Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Piazza > Manifestazione pacifica del nostro volere

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 22-01-2012, 22.56.59   #51
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Mah a me non convince molto, quali vantaggi si hanno di aprire questa piuttosto che una partita iva con rendiconto dei minimi (fino a 30 anni) o associazione culturale, dove magari paghi anche meno tasse, anche se quest'ultima vale solo per certi settori.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 22-01-2012, 23.42.12   #52
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Sugli immobili del Vaticano gia' si parla di tassare quelli non destinati al culto per cominciare .
Io sarei per tassarli subito tutti .
Io invece trovo che i luoghi di culto non dovrebbero essere tassati.
__________________

Ray non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 07.39.31   #53
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Io invece trovo che i luoghi di culto non dovrebbero essere tassati.
Perche' ?
nikelise non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 08.12.54   #54
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da gibbi Visualizza messaggio
/

Quello che mi fa pensare Nike , è che non hanno semplificato , come ha osservato anche Uno più su , tutte le forme societarie, un giovane ha vantaggi solo con la srl semplificata..... e io continuo a pensare che è una forma di protezione/garanzia.
Nel primo capitolo di '' racconti di Belzebu'.....''' di Gurdyef c'e' un proverbio che ben si adatta atutta questa nostra discussione e anche alle srl ad 1 euro :

''un bastone ha sempre due estremita' ''

l'importante e' avere sempre il bastone ben stretto in mano e stare quanti piu' possibile anzi la maggior parte , dalla parte dell'impugnatura ....
nikelise non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 09.44.54   #55
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Mah a me non convince molto, quali vantaggi si hanno di aprire questa piuttosto che una partita iva con rendiconto dei minimi (fino a 30 anni) o associazione culturale, dove magari paghi anche meno tasse, anche se quest'ultima vale solo per certi settori.
Le associazioni culturali NON sono società e non devono essere considerate tali solo perchè si pagano meno tasse. Se ne pagano di meno proprio perchè non hanno un fine di lucro.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 09.53.10   #56
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Io invece trovo che i luoghi di culto non dovrebbero essere tassati.
perchè? Anche casa mia è un luogo di culto, però l'ici la pago lo stesso
__________________
Astral

Ultima modifica di Astral : 23-01-2012 alle ore 09.59.10.
Astral non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 11.11.03   #57
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Perche' ?
Beh, non è che tu hai detto perchè dovrebbero essere tassati, comunque potrei portare vari motivi, dall'utilità sociale delle parrocchie che ad esempio fanno beneficenza al costo per il mantenimento di strutture che hanno un valore intrinseco e per il servizio che offrono. Eventualmente farei delle eccezioni per quelle chiese che fanno pagare i turisti, sempre che sia la chiesa ad incassare, ma basterebbe che paghino le tasse su quanto incassano.
In ogni caso, al di là di questi e altri motivi che si potrebbero dire, non mi piace l'idea che si arrivi ad una logica della religione a pagamento, tipo chessò biglietto per accedere alla messa o chissà cosa per poter sostenere le spese.
__________________

Ray non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 11.11.43   #58
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
perchè? Anche casa mia è un luogo di culto, però l'ici la pago lo stesso
Casa tua? Bene, dimmi gli orari di apertura al pubblico che vengo alle funzioni.
__________________

Ray non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 11.32.49   #59
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Io invece trovo che i luoghi di culto non dovrebbero essere tassati.
Concordo in primis perchè dovrebbero essere di tutti noi e secondo questa idea allora dovremmo pagare noi i nostri luoghi di culto.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 12.18.45   #60
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Concordo in primis perchè dovrebbero essere di tutti noi e secondo questa idea allora dovremmo pagare noi i nostri luoghi di culto.
Si ma il vaticano prende gia sovvenzionamenti dallo Stato, ho lo I.o.r. che è uno degli istituti di credito più ricchi, l'8 per mille che uno dichiara nel 730 0 740 va a loro, ed in più ci sono le offerte dei fedeli.

