Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Tradizioni Spirituali ed Esoteriche

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 08-03-2011, 23.30.36   #1
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,557
Predefinito I Sacramenti della religione cattolica

Sono principalmente tre, il Battesimo, la Comunione e la Cresima anche se ne fa parte anche il Matrimonio.

Mi sono resa conto che ho un'idea piuttosto approssimativa sul senso e soprattutto sulla funzione di tali riti.

Nel Battesimo la creatura viene riconosciuta come appartenente alla famiglia dei cristiani, ho letto frasi come "rinasce in Cristo" con l'immersione nell'acqua che una volta era una vera e propria immersione mentre oggi è ridotta ad un bagnare la fronte.
Se non ricordo male poi viene tracciata una croce sulla fronte del bambino con dell'olio.

Nella Comunione il fedele riceve per la prima volta il corpo di Cristo attraverso la comunione, appunto, preceduta da un'imposizione con le mani (almeno il mio don l'ha fatto ai miei figli ma non è così dappertutto).

Nella Cresima il candidato deve riconfermare la sua volontà di essere cristiano e dalla sua approvazione il sacerdote impone le mani e poi dovrebbe (mai visto, sigh) tracciare una croce con l'olio santo con l'intenzione di far discendere sulla persona lo Spirito Santo ad operare un secondo Battesimo.

Sono sigilli, non solo riti religiosi, ne sono convinta ma non sfugge che le mie conoscenze in merito siano piuttosto superficiali, stò cercando di approfondire ed ogni aiuto sarà graditissimo

dafne non è connesso  
Vecchio 19-05-2011, 00.18.41   #2
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,041
Predefinito

Purtroppo la mia conoscenza in materia si ferma ai pochi precetti della dottrina, quindi non posso aggiungere molto.
Ho visto che ci sono degli spunti quà e là in forum, debbo rileggerli.
Io mi sono sempre chiesto quali fossero gli effetti reali di tali Sacramenti, nel senso che dovrebbero agire a vari livelli, tipo anche sui vari piani come eterico , astrale ecc

Personalmente non è che abbia mai sentito niente di particolare, dopo averne ricevuto qualcuno, vabbè che ero bimbo, però anche chi li ha ricevuti più in là non mi pare particolarmente cambiato o più "potente"rispetto a prima.

L'idea che mi sono fatto è che potrebbero attivare possibilità che però poi rimangono nella maggior parte dei casi allo stato latente, e questo vale anche ad esempio, per la Comunione, solo se si arriva, nell'ambito di un percorso completo su di sè, ad un certo livello , allora iniziano a manifestarsi sul serio, altrimenti no.

I Sacramenti cattolici, quindi, per essere "operanti" sul serio presuppongono, sempre secondo la mia opinione, che si stia in regola con tutte le altre prescrizioni previste,altrimenti, di ciò che si riceve col Battesimo, Cresima , dove stanno i reali effetti?
__________________
...cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.

C'è una pace che si trova soltanto al di là della guerra. Se quella battaglia deve arrivare, io la combatterò.

luke non è connesso  
Vecchio 19-05-2011, 09.01.22   #3
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da luke Visualizza messaggio
I Sacramenti cattolici, quindi, per essere "operanti" sul serio presuppongono, sempre secondo la mia opinione, che si stia in regola con tutte le altre prescrizioni previste,altrimenti, di ciò che si riceve col Battesimo, Cresima , dove stanno i reali effetti?
Io invece ho la sensazione del contrario, ho la sensazione che qualunque sacramento di qualunque religione vada a creare un tramite/ponte che può sempre essere utile e dirigere un certo tipo di influenze, anche in chi poi per un motivo o per l'altro comincia a non essere più praticante.
Con questo non voglio farne un discorso di comodo, prendo i Sacramenti e poi arrivederci e grazie (anche perchè così non funzionerebbe), però la sensazione è che una volta creato un ponte nessuno lassù ha interesse a distruggerlo, siamo solo noi che possiamo lasciare che vada in rovina, ma fin che questo non succede continua ad agire a vari livelli (che poi non sono nemmeno convinto del tutto che possa decadere, "ciò che è stato unito in cielo nessuno in terra potrà separarlo" quindi probabilmente anche per i sacramenti è così)
Nella nostra tradizione abbiamo un Salvatore che non ha preteso elogi o meriti, è morto in croce, ucciso da noi stessi uomini, quindi la sensazione è che appunto anche se noi uomini "ingrati" non santifichiamo la Messa etc.. lui fa comunque il possibile per noi. Anzi in realtà l'ha già fatto, e la vibrazione di quel gesto è ancora viva e attiva su tutto il pianeta, e chi ha ricevuto la Comunione ad esempio ma poi non frequenta più in qualche modo ne beneficia lo stesso.

