Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Accademia > Benessere fisico

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 03-01-2008, 16.22.18   #1
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito Dormire- Sonno

Abbiamo parlato molto dell'alimentazione, della scelta dei cibi ( grazie anche ad Era con le nozioni sulla nutrizione e i principi nutritivi), e abbiamo parlato seppur meno del movimento fisico.

Volevo aprire questo topic, perchè secondo me oltre il l'alimentazione ed il movimento, anche la quantità e la qualità del sonno hanno la sua importanza.

Infatti si può stare anche giorni senza mangiare mediante il digiuno, si può condurre una vita sedentaria, ma sfido chiunque a rimanere svegli per più di 24 ore, senza cominciare a risentirne.

Abbiamo bisogno anche di dormire ( non in senso spirituale ovviamente).

Lascio quindi a voi il discorso aperto: in particolare però mi focalizzerei anche sul tipo di riposo, e sul ruolo che gioca anche il "dove" dormiamo.

Astral non è connesso  
Vecchio 18-03-2011, 00.45.28   #2
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Direi che dalle risposte, avete tutti un ottima qualità di sonno
Astral non è connesso  
Vecchio 18-03-2011, 01.00.47   #3
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Beh dai, prova a reimpostare il discorso, magari stavolta ne esce qualcosa.
Ray non è connesso  
Vecchio 19-03-2011, 17.41.50   #4
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,217
Predefinito

Non ho mai avuto problemi con il sonno senso che mi addormento subito e facilmente tranne quei casi in cui sono preoccupata per cose reali o devo star sveglia. Se non dormo un tot di ore a notte principalmente prima della mezzanotte non riesco a riposare bene anche se mi alzo di mattina tardi, anzi devo dire che alzarmi tardi mi disturba.
La cosa curiosa che vorrei raccontare del mio sonno è la postura.
Dormo quasi sempre sola e la posizione che assumo è chiusa, di fianco con le mani che si abbracciano oppure stirate sotto un cuscino. Direi posizione che si ripara. D'estate fa caldo dormo a pancia in giù. I piedi però devono stare sempre coperti altrimenti mi sveglio.
Stanotte dormivo beata quando a un certo punto mi sono svegliata in preda ad un'inquietudine, stavo dormendo supina con la mano sotto la testa, l'altro braccio stirato verso fuori, una gamba piegata in alto e l'altra stirata sull'altro lato in obliquo, come fossi distesa sulla spiaggia o sotto il sole su un prato... era una posizione di forte benessere eppure mi sono inquietata e svegliata per assumere la solita posizione laterale.
Questa cosa del sonno è un mistero, qualcosa è sempre sveglio e sta attento a cosa succede intorno e dentro di me. Mi ha impressionato il fatto che dormivo così bene ma la posizione evidentemente è registrata dentro di me come di troppa apertura, ma poi apertura a che? Cosa potrebbe succedere durante il sonno che non mi va bene essere così aperta?
Non è la prima volta che mi succede, mi sveglio sempre ogni volta che sono troppo rilassata e distesa in apertura.
__________________
"Due è meglio di una, la felicità si raddoppia!"
diamantea non è connesso  
Vecchio 19-03-2011, 19.34.33   #5
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
Non ho mai avuto problemi con il sonno senso che mi addormento subito e facilmente tranne quei casi in cui sono preoccupata per cose reali o devo star sveglia. Se non dormo un tot di ore a notte principalmente prima della mezzanotte non riesco a riposare bene anche se mi alzo di mattina tardi, anzi devo dire che alzarmi tardi mi disturba.
La cosa curiosa che vorrei raccontare del mio sonno è la postura.
Dormo quasi sempre sola e la posizione che assumo è chiusa, di fianco con le mani che si abbracciano oppure stirate sotto un cuscino. Direi posizione che si ripara. D'estate fa caldo dormo a pancia in giù. I piedi però devono stare sempre coperti altrimenti mi sveglio.
Stanotte dormivo beata quando a un certo punto mi sono svegliata in preda ad un'inquietudine, stavo dormendo supina con la mano sotto la testa, l'altro braccio stirato verso fuori, una gamba piegata in alto e l'altra stirata sull'altro lato in obliquo, come fossi distesa sulla spiaggia o sotto il sole su un prato... era una posizione di forte benessere eppure mi sono inquietata e svegliata per assumere la solita posizione laterale.
Questa cosa del sonno è un mistero, qualcosa è sempre sveglio e sta attento a cosa succede intorno e dentro di me. Mi ha impressionato il fatto che dormivo così bene ma la posizione evidentemente è registrata dentro di me come di troppa apertura, ma poi apertura a che? Cosa potrebbe succedere durante il sonno che non mi va bene essere così aperta?
Non è la prima volta che mi succede, mi sveglio sempre ogni volta che sono troppo rilassata e distesa in apertura.
Succede anche a me, c'ho bisogno di qualcosa che mi fa sentire protetto mentre dormo, ma invece della posizione, a me deve essere un piumone, o in estate un lenzuolo.
Dormo sempre solo in mutande e canotteria d'inverno e d'estate senza canottiera perchè ho sempre caldo.
Se sono scoperto non prendo sonno. Dormo sempre abbracciato al cuscino, e mi capita qualche volta di dormire come te con le braccia sotto, ma poi col penso si addormentano le mani.

