Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Esoterismo

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 07-09-2007, 10.38.33   #1
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,497
Predefinito La Legge del Tre

Scrivo per comprenderla meglio anche io.
La introduco per come l'ho capita.

La Legge del Tre è la rappresentazione della vita stessa, senza la quale nulla esisterebbe (a parte Dio che la comprende in Se nell'Uno).
Ogni evento si manifesta e prende forma grazie a questa Legge a cui appartengono tre "linee": negativa, positiva e la neutra senza la quale non si crea l'evento.
Tutti noi riconosciamo in una data manifestazione sempre un polo attivo e uno negativo, ma sappiamo dalla matematica che due poli opposti si annullano, non creano nulla si fermano, si scontrano in un punto e si bloccano perchè la forza impiegata è la stessa, se pensiamo agli atomi avviene proprio così. Perchè il potenziale delle due forze attive e passive si possa manifestare è necessaria una terza forza: la neutra.

Per quanto mi riguarda, fintanto si rimane nella pura filosofia e teoria mi è facile comprendere e vedere.. se uso la Gnosi come punto di partenza vedo che dal Raggio di creazione si formano due Forze che formano un triangolo con la sua emanazione e così a seguire una sorta di enorme piramide fatta di triangoli infiniti che hanno il vertice nell'unico evento scatenante del Tutto che tutto comprende.
Ma nella vita quotidiana che è realmente ciò che ci forma e ci istruisce, che dobbiamo studiare per poterci muovere.. mi è davvero difficile riuscire a trovare la terza forza scatenante degli eventi.
Ad esempio: una barca a vela in mare si muove, questo è l'evento. Quali forze intervengono?
Il vento che è la forza attiva; le vele che sono la resistenza passiva; la forza neutra che permette l'evento e forse il mare?

Sole non è connesso  
Vecchio 07-09-2007, 18.26.11   #2
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,142
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Il vento che è la forza attiva; le vele che sono la resistenza passiva; la forza neutra che permette l'evento e forse il mare?
Direi di si. Anche se non ha un ruolo "attivo" l'acqua contribuisce al movimento della barca... se la barca fosse su una superficie più densa infatti, come ad esempio sulla terra ferma, non si sposterebbe di un millimetro (vedi bandiere..)

Quella del Tre effettivamente non è una Legge facile da comprendere... alcuni dicono che la terza forza (la neutra) si può osservare solo nel mondo Reale, e non in quello "fenomenico" dove siamo abituati a vivere noi, nel quale sono visibili solo il più e il meno.
Quella di madre padre e figlio ad esempio... Nel mondo fenomenico sembra che la vita nasca solo dall'incontro di due esseri (genitori) e che il figlio sia totalmente estraneo all'evento e lo subisca soltanto. Eppure il figlio contribuisce anch'esso all'evento... se a monte non vi fosse un essere che vuole nascere, che vuole venire al mondo, i poli positivo e negativo potrebbero incontrarsi milioni di volte senza dare alcun risultato.. Perchè vi sia un risultato occorre che le tre forze si "incontrino" e operino insieme..
Mi viene in mente un altro esempio, per scrivere occorre:
una mano (o un qualunque macchinario capace di muoversi) (forza attiva)
un'inchiostro (o un'altra sostanza scrivente) (forza neutra)
un foglio (o un'altra superficie qualunque) (forza passiva)
Se manca una sola delle tre forze, l'evento non può verificarsi.

Questo è quanto mai importante quando si parla di Comprensione...
Per comprendere, almeno riferito all'uomo, servono corpo, mente e cuore... ossia le tre forze che lo costituiscono.
Anche qua, se manca una sola di queste tre forze, l'evento non si verificherà.
Kael non è connesso  
Vecchio 07-09-2007, 18.41.11   #3
jezebelius
Organizza eventi
 
L'avatar di jezebelius
 
Data registrazione: 27-02-2005
Messaggi: 1,865
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
se uso la Gnosi come punto di partenza vedo che dal Raggio di creazione si formano due Forze che formano un triangolo con la sua emanazione e così a seguire una sorta di enorme piramide fatta di triangoli infiniti che hanno il vertice nell'unico evento scatenante del Tutto che tutto comprende.


