Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Piazza > Discorsi da Comari

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 28-05-2007, 17.20.11   #1
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito Togliere timore per la droga

Credo sia giusto visto quello che succede parlarne anche se so già a priori che è un argomento difficile, non voglio che la cosa assuma toni politici anche se dovessimo fare esempi (io per primo) di varie prese di posizione.
Si parla sempre di droghe leggere e pesanti... anche le artiglierie sono leggere e pesanti durante una guerra ma non per questo le leggere non sono artiglierie...
Non voglio demonizzare la droga, come l'arsenico può essere un veleno ma anche servire per curare, anche la droga non può avere solo valenze negative... ma come tutte le cose, il modo come si usa, come viene dipinta, come viene descritta ne cambia regole e anche il risultato.
Vediamo dalla recente cronaca che il ragazzino morto da uno spinello non stava fumando un semplice spinello, c'era cocaina e crack... ma tant'è che a forza di dire che lo spinello non è nulla di male, a forza di dire che c'è il sacrosanto diritto che tutti possano fumarlo come vogliono ecco che poi capita che qualcuno senza saperlo (o forse no, ma cambia poco, l'associazione è spinello= non fa male) ci muoia, o se va bene si fumi pezzi di muro sbriciolato e chissà cos'altro...
Questo è il risultato del voler togliere il timore per la droga, timore (e/o paura) che invece si vuole aumentare per altre cose invece, cose di cui abbiamo parlato e parleremo in altre discussioni....
Ripeto non voglio demonizzare la droga... in effetti lei è solo una sostanza, non ha potere più di quanto noi umani gliene diamo, ma continuare a dire che è innocua non è sano.
Adesso sento parlare di controlli in tutte le scuole, ok mi sta bene... è necessario a questo punto che un figura (che poi tocca sempre a polizia, carabinieri etc far la figura dei beceri) autoritaria possa limitare un pò... e non solo la droga ma anche tutte quelle situazioni che stanno togliendo scopo all'istituzione scuola (pedofilia etc) .... limitare quello che avrebbe dovuto essere educato dall'autorevolezza di insegnanti e ancor prima genitori.... ma se l'autorevolezza è stata prima minata e sminuita, poi cancellata.... ecco che torna a servire l'autorità.... ci abbiamo guadagnato?
E' un piano "occulto" per farci accettare il controllo? Beh che lo sia o meno ce lo siamo cercati... per la serie "voglio essere libero, ma non voglio assumermi la responsabilità della libertà"
Uno non è connesso  
Vecchio 28-05-2007, 18.08.11   #2
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Il minimizzare gli effetti delle droghe, potrebbe essere un punto importante.. quando si parla di droga, si pensa allo spinello come ad una sigaretta (non che questa non faccia male o non crei dipendenza.. è un veleno più lento ma non meno potente della droga leggera a mio parere ), nessuno sa cosa in realtà ci sia dentro lo spinello, ma tanto è uno spinello che vuoi che faccia?.. finchè qualcuno ci muore e si cerca di correre ai ripari.. pero' anche in questi casi, i genitori? gli insegnanti? Che ruolo dovrebbero avere gli uni e gli altri?
Poi ci lamentiamo se vengono imposti controlli.. ma se non siamo capaci da soli di informarci, informare su aspetti così delicati, e nascondiamo la testa sotto la sabbia, almeno c'è qualcuno che pensa a porre dei freni a questi fenomeni..
(poi bisognerà vedere come e per quanto tempo verranno fatti, ma in linea di massima, non la vedo come una restrizione che va contro i ragazzi..)
RedWitch non è connesso  
Vecchio 28-05-2007, 19.21.47   #3
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Liberalizzazione o restrizione?
Secondo me è un punto di vista diverso da analizzare.
Civiltà cosciente o incosciente?
Un volta constatato o deciso chi siamo, allora impostiamo pure tutte le restrizioni possibili.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 28-05-2007, 19.41.45   #4
Lion
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Lion
 
