Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Piazza > Discorsi da Comari

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 17-07-2010, 11.34.39   #26
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito

Riprendendo ciò che ha detto Ray nell'ultimo post, un tassista in abbigliamento da ferie o "da libera uscita" non mi ispira l'idea che sia concentrato sul lavoro, cioè guidare con attenzione e portarmi in sicurezza dove devo andare.
Poi è vero che magari uno in giacca e cravatta (esagero) potrebbe essere fatto e strafatto ed uno in bermuda essere perfetto come autista.

E' una questione mentale non tanto per chi usufruisce del servizio, se non per conseguenza, di chi fa un lavoro e di come ci si predispone.
Vi è mai capitato di andare da un medico che sta senza camice?
Oggi purtroppo molti medici di famiglia non hanno più l'abitudine di indossarlo e se analizziamo la cosa a fonda ha un suo perchè.
Per capirci, se un medico si e no mi guarda e parliamo, non mi tocca neanche e non deve intervenire (piccoli o grandi interventi che necessitano di condizioni sterili) non necessita di camice. Ed infatti questo oggi succede con i medici di famiglia, purtroppo....
Ma se è un tipo di medico che in qualche modo ci deve visitare, che sensazione ci ispirerebbe se fossa in bermuda? Che è li ma vorrebbe essere in spiaggia, no?
Sarebbe solo una nostra sensazione o la semplice osservazione di quello che è realmente?
Al 99% la seconda, poi per l'eccezione che conferma la regola l'1% potrebbe essere della prima tipologia.

Il discorso si potrebbe ampliare. Se uno ha un tipo di lavoro in cui è completamente isolato (per esempio telelavoro) può vestirsi come gli pare?
Si, certo, in teoria se lavora da casa potrebbe stare tutto il giorno in pigiamo, ma in questo caso se comunque non si desse delle altre regole (per esempio iniziare ad una certa ora fissa e lavorare tot ore etc..) non entrerebbe nel ruolo di quella professione.

Ecco il succo, non è un problema di chi guarda il tassista con i bermuda, ma di come il tassista non vuole entrare a pieno nel suo ruolo perchè fa caldo.

Insomma la forma ha un suo perchè ed importanza, non bisogna dargliene troppa, ma neanche per nulla.
Uno non è connesso  
Vecchio 17-07-2010, 12.44.26   #27
webetina
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-07-2009
Messaggi: 1,452
Predefinito

Il tassista è una persona a cui ci si affida, io apprezzo che si ponga in modo serio e rassicurante. Tante volte di sera all'uscita della metropolitana lontano da casa l'ho squadrato d'istinto . Non è una cosa poco importante infatti, può in qualche misura essere uno stress per il passeggero.
Ciò che riguarda invece l'atteggiamento interiore nello svolgimento del lavoro, potrebbe riguarare anche tutto un kit. A volte i tassisti più "rilassati" poi sono quelli che parlano via radio, che commentano il traffico, ti fanno domande, magari giusto per parlare, che a me danno fastidio oltre la prima la prima, alla quale rispondo con cortesia perchè ovviamente non è un automa a guidare; magari il tassista riservato aspetta che sia il passeggero a cercare il commento sul traffico o altro.
webetina non è connesso  
Vecchio 30-07-2010, 18.15.17   #28
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
.........................
Ecco il succo, non è un problema di chi guarda il tassista con i bermuda, ma di come il tassista non vuole entrare a pieno nel suo ruolo perchè fa caldo.

Insomma la forma ha un suo perchè ed importanza, non bisogna dargliene troppa, ma neanche per nulla.
Adesso è chiaro, dopo questo post, ho osservato per un po' di tempo chi mi è vicino.. ed effettivamente ci son state un paio di occasioni in cui la poca voglia di lavorare è coincisa con la messa dei pantaloni bermuda al posto dei soliti pantaloni lunghi... come dire che la poca predisposizione al lavoro, qualunque sia il motivo, va poi ad incidere anche sull'abbigliamento.. interessante anche il fatto che il problema sia soprattutto di chi indossa i bermuda (in questo caso) e non il contrario come sembra a prima vista.. anche se poi è vero che anche l'occhio vuole la sua parte.

RedWitch non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Abbigliamento per comunicare Uno Psicologia moderna e antica 24 28-05-2008 12.42.33


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 20.47.40.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271