Del resto se è capitato a Paolo che era un pagano tanto più potrà succedere a chi ha ricevuto un canale diretto e preferenziale come lo sono appunto i Sacramenti.
Ovviamente poi dipende da noi, posso essere stato battesimato e diventare un criminale... Parlo di influenze, di possibilità, di un tramite che attira un certo tipo di vibrazioni... (poi gli effetti dipendono da noi Luke)
Se i Sacramenti operano sempre, siamo noi uomini che forse non operiamo abbastanza (e questo non vale solo per la religione cattolica).
__________________


Ultima modifica di Kael : 19-05-2011 alle ore 09.05.36.
Kael non è connesso  
Vecchio 19-05-2011, 09.17.17   #4
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Daf ma t'hanno fatto lo sconto sui sacramenti? I Sacramenti sono Sette

  1. Battesimo
  2. Confessione
  3. Comunione
  4. Cresima
  5. Matrimonio
  6. Ordine
  7. Estrema unzione
Il Battesimo è obbligatorio per entrare nella vita cristiana cattolica, la confessione e la comunione si fanno insieme, infatti se non hai la comunione, non puoi nemmeno confessarti (a che serve, basta l'atto di dolore), la cresima in cui diventi soldato di Cristo e porti la Parola di Dio fuori dalla chiesa.

Poi è facoltativo puoi scegliere tra Ordine o Matrimonio, o nessuno dei due. Se hai un compagno devi sposarti, se sei predisposto diventi sacerdote con l'ordine.
L'estrema unzione è un sacramento e può essere preso più volte. C'è chi se la fa da 3 volte, e ancora non muore.

Rispondendo a Kael: i sacramenti operano sempre, non ne sono tutto daccordo, in che modo opererebbero se io non li pratico. Intendi dire che hanno una validità a tempo indeterminato? Quello sicuramente, una volta battezzato dura per sempre, a meno che non chiedo l'annullamento o la chiesa non ti scomunichi.
Astral non è connesso  
Vecchio 19-05-2011, 13.44.18   #5
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,041
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Io invece ho la sensazione del contrario, ho la sensazione che qualunque sacramento di qualunque religione vada a creare un tramite/ponte che può sempre essere utile e dirigere un certo tipo di influenze, anche in chi poi per un motivo o per l'altro comincia a non essere più praticante.
Con questo non voglio farne un discorso di comodo, prendo i Sacramenti e poi arrivederci e grazie (anche perchè così non funzionerebbe), però la sensazione è che una volta creato un ponte nessuno lassù ha interesse a distruggerlo, siamo solo noi che possiamo lasciare che vada in rovina, ma fin che questo non succede continua ad agire a vari livelli (che poi non sono nemmeno convinto del tutto che possa decadere, "ciò che è stato unito in cielo nessuno in terra potrà separarlo" quindi probabilmente anche per i sacramenti è così)
Nella nostra tradizione abbiamo un Salvatore che non ha preteso elogi o meriti, è morto in croce, ucciso da noi stessi uomini, quindi la sensazione è che appunto anche se noi uomini "ingrati" non santifichiamo la Messa etc.. lui fa comunque il possibile per noi. Anzi in realtà l'ha già fatto, e la vibrazione di quel gesto è ancora viva e attiva su tutto il pianeta, e chi ha ricevuto la Comunione ad esempio ma poi non frequenta più in qualche modo ne beneficia lo stesso.

Del resto se è capitato a Paolo che era un pagano tanto più potrà succedere a chi ha ricevuto un canale diretto e preferenziale come lo sono appunto i Sacramenti.
Ovviamente poi dipende da noi, posso essere stato battesimato e diventare un criminale... Parlo di influenze, di possibilità, di un tramite che attira un certo tipo di vibrazioni... (poi gli effetti dipendono da noi Luke)
Se i Sacramenti operano sempre, siamo noi uomini che forse non operiamo abbastanza (e questo non vale solo per la religione cattolica).
Si a livello concettuale posso essere d'accordo , è sul pratico che poi fatico a vedere queste influenze, agevolazioni ecc operare attivamente, sia in me sia in altri.
Per fare un esempio molto banale, se faccio gli esercizi proposti sul forum, tipo Ta o tibetani,noto comunque dei risultati, magari correlati all'impegno profuso.
Anche quando ho ricevuto le attiazioni reiki, qualcosa ho sentito durante e dopo, anche se poi non ho praticato viste anche le controindicazioni lette qui.