Provo a vedere se ho capito questa parte.
Insomma si considera il vertice del triangolo come fonte dalla quale promanano le altre due forze ( i lati ). La base sarebbe la risultante dell'incontro di tali forze e dunque, se vogliamo non soltanto il piano risultante dalle due ma anche la parte neutra di queste.
Mi sa che non ci capisco granchè...
Spetta che piglio la faccina della candela...
ecco...
__________________
Dr. Marc Haven
“Non deve essere l’alba di luce che deve iniziare ad avvisare la tua anima di tali doveri giornalieri e dell’ora in cui gli incensi devono bruciare sui fornelli; è la tua voce, solo lei che deve chiamare l’alba di luce e farla brillare sulla tua opera, alfine che tu possa dall’alto di questo Oriente, riversarla sulle nazioni addormentate nella loro inattività e sradicarle dalle tenebre in cui versano.”
jezebelius non è connesso  
Vecchio 07-09-2007, 19.44.21   #4
Faltea
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-03-2007
Messaggi: 1,164
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
.
Il vento che è la forza attiva; le vele che sono la resistenza passiva; la forza neutra che permette l'evento e forse il mare?
Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Direi di si. Anche se non ha un ruolo "attivo" l'acqua contribuisce al movimento della barca... se la barca fosse su una superficie più densa infatti, come ad esempio sulla terra ferma, non si sposterebbe di un millimetro (vedi bandiere..)
Non capisco, si ipotizza una barca con il vento attivo, la vela passiva ed il mare neutro, e l'uomo? Che ruolo ha?
Eliminiamolo e rimangono le tre forze, ma il mare è in movimento, le onde create dal vento lo rendono attivo... sorry ma non capisco come può essere considerato neutro
Faltea non è connesso  
Vecchio 07-09-2007, 20.19.27   #5
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,142
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Faltea Visualizza messaggio
Non capisco, si ipotizza una barca con il vento attivo, la vela passiva ed il mare neutro, e l'uomo? Che ruolo ha?
Eliminiamolo e rimangono le tre forze, ma il mare è in movimento, le onde create dal vento lo rendono attivo... sorry ma non capisco come può essere considerato neutro
Beh, le onde sono spesso create dal vento, quindi in questo caso il vento è attivo e l'acqua passiva (cioè fa resistenza).. manca però la terza forza, qual è? (riferito all'evento "onda")
Nell'esempio si parlava di una leggera brezza credo, che era sufficiente a muovere la barca ma non a creare onde.. (non sufficienti almeno a far muovere in maniera considerevole la barca..)

L'uomo è estraneo all'evento "muoversi della barca". Lui casomai la governa e ne decide la direzione, ma una volta che le vele sono spiegate e il vento soffia, questo basta a farla muovere (anche grazie all'acqua che ne permette il fluire). Spesso comunque più eventi sono concatenati fra loro, e se è vero che tre forze concorrono a creare un evento, questo poi può essere a sua volta una forza che insieme ad altre due creano un ulteriore evento, etc..
Non so se ho chiarito il tuo dubbio...

Kael non è connesso  
Vecchio 07-09-2007, 21.44.35   #6
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

A me pare che il vento sia attivo e l'acqua passiva, come dice Kael al secondo tentativo, fa resistenza (se fosse terraferma farebbe semplicemente più resistenza) e che la forza neutra (che permette alle due di incontrarsi ed interagire, ovvero diventare un evento) sia proprio la vela (se non ci fosse la barca subirebbe il vento e la reazione del mare al vento, ma l'evento "avanzare" non si verificherebbe).

Che ne pensate?
Ray non è connesso  
Vecchio 07-09-2007, 23.05.42   #7
Faltea
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-03-2007
Messaggi: 1,164
Predefinito

Ora comincia a farsi chiaro il concetto...
Grazie Kael

Però Ray... il neutro mi fa pensare a qualcosa di statico di fermo... né attivo né passivo; invece la vela sembra più una forza passiva, che fa resistenza... come diceva Sole...
Faltea non è connesso  
Vecchio 07-09-2007, 23.09.32   #8
jezebelius
Organizza eventi
 