Una notte me so spaventato perchè ho toccato con la mano, l'altra che era addormentata e non m'è sembrata mia.

Astral non è connesso  
Vecchio 20-03-2011, 02.06.35   #6
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
Non ho mai avuto problemi con il sonno senso che mi addormento subito e facilmente tranne quei casi in cui sono preoccupata per cose reali o devo star sveglia. Se non dormo un tot di ore a notte principalmente prima della mezzanotte non riesco a riposare bene anche se mi alzo di mattina tardi, anzi devo dire che alzarmi tardi mi disturba.
La cosa curiosa che vorrei raccontare del mio sonno è la postura.
Dormo quasi sempre sola e la posizione che assumo è chiusa, di fianco con le mani che si abbracciano oppure stirate sotto un cuscino. Direi posizione che si ripara. D'estate fa caldo dormo a pancia in giù. I piedi però devono stare sempre coperti altrimenti mi sveglio.
Stanotte dormivo beata quando a un certo punto mi sono svegliata in preda ad un'inquietudine, stavo dormendo supina con la mano sotto la testa, l'altro braccio stirato verso fuori, una gamba piegata in alto e l'altra stirata sull'altro lato in obliquo, come fossi distesa sulla spiaggia o sotto il sole su un prato... era una posizione di forte benessere eppure mi sono inquietata e svegliata per assumere la solita posizione laterale.
Questa cosa del sonno è un mistero, qualcosa è sempre sveglio e sta attento a cosa succede intorno e dentro di me. Mi ha impressionato il fatto che dormivo così bene ma la posizione evidentemente è registrata dentro di me come di troppa apertura, ma poi apertura a che? Cosa potrebbe succedere durante il sonno che non mi va bene essere così aperta?
Non è la prima volta che mi succede, mi sveglio sempre ogni volta che sono troppo rilassata e distesa in apertura.
Le posizioni in cui si dorme dicono cose interessanti, e viceversa dormire in determinate posizioni può risultare interessante.
Ad esempio la posizione così detta fetale è quella in cui ci si riposa meglio, ma è anche quella con cui meno scambiamo, a livello energetico, con l'ambiente... e quindi è la meno faticosa.
Viceversa, dormire a pancia in su costa più fatica ma è anche la posizione con cui abbiamo un maggiore flusso.

