Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Piazza > Manifestazione pacifica del nostro volere > Gogna

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 22-10-2011, 13.17.23   #1
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito Corsi di Esoterismo

Ero indeciso tra manifestazione pacifica e discorso da commari, però va bene anche qui.
Dunque c'è un tizio sulla quarantina, che non voglio fare nome per non dare altra pubblicità che organizza convegni sull'alchimia e scrive libri sul risveglio. Durante i suoi seminari porta gente che dice che si è risvegliata.

Io dico può essere utile divulgare un po' l'esoterismo, ma purtroppo quando ci vedo i costi dei libri e dei seminari, comincio a pensare che anche chi lo fa seriamente, non può non utilizzare queste conoscenze (che comunque tirano la gente) per guadagnarci sopra.

Allora il maestro spirituale diventa un mestiere ed una professione?
Io non posso rispondere personalmente, non sono ne prete, ne maestro spirituale, ne cerimonialista, ne esoterista, ne mago, ne strega ma sono sicuro che al di là della serietà e difficoltà del percorso, non credo che possa rientrare il tutto nel mestiere retribuito.

Forse l'alta disoccupazione in Italia, sta spostando gli interessi di scrittori e sedicenti maghi in questi settori?
Voi ritenete giusto che si debba divulgare l'esoterismo, gli insegnamenti di gurjeff, dell'alchimia et, a pagamento?

Ovviamente io sto prendendo la migliore delle ipotesi, ovvero chi lo fa con le giuste conoscenze, perchè chi lo fa senza manco quelle, la risposta è ovvia.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 22-10-2011, 16.08.59   #2
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,996
Predefinito

Ho riflettuto anche io su questo.
Credo anche di conoscere il tizio di cui parli,
E non è l'unico.
Oggi chi scrive è chi da una serie di anni si impegnato in qualche ricerca ha accumulato talmente tanti dati che poi iniziando dalla rete poi ha finito per travasarli in libri.
Inoltre ha creato una specie anzi ce ne sono più di una sorta di circuito in cui gravitano tutti questi personaggi che hanno fatto della loro vita prima la ricerca personale e poi oggi sono diventati tutti scrittori anche il tizio in questione si dichiara scrittore e non maestro, ma la gente poi lo segue uguale.
Perchè?
Perchè si cerca la via più facile?
Difatti è la domanda che alimenta la risposta.
Poi come sempre troverai quel che vibra con te, si dice che la domanda contiene già la risposta per cui.
Il secondo passo nasce dal primo.
E' chiaro che nel caos di oggi nell'insoddisfazione lavorativa, l'uomo cerca di poter tornare, forse inconsciamente, a ciò che ci hanno precluso, per limitarci, quei lavori che nascevano da dentro dalla propria anima come una spinta interiore. Hanno ucciso gli artigiani o comunque limitati i figli dell'arte.
Oggi dobbiamo sviluppare solo la mente, me li vedo con il testone grande e gli arti piccoli frutto di quella limitazione.
Poi però hai ragione sul dover pagare per cose che non dovrebbero aver un costo in denaro ma che sopratutto non devono dare l'idea che la spiritualità si possa comprare ma addirittura l'evoluzione spirituale si riduca a mero denaro.
Difatti il detto è chi sa fare fa.
Chi non sa fare insegna.
E chi non sa fare ne insegnare scrive libri quest'ultima è una battuta
In ogni caso la selezione è naturale Astral perchè per scalare una montagna...non puoi improvvisarti scalatore
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda è connesso ora  
Vecchio 22-10-2011, 20.52.21   #3
centomila
Ristruttura la casa
 
L'avatar di centomila
 
Data registrazione: 22-12-2007
Messaggi: 305
Predefinito

Per come la vedo io ogni ogni servizio (non solo spirituale!) DEVE essere gratuito.

Anche perchè il bene fatto non può essere pagato in nessun altra moneta che non sia la riconoscenza.

Se, da qualche parte, sbucano i denari allora quella è la cartina tornasole che si è del tutto lontani dall'amore vero. Dunque dall'autentico valore spirituale.

Scusate se sono molto netto ma non vedo zone grigie, in questo caso, come in altre questioni di principio, credo esista solo il bianco e il nero.