Se una tecnica di questo tipo, recente e abbastanza fumosa, mi ha fatto provare delle cose, positive o negative che siano, perchè non posso dire le stesse cose per i Sacramenti ricvuti da una Tradizione molto più antica ed autorevole?
Se riesco potrei provare a ritornare a Messa, magari con Confessione e Comunione annesse, per vedere se a distanza di anni, se noto qualcosa di diverso, anche se la controprova sarebbe sapere esattamente ocme sarei stato , cosa sarebbe realmente cambiato se , per ipotesi, non aessi ricevuto nessun Sacramento.Avrei attirato e/o incontrato cose diverse?sarebbe stato più faticoso fare un certo tipo di percorso interiore?
__________________
...cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.

C'è una pace che si trova soltanto al di là della guerra. Se quella battaglia deve arrivare, io la combatterò.

luke non è connesso  
Vecchio 19-05-2011, 16.35.44   #6
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da luke Visualizza messaggio

Se una tecnica di questo tipo, recente e abbastanza fumosa, mi ha fatto provare delle cose, positive o negative che siano, perchè non posso dire le stesse cose per i Sacramenti ricvuti da una Tradizione molto più antica ed autorevole?
Se riesco potrei provare a ritornare a Messa, magari con Confessione e Comunione annesse, per vedere se a distanza di anni, se noto qualcosa di diverso, anche se la controprova sarebbe sapere esattamente ocme sarei stato , cosa sarebbe realmente cambiato se , per ipotesi, non aessi ricevuto nessun Sacramento.Avrei attirato e/o incontrato cose diverse?sarebbe stato più faticoso fare un certo tipo di percorso interiore?
Il non sentire può essere che dipenda da te e non da loro...
Ray non è connesso  
Vecchio 19-05-2011, 16.46.26   #7
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,041
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Il non sentire può essere che dipenda da te e non da loro...
Ah sicuro, questo non lo metto in dubbio, solo che mi chiedevo se fosse necessario arrivare a livello di Santo o giù di lì per "sentire" qualcosa o essere in qualche modo "attivamente partecipe" delle loro influenze, per poterle utilizzare al meglio o se sia previsto anche prima qualche barlume , qualche sentore più concreto.
Poi se comunque lavorano sotto sotto in qualche modo, tanto meglio, solo vorrei rendermi conto maggiormente di cosa fanno
__________________
...cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.

C'è una pace che si trova soltanto al di là della guerra. Se quella battaglia deve arrivare, io la combatterò.


Ultima modifica di luke : 19-05-2011 alle ore 16.50.45.
luke non è connesso  
Vecchio 19-05-2011, 16.56.15   #8
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da luke Visualizza messaggio
Ah sicuro, questo non lo metto in dubbio, solo che mi chiedevo se fosse necessario arrivare a livello di Santo o giù di lì per "sentire" qualcosa o essere in qualche modo "attivamente partecipe" delle loro influenze, per poterle utilizzare al meglio o se sia previsto anche prima qualche barlume , qualche sentore più concreto.
Poi se comunque lavorano sotto sotto in qualche modo, tanto meglio, solo vorrei rendermi conto maggiormente di cosa fanno
No... qui posso rispondere io quando facevo i sacramenti ed ero per cosi dire in grazia di Dio, ero cambiato, diverso, sempre in connessione con Dio. Tutto ciò che facevo dava forma e vita, non era santità ed ero sempre sereno. Devo dire però che oltre alla chiesa tradizionale, io avevo approfondito altri percorsi cattolici complementari, perchè sinceramente con la messa tradizionali o come vivono il cattolicesimo i più, l'unica cosa che puoi sentire, sono le campane la domenica.

Secondo me sono dei semi (i sacramenti) che attecchiscono quando e se il terreno è fertile, altrimenti mai germoglieranno, con la differenza che rispetto ai semi normali, non muoiono mai, e provano a riseminare al momento opportuno.
Astral non è connesso  
Vecchio 19-05-2011, 23.15.35   #9
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da luke Visualizza messaggio
Per fare un esempio molto banale, se faccio gli esercizi proposti sul forum, tipo Ta o tibetani,noto comunque dei risultati, magari correlati all'impegno profuso.
E questo è relativo anche all'essere cattolici praticanti: più pratichi, più ne senti gli effetti. Ma i Sacramenti non si praticano, si ricevono (poi certo si dice fare il battesimo o fare la comunione, ma in realtà noi non facciamo niente, riceviamo.. o meglio, l'unica vera cosa che facciamo è prepararci a riceverli)
La mia sensazione perciò è che se hai ricevuto il battesimo e poi per un qualunque motivo ti allontani dalla chiesa, quel canale resta aperto e nel caso ti perdessi avrai maggiori possibilità di ritrovarti di chi ad esempio non l'ha ricevuto (anche se naturalmente la possibilità ce l'hanno tutti) e questo come ho detto vale per qualunque sacramento di qualunque religione (anche se hanno nomi diversi)
A proposito di nomi, facendo una ricerchina veloce su internet ho trovato che il Sacramentum latino deriva a sua volta dal Mysterion greco, vale a dire una vera e propria Iniziazione...