Si noterà che ho parlato di fatica... infatti, anche se può sembrare paradossale, dormire in realtà costa energia, più che stare svegli. D'altronde, se non fosse così, non ci sveglieremmo mai se qualcuno non ci svegliasse. Il sonno infatti non ha la funzione di riposare il corpo, quello si riposa benissimo con la rilassatezza e l'immobilità... ma serve per ricomporre ciò che di coscienza durante il giorno sparpagliamo. Motivo per il quale quasi tutti se non dormono dopo un tot impazziscono. In teoria, se uno fosse sufficientemente e definitivamente coeso non avrebbe bisogno di dormire o quasi.


PS: Questi sono concetti che sono già stati detti altrove, forse in forme un po' diverse, ma va benissimo riprendere e approfondire.
Ray non è connesso  
Vecchio 20-03-2011, 02.45.51   #7
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,529
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
........... Il sonno infatti non ha la funzione di riposare il corpo, quello si riposa benissimo con la rilassatezza e l'immobilità... ma serve per ricomporre ciò che di coscienza durante il giorno sparpagliamo....
Questo significa che sparpagliando meno avremmo bisogno di meno ore di sonno? chiedo perchè la sensazione che avevo è che più si è svegli durante il giorno, meno bisogno si ha di dormire, ma non avevo mai pensato che il sonno servisse a ricomporre ciò che sparpagliamo in giro.. di coscienza, credevo fosse più una questione di come si gestiscono le energie a nostra disposizione e connessa soprattutto corpo.
RedWitch non è connesso  
Vecchio 20-03-2011, 11.03.37   #8
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Nella cura per la depressione, si fa dormire molto, per recuperare. Si dice anche che il sonno mantiene giovane, ma mantiene giovane cosa?
Che dire allora dell'insonnia a sto punto?

Il sonno serve anche per vivere i sogni e i viaggi astrali, altrimenti impossibili da svegli, se non il fantasticare con la mente (che comunque non ha un senso di realtà come il sogno)
Astral non è connesso  
Vecchio 20-03-2011, 11.53.15   #9
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,217
Predefinito

Ray parli di fatica del dormire a pancia in su e di scambio energetico con l'ambiente.
E' vero per me è faticoso, soprattutto negli anni passati quando avevo paura di quel che percepivo, ora riesco a sostenere qualche tempo di sonno, ma non saprei dire quanto a lungo, in questa posizione che ho notato essere molto appagante nella qualità di sonno, me ne accorgo perchè poco prima di svegliarmi so di essere in uno stato di appagamento, me ne resta il ricordo.
Poi ho notato che in alcuni sogni fatti di recente mi trovo nella posizione supina. Quindi questa posizione favorisce o un forte benessere o sogni che hanno una certa importanza, ma poi sfocia cmq nell'inquietudine o dell'essere aperti o del sogno significativo.
Riguardo lo scambio energetico con l'ambiente mi piacerebbe che lo chiarissi meglio a che livello avviene questo scambio, se è un riferimento generico di apertura verso l'esterno o proprio una cosa specifica riferita all'ambiente notturno che mi circonda di cui non sono cosciente e nella fase del sonno si manifesta.
__________________
"Due è meglio di una, la felicità si raddoppia!"