Data registrazione: 12-03-2007
Messaggi: 132
Predefinito

In effetti si sta dando sempre meno importanza alle droghe... ridendoci sopra (vari programmi televisivi..), o con le pubblicità, ecc. ecc. In questo modo la "guardia" diminuisce.. finchè non succedono casi del genere che fanno fare retromarcia a queste "correnti di pensiero"..: uno spinello non fà niente, son droghe leggere, e via dicendo..
Poi ultimamente c'è anche questa moda di filmare le varie bravate che si fanno a scuola, fino ad arrivare a casi estremi come la pedofilia o professori che hanno rapporti.. con gli alunni... Chiaramente non si può dire che la colpa sta solo nei ragazzi, che da adolescenti, con la testa chissà dove.., e magari con situazioni famigliari che non sono delle migliri.., emulano e copiano per mostrarsi grandi o forti, oppure per bullismo compiono azioni a dir poco sconvolgenti!
Sicuramente ci vorrebbe più controllo, sia da parte delle famiglie che delle scuole!
Lion non è connesso  
Vecchio 28-05-2007, 21.13.03   #5
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

il guaio...come dice Uno....è che a mali estremi estremi rimedi.....

ormai lo spinello gira ovunque addirittura alle elementari...
il problema è che la scuola incolpa la famiglia....
la famiglia la scuola.....entrambi lo stato...ed ecco
tirare in ballo i carabinieri...e il cerchio si chiude!!!
mancano regole....manca educazione e rispetto...
basta vedere uno solo di quegli assurdi filmini che
girano in rete.....eppure ho visto personalmente
genitori ridere su quelle scene...

mi chiedo:
quando i genitori smetteranno di essere "amici" dei
propri figli...e torneranno ad essere genitori?
quando gli insegnanti torneranno a insegnare...
insieme alla matematica e la geografia....il senso
civico (leggi semplice educazione)...
quando?
quando?
quando?
mah...è così facile dare la colpa agli altri!!!!!
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 28-05-2007, 21.59.40   #6
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

In un mondo=paese, pieno di leggi e di divieti è palese che la cultura e la coscienza sono allo stato zero, quindi è giusto imporre e vietare tutte le cose da evitare. Ma siamo in questo stato? Ovvero ritornare indietro 50 o 100 anni è risolutivo?
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 28-05-2007, 23.33.31   #7
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Qualche anno fa vidi un film lo passavano alle due di notte come tutti i film interessanti... si svolgeva in Oriente non è importante la trama ma in un punto, da mamma, mi ha molto colpito. Un bimbo dell'età approssimativa di 4/5 anni si accingeva ad uscire di casa senza indumenti pesanti, mentre fuori imperversava una bufera di neve. Il padre di primo acchitto stava per corrergli dietro con un giubbotto di pelle... la moglie lo fermò dicendogli che il figlio avrebbe dovuto imparare....dopo un attimo il bambino corse in casa tutto infreddolito...a quel punto aveva imparato una lezione.
Insomma tutte queste parole per dire che fino a che pareremo il c.lo ai nostri figli sin da bambini e non gli insegneremo a prendersi le loro responsabilità...andremo sempre peggio...prima i genitori che coprono le mancanze poi le persone delegate all'educazione fuori casa...questa è la società di oggi, come mi pare dimostrare anche nel thread della fiala bifase.
Stiamo insegnando che si può trasgredire tranquillamente tanto c'è...."Babbo Natale" che rimette tutto a posto.... peccato che poi però si muoia per uno spinello...
griselda non è connesso  
Vecchio 28-05-2007, 23.44.44   #8
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Pare che và di moda la droga liquida... è una sostanza stupefacente sottoforma di liquido da bere... inodore,insapore,incolore... non si sniffa, non si inietta nelle vene, non si mangia... insomma si beve come acqua fresca.
Ti spara il cuore a mille... balli tutta sera... ti senti potente... che si vuole di più dalla vita?

Se il timore c'era... ora con le nuove droghe sintetiche si trova il modo di rincitrullirti senza timore... come bere un bicchiere d'acqua...

Ricordo quando Vasco Rossi cantava "fegato spappolato" e ci si trovava al Roxy bar a Bologna... eroina... anfetamina... li vedevi stì stracci di ragazzi... persi nei loro guai... un modo di non-vita... non la mia vita... non ridotto così... mai.

Oggi è più subdolo di ieri... nuove droghe sempre più nascoste... asettiche... le trovi sotto varie forme... cavoli... troppo facile cadere nella droga all'ultima moda.

Tolto il timore della droga sporca...all'adolescente basta dire... prova dài... è come bere un bicchier d'acqua.