E vedi mai che se non senti niente è perchè è una vera iniziazione, ti lascia libero di scegliere, non ti influenza/condiziona come fanno tante moderne pseudo-discipline che promettono mari e monti facendo leva su qualche effetto speciale...
__________________

Kael non è connesso  
Vecchio 19-05-2011, 23.26.24   #10
centomila
Ristruttura la casa
 
L'avatar di centomila
 
Data registrazione: 22-12-2007
Messaggi: 305
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da luke Visualizza messaggio
Ah sicuro, questo non lo metto in dubbio, solo che mi chiedevo se fosse necessario arrivare a livello di Santo o giù di lì per "sentire" qualcosa o essere in qualche modo "attivamente partecipe" delle loro influenze, per poterle utilizzare al meglio o se sia previsto anche prima qualche barlume , qualche sentore più concreto.
Poi se comunque lavorano sotto sotto in qualche modo, tanto meglio, solo vorrei rendermi conto maggiormente di cosa fanno
"Sentire"................eh caro Luke........."sentire"........

..........se guardi la storia dei Santi vedi che in alcuni periodi della loro vita non "sentivano" nulla. Un nulla reso più crudele dal fatto che essi, nel passato, avevano "sentito". E forte!

Sarà una prova da superare, sarà quel che sarà ma l'aridità, il deserto sono frequentissimi nella vita spirituale.

E da quello che so io solo per Grazie si può "sentire". Oddio ci sono tanti altri modi per "sentire" ma da quello che posso capire io sono modalità non corrette.

Uno dei sistemi più semplici è quello degli stupefacenti. Con particolare riguardo a quelle cosiddette psichedeliche. Acque corrosive mi pare che li chiamassero gli alchimisti.

Esercizi di respirazione ed altro ancora che non sono in condizione di approfondire.

Per quello che capisco io non si può scegliere una via in base a quello che "sentiamo."
__________________
L'unico vero insuccesso nella lotta consiste nello smettere di combattere.
centomila non è connesso  
Vecchio 20-05-2011, 18.46.35   #11
Faltea
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-03-2007
Messaggi: 1,164
Predefinito

Mi chiedevo..
Ma la strada dei sacramenti è un po' confermare di volta in volta la devozione alla chiesa.

Si parte con il battesimo (e non si è consapevoli), si prosegue con la comunione (ni, via di mezzo) per "concludere" con la cresima.
A questo punto di fronte alla cresima, momento in cui l'età può consentire la consapevolezza può esserci la scelta di non farla.
Non viene rinnovata la promessa pertanto non sei più cattolico?
Infatti non ti puoi sposare, non credo puoi prendere la comunione (a parte il fatto che non ce ne sarebbe la richiesta) non potresti fare da testimone di nozze...

O no?
__________________
Non ho bisogno di chi la pensa come me, ma di crescere aprendo la mente a diversi modi di vedere e di pensare.
Faltea non è connesso  
Vecchio 20-05-2011, 19.21.30   #12
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Puoi fare la Comunione anche senza Cresima, infatti i bambini della comunione la fanno sempre, e ancora devono prendere la Cresima.
La cresima dovrebbe essere un passaggio alla vita adolescenziale che ti prepara al matrimonio o al sacerdozio e a servire la chiesa.
Puoi non fare la cresima, ed essere un buon cattolico, però si non puoi sposarti, ne dare i voti e se non puoi sposarti significa che se non rimani solo, pecchi, e poi non puoi più fare la comunione, senza confessarsi. In parole povere tutti perdono tempo a farla la Cresima, pure i cattolici all'acqua di rose, perchè da accesso al matrimonio, che secondo molti genitori vuoi mettere la sposa col vestito da chiesa, con quello del comune?

mamma oggi come sò pettegolo!
Astral non è connesso  
Vecchio 20-05-2011, 20.51.47   #13
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,557
Predefinito

Li prendiamo in esame uno alla volta, che dite?
Comunque io sono fresca di Cresima e non mi devo preparare al matrimonio

La chiamano Confermazione ed è una conferma del volere partecipare alla vita del Signore. Da qualche parte ho letto che l'tà scelta per farla dipende dal fatto che quella è l'età in cui, più o meno, si comincia ad essere più sensibili alle tentazioni.

