Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Articoli > Esoterismo

Closed Article
 
Utilità Articolo Cerca in questo Articolo
Pitagora: la costruzione della Scuola (1 parte)
 Pitagora: la costruzione della Scuola (1 parte)


Inviato da  Sole
  11-08-2008
Predefinito Pitagora: la costruzione della Scuola (1 parte)

Pitagora nasce a Sidone, dove ora sorge il Libano, intorno al 571 a.C. Il suo nome vuol dire “persuasore di piazze” da Pi e agorà. Il racconto della vita di Pitagora somiglia più ad una vicenda epica e forse anche per questo qualcuno vuol sostenere che non sia davvero esistito, ma di lui parlano e ancora insegna.
Il padre era un mercante di gioielli e la madre una delle più belle e aggraziate donne di Samo, Pitaide. Ancora in luna di miele i giovani sposi si recarono dalla Pizia di Delfi che annunciò loro la nascita di un figlio bellissimo e dall'intelligenza superiore che sarebbe stato d'aiuto agli uomini per molte generazioni, la cui memoria si sarebbe conservata nei tempi. Dopo la sua nascita la madre consacrò il figlio sotto la Luce di Apollo e lo fece benedire dai Sacerdoti di Adonai nel Tempio di Melfi.


 Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  pitagora.jpg
Visite: 479
Dimensione:  21.0 KB 
Pitagora nasceva in un momento in cui gli uomini si dimenticavano degli antichi doveri, in cui il ricordo di Orfeo cominciava a diventare leggenda essendone stata vietato il racconto tra la gente, i Tempi iniziavano a diventare luoghi aridi e la gente a non credere più. I Sacerdoti professavano la loro fede nei cunicoli dei Templi e molti per questo venivano puniti. I grandi Iniziati del passato venivano dimenticati e ricordati solo come favole lontane; probabilmente anche Pitagora avrebbe fatto questa triste fine se non fosse stato proprio per il fatto di nascere in un momento di luce storica come quello in cui era necessario ricordare gli eventi che distruggevano la tradizione. Ed è Platone che ci porta la memoria di Pitagora, lo menziona e ne parla come un grande Maestro. Platone cercò e trovò un suo manoscritto che però non era comprensibile ai molti perchè Egli scriveva in codice o per simboli segreti, ma ugualmente il ritrovamento del manoscritto ne provava l'esistenza e lo riportava alla storia anche se oggi lo ricordiamo come un personaggio semi-leggendario tanto è fantastico il suo insegnamento.
Il pensiero e l'insegnamento del Maestro si può ritrovare nei Versi Aurei scritti da un suo allievo dopo l'incendio e la persecuzione della Scuola Pitagorica in Sicilia. Essi racchiudono tutto ciò che serve ad un uomo per diventare Uomo, è l'intera Cosmogonia di Pitagora, è il metodo e la sintesi che egli insegnava ai suoi Matematici, coì come chiamava i suoi allievi.

Il giovane Pitagora era brillante e curioso e aveva tra i migliori maestri-filosofi dell'epoca, tra i quali Talete, imparava velocemente e discuteva con i saggi del Tempio di sovente, ma rimaneva sempre più spesso insoddisfatto delle loro risposte che trovava controverse e contraddittorie, Egli voleva penetrare l'Anima del Mondo, scendere fin sotto il più profondo significato della Vita e scoprire i segreti più misteriosi della Natura.
Si racconta che un giorno, aveva 20 anni, Egli meditava sotto un albero in riva al fiume cercando di comprendere la connessione esistente tra i tre mondi (Terra, Umanità, Cielo) che senza alcun dubbio per lui dovevano essere connessi. Pitagora sapeva che esistevano due Leggi fondamentali nel Cosmo: la Legge Ternaria che regge la costituzione del mondo e la Settenaria che sta alla sua evoluzione. Pur sapendo in cuor suoche era vero, tutto ciò doveva dimostrarlo ma non sapeva dove e come iniziare. Era così immerso nella meditazione che tutto ciò che gli passava intorno non lo toccava e non lo sfiorava, mentre rifletteva su tutte queste cose e mentre cercava come e dove dimostrare i suoi pensieri d'improvviso si ricordò di quando ancora infante, fu toccato dalla benedizione di Adonai a Menfi, vide il viso dolce e sorridente della Madre e svegliandosi dalla profonda meditazione comprese che doveva andare in Egitto, sapeva che solo lì ancora veniva conservata la Tradizione e le Iniziazioni alle quali doveva sottoporsi per comprendere il Cosmo di cui i tre mondi facevano parte.
Partì per l'Egitto e qui restò per 22 anni durante i quali raggiunse e superò le Iniziazioni di Iside per morire e risorgere sotto la Luce di Osiride. Conobbe e fece propria la Scienza Sacra degli antichi Egizi e la parola di Ermete sedendo tra i più saggi Sacerdoti del Tempio. Era benedetto dalla Conoscenza di Osiride. Recitavano i Sacerdoti del Tempio di Menfi:


