Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Giardino Filosofico > Aforismi, Proverbi, Modi di dire

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 09-07-2008, 10.07.22   #1
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito il riflesso

"Ti amo non per chi sei ma per chi sono io quando sono con te."

Gabriel Josè Garcia Marquez



Trovo che ci sia abbastanza da discutere su questa frase.
Intanto ci mostra a prima vista come sia facile amare chi ci fa star bene con noi stessi, ma non solo, amiamo tanto anche chi tira fuori da noi il meglio. Ma capita anche il contrario, cioè di odiare chi ci fa uscire il peggio e ci fa quindi mettere davanti un noi stessi che non ci piace molto. Allora si può capire meglio come finiscono i rapporti e come si inizi ad odiare chi amavamo.

E' solo un'introduzione.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?

Ultima modifica di Sole : 09-07-2008 alle ore 10.43.27. Motivo: editato
Sole non è connesso  
Vecchio 09-07-2008, 10.18.24   #2
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
"Ti amo non per chi sei ma per chi sono io quando sono con te."

.
Questo può dare anche una nuova prospettiva sull'amare Dio...
Ray non è connesso  
Vecchio 09-07-2008, 10.54.49   #3
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
"Ti amo non per chi sei ma per chi sono io quando sono con te."

Gabriel Josè Garcia Marquez



Trovo che ci sia abbastanza da discutere su questa frase.
Intanto ci mostra a prima vista come sia facile amare chi ci fa star bene con noi stessi, ma non solo, amiamo tanto anche chi tira fuori da noi il meglio. Ma capita anche il contrario, cioè di odiare chi ci fa uscire il peggio e ci fa quindi mettere davanti un noi stessi che non ci piace molto. Allora si può capire meglio come finiscono i rapporti e come si inizi ad odiare chi amavamo.

E' solo un'introduzione.
Eppure capita di innamorarci di persone che non conosciamo e/o che non ci fanno star bene con noi stessi, secondo me è che quando proviamo amore noi siamo in stato di grazia, e poi pensiamo che sia stato l'altro e quando non ritroviamo più quello stato incolpiamo l'altro.

L'altro giorno ho visto un film mi pare si intitoli la follia, una tizia si era innamorata di un tizio malato di mente, lui era un genio ma ossessionato dalla gelosia tanto che uccise la precente moglie.
Lei donna sposata e sola si innamora, lui le fa cose assurde, ed io non capivo come potesse rimanere li con lui, poi mi sono detta che probabilmente quello che aveva provato stando con lui la prima volta l'amore che lei aveva sentito dentro di se era talmente gigantesco da non riuscire più a farne a meno ed era disposta a tutto pur di non perderlo.
Non era innamorata di lui ma di quello che provava lei quando era con lui, l'altro è come un ponte. Ma se pensiamo che sia quello il punto di arrivo lo perdiamo.
Po esse?
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 09-07-2008, 11.30.27   #4
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Questo può dare anche una nuova prospettiva sull'amare Dio...
Forse perchè siamo troppo concentrati sul nostro benessere, piuttosto che sul fatto di amare l'altro.
Questa teoria decade, per il semplice fatto che sei io amo veramente una persona potrei sentirmi cosi bene, che non ho bisogno di conferme dall'altro, ma questo invece non accade mai, il che significa che in un certo senso è anche merito dell'altro se ci sentiamo cosi, altrimenti ognuno potrebbe innamorarsi anche da solo e a senso unico.

Se io amo qualcuno perchè mi sento migliore, che sia pure Dio, c'è ancora qualcosa che non va...
Non bisogna soffermarsi sulla conseguenza ma andare oltre.
Astral non è connesso  
Vecchio 09-07-2008, 12.20.27   #5
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Forse perchè siamo troppo concentrati sul nostro benessere, piuttosto che sul fatto di amare l'altro.
Questa teoria decade, per il semplice fatto che sei io amo veramente una persona potrei sentirmi cosi bene, che non ho bisogno di conferme dall'altro, ma questo invece non accade mai, il che significa che in un certo senso è anche merito dell'altro se ci sentiamo cosi, altrimenti ognuno potrebbe innamorarsi anche da solo e a senso unico.