I motivi per cui uno deve pagare? Semplicemente lo stato è laico, se un povero non si può permettere di pagare allo stato non gliene frega molto, ma se è la chiesa gli importa eccome, mi risulta però che le chiese che si trovano in altri paesi Europei o del mondo, le loro tasse le pagano.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 12.21.32   #61
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
l'8 per mille che uno dichiara nel 730 0 740 va a loro
Il mio no
Uno non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 12.37.59   #62
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Beh, non è che tu hai detto perchè dovrebbero essere tassati, .
Come , il presupposto dll'impostra e' che siano degli immobili , quindi e' l'esclusione che va motivata .


Io comunque dico che se e' vero che le case hanno un valore commerciale e quindi giustificano un'imposta patrimoniale e' anche vero che la Chiesa se vive di elemosine e' in quegli edifici che le raccoglie e quindi trae sostentamento dai luoghi di accesso al culto .
Poi la solidarieta' imporrebbe che partecipassero , visto il momento e l'equita' sociale che si chiede .
nikelise non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 13.24.41   #63
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Si ma il vaticano prende gia sovvenzionamenti dallo Stato, ho lo I.o.r. che è uno degli istituti di credito più ricchi, l'8 per mille che uno dichiara nel 730 0 740 va a loro, ed in più ci sono le offerte dei fedeli.

I motivi per cui uno deve pagare? Semplicemente lo stato è laico, se un povero non si può permettere di pagare allo stato non gliene frega molto, ma se è la chiesa gli importa eccome, mi risulta però che le chiese che si trovano in altri paesi Europei o del mondo, le loro tasse le pagano.
Ma l'8x1000 lo devi scegliere da destinare.
Io non sono per dare alla Chiesa soldi, ma per far sì che non li chiedano a noi.

Se penso al Duomo di Milano, a quei tempi la gente, mi pare si tratti del 1350 visto che uno degli ultimi monumenti in stile gotico, fece donazioni, si sacrificò per aver un luogo di culto per il Milanesi ad esempio, ed io mi ci sento anche se non ci vivo più, è parte di loro.
Andare in Duomo è per alcuni un rito e qualcosa di speciale pregare là. Ma penso che così possa essere la chiesetta per il piccolo paese.
Il luogo che ti permette di entrare in una dimensione diversa e di lasciare fuori il superfluo, quando veramente ne senti la necessità.
Non è questione secondo me di dover pagare ma nemmeno di far pagare. Il luogo di culto non può secondo me essere tassato. Poi saranno tassate eventualmente le elemosine o quel che si comprano con esse se non vanno per il restauro del luogo di culto o per cose attinenti.
Ma solo in questo senso per me, invece ciò che è possesso del Vaticano ma non è per il culto lo tassino pure come per tutti gli altri.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 13.25.02   #64
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Nell'oratorio da noi, se vuoi affittare un locale per una festa sono 100 euro, eppure è un luogo di culto, ma il valore commerciale ce l'ha. Si può esentare i mq dove viene celebrata l'eucarestia, ma quante chiese organizzano corsi vari dentro le sale oratoriali?

Comunque dovrebbe valere anche per altri luoghi moschee, sinagoghe, templi buddisti, etc.

La casa ha un valore commerciale perchè l'affitti, ma se ci vivi ed è prima casa in teoria non dovresti pagare le tasse.
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 13.27.37   #65
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito

L'oratorio è un'altra cosa Astral e spero che i 100 euro siano pagati con ricevuta fiscale
Uno non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 13.50.16   #66
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio

La casa ha un valore commerciale perchè l'affitti, ma se ci vivi ed è prima casa in teoria non dovresti pagare le tasse.
La casa ha un valore commerciale latente, se l'affitti ti produce reddito in base al suo sempre presente valore commerciale.

