Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Botteghe > Alimentazione

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 13-06-2008, 11.20.08   #1
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,433
Predefinito Mangiare con le mani

Qualche giorno fa, mi e' ricapitata una cosa che mi succede ciclicamente, stavolta mi sono fermata un momento a pensarci, perche' anche se mi sembrava innocua, ho idea che nasconda qualcosa sotto.

A me da profondamente fastidio mangiare con le mani. Non parlo di un panino , ma di quei cibi che vanno mangiati con le mani anche secondo il bon ton.. per esempio il pollo, o i crostacei, persino al ristorante quando si ordinano queste cose poi portano la salviettina al limone per pulirsi le mani.. il che presuppone che si mangi con le mani la pietanza.

A vederla cosi' direi che non mi piace sporcarmi le mani, o che non mi piace farmi vedere con le mani sporche dagli altri.. questa cosa e' cominciata piu' di dieci anni fa, ero ospite a casa di un ex fidanzato e in questa famigllia si mangiavano quasi esclusivamente sughi di crostacei con la pasta. la prima volta che mi sono trovata davanti sto piatto enorme pieno di gamberi sono rimasta.. spiazzata, tutti loro li sgusciavano con coltello e forchetta con una naturalezza.. non potevo certo mettermi a sgusciarli con le mani . Insomma mi ricordo quel pranzo come una specie di incubo che non finiva mai.. Poi naturalmente ho imparato a sgusciarli con coltello e forchetta (ma avete presente quanto si perde cosi? il piacere di mangiarli con le mani era diverso..) e da quel momento, li ho sempre mangiati cosi' , sia che mi trovi a casa mia, che a casa d'altri, al ristorante , sola o con altra gente e la cosa si e' estesa appunto al pollo (che mangio raramente ma se posso evito di toccarlo)

Ovviamente a seconda di con chi mi trovo passo per "ma dai non puoi mangiare con la forchetta i gamberi e gli scampi" a vere e proprie prese in giro, per sta cosa.. ho anche provato a rimangiarli con le mani ma non me li godo per niente.

Mi piacerebbe provare a vedere con il vostro aiuto il significato di questa cosa, se a qualcuno capita lo stesso, insomma.. cosa c'e' sotto?

Aggiungo che mi e capitato di vedere mangiare con le mani in maniera vorace delle altre cose, o anche solo di sentirne parlare e in una occasione mi ha quasi schifato la cosa..

E' quasi come negare una istintualita'.. ma non so di preciso.
RedWitch non è connesso  
Vecchio 13-06-2008, 13.36.30   #2
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Mangio con le posate i piatti che lo permettono mentre il pollo, i crostecei e tutto quello che impedisce la presa giusta utilizzo le mani.
La frutta la sbuccio col coltello ma la tengo in mano, mentre la coscia di pollo la prendo per l'osso solo dopo aver usato la forchetta e coltello, per terminare lo spolpamento...hehehe

Devo dire che mi piace la sensazione che da' il mangiare il cibo con le mani. Probabilmente sono una persona tattile, ad esempio i crostacei (gamberoni, gamberetti, cozze, vongole,ecc) li mangio con le mani e trovo che la cosa mi da soddisfazione.

Penso sia una reminescenza atavica di quando l'uomo non utilizzava le posate, la trovo a volte liberatoria. Si mangia per nutrirsi ma piu' spesso si riversa sul cibo molte valenze psicologiche, prima fra tutte lo sfogo e la frustrazione (ci si accanisce sul cibo come il predatore sulla preda). Ho visto persone azzannare il cibo come se fosse il suo nemico (il suo direttore)...hahaha

Bel 3d Red, io utilizzo il cibo per scaricare le tensioni, il cibo e il modo di consumarlo nasconde meccanismi psicologici che vanno cercati.
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 13-06-2008, 15.16.55   #3
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,791
Predefinito

Per educazione familiare ho imparato a mangiare tutto con le mani, mia mamma veniva dalla campagna e era solita definire con la puzza sotto il naso quelli che mangiavano con le posate e si davano un tono.