La scienza dei numeri e l'arte della Volontà sono le due chiavi della magia
che aprono tutte le porte dell'Universo”

Pitagora si applicò con ferrea volontà e dedizioni agli insegnamenti dei sacerdoti, studiò le Arti e apprese le Leggi dell'Universo, comprese quel flusso ascendente e discendente dello Spirito nella materia e di come sia possibile il suo ritorno attraverso la costruzione di una Coscienza.
Imparò il ritmo e l'armonia dei numeri che governano l'Universo.
Su questo poi basò il suo insegnamento, sul costruirsi una Coscienza per trovare la Liberazione.


Era pronto per tornare in Grecia ma prima che potesse partire i Persiani invasero l'Egitto distruggendo Templi e uccidendo molti tra i saggi, era la fine dell'antico Egitto con la sua vecchia Tradizione.
Pitagora fu fatto prigioniero e portato a Babilonia dove fu costretto lì dall'avidità del despota Cambise, il quale amava moltissimo circondarsi dei più grandi saggi e sacerdoti di ogni tradizione antica, per poter dimostrare che in realtà a nulla servono, ma per godere del potere anche sulla conoscenza. Babilonia inoltre era il centro della cultura da diversi secoli, in lei infatti confluivano diverse tradizioni da sempre che tra di loro si mischiavano e si integravano a volte perdendo l'antica purezza e ricordo. All'epoca un piccolo numero di saggi si radunò per creare una sorta di concilio e tra di loro discutevano del pensiero e della tradizione, Pitagora ne faceva parte. I saggi anche se prigionieri godevano di una certa libertà all'interno della mura della città tanto che potevano manifestare semi apertamente il loro pensiero. Così Pitagora ebbe l'occasione di venire a contatto con altre religioni e diverse culture che ancora non aveva conosciuto. In particolare con l'antica religione Persiana, studiò così ciò che rimaneva dell'antico insegnamento di Zoroastro.
Scoprì che se gli Egizi possedevano i segreti della Scienza Sacra, i Persiani conoscevano i segreti occulti e profondi della Natura e come usarli, conoscevano il fuoco Pantomorfo (un fuoco che assume una forma) e la luce astrale.
Oltre a conoscere i segreti della natura essi conoscevano il suo linguaggio occulto:


non mutare nulla ai nomi barbari dell'evocazione, perchè essi sono i nomi panteistici di Dio, essi sono magnetizzati dalle adorazioni d'una moltitudine e la loro potenza è ineffabile” Oracolo di Zoroastro.


Questa esperienza durata altri 12 anni completò la preparazione di Pitagora che era ora pronto davvero per tornare in Grecia a costruire la sua Scuola. Vedeva i tempi andare sempre più in declino, tornato a casa dopo aver avuto un permesso speciale per lasciare Babilonia, trovò tutto distrutto e la religione di un tempo perduta. Ritrovò la madre che lo aspettava e credeva nel suo ritorno avendo fede nella profezia dell'oracolo. Con lei si diresse in Grecia per iniziare il suo Lavoro con l'Umanità.
  #1  
By Uno on 26-08-2008, 09.34.11
Predefinito

la seconda parte http://ermopoli.it/portale/showthread.php?p=57881

per commenti, domande etc apri un post nel forum di tradizioni Spirituali http://www.ermopoli.it/portale/forumdisplay.php?f=83
Closed Article


Utilità Articolo Cerca in questo Articolo
Cerca in questo Articolo:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
You may non post new articles
You may non post comments
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Articolo Article Starter Category Comments Ultimo messaggio
Superata la velocità della luce-possibile viaggiare nello spazio? Sole Scienza 3 10-04-2009 10.34.13
Scuole esoteriche, iniziazioni, vie mano destra, secche e mano sinistra, umide Uno Esoterismo 1 05-03-2007 11.46.54
Arte in generale Uno Arte 28 02-08-2006 14.42.43
I segni dello zodiaco moonA Astrologia Occidentale 14 28-07-2006 14.30.46
Caccia Uno Ecologia, Altro consumo, Dietrologia etc etc 11 25-05-2006 14.29.52


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 19.01.04.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271