Non ce le pagavi le tasse sulla prima casa fino al governo precedente e solo se vi eri residente, giustametne. Io mi voglio proprio augurare che non introducano di nuovo la tassazione della prima casa nel reddito.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 14.05.46   #67
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Io comunque dico che se e' vero che le case hanno un valore commerciale e quindi giustificano un'imposta patrimoniale e' anche vero che la Chiesa se vive di elemosine e' in quegli edifici che le raccoglie e quindi trae sostentamento dai luoghi di accesso al culto .
Poi la solidarieta' imporrebbe che partecipassero , visto il momento e l'equita' sociale che si chiede .
La chiesa vive di elemosine e molti vivono delle elemosine della chiesa. Sono già solidali di loro, per missione. Non vorrei, tassandoli, togliere ulteriori risorse ai poverissimi.
Come ho già detto, mi basta che paghino le tasse sul resto, dal turismo (chi ce l'ha... pigliamo la chiesetta di un paesino e vediamo come vive) ad altri serivizi accessori che possono avere, per non dire che se con le elemosine comprano le lampadine o la spesa per qualche indigente le tasse le pagano comprando.
Insomma non tasserei chi fa voto di povertà, mi pare lunare.
Questa la mia eccezione, solo per i luoghi di culto. Per il resto paghino pure.
__________________

Ray non è connesso  
Vecchio 23-01-2012, 14.44.48   #68
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Nell'oratorio da noi, se vuoi affittare un locale per una festa sono 100 euro, eppure è un luogo di culto, ma il valore commerciale ce l'ha. Si può esentare i mq dove viene celebrata l'eucarestia, ma quante chiese organizzano corsi vari dentro le sale oratoriali?

Comunque dovrebbe valere anche per altri luoghi moschee, sinagoghe, templi buddisti, etc.

La casa ha un valore commerciale perchè l'affitti, ma se ci vivi ed è prima casa in teoria non dovresti pagare le tasse.
Caspita, però! 100 euro per affittare per una festa, dice bene Uno che in quel caso va richiesta una fattura.
Evidentemente avranno bisogno di quei soldi per fare più opere di bene, questo non lo so, però è logico pagarci le tasse sopra in questo caso.

OT
Qui da noi ad esempio, piccolo paese, l'oratorio è a disposizione gratuitamente previo prenotamento. E lo può affittare solo chi è residente per compleanni o feste tra ragazzi del posto.
I soldi ricavati dall'oratorio sono a disposizione come presa visione e anche a cosa vanno destinati.
Di solito vengono investiti sempre per l'oratorio e ragazzi.
Negli altri locali si organizzano sempre attività a scopo di aiuto a chi non può permettersi che so ad esempio di pagare la baby sitter o l'asilo nido.
E i corsi organizzati sono di solito gratuiti messi a disposizione di tutti da qualche buona anima che si presta senza scopo di lucro.
Probabile che ogni luogo ha realtà soggettive e per questo diverse.
Fine ot
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 27-01-2012, 20.17.21   #69
gibbi
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di gibbi
 
Data registrazione: 15-05-2007
Messaggi: 764
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Nel primo capitolo di '' racconti di Belzebu'.....''' di Gurdyef c'e' un proverbio che ben si adatta atutta questa nostra discussione e anche alle srl ad 1 euro :

''un bastone ha sempre due estremita' ''

l'importante e' avere sempre il bastone ben stretto in mano e stare quanti piu' possibile anzi la maggior parte , dalla parte dell'impugnatura ....
Nike, per piacere , evita di immischiare Gurdy in questa robaccia.....
Ti sarò grata se vorrai , con sincerità , farmi sapere se davanti al prossimo cliente cui dovrai fare obbligatoriamente un preventivo senza le tariffe che questo governo ha in un solo giorno abrogato (incurante delle problematiche che questa eliminazione provoca ) , ti è rimasta la voglia di calarti gli occhiali sugli occhi .
Chi non è del mestiere non può sapere quanto in realtà , l'eliminazione delle tariffe e l'obbligo del preventivo si rivolti contro il consumatore , altro che tutela ........
Se ne potrà parlare se vi sarà interesse

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio

E i tassisti, tanto per fare un esempio? Liberalizzando in maniera selvaggia non saranno assorbiti da grosse società che faranno lavorare extracomunitari a 4 soldi? (con tutte le conseguenze del caso). Che la società abbia un nome italiano o straniero poco cambia, anzi preferisco quella straniera se da lavoro agli italiani.