Da adolescente ho iniziato a frequentare amicizie varie ed ho scoperto un mondo diverso e il bon ton. Per cui iniziai anche a casa a darmi un tono ed a mangiare sempre con la forchetta e il coltello facendo a volte una fatica notevole che poi si trasformata in abitudine e abilità.

Oggi dopo esser diventata mamma sono ritornata un po' alle origini per il fatto di avere un bambino piccolo e a ritoccare il cibo con le mani per insegnargli ad eliminare le ossa e le parti dure dei crostacei.

In pratica so usare entrambi i modi e a seconda delle circostanze mi adeguo.

Quello che ho notato però è che il cibo portato alla bocca con le posate è come più freddo, non so come dire, mi da l'idea di una divisione tra me e lui, non è neppure così ma non so definirlo meglio.
Quello che non mi piace invece è il dopo, avere le mani tutte sporche perchè se non ho la possibilità di lavarmi divento nervosa, mi da noia l'appicicaticcio e la sensazione di unto sulle mani.

Chissà se le persone che mangiano spolpando e con foga sono persone che nella vita comune trattengono molto o/e reprimono, arrivando poi a sbranare il cibo. Po' esse?
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 13-06-2008, 16.45.27   #4
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,548
Predefinito

L'unica cosa che mangio con le mani nel piatto è la pizza., ma solo se non è troppo carica di roba altrimenti posate.
Non ci trovo niente e non è un fastidio ma mi trovo decisamente più pratica a mangiare con le posate, sarà che mi si sporcano le unghie, boh. In ogni caso mi viene naturale non me lo ha insegnato nessuno, anzi a casa mia c'è varietà in questo senso
Passiamo all'effetto che fa.. si effettivamente mi fa senso vedere certe persone piegate sul piatto che azzannano il pollo sporcandosi il muso e le mani, mi ricorda quelle scene da medioevo in cui tutti si azzuffavano sul cibo, ma non mi da fastidio se lo faccio io, non mi piace proprio mangiare con le mani e non deve esserci per forza un perchè nascosto, può solo essere questioni di gusti. Ci sono persone che mangiando con voracità ricordano la bestialità... quello si mi fa senso, ma distinguerei tra un sentirsi inadeguati per lo sgusciare un gamberetto al sugo che cola.. e un non sporcarsi.

Insomma dipende da cosa genera allo stomaco la cosa.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 13-06-2008, 16.50.16   #5
gibbi
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di gibbi
 
Data registrazione: 15-05-2007
Messaggi: 764
Predefinito

Provo un vero fastidio vedere mangiare con le mani quando chi lo fa ha perso il senso della misura .
Mangiare con le mani non vuol dire svaccare come succede quando , oltre ad addentare il pezzo di carne, viene usata una speciale cura affinchè anche il sopraciglio destro riceva la sua dose di unto .
Non è una questione di mani , per me queste si possono usare a tavola molto più frequentemente di quel che vuole il bon ton , ci sono pietanze che proprio ti invogliano a lasciar perdere le posate , l'importante è che il tutto venga portato alla bocca con naturale semplicità ( non mi viene termine migliore) .
Ci sono molti paesi in cui si mangia sempre con le mani ed è un' arte: se osservate usano una sola mano e le punta delle dita racchiudono il boccone che vien portato alla bocca senza sbrodolare su tovaglia e piatti, ma tutte le pietanze sono preparate con cibi sminuzzati , altra questione di misura perchè c'è una bella differenza mangiare con le mani piatti in cui i pezzi di cibo sono di grandezza tale da potersi consumare in un solo boccone e la cosciona di pollo.
Nel mio caso il fastidio che provo mangiando con le mani è dato dal disagio che mi crea il sentirmi la presenza dei residui di cibo su faccia e dita , è un fastidio da contatto non sempre diminuito dalla presenza di salviettine o enormi bavaglie.
Però sono convinta che nell'assaggiare un cibo debbano essere appagati tutti i sensi, dall'occhio che classicamente vuole la sua parte , all'olfatto e il gusto e perchè no anche il tatto ed è innegabile che una coscia di pollo si apprezza di più se portata alla bocca con le mani ( checche ne dicano alcuni che il pollo non si mangia con le dita ) , ha più gusto , più sapore , è proprio meno fredda come ha detto Griselda , per tacere , nel mio caso , del piacere che mi da la "carica al crostaceo" , un grembiulone e via ( insomma mi adeguo come Gri ) .
Non so cosa ci sia sotto l'atavica abitudine di mangiare con le mani , ma sembra che la gente abbia sempre più bisogno di tornare alle "origini" , sorgono come funghi i "finger food", ristoranti dove viene servito cibo da mangiarsi rigorosamente con le dita.
gibbi non è connesso  
Vecchio 13-06-2008, 18.59.12   #6
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,433
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Grey Owl Visualizza messaggio
......... io utilizzo il cibo per scaricare le tensioni, il cibo e il modo di consumarlo nasconde meccanismi psicologici che vanno cercati.
Credo anche io Grey che il modo di mangiare (come tutto quello che facciamo) ci possa dire molto di noi, se facciamo attenzione a come lo facciamo.
Io pure con la frutta non ho problemi per esempio, uso il coltello ma la mangio con le mani... o se devo mangiare un panino o la pizza che diceva Sole (anche se pure la pizza la mangio spesso con coltello e forchetta per praticita' pero'..), ma se parliamo di cose che impiastrano le mani , a parte la frutta, mi da noia. Che non e' nemmeno un disagio verso gli altri cioe' non e' l'atto di mangiare con le mani, ma piuttosto il fatto che mi impastrocchio e non mi piace leccarmi le dita davanti agli altri , cosi' come non mi piace vederlo fare...


Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Chissà se le persone che mangiano spolpando e con foga sono persone che nella vita comune trattengono molto o/e reprimono, arrivando poi a sbranare il cibo. Po' esse?
Non saprei Gris vedevo repressione piu' nell'opposto, ovvero mangiare molto compiti proprio perche' si reprime anche nella vita di ogni giorno, ma potrebbe essere pure una manifestazione non so..

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Passiamo all'effetto che fa.. si effettivamente mi fa senso vedere certe persone piegate sul piatto che azzannano il pollo sporcandosi il muso e le mani, mi ricorda quelle scene da medioevo in cui tutti si azzuffavano sul cibo, ma non mi da fastidio se lo faccio io, non mi piace proprio mangiare con le mani e non deve esserci per forza un perchè nascosto, può solo essere questioni di gusti. Ci sono persone che mangiando con voracità ricordano la bestialità... quello si mi fa senso, ma distinguerei tra un sentirsi inadeguati per lo sgusciare un gamberetto al sugo che cola.. e un non sporcarsi.

Insomma dipende da cosa genera allo stomaco la cosa.
Citazione:
Originalmente inviato da gibbi Visualizza messaggio
Provo un vero fastidio vedere mangiare con le mani quando chi lo fa ha perso il senso della misura .
Mangiare con le mani non vuol dire svaccare come succede quando , oltre ad addentare il pezzo di carne, viene usata una speciale cura affinchè anche il sopraciglio destro riceva la sua dose di unto .
Non è una questione di mani , per me queste si possono usare a tavola molto più frequentemente di quel che vuole il bon ton , ci sono pietanze che proprio ti invogliano a lasciar perdere le posate , l'importante è che il tutto venga portato alla bocca con naturale semplicità ( non mi viene termine migliore) .
Sono d'accordo con entrambe, in effetti e' la "bestialita' " che sta nell'esagerazione che disturba anche me alla vista...

Citazione:
Originalmente inviato da Sole
ma distinguerei tra un sentirsi inadeguati per lo sgusciare un gamberetto al sugo che cola.. e un non sporcarsi.
Ci pensero' a questo al tempo era sicuramente inadeguatezza alla situazione, ma poi credo di averla in un certo modo trasferita.. o forse ho fatto solo mia l'abitutine del coltello e forchetta, non so bene, ma in effetti la sensazione di sporco anche se poi mi lavo le mani e' quella dove credo di dover guardare..
RedWitch non è connesso  
Vecchio 13-06-2008, 21.00.15   #7
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,548
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio



C, ma in effetti la sensazione di sporco anche se poi mi lavo le mani e' quella dove credo di dover guardare..