Ultima modifica di diamantea : 20-03-2011 alle ore 11.57.03.
diamantea non è connesso  
Vecchio 20-03-2011, 16.44.01   #10
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
Questo significa che sparpagliando meno avremmo bisogno di meno ore di sonno? chiedo perchè la sensazione che avevo è che più si è svegli durante il giorno, meno bisogno si ha di dormire, ma non avevo mai pensato che il sonno servisse a ricomporre ciò che sparpagliamo in giro.. di coscienza, credevo fosse più una questione di come si gestiscono le energie a nostra disposizione e connessa soprattutto corpo.
Si, come ho detto prima, se sparpagliamo di meno abbiamo meno bisogno di dormire. D'altra parte, se dormiamo molto, ci svegliamo stanchi e sarà più difficile non sparpagliare.
Ray non è connesso  
Vecchio 20-03-2011, 16.44.40   #11
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Il sonno serve anche per vivere i sogni e i viaggi astrali, altrimenti impossibili da svegli, se non il fantasticare con la mente (che comunque non ha un senso di realtà come il sogno)
E chi lo dice che sognare e altro siano attività impossibili fuori dal sonno?
Ray non è connesso  
Vecchio 20-03-2011, 16.46.51   #12
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
Riguardo lo scambio energetico con l'ambiente mi piacerebbe che lo chiarissi meglio a che livello avviene questo scambio, se è un riferimento generico di apertura verso l'esterno o proprio una cosa specifica riferita all'ambiente notturno che mi circonda di cui non sono cosciente e nella fase del sonno si manifesta.
A tutti i livelli... noi scambiamo sempre energia con l'ambiente. Le posizioni che assumiamo, sia da svegli che dormendo, influenzano questo scambio... il che è abbastanza ovvio: pensa ad una pompa per l'acqua (dovresti immaginarla con varie bocche sia in entrata che in uscita) e vedi che succede se la schiacci, la torci, tappi qualche buco, la raddrizzi ecc ecc
Ray non è connesso  
Vecchio 20-03-2011, 17.32.53   #13
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
E chi lo dice che sognare e altro siano attività impossibili fuori dal sonno?
Ti riferisci alla meditazione? Sinceramente non mi è mai successo
Astral non è connesso  
Vecchio 20-03-2011, 18.08.42   #14
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Ti riferisci alla meditazione? Sinceramente non mi è mai successo
Non mi riferivo alla meditazione. In ogni caso, se qualcosa non ti è mai (e aggiungo ancora) successo non significa che sia impossibile.
Ray non è connesso  
Vecchio 20-03-2011, 20.20.51   #15
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,217
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
... dormire a pancia in su costa più fatica ma è anche la posizione con cui abbiamo un maggiore flusso.
La posizione che risulta più faticosa dici e lo trovo vero. Ragionando sul perchè della maggiore fatica posso pensare che alla stregua di quando siamo svegli un atteggiamento di totale apertura verso l'esterno non l'abbiamo quasi mai, in genere assumiamo posture del corpo semi aperte, oppure aperte ma con la vigilanza costante. Io almeno ho imparato a mollare il controllo della postura riuscendo a stare rilassata e aperta ma sono sempre vigile a cosa succede interno a me.
Posso pensare così mentre dormo, abbassando la vigilanza temo l'invasione dell'esterno anche se nella camera non c'è nessuno, sono sola, e questo dovrebbe acquietarmi invece mi allarma lo stesso. Io non vedo nulla, non c'è nulla che mi minaccia eppure ho necessità di non espormi eccessivamente.
E' un fatto normale questo che accade a tutti i soggetti oppure è più accentuato in me o in alcuni soggetti più diffidenti, che hanno un problema di fiducia ad aprirsi verso l'esterno, anche se dico siamo nel nostro letto e non c'è nessun esterno minaccioso oppure ci sono cose invisibili che non vogliamo fare entrare...
A questo punto ti chiedo se bisogna portare impegno nel dormire supini oppure è conseguenza normale di maggiore conoscenza di se.
__________________
"Due è meglio di una, la felicità si raddoppia!"
diamantea non è connesso  
Vecchio 15-03-2012, 22.19.42   #16
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,217
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
A questo punto ti chiedo se bisogna portare impegno nel dormire supini oppure è conseguenza normale di maggiore conoscenza di se.
Mi rispondo da sola. Ci si arriva in modo naturale.

