Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Giardino Filosofico > Aforismi, Proverbi, Modi di dire

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 05-02-2010, 15.06.18   #1
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito ancora sulla verità

La verità è che la verità cambia
(Friedrich Nietzsche)


Ancora perchè ci sono degli altri tread sulla verità, ma mi pare che da questo punto di vista non l'abbiamo mai esplorata bene.

Ma ha ragione? La verità cambia? Oltre a cambiare il modo di esperimerla intendo... e se cambia c'è qualcosa di constante... e se si, cosa?
Ray non è connesso  
Vecchio 05-02-2010, 15.15.31   #2
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
La verità è che la verità cambia
(Friedrich Nietzsche)


Ancora perchè ci sono degli altri tread sulla verità, ma mi pare che da questo punto di vista non l'abbiamo mai esplorata bene.

Ma ha ragione? La verità cambia? Oltre a cambiare il modo di esperimerla intendo... e se cambia c'è qualcosa di constante... e se si, cosa?
Così d'istinto direi di si, cambia dal punto di vista del singolo e dell'evoluzione dell'umanità ma non cambia dal punto di vista della Fonte. Come a dire che in una visione globale vasta ed assoluta la verità comprende tutti i suoi cambiamenti ma dal punto dell'evoluzione umana cambia con l'evolvere della coscienza. Anche se non è un reale cambiamento ma uno spostamento del punto sull'asse.
Con qualcosa di costante intendi un punto su cui fare riferimento intorno a cui gira il cambiamento?
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 07-02-2010, 00.54.54   #3
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,131
Predefinito

La verità esiste a vari livelli, così come esistono le mezze verità etc.. e questa è certamente una verità immutabile, la relatività. Per una formica è vero che il mio soggiorno è un mondo senza confini, per me sono pochi metri quadrati di spazio, e non sta scritto da nessuna parte che la mia verità in quanto uomo sia più "vera" di quella della formica. Sono entrambe due verità, prese da due punti di vista diversi, probabilmente dal punto di vista di Dio il mio soggiorno è al contempo un universo infinitamente grande e un puntino infinitamente piccolo, così che in questa sua verità siano contemporaneamente "vere" (e quindi comprese) anche le verità mia e della formica.
Kael non è connesso  
Vecchio 07-02-2010, 01.48.09   #4
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
La verità esiste a vari livelli, così come esistono le mezze verità etc.. e questa è certamente una verità immutabile, la relatività. Per una formica è vero che il mio soggiorno è un mondo senza confini, per me sono pochi metri quadrati di spazio, e non sta scritto da nessuna parte che la mia verità in quanto uomo sia più "vera" di quella della formica. Sono entrambe due verità, prese da due punti di vista diversi, probabilmente dal punto di vista di Dio il mio soggiorno è al contempo un universo infinitamente grande e un puntino infinitamente piccolo, così che in questa sua verità siano contemporaneamente "vere" (e quindi comprese) anche le verità mia e della formica.
Ok, la verità varia al variare del punto di vista, che poi è come dire che varia il mio percepito di quella stessa verità.
Ma cambia solo al cambiare del punto di vista o cambia anche di suo, pur se nessuno varia il punto da cui l'osserva?
Ray non è connesso  
Vecchio 07-02-2010, 11.05.02   #5
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,131
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Ok, la verità varia al variare del punto di vista, che poi è come dire che varia il mio percepito di quella stessa verità.
Ma cambia solo al cambiare del punto di vista o cambia anche di suo, pur se nessuno varia il punto da cui l'osserva?
Secondo me no. La verità, sempre simile a se stessa, si basa su dei Principi immutabili. Che la vita nasce dall'unione di maschio e femmina ad esempio sarà sempre vero, poi la manifestazione di questi principi può assumere aspetti diversi seppur simili, come una razza androgina che comprende già in se stessa entrambi i sessi.