Mi suggerisci l'idea di avere tra le mani la sensazione di un animale morto. Se mi viene in mente altro ti dico.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 14-06-2008, 01.39.46   #8
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Una volta mangiavo tutto con le mani, soprattutto minestre e risotti, e trovavo maleducati quelli che, per praticità, mangiavano la minestra intingendo la faccia e ciucciando.
Adesso uso le posate e molti altri attrezzi, alcuni di mia invenzione, ma sto iniziando a trovare disgustoso che si impugni le posate a mani nude.
Il periodo nel quale cambiavo posata ad ogni bocone perchè ormai era sporca l'ho già passato.

Scemenze a parte, trovo piuttosto probabile che l'inizio dell'utilizzo delle posate avesse motivi completamente diversi dall'igiene... mani sporche di che? di quel che va in bocca?

Le posate, se ci si pensa, possono essere state usate inizialemente per due motivi: praticità (tipo acchiappare qualcosa di difficile) e per sicurezza (la temperatura delle cose cotte...)... è chiaro che poi l'avere la possibilità di utilizzare certi attrezzi era sinonimo di benessere materiale e da li il darsi un tono, il dimostrare di poterselo permettere, col suo relativo saper fare (imparare le buone maniere).

Poi noi oramai viviamo nel'abitudine di certe sensazioni, o nella disabituine di altre, come avere le mani che non siano asciutte e lisce, fuor di sapone... provate a maneggiare colla tutto il giorno per esempio...

Tuttavia la cosa non mi basta, mi vien da pensare che ci sia altro sotto lo stato delle nostre mani, legato alle relazioni... basti pensare al dare la mano per presentarsi/conoscere)...
Ray non è connesso  
Vecchio 14-06-2008, 02.29.50   #9
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,506
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Scemenze a parte, trovo piuttosto probabile che l'inizio dell'utilizzo delle posate avesse motivi completamente diversi dall'igiene... mani sporche di che? di quel che va in bocca?
No scusa l'igiene è anche che se non ho le mani pulite non sporco l'alimento.

Io personalmente mangio il più possibile con forchetta e coltello, ma se proprio occorre , raramente mi capita, metto mano, normalmente mangio con le mani solo pane e pizza.
Anche se ho le mani pulite, magari senza sapone ma non inizio a mangiare nulla senza averle passate sotto l'acqua (a parte qualche volta in ristorante o in casi dove non si può).
Sembra che sia una tradizione rituale Essena (così incuriosisco il Turi , quando ho un momento ti rispondo sul post, ne so qualcosina ) e di molti altri, l'ho imparato dopo anni che lo facevo un pò per desiderio/abitudine innata un pò per insegnamenti del nonno. Ma ne riparleremo altrove.

A parte cucchiaio e coltello che sono fatti nell'unico modo possibile, la forchetta è particolare, più o meno come una forca ma con 4 punte, è probabile che sia proprio un'evoluzione micro della forca già usata dai contadini, in molti paesi orientali invece hanno vinto le bacchette, ma anche i cucchiai erano prevalentemente di legno fino anon credo moltissimi anni fa, probabilmente c'è stato un discorso di possibilità metallurgiche e poi con il tempo è rimasta la tradizione/usanza.
Uno non è connesso  
Vecchio 14-06-2008, 18.50.38   #10
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
No scusa l'igiene è anche che se non ho le mani pulite non sporco l'alimento.
Si, hai ragione. Non ci avevo pensato perchè la vedevo all'opposto, tipo prima mi rendo conto che devo avere le mani pulite per mangiare e poi mi costruisco attrezzi. Ma non è così, basta pensare al cacciatore... l'acqua a disposizione non è automatica.
Ray non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Cosa mangiavamo da piccoli, gusti, mancanze e cambiamenti in età adulta Uno Alimentazione 19 03-12-2007 16.28.30
mangiare la foglia dafne Aforismi, Proverbi, Modi di dire 9 08-10-2007 13.24.38
Contatto fisico Kael Psicologia moderna e antica 16 29-11-2006 04.02.06
Fisiognomica Uno Divinazione e tecniche conoscitive 64 24-05-2006 16.49.46


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 10.11.52.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271