa!
E' un pò come l'altro argomento che si tratta nell'altro post di Uno, a forza di parlare, di accettare si finisce con l'acconsentire a mode che non piacciono e che alla fine per assuefazione subiamo passivamente!
Certo che la lista è comoda, ci toglie dall'impaccio di scegliere un regalo, certo che i soldi fanno comodo per fare un viaggio, ma quello che si perde è la spontaneità del regalo, la fantasia, il gusto di dare e quello di ricevere. E' come se si fosse obbligati ad un regalo, pertanto non voglio niente di tuo, che possa non piacermi, che non mi risulti utile, dammi dei soldi, un vile denaro, così ci faccio quello che mi pare!
Ma dove sta scritto che io, una perfetta sconosciuta, non rientro nella fascia dei parenti cui potrebbe essere più normale chiedere dei soldi, ti debba dare denaro sotto forma di bonifico bancario! E' una questione di buon gusto, è una questione etica, azzeri completamente il rapporto con l'altro, in sostanza gli dici di non buttare soldi in regali stupidi, gli lasci un'unica possibilità per augurargli una vita serena quella di monetizzare possibili sentimenti, svilire ogni gesto confidenziale, rapprtarsi solo con il quantum debeatur.
Capisco tutto ma non le coordinate bancarie per un regalo di nozze!
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 14-07-2010, 09.28.46   #6
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito

Leggo due cose "una perfetta sconosciuta" e l'invito in un posto in cui è praticamente quasi certo che non saresti andata.

Dimmi se ho letto e capito male Filo.

Sarò malizioso, ma a me da proprio questa idea, sapere che non sarai sicuramente un costo ma un possibile introito (anche se darai solo 10 euro) fa si che ti abbia invitato anche se, a quanto mi pare di capire, c'è solo un rapporto e conoscenza di vicinato.

Se fosse così, se fossi io, non mi sentirei per nulla obbligato a regalare nulla, mi sarei sentito più disposto a fare un regalino, mandare una pianta etc... se ne fossi venuto a conoscenza anche senza l'invito.

La penso come te, trovo poco eleganti queste modernità, ma posso tollerarle se proposte in un certo modo. Per esempio non c'è nulla di male a fare la lista, a chiedere direttamente soldi, a istituire un fondo viaggio di nozze etc... purchè lo si proponga solo a chi chieda espressamente non sapendo cosa regalare. Se un parente o un amico chiede cosa si gradirebbe o cosa serve non c'è nulla di male a dire:" abbiamo fatto la lista in tal negozio" oppure "ci servirebbero contanti per il viaggio, quindi abbiamo aperto un fondo in cui chi vuole può contribuire come vuole".
Ma spargere inviti a tutto spiano solo per i regali (anche se non ci fossero liste e fondi) lo trovo veramente brutto.

A volte penso che sarebbe da mettersi d'accordo con gli altri invitati/non-veramente_invitati e presentarsi sul serio al pranzo
Mi immagino il collasso a pagare un conto di 5/6/700 persone con cui spesso ci si gira incontrandole per non salutarle.
In un paese basterebbe fare "lo scherzo" 4/5 volte per demolire questa cattiva usanza, una volta sparsa la voce ci penserebbero 2 volte.

Comunque a memoria, di cose del genere ne sento parlare già da una trentina di anni, anzi, pare assurdo ma la cosa si espande anche a cresime e comunioni (dimenticavo..... feste di laurea, che ormai sono diventate come matrimoni con confetti e simili)
Uno non è connesso  
Vecchio 14-07-2010, 12.49.00   #7
gibbi
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di gibbi
 
Data registrazione: 15-05-2007
Messaggi: 764
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio

La penso come te, trovo poco eleganti queste modernità, ma posso tollerarle se proposte in un certo modo. Per esempio non c'è nulla di male a fare la lista, a chiedere direttamente soldi, a istituire un fondo viaggio di nozze etc... purchè lo si proponga solo a chi chieda espressamente non sapendo cosa regalare. Se un parente o un amico chiede cosa si gradirebbe o cosa serve non c'è nulla di male a dire:" abbiamo fatto la lista in tal negozio" oppure "ci servirebbero contanti per il viaggio, quindi abbiamo aperto un fondo in cui chi vuole può contribuire come vuole".
Ma spargere inviti a tutto spiano solo per i regali (anche se non ci fossero liste e fondi) lo trovo veramente brutto.
........
Comunque a memoria, di cose del genere ne sento parlare già da una trentina di anni, anzi, pare assurdo ma la cosa si espande anche a cresime e comunioni (dimenticavo..... feste di laurea, che ormai sono diventate come matrimoni con confetti e simili)
Ti quoto parzialmente, ma condivido tutto anche il suggerimento da satanasso .

Ci sono anche vecchie tradizioni che definire ineleganti è poco... presente il taglio della cravatta ?
Un tempo giustificato dalla necessità per gli sposi di racimolare qualche soldino in più ,lo reputo oggi assolutamente inaccettabile . Ho partecipato ad un matrimonio tre anni fa e durante il pranzo i parenti giovani dello sposo hanno tagliato la cravatta e appoggiata su di un grande vassoio che sorretto ai due lati è stato fatto passare tra tutti gli invitati così obbligati a metterci contante...... Non avevo mai visto nulla del genere e in quell'occasione ho deciso che non sarei più andata ad una festa di matrimonio( se non come zia o mamma dello sposo) .
gibbi non è connesso  
Vecchio 14-07-2010, 16.27.57   #8
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Leggo due cose "una perfetta sconosciuta" e l'invito in un posto in cui è praticamente quasi certo che non saresti andata.

Dimmi se ho letto e capito male Filo.

Sarò malizioso, ma a me da proprio questa idea, sapere che non sarai sicuramente un costo ma un possibile introito (anche se darai solo 10 euro) fa si che ti abbia invitato anche se, a quanto mi pare di capire, c'è solo un rapporto e conoscenza di vicinato.
Hai letto proprio bene, Uno! hai capito perfettamente quanto volevo dire e condivido pienamente i tuoi suggerimenti da satanasso, come dice Gibbi!
Penso di andare ad Ercolano magari due o tre giorni e così gli do anche una lezione di buona educazione!
Tra l'altro si sposano il giorno 11 settembre, data che evoca un tragico evento, non hanno avuto, i futuri sposi, nemmeno il buonsenso di scegliere un altro giorno! (mi sento un po' acida...acc! )
filoumenanike non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Regali e ricicli Uno Discorsi da Comari 10 13-04-2010 14.36.26


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 15.22.35.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271