E' da un pò di notti di fila, diciamo dieci, che passata la metà della notte, più e meno fra le 4 e le 5, dal buio e dal rumore esterno e da quanto ho dormito penso sia questa l'ora, mi metto in posizione supina, con le braccia distese lungo le spalle e le mani chiuse in un pugno ma morbido, non serro le dita, che poi vado a collocare ai lati del collo, poggiati sulla fossa clavicolare, fuori dalle coperte solo il naso e la testa naturalmente. Di tanto in tanto piego ora la gamba sinistra come per dormire di fianco sinistro e poi così a destra.
Le prime notti mi sono svegliata così al mattino, poi man mano che ci ho fatto caso mi è salita un pò l'inquietudine, quindi ora una parte di me si sveglia, mi chiede se ho paura, dico di no, che voglio stare così, sto troppo bene, calda e comoda e sprofondo di nuovo nel sonno fino al risveglio del mattino.
Il mio compagno si è accorto pure lui di questa mia posizione, dice che il corpo è immobile, e il respiro minimo da sembrare morta.

Questa posizione mi ricorda tanto come dormivano i miei figli da neonati.
Chissà, forse avrà qualche significato particolare.
__________________
"Due è meglio di una, la felicità si raddoppia!"
diamantea non è connesso  
Vecchio 15-03-2012, 22.50.36   #17
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,603
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio
Le prime notti mi sono svegliata così al mattino, poi man mano che ci ho fatto caso mi è salita un pò l'inquietudine, quindi ora una parte di me si sveglia, mi chiede se ho paura, dico di no...

Caspita Diam, io sono una controllina ma anche tu non scherzi..

Tempo fà avevo letto su un giornale di diverse posizioni assunte nel sonno, davano ad ognuna un certo significato ma non le ricordo, provo a vedere in rete se trovo qualcosa.

Io non riesco a dormire a pancia sotto, anche se delle volte ci provo, per un pò si distende la schiena e mi piace ma poi iniza a farmi male, spesso mi sembra di soffocare nel cuscino e poi mi indispone moltissimo la salivazione...ho dormito su un fianco per moltissimo tempo, delle volte addirittura con un cuscino a lato della schiena, quasi una barriera, anche se l'ho sempre percepito come un abbraccio,ma ultimamente capita molto di rado.
Coperta sempre, almeno la pancia,mi piace dormire a pancia su, all'inizio incrocio le caviglie e i polsi, poi mi scaldo e non poche volte mi ritrovo con le braccia larghe e una gamba, di solito la sinistra, piegata col piede sotto al ginocchio destro, quasi un 4.
Ho notato che anche questa posizione all'inizio mi dà un sollievo ma poi passa e distendo.

Quest'ultima posa mi ricordo bene di averla vista su quel famoso giornale ma ho dimenticato tutto.

Riguardo all'insonnia ne ho sofferto da ragazzina, la cosa folle era il sonno fino a sera e il risveglio repentino con le luci che calavano. Credo si possa collegare a quel discorso che si faceva sul pensiero che viene veicolato più facilmente dalla luce e che quindi la sera, la notte, si è meno bombardati dai pensieri anche altrui.
__________________
dafne non è connesso  
Vecchio 15-03-2012, 23.08.48   #18
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,217
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Riguardo all'insonnia ne ho sofferto da ragazzina, la cosa folle era il sonno fino a sera e il risveglio repentino con le luci che calavano. Credo si possa collegare a quel discorso che si faceva sul pensiero che viene veicolato più facilmente dalla luce e che quindi la sera, la notte, si è meno bombardati dai pensieri anche altrui.
Interessante questa cose della luce. Io ad esempio non posso dormire con la luce anche minima. Nella mia camera da letto vige il buio pesto, e anche se ho paura o sono inquieta continuo imperterrita al buio.
D'estate infatti il mio sonno è spesso interrotto non solo dal caldo ma dalla luce che filtra dalle persiane aperte e mi disturba molto. Forse ho necessità di non sentire altri pensieri e rassettare i miei.
__________________
"Due è meglio di una, la felicità si raddoppia!"
diamantea non è connesso  
Vecchio 16-03-2012, 10.37.45   #19
Cubo
Inizia a fare amicizie
 