Con gli avvocati succederà così....Questa manovra favorisce le grandi compagnie assicurative , gli Istituti di Credito , tutti i grandi organismi societari che avranno così i loro uffici legali con una miriade di laureati in giurisprudenza a 1.500,00 euro al mese , ma non dipendenti , liberi professionisti che proprio perchè tali non hanno diritto a stipendio fisso e versamento dei contributi ..... nessuna esperienza perchè quella , NIke , la fai sul campo e tu lo sai bene .
Ora è permesso a società di capitali svolgere la professione di avvocato.......come a dire che chi ha denaro investirà in società di capitali nella quale è sufficiente che 1 solo socio sia avvocato ......e in questa società lavoreranno ragazzi che tutto faranno meno che svolgere una libera professione , ma saranno compensati come liberi professionisti ... compenso fisso , basso perchè ci sarà la fila di giovani fuori dalla porta e il resto come sopra.....
Quote:
NIke questi sono per te

Ultima modifica di gibbi : 27-01-2012 alle ore 20.22.45.
gibbi non è connesso  
Vecchio 27-01-2012, 21.10.27   #70
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da gibbi Visualizza messaggio
Nike, per piacere , evita di immischiare Gurdy in questa robaccia.....
Ti sarò grata se vorrai , con sincerità , farmi sapere se davanti al prossimo cliente cui dovrai fare obbligatoriamente un preventivo senza le tariffe che questo governo ha in un solo giorno abrogato (incurante delle problematiche che questa eliminazione provoca ) , ti è rimasta la voglia di calarti gli occhiali sugli occhi .
Chi non è del mestiere non può sapere quanto in realtà , l'eliminazione delle tariffe e l'obbligo del preventivo si rivolti contro il consumatore , altro che tutela ........
Se ne potrà parlare se vi sarà interesse
Io sono sicuro che tu mi consentirai di avere la mia opinione in tema di liberalizzazione e di semplificazione e quindi di applicare al discorso le analogie che ritengo oppotune .
Io di certo non ti impediro' di considerarla robaccia .
nikelise non è connesso  
Vecchio 28-01-2012, 08.00.47   #71
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da gibbi Visualizza messaggio
Nike, per piacere , evita di immischiare Gurdy in questa robaccia.....
Ti sarò grata se vorrai , con sincerità , farmi sapere se davanti al prossimo cliente cui dovrai fare obbligatoriamente un preventivo senza le tariffe che questo governo ha in un solo giorno abrogato (incurante delle problematiche che questa eliminazione provoca ) , ti è rimasta la voglia di calarti gli occhiali sugli occhi .
Chi non è del mestiere non può sapere quanto in realtà , l'eliminazione delle tariffe e l'obbligo del preventivo si rivolti contro il consumatore , altro che tutela ........
Se ne potrà parlare se vi sarà interesse
Ancora voglio dirti questo : ti ho gia' detto quale , per me , sara' il risultato di questa impostazione data da Monti .
E mi hai anche risposto , cosa devo dirti di piu' ?
Ripeto c'e' da tirare tutti la cinghia per cambiare un mondo che non poteva continuare come stava procedendo .
Io la vedo cosi' !
Voglio pero' dirti che ci sono impostazioni di fondo che sono intime e proprie di ciascuno .
Molti anni fa , mi hanno raccontato , che due nostri anziani colleghi discutevano sulla '' dignita' , difficolta' , scarso riconoscimento dell'importanza del nostro lavoro quando ad un certo punto uno di questi disse all'altro :
'' ma sai alla fine pero' noi siamo tal quali dei ciabattini : ripariamo scarpe rotte ne' piu' ne' meno '' .

Io trovo profondamente giusta questa descrizione , ma proprio profondamente nel senso che nell'essere ciabattini sta tutta la miseria e bellezza ad un tempo del nostro lavoro .
Ma sempre ciabattini in fondo siamo e si vede in tanti frangenti sicuramente non tutti dipendenti dalla nostra volonta' , di questo ti do' atto .
Per questo vedo le cose in un certo mio modo che non pretendo assolutamente sia accettato dagli altri .
Spero di poter continuare pero' a vedere le cose a mio modo .

PS Forse mi sbaglio , vado a memoria , ma mi sembra che Monti non c'entri nulla con la costituzione di societa' di capitali tra professionisti , mi pare sia un provvedimento anteriore al suo incarico .