Una verità assoluta non può cambiare o spostarsi perchè non ha "spazio di manovra", combacia con l'universo intero e noi stessi viviamo già dentro quella verità omnicomprensiva. Per quello dicevo che per Dio probabilmente il mio soggiorno è al tempo stesso infinitamente grande e infinitamente piccolo, perchè così comprende contemporaneamente tutte le verità parziali che variano al variare del nostro punto di vista, le sole che possono cambiare e spostarsi all'interno di una verità più grande.
Kael non è connesso  
Vecchio 07-02-2010, 11.20.34   #6
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Non riesco tanto a capire dove vuoi porre l'attenzione.
E' chiaro che se cambi dimensione cambia la verità. La verità di una bidimensionalità non sarà uguale a quella di una tridimensionalità ma dalla fonte parte un identico input che si dirama per cui si può dire che la verità cambia ma non per sua natura per la relatività.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 07-02-2010, 12.44.57   #7
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito

Sarà pure "Nice" quello che l'ha detto ma, ha detto una strun...
oppure una cosa talmente profonda che non bisogna fermarsi al primo senso.

Se la verità è che la verità cambia, anche questa verità potrebbe/dovrebbe cambiare, quindi diventerebbe che la verità non cambia

Come vedrete da soli il senso può essere uno solo
da mutevole -a-> immutabile o immutevole
Ciò significa che più andiamo verso la verità che non cambia e più non possiamo tornare indietro..... a meno che non andiamo verso la menzogna ed il falso.... che non ha mai questo carattere di immutabilità, ma è sempre mutevole per sua natura.

C'è altro, ma non voglio impedirvi di ragionare sulla cosa (scusate se lo scrivo sempre, non è per vantarmi, ma per stimolarvi a non fermarvi a quel poco che scrivo)
Uno non è connesso  
Vecchio 07-02-2010, 15.08.01   #8
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,131
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Se la verità è che la verità cambia, anche questa verità potrebbe/dovrebbe cambiare, quindi diventerebbe che la verità non cambia
Si rifà ad un percorso di crescita, all'avvicinamento verso piani di coscienza più alti, dove appunto questa verità non è più vera eppure lo era dal momento che profetizzava il suo stesso cambiamento. Diciamo che la verità cambia sempre finchè non si raggiungono i Principi da cui emana, lì allora diventa immutevole e permanente. Ma prima di giungere a questo risultato bisogna passare per vari cambiamenti, bisogna vuotare varie volte la propria tazza per dirla all'orientale, e questa stessa è una verità immutabile...
Kael non è connesso  
Vecchio 18-02-2010, 21.57.27   #9
m@pi
Ristruttura la casa
 
L'avatar di m@pi
 
Data registrazione: 10-09-2009
Messaggi: 253
Predefinito

per dirla a parole mie... la verità è che cambia solo la nostra verità soggettiva, la Verità è una sola e solo chi arriva a lei la riconosce e sa che non cambierà...
m@pi non è connesso  
Vecchio 19-02-2010, 01.00.06   #10
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Come vedrete da soli il senso può essere uno solo
da mutevole -a-> immutabile o immutevole
Ciò significa che più andiamo verso la verità che non cambia e più non possiamo tornare indietro..... a meno che non andiamo verso la menzogna ed il falso.... che non ha mai questo carattere di immutabilità, ma è sempre mutevole per sua natura.
La Verità sarà anche immutabile, ma la verità cambia. E non è questione di soggettivo o non solo, nel senso che non è il punto che può fare il distinguo.

Come dici giustamente o andiamo verso la verità o andiamo verso il falso. Ma, appunto, andiamo. E in questo andare la verità cambia. Allora la differenza tra il muoversi verso la verità e il muoversi verso il falso non può essere data dal fatto che la verità muti o non muti, ma semmai dal modo in cui muta. A occhio mi verrebbe da dire che se vado verso il vero vedo la verità allargarsi, viceversa nell'altra direzione.