Il che mi fà pensare che sia una sorta di scudo, di chiusura, cosa che peraltro era stata scritta anche nella discussione sui Siglilli se non sbaglio, ossia che un Sigillo chiude un qualcosa.
Poi magari amplifica anche, non saprei, ma direi che voto a favore della chiusura.

Inoltre nella Cresima si riceve lo Spirito Santo, o sarebbe meglio dire che gli si prepara la strada, cosa che al momento associo moltissimo al discernimento.

si, devo prendere in mano i testi e tirarne fuori un post sensato.
__________________
dafne non è connesso  
Vecchio 20-05-2011, 21.09.40   #14
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,557
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da luke Visualizza messaggio
Si a livello concettuale posso essere d'accordo , è sul pratico che poi fatico a vedere queste influenze, agevolazioni ecc operare attivamente, sia in me sia in altri.
.......

Se una tecnica di questo tipo, recente e abbastanza fumosa, mi ha fatto provare delle cose, positive o negative che siano, perchè non posso dire le stesse cose per i Sacramenti ricvuti da una Tradizione molto più antica ed autorevole?
Se riesco potrei provare a ritornare a Messa, magari con Confessione e Comunione annesse, per vedere se a distanza di anni, se noto qualcosa di diverso, anche se la controprova sarebbe sapere esattamente ocme sarei stato , cosa sarebbe realmente cambiato se , per ipotesi, non aessi ricevuto nessun Sacramento.Avrei attirato e/o incontrato cose diverse?sarebbe stato più faticoso fare un certo tipo di percorso interiore?
E se invece di ricevere qualcosa fosse che riesci a dare qualcosa? Non parliamo d'amore che mi infilo in un vespaio ma se è vero che un seme germoglia in un terreno fertile bisogna pur rendere fertile quel terreno.

Tutti queoi "se" finali Luke, secondo me, sono quelli che ti fregano. Se fossi stato diverso non saresti così, adesso, qui, un discorso che hai già toccato mi pare...un discorso che tocca anche me in effetti, adesso che vedo che impronta han lasciato certe esperienze e che percepisco come per gravità tendo a ritornare a quelle.

Credo che non vada sottovalutato il discorso della predisposizione. Ho ricordi molto netti e precisi della mia infanzia religiosa, di certe messe, di quando facevo il chirichetto (ebbenesi) dell'emozione intensa della Comunione.
Era solo questione di tempo

Poi immagino che se faccio le cose per bene (e farlo non è per nulla semplice) potrei arrivare al punto in cui, come ho letto qui in città, si riesce a sublimare anche la religione.
Ma già solo capire il concetto di sublimazione è fantascienza per me per ora quindi...avanti!
__________________
dafne non è connesso  
Vecchio 20-05-2011, 21.29.37   #15
Edera
Bannato/a
 
Data registrazione: 28-04-2009
Messaggi: 1,834
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
potrei arrivare al punto in cui, come ho letto qui in città, si riesce a sublimare anche la religione.
Ma già solo capire il concetto di sublimazione è fantascienza per me per ora quindi...avanti!
Cosa vuol dire sublimare la religione? Non l'ho mai letto qui in città, mi sa che è mi è scappato Grazieee


Nemmeno io Luke, riesco a vedere gente ' sveglia ' spiritualmente dentro le chiese ma forse non ci vedo bene io, a volte persino il parroco mi sembra provato
Edera non è connesso  
Vecchio 20-05-2011, 21.36.16   #16
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Quoto Edera e Luke, non ci sono gente sveglie dentro le chiese, e quello che ancora peggio posso dire anche chi fa attivamente volontariato, ricoprendo anche ruoli rilevanti. Questo perchè molti sono mezzi cattolici: io ho sentito addirittura gente bestemmiare fuori, quando questo dovrebbe essere inconcepibile. In altri paesi la religione viene presa più seriamente, qui invece è tutto concesso.
Le quattro vecchie del rosario, pettegole erano quando sono nato, e pettegole restano ora che sono grande. Eppure... prendono la Comunione ogni santo giorno...
Qualcuno disse che in Sacrestia non si diventa sacri. La fede è nulla senza le opere, e le opere sono nulla senza la fede.