Ultima modifica di nikelise : 28-01-2012 alle ore 08.06.26.
nikelise non è connesso  
Vecchio 28-01-2012, 09.21.37   #72
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da nikelise Visualizza messaggio
Ancora voglio dirti questo : ti ho gia' detto quale , per me , sara' il risultato di questa impostazione data da Monti .
E mi hai anche risposto , cosa devo dirti di piu' ?
Ripeto c'e' da tirare tutti la cinghia per cambiare un mondo che non poteva continuare come stava procedendo .
.
Io trovo ipocrita che sia sempre il popolo a stringere la cinghia, per un debito non creato da noi, ma dalle banche, e sopratutto trovo vergognoso gli stipendi dei politici che sono i più alti d'Europa. Ma perchè la cinghia la deve stringere chi non lavora, chi è precario, o chi vive con 1000 euro al mese?

Ed in cambio cosa si ha? Acqua, luce, gas, benzina aumentate, altre tasse.

Sei proprio sicuro che Monti stia procedendo nel modo giusto, e che queste liberalizzazioni porteranno qualcosa di buono? Sia ben chiaro il precedente governo ci stava portando nell'abisso, ma non vorrei che stiamo passando dalla padella alla brace.

Di sicuro le agitazioni e le rivoluzioni che stanno venendo in tutto il paese, mi da da pensare che oltre ad essere arrivati alla frutta, gli italiani porteranno presto il conto a questi signori. (tanto per rimanere in tema ristorazione )
__________________
Astral
Astral non è connesso  
Vecchio 29-01-2012, 06.52.52   #73
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da gibbi Visualizza messaggio
Nike, per piacere , evita di immischiare Gurdy in questa robaccia.....
Ti sarò grata se vorrai , con sincerità , farmi sapere se davanti al prossimo cliente cui dovrai fare obbligatoriamente un preventivo senza le tariffe che questo governo ha in un solo giorno abrogato (incurante delle problematiche che questa eliminazione provoca ) , ti è rimasta la voglia di calarti gli occhiali sugli occhi .
Chi non è del mestiere non può sapere quanto in realtà , l'eliminazione delle tariffe e l'obbligo del preventivo si rivolti contro il consumatore , altro che tutela ........
Se ne potrà parlare se vi sarà interesse
A parte le mie intime considerazioni e convinzioni c'e' un articolo sul 24 ore di sabato che spiega questo :
l'unico paese in Europa dove esistono le tariffe obbligatorie e' la Germania che ha pero' rigidissime regole sull'ammissione al tirocinio : ad esempio non puoi fare il concorso piu' di due volte .Qui da noi non solo lo puoi fare quante volte vuoi ma puoi andare a farlo in sedi dove la promozione e' sicura normalmente al sud . anche questo lo sai bene !!!
Il risultato e' che in Germania sono in 178.ooo su 82 milioni di abitanti , garantiti nel lavoro e negli onorari ( cosi' e' scritto ) !!!!
Altrove pero' ( Svizzera USA Spagna ) sia le societa' di capitali ( ma con regole precise e restrittive ) che l'abolizione delle tariffe con accordi vari tra professionista e cliente e' la regola .
Questa e' la realta' !!! Se la si vuol conoscere e vedere .