L'avatar di jezebelius
 
Data registrazione: 27-02-2005
Messaggi: 1,865
Predefinito

Si sono d'accordo.
In pratica è la vela che " permette " il realizzarsi dell'evento ossia che la barca si muova. Senza di questa la barca potrebbe divenire un tutt'uno col mare, dunque passiva.
Quindi, ricapitolando un attimo, è grazie o a causa di questa che si verifica l'evento stesso.
Altro esempio.
Se possiedo un'arma e la punto, sparando, contro Tizio: premo il grilletto ( attiva ), ed al contempo l'arma subisce la mia forza ( quindi passivamente ). L'evento morte quindi sarà la risultante delle tre. Ma a questo punto, per completezza, la " scelta " ( di sparare o meno intendendo questa in senso lato quindi la " scelta " di puntare l'arma su Tizio ed anche la " scelta " di premere il grilletto ) rappresenta la forza neutra?
__________________
Dr. Marc Haven
“Non deve essere l’alba di luce che deve iniziare ad avvisare la tua anima di tali doveri giornalieri e dell’ora in cui gli incensi devono bruciare sui fornelli; è la tua voce, solo lei che deve chiamare l’alba di luce e farla brillare sulla tua opera, alfine che tu possa dall’alto di questo Oriente, riversarla sulle nazioni addormentate nella loro inattività e sradicarle dalle tenebre in cui versano.”

Ultima modifica di jezebelius : 07-09-2007 alle ore 23.11.42.
jezebelius non è connesso  
Vecchio 07-09-2007, 23.31.27   #9
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Faltea Visualizza messaggio
Ora comincia a farsi chiaro il concetto...
Grazie Kael

Però Ray... il neutro mi fa pensare a qualcosa di statico di fermo... né attivo né passivo; invece la vela sembra più una forza passiva, che fa resistenza... come diceva Sole...
non so Falty...secondo me...il neutro
non necessariamente è statico....
fatico a capire ma volendo (lo faccio per me
principalmente) spostare l' esempio dalla barca ad un
"3" millenario....padre figlio e spirito santo....la neutralità
deve avere un "movimento" no? e se non
un movimento...un' utilità...che per il semplice fatto
che è utile non può essere statico...
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 07-09-2007, 23.33.35   #10
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,497
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da jezebelius Visualizza messaggio
Provo a vedere se ho capito questa parte.
Insomma si considera il vertice del triangolo come fonte dalla quale promanano le altre due forze ( i lati ). La base sarebbe la risultante dell'incontro di tali forze e dunque, se vogliamo non soltanto il piano risultante dalle due ma anche la parte neutra di queste.
Mi sa che non ci capisco granchè...
Spetta che piglio la faccina della candela...
ecco...
No, la terza forza non è la risultante. In effetti questa parte che hai quotato era deviante. La terza forza è colei che concorre con le altre due a formare l'evento. L'evento è il triangolo finito.
Sole non è connesso  
Vecchio 07-09-2007, 23.38.20   #11
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,497
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Faltea Visualizza messaggio
Non capisco, si ipotizza una barca con il vento attivo, la vela passiva ed il mare neutro, e l'uomo? Che ruolo ha?
Eliminiamolo e rimangono le tre forze, ma il mare è in movimento, le onde create dal vento lo rendono attivo... sorry ma non capisco come può essere considerato neutro
L'uomo tiene in mano un timone, ma ho considerato che una barca andrebbe anche senza nessuno che guida un timone per cui l'evento esisterebbe anche senza l'uomo, per questo l'ho escluso.
Credo che per trovare l'evento bisogna ben fissare il punto di osservazione.

Il mare è elemento neutro perchè non fa camminare la barca, non la fà andare verso una direzione.. ma non oppone resistenza e non determina il movimento, semmai la fa dondolare un pò. Non vedo un elemento attivo il mare in questo caso.
Però è appunto quel che dicevo nell'inizio, è difficile cercare la forza che determina l'evento, e se si riesce a trovare va a finire che si possono ruotare e non si riesce ad identificarla.

Ad esempio quando mangiamo cosa determinma l'evento digestione?

Ultima modifica di Sole : 07-09-2007 alle ore 23.44.41. Motivo: aggiunta
Sole non è connesso  
Vecchio 07-09-2007, 23.51.34   #12
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,142
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
A me pare che il vento sia attivo e l'acqua passiva, come dice Kael al secondo tentativo, fa resistenza (se fosse terraferma farebbe semplicemente più resistenza) e che la forza neutra (che permette alle due di incontrarsi ed interagire, ovvero diventare un evento) sia proprio la vela (se non ci fosse la barca subirebbe il vento e la reazione del mare al vento, ma l'evento "avanzare" non si verificherebbe).