Fermo restando la comprensione verso le debolezze umane.
__________________
L'unico vero insuccesso nella lotta consiste nello smettere di combattere.
centomila non è connesso  
Vecchio 22-10-2011, 21.18.08   #4
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Forse fanno eccezione i libri, ad esempio la Bibbia se la compri devi pagare le spese di stampa, ma per il resto io ci vedo sempre scopi poco nobili, invece sta diventando quasi un mestiere. Posso capire se un gruppo spirituale affitta una stanza e si dividono le spese, ma qui si parla di corsi mirati. Io per curiosità dei libri li ho comprati, perchè magari prima di giudicare preferisco documentarmi, però...
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 22-10-2011, 22.20.07   #5
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,996
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da centomila Visualizza messaggio
Per come la vedo io ogni ogni servizio (non solo spirituale!) DEVE essere gratuito.
Siamo nell'era delle degenerazione purtroppo e se andiamo da chi la spiritualità il servizio lo fa pagare da anni?
Per carità io sono d'accordo con te, anche se gratis fa si che la gente prenda sotto gamba le cose, per cui anche questo aspetto è importante, perchè se paghi vuoi un risultato e quindi un po' di impegno lo metti almeno nell'ascoltare, perchè l'essere umano è stranino a volte.
Comunque torndando in tema direi che se prendiamo la chiesa quando prendi i vari Sacramenti devi fare un offerta, che messa sotto questo aspetto pare una libertà ma che per chi non è libero dentro diventa una richiesta di pagamento e non da poco perchè si parla sempre di centinaia di euro. Ok il catechismo non lo si fa pagare ma il resto?

Poi sono d'accordo con voi sui sedicenti maestri che ci sono in giro se Cerchi davvero Trovi è l'Universo che risponde passo dopo passo senza bisogno di corsi, anche se magari un corso X ti può aprire gli occhi ed essere il passo per...ma certo che se sono sempre e solo corsi...beh...rimarranno corsi.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda è connesso ora  
Vecchio 23-10-2011, 01.11.21   #6
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da centomila Visualizza messaggio
Per come la vedo io ogni ogni servizio (non solo spirituale!) DEVE essere gratuito.
Potrebbe essere vista al contrario... i servizi sono proprio le cose che si pagano invece, i servi si son sempre pagati (quando più quando meno), le cose basse si pagano, quelle alte invece no o almeno non con danaro.
D'altronde proprio per le cose basse basta una cosa bassa come il denaro, mentre per le alte occorre "moneta" diversa.

Magari poter pagare con soldi un vero maestro spirituale... il più grande affare del mondo. Ma figurati se un Maestro è così scemo da accontentarsi dei soldi. In effetti se fosse così scemo non sarebbe un Maestro.
__________________

Ray non è connesso  
Vecchio 23-10-2011, 13.44.02   #7
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,654
Predefinito

Anche io non capisco cosa intende Cento.
Non dovrebbero essere pagati anche i servizi non spirituali?
Per esempio?
Un commercialista, un medico, una banca, ma anche un idraulico, un giardiniere etc.... non dovrebbero essere pagati?
Potremmo discutere sugli importi, ma se non siamo in una società di stampo comunista (nel senso filosofico) che paga direttamente le persone questi dovranno pur campare.

Per il discorso spirituale il solo servizio potrebbe pur essere pagato se si riuscisse veramente a distinguerlo e ci si limitasse al costo. Faccio un esempio, se un gruppo spirituale volesse fare un ritiro oppure avere una sede dove riunirsi etc... non ci troverei nulla di strano all'autotassazione. Il problema è che vedo sempre queste cose che da servizio diventano occupazione e guadagno per gli organizzatori.

Sui libri è un altro discorso ancora. Oggi paghiamo la Bibbia a chi la stampa, non la paghiamo agli autori. La stessa cosa potrebbe essere per un libro di oggi. Se un vero Maestro volesse scrivere un libro e poi se ne pagasse stampa e distribuzione non ci sarebbe nulla di strano. Se uno invece si mette a scrivere di spiritualità per vivere le cose sono incompatibili per una serie di motivi.
Uno non è connesso  
Vecchio 23-10-2011, 14.01.14   #8
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Anche io credo che i servizi comuni vanno pagati, inteso come servizi commerciali, io parlavo però di servizi spirituali.

Penso che il cristianesimo sia un esempio esemplare (cattolicesimo mi correggo) il prete che affitta le sale o che prende l'offerte è lontano da chi specula su discorsi di esoterismo (ma anche altre correnti filosofiche).
Il problema poi è che mi pare questo autore sia stato criticato dagli alchimisti, e lui ha risposto che non fa corsi di esoterismo ma che lui è prima di tutto uno scrittore ed un "artista".

Quanto al pagamento dei maestri spirituali, cosa si intende? Con che pago il maestro con la mia energia vitale?
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 23-10-2011, 14.19.04   #9
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
lui ha risposto che non fa corsi di esoterismo ma che lui è prima di tutto uno scrittore ed un "artista".
Direi che questo dice tutto...