Ho visto persono un po' più sveglie, ma hanno sempre frequentato dei percorsi cristiani alternativi: tipo neocatecumenati, rinnovamento dello spirito.
Astral non è connesso  
Vecchio 20-05-2011, 23.34.50   #17
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,041
Predefinito

Si purtroppo se vedo molti cattolici mi scoraggio, ci sono anche persone brave, rette ec, però quello credo puoi diventarlo anche senza la religione.
Continuo a provare a Lavorare e poi si vedrà se riesco a penetrare dentro la Disciplina Arcani dei vari riti e Sacramenti.

Ho letto che un tempo i Sacramenti, venivano ricevuti in età adulta , per esempio il battesimo, mentre si svolgeva un percorso inziatico, quindi il sospetto che avevo è che i riti attuali fossero solo un surrogato di quelli più antichi e più potenti, tanto per conservarne la memoria ma senza lo stesso potere.

Ricordo di aver letto qui in forum un paragone tra la religione cattolica e le altre, tipo il buddismo, mi sembra fosse di Uno il post, in cui veniva detto, se non ricordo male, che una si scopre subito ma poi devi fare più fatica ed invece con il cattolicesimo la fatica va fatta subito e poi "scopri", veniva fatto il paragone tra corteggiare una donna e vedersela assegnata in modo combinato , senza corteggiamento, però devo ritrovarlo questo pezzo

P.s. Daf sei sicura che bisogna sublimare la religione? A me parrebbe più corretto dire che bisogna trascenderla alla fine.
__________________
...cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.

C'è una pace che si trova soltanto al di là della guerra. Se quella battaglia deve arrivare, io la combatterò.

luke non è connesso  
Vecchio 21-05-2011, 11.59.54   #18
centomila
Ristruttura la casa
 
L'avatar di centomila
 
Data registrazione: 22-12-2007
Messaggi: 305
Predefinito

Dannazione!!!

Il mio percorso cristiano è stato del tutto particolare (battezzato in tarda età) e la mia catechesi, evidentemente, insufficiente. Ho scoperto tramite Astral tutta la facenda dei peccati mortali. E, chevvelodicoaffa, sono entrato in crisi.

Quindi se ho passato tutta la vita nella perfezione del Vangelo, imitando Cristo alla grande, ma! la domenica prima di morire non vado a messa e non faccio in tempo a confessarmi, vado all'inferno???!!!

Quindi se tutta la vita vivo la mia sessualità in perfetta obbedienza al sacramento del matrimonio (e ai precetti della chiesa) ma, prima di morire e senza fare in tempo a confessarmi, mi viene fatto un rapporto or.....lasciamo stare! vado all'inferno???!!!!

Stessa cosa se mi scappa una bestemmia anche se per tutta la vita non ho mai nemmeno detto un parolaccia????!!!

Mi fermo qui ma potrei andare avanti.

Non so se sto cercando alibi o se ho individuato una vera e propria contraddizione nel Magistero però come la mettiamo con il fatto che la dottrina va CONTRO il comnadamento NON UCCIDERE avallando, anche se in rarissimi casi e come estrema ratio, la pena di morte?
__________________
L'unico vero insuccesso nella lotta consiste nello smettere di combattere.
centomila non è connesso  
Vecchio 21-05-2011, 12.23.01   #19
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Si secondo la Chiesa basta queste cose fatte però con intenzione, è un interpretazione rigida e che lascia poco spazio al fraintendimento, però se dovessi dirtelo da ex catechista è cosi!
Ovviamente io sono nel daccordisso sul non bestemmiare, non dovrebbe essere nemmeno un abitudine, visto che oltre peccato è veramente rozzo da sentire in giro.
Forse se prima di morire riesci a dire un misero atto di dolore, all'inferno non va, ma nelle parti più basse del purgatorio.
La decisione finale comunque e lo dicono anche loro, spetta a Dio.
Poi altra cosa, 2000 peccati veniali non ne fanno uno mortale. Quindi se fai pettegolezzo a vita (senza calunnia eh) o hai detto sempre parolacce e volgarità, per quanto sei sceso in basso non dovrai mai confessarti. Stessa cosa per le bugie che non è la falsa testimonianza.
Tutte le religioni parlano di non rubare, non uccidere, avere una condotta sessuale corretta, rispettare Dio.
Quello che è assurdo è l'interpretazione della chiesa cattolica, ma non assurdo per i cattolici, assurdo per qualsiasi persona dotata di intelligento. D'altro canto però se si scava in un cristianesimo più antico, determinani Sacramenti, e comandamenti non erano corrotti da varie influenze.

Molti (i cattolici water rose) pensano che basta andare in chiesa a Pasqua e Natale, credere in Gesù, non uccidere e non rubare e lavorare tutto il giorno siano sufficienti per essere cattolici.
Astral non è connesso  
Vecchio 21-05-2011, 12.35.30   #20
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,041
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da centomila Visualizza messaggio
Dannazione!!!