Il decreto sulla semplificazione di venerdi agisce a fondo ed in molti campi nel rapporto tra cittadino e pubblica amministrazione , per onesta' sulla scia di quanto gia' aveva iniziato Brunetta ma con uno sprint molto maggiore .
La prossima settimana e' previsto altro decreto sulla '' spending review '' letteralmente si tratta '' di un'operazione certosina e capillare sui tagli allla spesa '' . Vedremo .
Ma resta il fatto che l'Italia sta veramente cambiando pur con errori inevitabili ogni volte che si tenta di fare qualcosa e sarebbe meglio piuttosto che mettere il freno e fare ostruzionismo o qualunquismo che ci si mettesse a studiare le nuove possibilita' che sono date .
Tocchera' al cittadino darsi da fare e sfruttare le occasioni che si creeranno .
Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Io trovo ipocrita che sia sempre il popolo a stringere la cinghia, per un debito non creato da noi, ma dalle banche, e sopratutto trovo vergognoso gli stipendi dei politici che sono i più alti d'Europa. Ma perchè la cinghia la deve stringere chi non lavora, chi è precario, o chi vive con 1000 euro al mese?
Astral quello che dici e' fortemente impreciso e sbagliato :
la crisi delle banche del 2008 non riguarda il problema della mancata crescita in Italia , riguarda un settore che ha operato senza regole in modo sbagliato e negli ultimi anni in modo del tutto patologico ma non e' la causa dell'attuale situazione .
Il debito pubblico che e' la vera causa della mancata crescita in Italia ha origine lontane .
Semplificando al massimo parte addirittura dalla guerra fredda quando la DC aiutata dalll'America letteralmente compro' il consenso che evito' che il partito comunista , a sua volta sostenuto dall'Unione Sovietica , vincesse le elezioni . Questa e' ormai storia .
Furono inventate , ad esempio , le pensioni di anzianita' che permettevano di andare in pensione a 40 anni fino a pochissimo tempo fa , dopo aver versato 20 anni ,6mesi ed 1 giorno di contributi . A 40 anni la gente poteva non andare piu' a lavorare , gravava sulle spalle dello Stato e andava a fare altri lavori in nero .
Fu dato uno stipendio a mezza Italia con assunzioni indiscriminate in ogni settore pubblico : Poste ferrovie , Forze armate , ecc ; si creo una PA improduttiva ed inefficente ed una cultura dove tutto era dovuto .
In pratica mezza Italia non faceva nulla e spendeva uno stipendio per lo piu' rubato e l'altra meta' produceva .
Poi ci furono i carrozzoni di Stato IRI ed altri di cui non ricordo piu' il nome con sprechi a non finire .
Finita la guerra fredda il vizio di comprare il consenso dei cittadini e' rimasto , perpetuando il potere della DC basato sempre sulla scusa di dover evitare l'avvento del comunismo .
Per assicurare tutti questi privilegi ma anche ormai la spesa corrente per stipendi , pensioni ecc. lo Stato ha dovuto indebitarsi , chiedendo denaro alla meta' dell'Italia che produceva con la promessa di ingenti interessi a 2 cifre fino agli anni 80/ 90 e agli operatori internazionali .
E tutta la ricchezza che lo Stato produceva anzicche' andare a scuole , innovazione , infrastrutture , efficenza ecc, finiva nelle tasche di chi comprava il debito pubblico . bot cct ecc.
Per questo L'Italia non e' mai cresciuta , non si e' mai modernizzata non e' stata al passo con gli altri paesi piu' virtuosi che hanno impiegato meglio il proprio denaro .
Ora lo Stato sta praticamente chiedendo la restituzione di quei denari regalati in passato ma con i problemi dei diritti acquisiti , delle aspettative create e soprattuttio del fatto che non li puo' chiedere alle stesse persone che ha munificato ma ad altre comprese le generazioni venture cioe' i giovani di oggi che si trovano un tessuto economico che li respinge , li rigetta ;
Ma va detto che in un modo o nell'altro TUTTI MA PROPRIO TUTTI CI HANNO SGUAZZATO in qyuesta situazione direttamente o indirettamente .

Lo Stato insomma non ha oggi i soldi per fare nulla a favore dei giovani perche' quelli che ha vanno tutti a pagare interessi del debito pubblico .
Da qui il gravissimo problema dello spread di questi ultimi mesi innalzato dalla speculazione internazionale che vede l'Italia come un gigante fragilissimo attraverso il quale colpire l'europa tutta , con le sue conoscenze acquistabili a basso costo ed in piu' ci si mettono anche le divisioni interne ai paesi europei per interessi nazionalistici .
In tutto questa complicata situazione Monti sta facendo un lavoro immane sia dentro il paese che in Europa .

E per questo si dice che il debito pubblico pagando oggi interessi ruba il futuro ai nostri figli .

Qiesto in estremissima sintesi.
Quindi Astral le cose sono molto piu' varie antiche e complesse di come ti sembra per sentito dire .