L'avatar di Cubo
 
Data registrazione: 22-02-2012
Messaggi: 391
Predefinito

Io amo dormire, non amo andare a dormire.
Per fortuna mi addormento quasi a comando. Mi sdraio, decido che devo dormire, e dormo.
Quando sono in giro puo' succedere che io dorma meno, ma ci sono molti fattori che concorrono: la solitudine e la possibilità di lavorare anche in albergo (senza interruzioni e distrazioni non ti rendi conto che sono le due di notte...); il fatto che la cena puo' essere stata piu' ricca ed alcolica che a casa; il fuso orario, quando c'e'. Non mi pare invece di notare alcuna influenza del "letto nuovo". Sarà che mi ci sono abituato.

Da parecchi mesi ho male alla spalla destra, per cui non posso allungare il braccio sotto il cuscino. A sinistra si', e spesso mi addormento cosi'. Poi pero' quasi sempre mi giro, e mi risveglio supino.

pino se ne lamenta un po'.
__________________
"I shall tell you the truth as seen by a perfect cube.
It may not be the truth of your dimension, but it is mine."
Cubo non è connesso  
Vecchio 16-03-2012, 11.33.46   #20
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,996
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da diamantea Visualizza messaggio

Questa posizione mi ricorda tanto come dormivano i miei figli da neonati.
Chissà, forse avrà qualche significato particolare.
Avevo letto ai tempi che i neonati tengono le braccia a quell'altezza per mantenere l'equilibrio, gli da un senso di stabilità.
(sempre se ricordo bene)
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda è connesso ora  
Vecchio 16-03-2012, 11.40.55   #21
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,996
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Cubo Visualizza messaggio
Io amo dormire, non amo andare a dormire.
Anche a me piace dormire nel letto ma non amo andare a letto a dormire.

Per metà dell'anno vado in una specie di letargo autunno e inverno, e primavera ed estate invece rinasco.
(la primavera la associo a sentir scorrere la vita al proprio interno)

Quando come stanotte dormendo quattro ore mi sveglio riposata sono felice e credo che la felicità sia la coda del serpente..... almeno per me

__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda è connesso ora  
Vecchio 16-03-2012, 12.35.48   #22
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,603
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Si noterà che ho parlato di fatica... infatti, anche se può sembrare paradossale, dormire in realtà costa energia, più che stare svegli. D'altronde, se non fosse così, non ci sveglieremmo mai se qualcuno non ci svegliasse. Il sonno infatti non ha la funzione di riposare il corpo, quello si riposa benissimo con la rilassatezza e l'immobilità... ma serve per ricomporre ciò che di coscienza durante il giorno sparpagliamo. Motivo per il quale quasi tutti se non dormono dopo un tot impazziscono. In teoria, se uno fosse sufficientemente e definitivamente coeso non avrebbe bisogno di dormire o quasi.

Riprendo questo pezzo perchè nell'ultimo anno mi è capitato spesso di avere un sonno tremendo, addormentarmi e svegliarmi dopo 40-45 min sveglia come un grillo. Delle volte il sonno rimaneva, come dire, il bisogno di sonnecchiare ma se lo assecondavo dormendo magari un'ora in più mi risvegliavo stanca morta

Mi capita anche al mattino, se mi sveglio e nel giro di qualche minuto mi sento sveglia è inutile e controproducente che ci rimango a dormire perchè inevitabilmente mi risveglio col mal di testa...

A fianco a questo ho notato che periodi di forte stress mentale, come i litigi e le discussioni coi figli, mi portano a uno stato di diperato bisogno di sonno, di riposo..quindi staccare la spina significa questo? Aver bisogno di un momento per rimettere insieme i pezzi di coscienza sparpagliati?
Mi chiedo adesso due cose.