Il mio percorso cristiano è stato del tutto particolare (battezzato in tarda età) e la mia catechesi, evidentemente, insufficiente. Ho scoperto tramite Astral tutta la facenda dei peccati mortali. E, chevvelodicoaffa, sono entrato in crisi.

Quindi se ho passato tutta la vita nella perfezione del Vangelo, imitando Cristo alla grande, ma! la domenica prima di morire non vado a messa e non faccio in tempo a confessarmi, vado all'inferno???!!!

Quindi se tutta la vita vivo la mia sessualità in perfetta obbedienza al sacramento del matrimonio (e ai precetti della chiesa) ma, prima di morire e senza fare in tempo a confessarmi, mi viene fatto un rapporto or.....lasciamo stare! vado all'inferno???!!!!

Stessa cosa se mi scappa una bestemmia anche se per tutta la vita non ho mai nemmeno detto un parolaccia????!!!

Mi fermo qui ma potrei andare avanti.

Non so se sto cercando alibi o se ho individuato una vera e propria contraddizione nel Magistero però come la mettiamo con il fatto che la dottrina va CONTRO il comnadamento NON UCCIDERE avallando, anche se in rarissimi casi e come estrema ratio, la pena di morte?
Apparentemente se si muore stando fuori dalla grazia di DIO non si entra in paradiso,e quindi il rischio ed il paradosso di cui parli potrebbe esistere.

Forse mettere in questi termini la questione serve più come pungolo a cercare di fare sempre bene, visto che non sappiamo nè il giorno nè l'ora, uno dovrebbe essere portato ad evitare il più possibile certi comportamenti.
Il fatto è che la questione del "dopo" da comunque adito a varie domende:
Che vuol dire andare all'inferno o in paradiso?Come verrò giudicato?C'è una tabella per sapere il vero effetto dei vari peccati, magari ponderata con il contesto in cui ciascuno si trova immerso?
Inoltre la parte esoterica sembra parlare più della costruzione di un "supporto" in grado di assicurare la continuazione anche dopo la morte fisica, mentre la parte essoterica da per scontata questa continuità, ponendo la questione solo in termini di bivio tra inferno e paradiso, con al più un "pit stop" in purgatorio.
__________________
...cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.

C'è una pace che si trova soltanto al di là della guerra. Se quella battaglia deve arrivare, io la combatterò.

luke non è connesso  
Vecchio 21-05-2011, 14.52.17   #21
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Ho dei dubbi anche sulla parte esoterica infatti...perchè un bambino di 3 anni dubito possa costruirsi questo qualcosa per poter continuare nell'altra vita.
La costruzione di un corpo oltre la vita, serve ai maghi.
Nel cattolicesimo non esiste la morte dell'anima, esiste l'inferno, la dannazione, ma non l'oblio. I dannati sono quelli che insieme ai demoni poi vanno a tentare il genere umano.
Qualcuno potrebbe dire che sono larve astrali, ma a sto punto le interpretazioni sono troppe.

C'è questa grande contraddizione, nella religione un dopo c'è sempre. Inoltre solo i Santi vanno in paradiso, non i comuni mortali o i peccatori.
La parola santo vuol dire felice, quindi perchè dovrei essere punito se non sono santo? Ma come... oltre che soffro, mi merito pure l'inferno? Cornuto e mazzato?
Si riferisce ad un fatto vibrazionale, chi è puro può avvicinarsi di più a Dio e quindi al Paradiso, chi è meno puro e più grezzo è destinato a piani come la Terra, o inferiori.

C'è poi una pratica cattolica che si chiama la prima comunione del mese, il quale un fedele offre un anima a Dio, facendo 9 volte la comunione, mi pare ogni venerdi del mese. Se completa il ciclo Gesù promette che quell'anima verrà salvata. Penso che sia alquanto deresponsabilizzante per la persona che riceve questa cosa. Ora il nome preciso non lo so, ma me lo faccio dare.

Ci sarebbe molto da dire, ma il rischio è di andare OT
Astral non è connesso  
Vecchio 21-05-2011, 15.43.42   #22
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da centomila Visualizza messaggio
Dannazione!!!

Il mio percorso cristiano è stato del tutto particolare (battezzato in tarda età) e la mia catechesi, evidentemente, insufficiente. Ho scoperto tramite Astral tutta la facenda dei peccati mortali. E, chevvelodicoaffa, sono entrato in crisi.