Che ne pensate?
Secondo me è l'acqua che permette a vento e vela (barca) di interagire e di creare l'evento "navigare della barca". L'acqua come forza passiva la vedo invece nell'evento "onda", ma qui mi manca trovare ancora la forza neutra..
Kael non è connesso  
Vecchio 08-09-2007, 00.58.33   #13
jezebelius
Organizza eventi
 
L'avatar di jezebelius
 
Data registrazione: 27-02-2005
Messaggi: 1,865
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
No, la terza forza non è la risultante. In effetti questa parte che hai quotato era deviante. La terza forza è colei che concorre con le altre due a formare l'evento. L'evento è il triangolo finito.
Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio

Ad esempio quando mangiamo cosa determina l'evento digestione?
Ok..non è la risultante...come al solito non avevo capito una mazza....
Allora seguendo questa linea e cioè che la forza neutra, poichè non è risultante ma altro, è indispensabile come le altre due.
Ecco allora prendiamo l'evento digestione.
Questo non può realizzarsi se non vi è cibo nello stomaco per cui il cibo è necessario. A questo punto mi pare che il cibo sia la parte neutra, la bocca la passiva, in quanto " subisce " il cibo anche se potrebbe sembrare che abbia un ruolo attivo e lo stomaco l'attiva.
Forse, va finire che dico una cavolata, dipende dalla neutra l'evento e da questo si realizza un nuovo vertice da cui promanano altre due forze che assieme alla neutra determineranno un nuovo evento a catena.
Quindi nell'esempio su, della barca, il vento ed il mare potrebbero incontrarsi milione di volte senza che l'evento, appunto la barca che naviga, sia realizzabile. Se prendiamo l'evento in se, quindi distinguendo solo le tre forze si potrebbe definire: Vento ( attiva ), Mare ( passivo ) Barca ( neutra ). Insomma quale è l'evento che si vuole considerare? Questa credo sia la domanda, tutto il resto potrebbe interessare relativamente.
__________________
Dr. Marc Haven
“Non deve essere l’alba di luce che deve iniziare ad avvisare la tua anima di tali doveri giornalieri e dell’ora in cui gli incensi devono bruciare sui fornelli; è la tua voce, solo lei che deve chiamare l’alba di luce e farla brillare sulla tua opera, alfine che tu possa dall’alto di questo Oriente, riversarla sulle nazioni addormentate nella loro inattività e sradicarle dalle tenebre in cui versano.”

Ultima modifica di jezebelius : 08-09-2007 alle ore 01.12.46.
jezebelius non è connesso  
Vecchio 08-09-2007, 01.18.03   #14
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,679
Predefinito

Soffro di insonnia mi sa che mi fa male
Se il limone è la parte passiva io che lo spremo sono la parte attiva il succo sarà la parte neutra, come in alto come in basso, il grande si può vedere nel piccolo quando io mi faccio la spremuta al mattino non faccio altro che mimare il Lavoro, ovvero ricavo il mio complementare andando a lavorare con le due forze passiva e attiva attraverso l’attrito che si crea estraggo quello che mi manca.
Se ho detto cavolate ok in entrambi i casi Kael deve avermi veramente scombussolata.
griselda non è connesso  
Vecchio 08-09-2007, 10.54.38   #15
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,497
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da jezebelius Visualizza messaggio
Forse, va finire che dico una cavolata, dipende dalla neutra l'evento e da questo si realizza un nuovo vertice da cui promanano altre due forze che assieme alla neutra determineranno un nuovo evento a catena.
Quindi nell'esempio su, della barca, il vento ed il mare potrebbero incontrarsi milione di volte senza che l'evento, appunto la barca che naviga, sia realizzabile. Se prendiamo l'evento in se, quindi distinguendo solo le tre forze si potrebbe definire: Vento ( attiva ), Mare ( passivo ) Barca ( neutra ). Insomma quale è l'evento che si vuole considerare? Questa credo sia la domanda, tutto il resto potrebbe interessare relativamente.
Ecco, inffati è questo il punto. Determinare l'evento che si vuole osservare proprio per quello che dici e cioè che cambiando anche di un millimetro il punto di osservazione ecco che intercorrono altre forze a formare un altro evento.
Il vento e il mare, come diceva Kael sopra, associate ad un'altra forza generano un'altro evento:l'onda.
A meno che non si consideri la teza forza una variabile modificativa.. allora ci sta, ma non mi convince. Vorrebbe dire che un evento è generato anche facendo ruotare su loro stesse le forze cambiandole di polo. Ma questo avviene solo se le tre forze generano sempre lo stesso evento, cioè se cambio polo alla positiva, ad esempio, l'evento non varia è sempre lo stesso. Ma nel caso del mare del vento e della barca appunto no. Perchè il vento e il mare generano l'onda. Sarebbero due eventi in questo caso e allora ci vorrebbero sei foze. Non so se è chiaro.