Cosa rende immuni dalla droga quando si ha vent'anni?... la coscienza anche se minima... il buon senso... beh... con la società d'oggi stiamo freschi.
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 29-05-2007, 00.01.48   #9
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 'ayn soph Visualizza messaggio
In un mondo=paese, pieno di leggi e di divieti è palese che la cultura e la coscienza sono allo stato zero, quindi è giusto imporre e vietare tutte le cose da evitare. Ma siamo in questo stato? Ovvero ritornare indietro 50 o 100 anni è risolutivo?
Hai ragione, mi sa che non basta...
Ray non è connesso  
Vecchio 29-05-2007, 00.26.56   #10
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 18-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch
Il minimizzare gli effetti delle droghe, potrebbe essere un punto importante.. quando si parla di droga, si pensa allo spinello come ad una sigaretta (non che questa non faccia male o non crei dipendenza.. è un veleno più lento ma non meno potente della droga leggera a mio parere ), nessuno sa cosa in realtà ci sia dentro lo spinello, ma tanto è uno spinello che vuoi che faccia?..
Sono d'accordo con te, bisognerebbe smetterla di minimizzare i danni delle droghe leggere perchè secondo me non è possibile che non facciano male, soprattutto a lungo andare. Purtroppo si minimizza in molti modi e nessuno si preoccupa di fare chiarezza, anzi. Per fare un esempio nel film "Notte prima degli esami" in una scena il professore si fa una canna con il suo studente, cose come questa a mio avviso non fanno che peggiorare la situazione.
Shanti non è connesso  
Vecchio 29-05-2007, 01.19.05   #11
reflex
Visita i monumenti
 
L'avatar di reflex
 
Data registrazione: 22-05-2007
Messaggi: 14
Predefinito

Non è sicuramente utile minimizzare gli effetti della droga, come non lo è secondo me anche la demonizzazione che, potrebbe stimolare la voglia di trasgressione, sempre più presente tra i giovani di oggi.
Guarderei anche un altro aspetto, fatto notare da Uno,
l'utilizzo della sostanza in campo farmacologico, utilizzati anch'essi in molti casi per ottenere determinati effetti.
Molti tossicodipendenti vengono sottoposti a cure che non fanno altro che dare una nuova dipendenza, senza parlare di quelli che finiscono con l'utilizzare psicofarmaci, regolarmente prescritti in quanto considerati malati a causa dell'uso di stupefacenti per periodi relativamente lunghi. Si curano i danni della droga con la droga. Quindi non sarebbe più utile,anzichè curare i danni facendo altri danni, risalire alla radice del problema? Il problema non sta quindi nel minimizzare o meno i danni che si subiscono con l'utilizzo delle droghe, quanto riuscire a correggere la struttura sociale, stimolando i giovani ad attività culturali, artistiche, ludiche, che indirizzino e stimolino il loro interesse verso cose diverse e più utili.
Si potrebbe poi anche tirare in ballo l'aspetto economico del discorso droghe.
reflex non è connesso  
Vecchio 30-05-2007, 16.01.37   #12
Elle
Cittadino/a
 
L'avatar di Elle
 
Data registrazione: 11-04-2007
Messaggi: 166
Predefinito

Ritorneremo allo stato homo homini lupus??Probabilmente piano occulto o meno ci ritorneremo (anche se guardando la cronaca odierna ci manca davvero poco ormai)...il caos prima dell'ordine?Può essere che l'uomo abbia perso il controllo totalmente da non riuscire a correggere più la struttura sociale...anzi sicuramente è così. La radice del problema è ormai talmente lontana e ha generato libertà abberrante da non riuscire più a coglierla. L'autorità è malata, vuoi per bisogno economico, vuoi per spirito di onnipotenza latente e mal gestito ma manca ormai la distinzione fra giusto o sbagliato.
Ormai si risponde...giusto per chi??
Ognuno oggi può crearsi il proprio mondo di giustificazioni sociali senza che ci sia un senso comune di civiltà e giustizia.Che sia il genitore, che sia l'insegnante che sia l'autorità la questione è la degenerazione del pensiero. L'assoluta libertà e giustificazione hanno dimenticato il pensiero primo per cui ci si è aggregati socialmente...ovvero per darci delle regole. Oggi si è tutti impegnati a smontarle queste regole, ad aggirarle...proviamo a pensare ai sistemi punitivi attuali. Non si capisce più niente. La droga è un problema, prima di questa c'è la responsabilità del singolo per sè stesso, e per gli altri, prima di questa responsabilità o accanto ad essa dovrebbe esserci il senso civico e l'educazione...è una catena infinita...
Elle non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 08.07.02.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271