Quindi se ho passato tutta la vita nella perfezione del Vangelo, imitando Cristo alla grande, ma! la domenica prima di morire non vado a messa e non faccio in tempo a confessarmi, vado all'inferno???!!!

Quindi se tutta la vita vivo la mia sessualità in perfetta obbedienza al sacramento del matrimonio (e ai precetti della chiesa) ma, prima di morire e senza fare in tempo a confessarmi, mi viene fatto un rapporto or.....lasciamo stare! vado all'inferno???!!!!

Stessa cosa se mi scappa una bestemmia anche se per tutta la vita non ho mai nemmeno detto un parolaccia????!!!

Mi fermo qui ma potrei andare avanti.

Non so se sto cercando alibi o se ho individuato una vera e propria contraddizione nel Magistero però come la mettiamo con il fatto che la dottrina va CONTRO il comnadamento NON UCCIDERE avallando, anche se in rarissimi casi e come estrema ratio, la pena di morte?
Le contraddizioni della religione escono no perchè ce la raccontano sbagliata, ma perchè non ce la raccontano tutta. D'altronde è tutto il forum che ne parliamo... una cosa è la parte essoterica della dottrina, un'altra quella esoterica. La seconda comprende la prima. Solo da un certo punto di vista molto molto limitato le cose stanno nel modo in cui le mettono per la massa. Le stesse domande che arrivi a porti spingono direttamente all'approfondimento che, quasi inevitabilmente, porta alla parte esoterica o all'allontanamento.

Ribadisco che, come per la comunione con Cristo, la Chiesa non ha l'esclusiva neanche del Paradiso o dell'Inferno. Men che meno decide qualcosa.

Solo una cosa su quello che hai detto: la Dottrina non avvalla mai e poi mai la pena di morte, indipendentemente da quel che può fare o non fare la chiesa.
Ray non è connesso  
Vecchio 21-05-2011, 15.45.58   #23
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Inoltre solo i Santi vanno in paradiso, non i comuni mortali o i peccatori.
Questo però non è vero. Secondo anche il cattolicesimo più semplice in paradiso non ci sono solo i santi ma tutti quelli che vengono "salvati" (beati ecc.) Inoltre c'è la questione del purgatorio...

(si sono questioni vibrazionali... sperimentabili tutte e tre anche qui)
Ray non è connesso  
Vecchio 21-05-2011, 16.04.10   #24
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

non intendevo che i peccatori se si convertono non posso andarci. Però direttamente ci vanno i santi, e sopratutto c'è chi dice che oltre il Paradiso vi sia il Cielo, ovvero una dimensione più alta del Paradiso. Forse ho fatto confusione con tra Cielo e Paradiso. Comunque si... se sei in purgatorio sei salvato, e da li non puoi scendere, ma solo salire.

Daccordisso sul fatto che nella terra sperimentiamo vari livelli vibrazionali, e non è soltanto qualcosa di esoterico, ma lo disse anche un sacerdote.
Uno non deve comportarsi bene, o vivere in santità per una ricompensa futura, ma perchè seguire determinati principi fanno già sentire un assaggio di quel paradiso, gia da adesso.
Astral non è connesso  
Vecchio 21-05-2011, 23.59.45   #25
centomila
Ristruttura la casa
 
L'avatar di centomila
 
Data registrazione: 22-12-2007
Messaggi: 305
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Solo una cosa su quello che hai detto: la Dottrina non avvalla mai e poi mai la pena di morte, indipendentemente da quel che può fare o non fare la chiesa.
Guarda cosa scrivono nel catechismo:

2267 L'insegnamento tradizionale della Chiesa non esclude, supposto il pieno accertamento dell'identità e della responsabilità del colpevole, il ricorso alla pena di morte, quando questa fosse l'unica via praticabile per difendere efficacemente dall'aggressore ingiusto la vita di esseri umani.

Oggi, infatti, a seguito delle possibilità di cui lo Stato dispone per reprimere efficacemente il crimine rendendo inoffensivo colui che l'ha commesso, senza togliergli definitivamente la possibilità di redimersi, i casi di assoluta necessità di soppressione del reo “sono ormai molto rari, se non addirittura praticamente inesistenti” [Evangelium vitae, n. 56].
__________________
L'unico vero insuccesso nella lotta consiste nello smettere di combattere.
centomila non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Sul fumare Shanti Discorsi da Comari 17 26-10-2008 20.25.56
Numerologia...accenni Era Divinazione e tecniche conoscitive 17 17-07-2007 17.52.06
Arte in generale Uno Arte 28 02-08-2006 14.42.43
incoscio collettivo isaefrenk Psicologia moderna e antica 23 01-08-2005 14.32.44


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 09.41.58.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271