So che può sembrare pura filosofia però, se mi fermo a pensarci, tutto ciò che facciamo, anche il digitare ora su questa tastiera, è determinato da queste tre forze. Il fatto di riuscire a riconoscerle, almeno illudersi di farlo, potrebbe voler dire cominciare a governare la propria vita.
Se scendiamo nel microcosmo del nostro sentire quotidiano, chi di noi è in grado di vedere la terza forza che genera un evento in noi? Una azione. Ecco potrebbe essere un modo per conoscere noi stessi, cercare le forze che ci animano.
Sole non è connesso  
Vecchio 08-09-2007, 11.32.04   #16
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Secondo me è l'acqua che permette a vento e vela (barca) di interagire e di creare l'evento "navigare della barca". L'acqua come forza passiva la vedo invece nell'evento "onda", ma qui mi manca trovare ancora la forza neutra..
Secondo me in questa discussione stiamo andando parecchio a vanvera. Nella legge del tre, come già detto, noi non vediamo mai la forza neutra e di solito (aggiungo) non vediamo neanche la forza passiva.
Prima di identificare la neutra sarebbe da togliersi tutti i dubbi sulla passiva e prima ancora di questo sarebbe bene capire il meccanismo.

Nel passaggio di elettricità attraverso un cavo di rame quale è la forza passiva?

Attiva=maschile che perturba
passiva= femminile che resiste (sulla quale si esercita la forza maschile)

La neutra agisce su entrambi (da un certo punto di vista) ma non è che arriva dopo anzi, se un evento si verifica, vuol dire che è già li in qualche modo.
Inoltre, in una successione, o meglio in un processo (sequenza di eventi a formare un'ottava... ) la forza neutra di un evento può fare da attiva in quello successivo o anche altre combinazioni.

Il discorso è assai complesso e partire senza un ordine lo rende quasi improponibile a mio avviso...
Ray non è connesso  
Vecchio 08-09-2007, 12.33.16   #17
Faltea
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-03-2007
Messaggi: 1,164
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Secondo me in questa discussione stiamo andando parecchio a vanvera. Nella legge del tre, come già detto, noi non vediamo mai la forza neutra e di solito (aggiungo) non vediamo neanche la forza passiva.
Prima di identificare la neutra sarebbe da togliersi tutti i dubbi sulla passiva e prima ancora di questo sarebbe bene capire il meccanismo.

Nel passaggio di elettricità attraverso un cavo di rame quale è la forza passiva?

Attiva=maschile che perturba
passiva= femminile che resiste (sulla quale si esercita la forza maschile)

La neutra agisce su entrambi (da un certo punto di vista) ma non è che arriva dopo anzi, se un evento si verifica, vuol dire che è già li in qualche modo.
Inoltre, in una successione, o meglio in un processo (sequenza di eventi a formare un'ottava... ) la forza neutra di un evento può fare da attiva in quello successivo o anche altre combinazioni.

Il discorso è assai complesso e partire senza un ordine lo rende quasi improponibile a mio avviso...
Saggio Ray...
Io fatico a capire comunque questa forza neutra...
Ci vorrebbe una definizione tipo "da dizionario", non so se capite...
Neutro non è né attivo né passivo, ma può diventarlo... allora come si fa a definirlo?