Di buonissimo di ardente speranza c'e' che oggi finalmente e per fortuna si sta seriamente pensando di tagliare il debito pubblico direttamente cosa gia' suggerita decenni fa ma inascoltata , perche altrimenti se si aspetta la crescita per abbatterlo non ce la faremo mai e saremo destinati al fallimento cioe' ad uno Stato che non paghera' stipendi e salari .
Abbattimento attraverso la creazione di un fondo in cui far confluire le proprieta' dello Stato piu' redditizie : immobili quote di eni enel ecc e adesso mal amministrate , fondo le cui quote saranno comprate dai privati in quote di minoranza che imporranno una migliore gestione .
Con questi soldi lo Stato potra' riacquistera' i titoli del debito pubblico che sono oggi in mano agli enti internazionali e che hanno alimentato la speculazione di questi ultimi mesi .
Con un debito che scendesse al 60 70 per cento del pil dovremmo poter destinare le somme che paghiamo in interessi a far si che queto Paese torni a crescere ed a prosperare .
Dunque come dicevo sin dall'inizio con emozione siamo ad una svolta epocale e chi non la vuol vedere e' perche' .....non la vuol vedere .

Ultima modifica di nikelise : 29-01-2012 alle ore 07.34.23.
nikelise non è connesso  
Vecchio 29-01-2012, 08.39.30   #74
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

Sto leggendo le tue considerazioni Nike, ma ci metti anche il fatto che l'Italia non produce moneta, quindi ogni volta che chiede un prestito di 100.000.000 di euro, ne deve restituire 107.000.000, questo creerà sempre più debito.
Si è vero in Italia c'è gente che ha i miliardi e non paga le tasse, la DC si mangiò mezza italia.

A me sembra che tutto il mondo è indebitato con qualcuno, ma non si capisce chi sono i creditori...

Sarà una svolta epocale, se in meglio o in peggio staremo a vedere, se sufficiente persone cominciano a ribellarsi e questo crea una vera rivoluzione di coscienza tra la gente, allora sarà una svolta epocale.

Il problema è che nel 2013 ci saranno le elezioni, e non credo che monti sia candidato. Cosa succede, dopo due anni che, ipotizzando che hai ragione, rimette a posto tutto, se poi ritornano a governare le stesse facce, ci vuole a ritornare a distruggere nuovamente tutto.
__________________
Astral

Ultima modifica di Astral : 29-01-2012 alle ore 08.41.54.
Astral non è connesso  
Vecchio 29-01-2012, 09.05.52   #75
nikelise
Organizza eventi
 
L'avatar di nikelise
 
Data registrazione: 29-09-2007
Messaggi: 2,329
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Astral Visualizza messaggio
Sto leggendo le tue considerazioni Nike, ma ci metti anche il fatto che l'Italia non produce moneta, quindi ogni volta che chiede un prestito di 100.000.000 di euro, ne deve restituire 107.000.000, questo creerà sempre più debito.
.
Ma non e' che producendo moneta si possono estinguere i debiti .
La produzione di moneta o l'aumento della liquidita' nel sistema come sta facendo la BCE ha il solo effetto di avere denaro in circolazione a basso costo che stimoli l'economia a produrre reddito col quale e solo col quale si possono pagare i debiti .
Ma produrre denaro a basso costo droga l'economia e genera inflazione che distrugge ricchezza .
Per cui produrre moneta e' solo un rimedio provvisorio che serve a correggere i momenti di scarsa produttivita , di vacche magre ma non puo' essere la regola .
Quindi in questo l'Europa e' solo un bene perche' costringe come sta costringendo ed in questo la Germania ha ragione da vendere ad avere politiche economiche vitruose .
Prima quando non c'era l'Europa la lira veniva svalutata che poi e' un altro modo di drogare l'economia a scapito di altri paesi ma questo ha impedito che fossero affrontati tutti i problemi che oggi Monti DEVE AFFRONTARE E RISOLVERE !!!!
Dunque non c'e' alternativa e questo da' fiducia che le cose andranno alla fine bene .

Alla tua ultima osservazione rispondo che a noi per come siamo fatti serve delegare la nostra politica almeno fiscale ed economica all'Europa .
Altrimenti come dici col prossimo governo in pochi anni si distruggera' tuto il lavoro fatto .
Dunque l'Europa non e' quel mostro che si dice e peraltro non c'e' dubbio anche che abbia bisogno di noi Italia , della nostra intelligenza ma di sicuro noi abbiamo bisogno di Lei .
nikelise non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 13.38.37.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271