Mi si può obiettare che ciò che cambia è la percezione e non la verità, ma questa obiezione è sostenuta solo dall'immutabilità della verità in quanto presupposto.
Diverso sarebbe se ci si arriva e la si percepisce, ma fino a quel momento...
Ray non è connesso  
Vecchio 19-02-2010, 01.18.43   #11
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Allora la differenza tra il muoversi verso la verità e il muoversi verso il falso non può essere data dal fatto che la verità muti o non muti, ma semmai dal modo in cui muta. A occhio mi verrebbe da dire che se vado verso il vero vedo la verità allargarsi, viceversa nell'altra direzione.


Prova a vederla così, più ne sei lontano e più ne vedi dei frammenti, non vedi mai l'intero, quindi a seconda di come ti muovi (anche trasversalmente) a volte vedi un frammento a volte altri frammenti, quindi la verità (per te se vuoi) cambia.
Più vai verso di essa, più la vedi nella sua interezza e più non può cambiare. Come dici tu, si allarga e copre tutto non avendo possibilità di cambiare
Quote:


Mi si può obiettare che ciò che cambia è la percezione e non la verità, ma questa obiezione è sostenuta solo dall'immutabilità della verità in quanto presupposto.
Beh sappiamo quanto è grande Giove senza averlo mai toccato. Magari un giorno scopriremo () che al di fuori dell'orbita della Luna cambia la fisica, ma se così non è sappiamo quanto misura anche senza toccarlo
Uno non è connesso  
Vecchio 20-02-2010, 00.36.44   #12
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Beh sappiamo quanto è grande Giove senza averlo mai toccato. Magari un giorno scopriremo () che al di fuori dell'orbita della Luna cambia la fisica, ma se così non è sappiamo quanto misura anche senza toccarlo
Non sono convinto che il paragone regga. Nel caso della verità mi si dice che essa non è come la percepisco e come analogia col resto mi farebbe pensare. Giove invece si.
Ray non è connesso  
Vecchio 20-02-2010, 11.32.44   #13
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito

Puoi spiegarti meglio?
Uno non è connesso  
Vecchio 20-02-2010, 14.33.08   #14
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Puoi spiegarti meglio?
L'assunto è che la verità sia immutabile.
Nel mio procedere verso la verità la percepisco mutevole, anche se si allarga, e questo potrebbe essere un indizio che l'assunto è vero, tuttavia lo stesso assunto produce la conseguenza che la mia percezione non corrisponde alla realtà.
Nel caso di Giove che mi porti come esempio invece la mia percezione corrispondrebbe alla realtà e anzi mi permetterebbe di dedurre informazioni che potrei verificare solo in seguito.
Per questo dubitavo del paragone.
Ray non è connesso  
Vecchio 20-02-2010, 16.28.37   #15
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
L'assunto è che la verità sia immutabile.
Nel mio procedere verso la verità la percepisco mutevole, anche se si allarga, e questo potrebbe essere un indizio che l'assunto è vero, tuttavia lo stesso assunto produce la conseguenza che la mia percezione non corrisponde alla realtà.
Nel caso di Giove che mi porti come esempio invece la mia percezione corrispondrebbe alla realtà e anzi mi permetterebbe di dedurre informazioni che potrei verificare solo in seguito.
Per questo dubitavo del paragone.
Giove da qui sulla Terra lo vedi in un certo modo, anche con il telescopio. Se ti potessi (con un astronave per esempio) avvicinarti a 100km lo vedresti diversamente.
Per Giove sappiamo (attraverso misurazioni geometriche prima e sonde poi... almeno nella storia moderna) che la grandezza è quella che è a prescindere dalla nostra percezione qui.
Per la Verità se io muovendomi "registro" le differenze, una sorta di calcolo geometrico mi può far affermare che la verità ha una certa "misura" e che questa è immutabile... li nel punto dov'è.
Uno non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Correzione bozze Shanti Laboratorio Teatrale 94 16-03-2010 09.23.37
La verità Ray Aforismi, Proverbi, Modi di dire 38 31-01-2009 13.07.06
Libro e Cd sulla Paura... griselda Gogna 25 15-08-2008 23.45.58
Ancora griselda Simboli 6 04-10-2007 22.08.03
In cammino verso la Verità Iside@ Esoterismo 5 19-01-2006 13.23.59


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 10.45.44.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271