Muta in attivo e passivo.....
mi vien da pensare che le tre forze concorrano nello stesso momento a determinare l'evento e la neutra si assogetti all'attiva o alla passiva a seconda della situazione.... Insomma permanga come neutra solo al "concepimento"....
Deliri?
Faltea non è connesso  
Vecchio 08-09-2007, 13.57.37   #18
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,497
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Secondo me in questa discussione stiamo andando parecchio a vanvera. Nella legge del tre, come già detto, noi non vediamo mai la forza neutra e di solito (aggiungo) non vediamo neanche la forza passiva.
Prima di identificare la neutra sarebbe da togliersi tutti i dubbi sulla passiva e prima ancora di questo sarebbe bene capire il meccanismo.

.
Non si sta andando a vanvera a parer mio, si sta partendo dalla pratica invece che dalla teoria.. semplicemente non è il tuo "come" (e nemmeno quello di Falty) non è nemmeno il mio a dire il vero, eppure ho notato che è più semplice. Insomma dipende da dove vuoi cominciare a vederla.

Per il resto concordo che sia importante identificare le prime due forze e mi par di averlo detto, magari diversamente da te.

Faltea, purtroppo non è proprio semplice (almeno per me) ne comprenderla la terza forza neutra, ne tantomeno vederla. Per questo ho aperto questa discussione per capire meglio dove sia nella vita e come possiamo "appropiarci" di lei, nel senso di comprenderla.
Mi verrebbe da dire che ci sia sempre una volontà che determina una direzione, si ma nel pratico, nella vita reale?

Se saliamo molto in alto sembrerebbe semplice.. dici Trinità e voilà.. le vedi tutte e tre.
Rimanendo in basso dobbiamo pensare ad un atomo come dicevo sopra..
L'atomo ha tre cariche: + (protoni) - (elettroni) neutra (neutroni). Se manca una l'atomo esiste?
Sole non è connesso  
Vecchio 08-09-2007, 15.59.40   #19
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,058
Predefinito

Nell'uomo queste ipotetiche tre forze potrebbero essere:
azione = forza attiva
reazione = forza negativa

Quella che sta in mezzo tra un'azione e la sua reazione dovrebbe essere la forza neutra.... in quale modo agisca però non è chiaro..... forse su quello che può tornare indietro dall'azione o dalla reazione in senso positivo o negativo a seconda dell'intenzione....

O più semplicimente la forza neutra fa in modo che le altre due forze rimangano sempre in equilibrio fra loro....
stella non è connesso  
Vecchio 09-09-2007, 01.27.57   #20
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
L'atomo ha tre cariche: + (protoni) - (elettroni) neutra (neutroni). Se manca una l'atomo esiste?
Considerando il fatto che la quasi totalità (in percentuale) della materia (in senso moderno) dell'universo è idrogeno...

Restiamo nel pratico, va benissimo. Resta la mia domanda (così capiamo, forse), magari concentrandoci su un esempio (anche un altro va benissimo)...

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Nel passaggio di elettricità attraverso un cavo di rame quale è la forza passiva?
Ma forse sarebbe meglio prima chiedersi quale è la forza attiva, poi quella passiva e chissà che non si riesca anche ad immaginare la neutra...
Ray non è connesso  
Vecchio 09-09-2007, 11.30.10   #21
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,058
Predefinito

In un cavo di rame la forza attiva dovrebbe essere l'alterazione dell'equilibrio di + e -, visto che se i due poli si equivalgono si ha una carica neutra....
Oppure come un cavo che conduce energia elettrica ha sempre tre fili di cui se tocchi quello neutro non ricevi la scossa.... (perchè farebbe da massa)
ma non sono molto sicura di questa cosa....

Quello che mi ricordo del magnetismo è che gli opposti si attraggono e gli uguali si respingono.....
stella non è connesso  
Vecchio 09-09-2007, 11.32.27   #22
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,142
Predefinito

Ricapitolando, ogni evento è generato dall'incontro di tre forze, in un punto specifico dell'Universo. Se cambia il loro punto d'incontro cambia anche l'evento generato.
Si sta cercando di vedere quali siano le tre forze, sapendo che la neutra non si vede nel mondo fenomenico e dunque è difficile da scoprire.

Secondo me abbiamo fatto un po' di confusione sull'esempio della barca, e abbiamo mischiato due eventi in uno. Il primo, dove le tre forze sono il vento (attivo) la vela (passiva) e l'albero sul quale è fissata la vela (neutro... rende possibile il gonfiarsi della vela). La seconda dove la barca è attiva (si muove grazie all'evento sopra), l'acqua è passiva (perchè fa resistenza) e la neutra è il legno della barca o la proprietà di galleggiamento di un corpo (senza questa la barca affonderebbe).
Se avete obiezioni in merito ben vengano così vediamo di capire meglio tutti.