L'energia. Non ne abbiamo molta, non possiamo accumularla ma solo farla transitare in modo più o meno ampio. Ok. Le emozioni forti, lo stress e i pensieri inconsci ci ciucciano energia a fiumi. Okk
Dormire ci permette di riacquistare energia...in teoria dormendo impediamo ai fattori di stress di alimentarsi...ma se dormire è una fatica allora qualcosa non mi torna. Forse è meno faticoso dormire che affrontare l'emorragia di energia?

La coscienza. Facendo esperianza lasciamo in giro pezzetti di noi. Dormire ci permette di riprenderci, rimettere insieme pezzetti di questa coscienza sparpagliata.
Ma una volta che ho lasciato giù un pezzetto come faccio a riprendermelo? Potri pensare a una sorta di copia, s'era fatto il discorso in giro ma allora è una sorta di ricapitolazione automatica? Che non può avvenire per emozioni grosse o non digerite per quello ci tocca essere attivi...non capisco
__________________
dafne non è connesso  
Vecchio 16-03-2012, 15.54.53   #23
diamantea
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di diamantea
 
Data registrazione: 29-03-2010
Messaggi: 3,217
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Avevo letto ai tempi che i neonati tengono le braccia a quell'altezza per mantenere l'equilibrio, gli da un senso di stabilità.
(sempre se ricordo bene)
Interessante questa cosa Gris, ho cercato in giro ed ho trovato che questa posizione si chiama a stella. Indica personalità estorversa, sicura di sè, razionale e a volte invadente, incline all'amicizia e alla disponibilità nel momento del bisogno, non ama essere al centro dell'attenzione. Questa posizione favorisce il russare, un modo per far sentire la propria presenza.
Nei bambini indica un buon rapporto con i genitori e soprattutto con la madre.

Non so che attendibilità può avere però se è vero questo significato potrebbe indicare per me un cambiamento in positivo.
Sono passata dalla posizione prona che indicherebbe precisione e attenzione ma scarsa disponibilità ad accettare critiche, a questa che cerca maggiore stabilità e sicurezza in se stessa, più aperta al confontro con l'esterno.
La posizione fetale più presente nelle donne, indica insicurezza, sensibiltà e protezione isolandosi dal mondo esterno, ed è la posizione in cui mi addormento quando dormo da sola, come se volessi chiudermi nel guscio protetta dall'esterno, poi durante il sonno profondo cambio in genere postura per sceglierne una più aperta. Se non dormo sola difficilmente mi chiudo in quella fetale.
__________________
"Due è meglio di una, la felicità si raddoppia!"
diamantea non è connesso  
Vecchio 16-03-2012, 17.35.32   #24
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Dormire ci permette di riacquistare energia...in teoria dormendo impediamo ai fattori di stress di alimentarsi...ma se dormire è una fatica allora qualcosa non mi torna. Forse è meno faticoso dormire che affrontare l'emorragia di energia?
Se mi rileggi ho detto che dormire costa più energia che stare svegli. Purtroppo lo sparpagliamento di coscienza obbliga il sistema ad addormentarsi, con conseguente costo energetico maggiore che stare svegli. Poi chiaro che in qualche modo recuperi anche fisicamente, dato che ti muovi molto meno che da sveglia... per far riposare il corpo occorrerebbe tenerlo immobile e rilassato. Cosa che tutti fanno con estrema facilità a quanto mi consta

Dormendo la coscienza si ricompatta fino al livello di compattezza presente in quell'individuo. Quando ha raggiunto il livello massimo di compattezza per lui raggiungibile in quel momento/periodo di sveglia. Se torna a dormire consuma...

Non è che quando siamo sparpagliati si staccano dei pezzetti di coscienza che lasciamo in giro e quando dormiamo si riattaccano con la colla... è più come se ritirassimo dei tentacoli... sempre per quello che si può. Se sono ossessionato da qualcosa, ad esempio, il tentacolo si ritirerà quel che può ma magari mi sveglio comunque ossessionato... poi, ovviamente, c'è chi non riesce a dormire, ossia concludere il processo e resta un tot scompigliato.