Citazione:
Quanto al pagamento dei maestri spirituali, cosa si intende? Con che pago il maestro con la mia energia vitale?
L'esempio cristiano è ottimo, Gesù non voleva niente per se stesso, eppure per seguirlo bisognava essere capaci di rinunciare a tutto, pagare significa infatti dare qualcosa in cambio di un'altra...
Per rispondere alla tua domanda direi quindi che un vero Maestro vada pagato dando il vecchio uomo per ricevere il nuovo...
__________________

Kael non è connesso  
Vecchio 23-10-2011, 21.15.25   #10
centomila
Ristruttura la casa
 
L'avatar di centomila
 
Data registrazione: 22-12-2007
Messaggi: 305
Predefinito

Secondo me Astral ha ben compreso lo spirito delle mie parole.

Pur tuttavia mi avete dato l'idea per una simpatica (spero!) provocazione: se l'amore per Dio (posto che esista e che abbia connotati per esempio cristiani) fosse al primo posto nei nostri cuori e quello per il nostro prossimo al secondo posto allora noi saremmo veramente nella gioia, profondamente liberi, in definitiva saremmo nella pace.

Sostanzialmente come San Francesco. Lui l'ha fatto dunque è possibile.

Ma la mia (nostra?) debolezza mi impedisce questa santa povertà e mi ritrovo invischiato in questa folle civiltà che non porta nessuno da nessuna parte.

E si paga, si paga per tutto senza ottenere niente se non la miseria morale, ideale, spirituale.

Quindi sì, per come la vedo io il denaro è del tutto inutile anzi dannosissimo. Così come qualsiasi forma di governo. Ah......mi avete scoperto! Avete finalmente visto chi sono io: un anarchico. Non un black Block però Un autentico profondo amante dell'anarchia. Quella vera, quella che pensa che la LEGGE sia scritta nei nostri cuori e che il poliziotto più spietato sia la nostra coscienza.

Ma che sciocco! Mi stavo dimenticando che siamo umani e che di San Francesco ce n'è soltanto uno.........

__________________
L'unico vero insuccesso nella lotta consiste nello smettere di combattere.
centomila non è connesso  
Vecchio 24-10-2011, 12.25.07   #11
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,654
Predefinito

Cento se invece che scrivere tutto il post tu avessi scritto solo la prima (quella che Astral ha capito) io sarei ancora a cercar di capire che volevi dire .

Ora capisco il concetto che volevi esprimere e lo ritengo un pelo estremista.
S.Francesco voleva farci capire che nulla è più importante delle cose delle spirito ma non che sia necessario tornare all'età della pietra. Inoltre quello era un suo percorso individuale (di lui e di persone che si trovavano in una situazione simile alla sua).
Per avere un quadro più completo tieni presente anche quello che disse un Altro: "date a Cesare quel che è di Cesare".

L'attuale stato dell'evoluzione umana non permette una società in cui uno fa il suo dovere e rende i servizi che può senza uno stimolo.Quindi una qualche forma di baratto (il denaro è solo una di queste forme) è, purtroppo, necessaria. Non per lo Spirito però, anzi pagare e/o farsi pagare per "cose dello Spirito" inibisce le procedure necessarie al movimento.
Uno non è connesso  
Vecchio 24-10-2011, 13.54.45   #12
Faltea
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-03-2007
Messaggi: 1,164
Predefinito

Avete tutti ragione, ma vi voglio portare la risposta che mi hanno dato quando chiesi perché dovevo pagare.

Loro sostenevano che la tua motivazione era strettamente vincolata al denaro, tanta era la voglia di imparare che ti avrebbe portato a spedere quei soldi, se non era sufficiente, voleva dire che la tua motivazione era scarsa e non avrebbe portato i frutti desiderati.
Questo anche per evitare di avere in giro (di scremare) personaggi che non sanno esattamente ciò che vogliono e se quella che loro predicavano era la via che volevano seguire.

Dicevano che un tempo per raggiungere il sapere c'erano diversi stadi di formazione e motivazione fatta di stenti, digiuni, meditazioni prolungate che forgiavano il carattere e che loro questo lo avevano tramutato nel farti cercare i soldi per ottenere il sapere..

Si commenta da sé.
__________________
Non ho bisogno di chi la pensa come me, ma di crescere aprendo la mente a diversi modi di vedere e di pensare.
Faltea non è connesso  
Vecchio 24-10-2011, 14.02.32   #13
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Faltea Visualizza messaggio
Avete tutti ragione, ma vi voglio portare la risposta che mi hanno dato quando chiesi perché dovevo pagare.