Se io amo qualcuno perchè mi sento migliore, che sia pure Dio, c'è ancora qualcosa che non va...
Non bisogna soffermarsi sulla conseguenza ma andare oltre.
L'aforisma però non parla di sentire ma di essere. Dice ti amo per chi sono quando sono con te. Certo, si può ricondurre al "tiri fuori il meglio di me", ma questo andrebbe esplorato.
Come fa qualcuno a tirare fuori il meglio di me? Come mai quando sono con lui sono in un certo modo?
Qui si tira in ballo la faccenda delle risonanze... quelle per cui, per esempio, molti Cercatori raccontano degli assoluti vantaggi di stare in presenza del Maestro, anche se non dice o fa nulla. E' la sua in-fluenza, quello che la sua vicinanza muove in me, che mi permette, mi aiuta ad essere ciò che posso diventare.

Quindi, il dicorso di Dio...
Ray non è connesso  
Vecchio 09-07-2008, 12.28.57   #6
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Forse perchè siamo troppo concentrati sul nostro benessere, piuttosto che sul fatto di amare l'altro.
Questa teoria decade, per il semplice fatto che sei io amo veramente una persona potrei sentirmi cosi bene, che non ho bisogno di conferme dall'altro, ma questo invece non accade mai, il che significa che in un certo senso è anche merito dell'altro se ci sentiamo cosi, altrimenti ognuno potrebbe innamorarsi anche da solo e a senso unico.

Se io amo qualcuno perchè mi sento migliore, che sia pure Dio, c'è ancora qualcosa che non va...
Non bisogna soffermarsi sulla conseguenza ma andare oltre.
Eppure credo che sarebbe questo che ci permetterebbe di non possodere di non voler possedere, riuscire a rimanere innamorati anche quando non possediamo l'altro che poi è il passo verso la morte dell'amore.
Se lo stato di grazia mi permette di essere diverso è un modo di mostrarmi, che posso essere diverso, e che quando non lo sono ho qualcosa io che non va e da rettificare.

Non amo Dio perchè mi sento migliore, ma quando amo Dio sto meglio.
Quando amerò o anche smetterò di averne paura dello scarafaggio che mi fa schifo sarò migliore perchè starò meglio e starà meglio anche lui perchè non lo schiaccerò più. E' già qualcosa sapere che è colpa mia non amare lo scarafaggio.
A me pare così.
Sono andata OT mi sa.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA

Ultima modifica di griselda : 09-07-2008 alle ore 12.32.01. Motivo: Non ho letto Ray
griselda non è connesso  
Vecchio 09-07-2008, 15.48.59   #7
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
riuscire a rimanere innamorati anche quando non possediamo l'altro che poi è il passo verso la morte dell'amore.

manca qualcosa?
Uno non è connesso  
Vecchio 09-07-2008, 17.38.46   #8
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio

manca qualcosa?
Si mancava il voler possedere che fa si che si perda il resto.
Quella brama che tutto consuma e fa crescere solo se stessa.
Scusa Uno mi ero distratta un attimo.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 10-07-2008, 16.38.13   #9
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
E' la sua in-fluenza, quello che la sua vicinanza muove in me, che mi permette, mi aiuta ad essere ciò che posso diventare.

Quindi, il dicorso di Dio...
Non aggiungo nulla alla discussione ma volevo solo confermare la stessa senzazione.
L'aforisma sembra proprio dirci di come sia possibile essere attraverso il riflesso del bene dell'altro, ma non come specchio in questo caso ma come risonanza nell'altro, dell'amore che sa far nascere in noi e di come questo amore sia trasformante. E' una sensazione di pienazza e forza che infonde calore e coraggio. Come quando ci sientiamo avvolti dall'amore divino e vediamo che possiamo e potendo anche siamo.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
2 chiacchiere con il mio riflesso cassandra Esperienze 3 10-10-2007 09.08.32


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 12.56.08.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271