Posso capire che sembri che, in determinati casi, dormire corrisponda ad una specie di ricapitolazione automatica. D'altronde si invitano le persone scosse a "dormirci su" in modo tale da vedere le cose diversamente al mattino. Ma in realtà solo sembra, non c'è alcuna ricapitolazione. Ma questo sembrare dipende dalla mancata comprensione a fondo della ricapitolazione... quando ho ricapitolato il fatto di "essere in pace" con quella cosa è solo un effetto seondario. Che posso ottenere, in una certa misura, anche solo ricompattandomi. L'effetto principale della ricapitolazione, nonchè suo scopo, la copia della memeoria, è difficile da percepire, ci si accorge più che altro degli effetti secondari.

D'altronde se dormendo facessimo una ricapitolaizone automatica perchè svegliarsi?
__________________

Ray non è connesso  
Vecchio 17-03-2012, 01.35.31   #25
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,603
Predefinito

Citazione:
Se mi rileggi ho detto che dormire costa più energia che stare svegli. Purtroppo lo sparpagliamento di coscienza obbliga il sistema ad addormentarsi, con conseguente costo energetico maggiore che stare svegli. Poi chiaro che in qualche modo recuperi anche fisicamente, dato che ti muovi molto meno che da sveglia... per far riposare il corpo occorrerebbe tenerlo immobile e rilassato. Cosa che tutti fanno con estrema facilità a quanto mi consta
Eh non riesco ancora a capire bene, rimugino.

Citazione:
Dormendo la coscienza si ricompatta fino al livello di compattezza presente in quell'individuo. Quando ha raggiunto il livello massimo di compattezza per lui raggiungibile in quel momento/periodo di sveglia. Se torna a dormire consuma...
Cavolo a leggerla così pare che mi ci vuol proprio poco poco per ricompattarmi...lo vedo come negativo nel senso che ho poco da rimettere assieme ma forse è positivo nel senso che disperdo meno?O forse in certi momenti così velocemente da aver bisogno di recupero..

Citazione:
Non è che quando siamo sparpagliati si staccano dei pezzetti di coscienza che lasciamo in giro e quando dormiamo si riattaccano con la colla... è più come se ritirassimo dei tentacoli... sempre per quello che si può.
L'immagine del tentacolo l'aveo già letta in effetti, quindi è come se piuttosto che una parte di noi lasciassimo un'impronta?

Citazione:
Posso capire che sembri che, in determinati casi, dormire corrisponda ad una specie di ricapitolazione automatica. D'altronde si invitano le persone scosse a "dormirci su" in modo tale da vedere le cose diversamente al mattino. Ma in realtà solo sembra, non c'è alcuna ricapitolazione. Ma questo sembrare dipende dalla mancata comprensione a fondo della ricapitolazione... quando ho ricapitolato il fatto di "essere in pace" con quella cosa è solo un effetto seondario. Che posso ottenere, in una certa misura, anche solo ricompattandomi. L'effetto principale della ricapitolazione, nonchè suo scopo, la copia della memeoria, è difficile da percepire, ci si accorge più che altro degli effetti secondari.
Si mi pareva troppo tirato per i capelli ma avevo bisogno dio capire meglio,o perlomeno iniziare a capire che cosa questa coscienza sia, perchè ancora non l'ho capito. Credo che il problema sia qui.

Citazione:
D'altronde se dormendo facessimo una ricapitolaizone automatica perchè svegliarsi?
eggià
__________________
dafne non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Il trenino del sogno (sonno) griselda Gogna 3 10-01-2007 21.47.45
Il sonno Kael Benessere fisico 7 27-09-2006 12.06.12
Sono - Sonno Ray Parole Connesse ma non Troppo 1 16-08-2006 21.23.09
Sonno - Veglia Ray Esoterismo 3 19-02-2006 17.33.49


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 23.24.34.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271