PS: Per quanto riguarda l'ordine nel seguire le cose... Alle volte è proprio quell'ordine che "imprigiona" e impedisce di vedere fuori dai suoi schemi.. Dipende ovviamente dalle persone, alcune dovrebbero imparare a seguirlo... altre invece (fra cui mi ritengo io) dovrebbero imparare ad abbandonarlo...
L'importante è che ognuno prenda dalle discussioni il massimo che può, come può...
Kael non è connesso  
Vecchio 09-09-2007, 13.40.05   #23
Faltea
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-03-2007
Messaggi: 1,164
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stella Visualizza messaggio
Nell'uomo queste ipotetiche tre forze potrebbero essere:
azione = forza attiva
reazione = forza negativa

Quella che sta in mezzo tra un'azione e la sua reazione dovrebbe essere la forza neutra.... in quale modo agisca però non è chiaro..... forse su quello che può tornare indietro dall'azione o dalla reazione in senso positivo o negativo a seconda dell'intenzione....

O più semplicimente la forza neutra fa in modo che le altre due forze rimangano sempre in equilibrio fra loro....
Nel caso dell'uomo potrebbe essere il pensiero la forza neutra.....
Faltea non è connesso  
Vecchio 09-09-2007, 19.51.59   #24
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Secondo me abbiamo fatto un po' di confusione sull'esempio della barca, e abbiamo mischiato due eventi in uno. Il primo, dove le tre forze sono il vento (attivo) la vela (passiva) e l'albero sul quale è fissata la vela (neutro... rende possibile il gonfiarsi della vela). La seconda dove la barca è attiva (si muove grazie all'evento sopra), l'acqua è passiva (perchè fa resistenza) e la neutra è il legno della barca o la proprietà di galleggiamento di un corpo (senza questa la barca affonderebbe).
Se avete obiezioni in merito ben vengano così vediamo di capire meglio tutti.
Ah, allora vieni sulle mie... nell'evento "barca che si muove" è l'acqua la forza passiva. Concordo che nell'evento "vela che si gonfia" è passiva la vela...

Questo per dire che, effettivamente, ancor prima di cercare la forza neutra si deve identificare la passiva e l'attiva e ancora prima di questo, capire quale evento stiamo studiando.

Inoltre, la differenza tra i due eventi, nonchè il loro susseguirsi, mostra come una certa forza può avere un ruolo in un evento ed un altro nell'evento successivo all'interno di un processo (come avevo accennato)... questione che complica ancora di più le cose.


PS: il fatto che alcune persone necessitino di imparare ad usare certi metodi e certe altre a non usarli è inerente al loro percorso personale. In effetti sarebbe bene se tutti si sapesse usare tutto.
Ma, al di la delle preferenze personali soggettive, oggettivamente, certi argomenti richiedono l'uso di un approccio e altri di un altro (tutto si può tentare di usare su tutto, ma è oggettivamente meglio, nel fare un muro, iniziare dal basso )... ovvero dipende dall'argomento.

Ray non è connesso  
Vecchio 09-09-2007, 20.39.24   #25
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,223
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Faltea Visualizza messaggio
Nel caso dell'uomo potrebbe essere il pensiero la forza neutra.....
Prendo spunto per dire che oltre ciò che ha scritto Ray, cioè che una forza che è per esempio attiva in un evento può essere passiva o neutra in un altro, può essere diversa anche senza cambiare (apparentemente) gli attori in campo.
Il pensiero, per esempio, nell'uomo massa, non cosciente è una forza passiva, diventa resistenza (che non è passiva ma neanche attiva) nell'uomo che inizia a guardarsi intorno, l'uomo che ha coscienza, almeno un pò ,anche se manca di conaspevolezza, infine diventa poi attiva nell'Individuo che è consapevole.
Uno non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
La legge dei simili Ray Omeopatia 21 23-11-2007 21.51.14
legge psicologica della gestibilità Uno Psicologia moderna e antica 21 31-08-2007 23.15.56
Legge di Causalità Kael Esoterismo 14 25-02-2006 20.42.57


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 14.04.21.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271