Loro sostenevano che la tua motivazione era strettamente vincolata al denaro, tanta era la voglia di imparare che ti avrebbe portato a spedere quei soldi, se non era sufficiente, voleva dire che la tua motivazione era scarsa e non avrebbe portato i frutti desiderati.
Questo anche per evitare di avere in giro (di scremare) personaggi che non sanno esattamente ciò che vogliono e se quella che loro predicavano era la via che volevano seguire.

Dicevano che un tempo per raggiungere il sapere c'erano diversi stadi di formazione e motivazione fatta di stenti, digiuni, meditazioni prolungate che forgiavano il carattere e che loro questo lo avevano tramutato nel farti cercare i soldi per ottenere il sapere..

Si commenta da sé.
Mi può star anche bene sta cosa della motivazione, magari in una primissima fase, ma allora i soldi glieli devono far dare a qualcun altro, chessò in beneficenza, non certo a chi dovrebbe insegnare.

Anche perchè e la motivazione di chi insegna dove la mettiamo?
__________________

Ray non è connesso  
Vecchio 25-10-2011, 13.29.50   #14
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Io le cose spirituali le vedo un dono di Dio che devono essere a disposizione dell'umanità.

Ma quale madre, si fa pagare dai figli perchè cucina, lava, stira e li accudisce. O quale padre quando il figlio ha 18 anni presenta il conto delle spese che ha sostenuto in questi anni e gli chiede il risarcimento.

E' poi ovvio che chi da poi riceve, quindi poi magari il figlio grande, ricevendo il giusto amore, e nel giusto contesto sociale poi deciderà di diventare padre dei suoi genitori e sostenerli per esempio.

Stessa cosa, se io voglio essere riconoscente ad un insegnante spirituale, posso per esempio invitarlo a pranzo, come accade per esempio nei paesi dove il prete della parrocchia ogni domenica veniva ospitato dai parrocchiani per esempio.

Il problema secondo me che l'insegnamento spirituale è diventato una dottrina troppo legato al new age, di conseguenza cose come fiori di bach, chakra sono diventate cose spirituali ad un certo punto, ma che prendono altre discipline (ginnastica, palestra, erboristica) e di conseguenza chi insegna lo fa perchè sta cercando nuovi sbocchi professionali, non per amore dell'insegnamento.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 25-10-2011, 14.06.41   #15
Faltea
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-03-2007
Messaggi: 1,164
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Mi può star anche bene sta cosa della motivazione, magari in una primissima fase, ma allora i soldi glieli devono far dare a qualcun altro, chessò in beneficenza, non certo a chi dovrebbe insegnare.

Anche perchè e la motivazione di chi insegna dove la mettiamo?
Mah.. a detta loro servivano a pagare le sale, le varie spese che dovevano sostenere..
E la motivazione era il denaro, purtroppo.
Sono stata ad una conferenza sulla quarta via, per poi scoprire alla fine che era tutta pubblicità per un corso che si sarebbe tenuto a breve.
Non ricordo a quanti soldi, ma tanti..
__________________
Non ho bisogno di chi la pensa come me, ma di crescere aprendo la mente a diversi modi di vedere e di pensare.
Faltea non è connesso  
Vecchio 25-10-2011, 15.51.02   #16
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,996
Predefinito

Certo che riflettendoci...se il dare deve sempre essere, spiritualmente parlando, senza aspettive...figuriamoci farcelo pagare...non sta ne in cielo ne in terra anche se.....( era solo un parafrasare Ray così mi è venuta e così l'ho messa )
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda è connesso ora  
Vecchio 01-11-2011, 21.18.41   #17
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,217
Predefinito

Mi sono imbattuta nel termine simonia, ovvero pagamento in cambio di cariche o favori spirituali.
Fu il guaritore Simon Mago, che chiese agli Apostoli il potere taumaturgico conferito dallo Spirito Santo il quale meritò la maledizione di San Pietro, da cui derivò questo termine.
La Chiesa ha sempre condannato la simonia, cioè questo tipo di commercio malgrado è stato sempre diffuso.
__________________
"Due è meglio di una, la felicità si raddoppia!"
diamantea non è connesso  
Vecchio 01-11-2011, 22.01.03   #18
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

L'esempio di Diamantea mi sembra piuttosto calzante, questi fanno i professori su ciò che riguarda Cristo ed il Vangelo, dimenticando appunto che esiste anche la simonia e i falsi profeti.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
esoterismo filoumenanike Esoterismo 3 15-03-2011 00.59.51
Corsi Astral Gogna 8 12-06-2008 17.58.12
Telecamere e corsi di difesa personale RedWitch Palco delle Premiazioni 6 13-02-2008 11.26.52


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 23.13.14.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271