Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Botteghe > Viaggi

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 17-04-2008, 16.25.03   #1
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito Corsica mon amour

La Corsica: un’isola in cui si può intravedere tutto il mondo.
Isola sorella della Sardegna, minore solo in m² non ha nulla da invidiarle anche se è più piccola, purtroppo ce la siamo “giocata a dadi” ma nonostante sia parte della Francia oggi, rimane nostra per clima, posizione, tradizioni e la lingua che pare un insieme di dialetti.
La sua superficie è di 8.681 km² per cui se fate una vacanza abbastanza lunga riuscite a girarla tutta. Il consiglio che mi sento di darvi è quello di non fermarvi in un posto solo. L’ideale sarebbe riuscire a girarla in moto, o in auto con la tenda o air camping sopra, oppure in camper; in ogni caso andateci con un mezzo per spostarvi. Potete anche noleggiare l’auto sul posto eventualmente. Le strade non sono fantastiche, non aspettatevi autostrade ma molto meno alcuni tratti non hanno parapetti e anzi i posti più belli sono di solito raggiungibili a piedi o con il fuori strada per questo motivo si possono trovare ancora posti incontaminati.
Non fatevi ingannare dal fatto che è un’isola, in essa si possono apprezzare montagna ( alpinismo) e mare, boschi meravigliosi con alberi centenari e conifere a perdita d’occhio. E anche ricca di fiumi dai colori degli smeraldi in cui ci si può immergere o fare canoa.
Un monito ai subacquei molti posti sono “parco nazionale” e le regolamentazioni fortunatamente sono molto ferree, a favore del rispetto dalla flora e della fauna marina, ma anche parte del territorio lo è mi pare siano 2000 km². Pensate che là sono riuscita a vedere uccelli come il falco pellegrino e un’aquila, ma ci sono ancora tantissime varietà che sono mantenute vive da questa forte attenzione, fortunatamente.
Insomma è una piccola perla immersa nel nostro mare.
Con il traghetto ci si arriva comodamente sia da Genova che da Savona , Livorno, Olbia, Porto Torres e Santa Teresa di Gallura, Civitavecchia, Napoli oppure anche dalla Francia a Nizza, dipende tutto da dove volete attraccare (Bastia, Ajaccio e Calvi ) da dove vivete e che tipo di viaggio volete fare.
Beh per ora mi fermo, alla prossima!
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 17-04-2008, 18.02.39   #2
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Fate attenzione a tutte le città portuali di solito si sbarca stanchi e il solo desiderio è quello di raggiungere più velocemente possibile la nostra destinazione, in questo modo si perde l’occasione di ammirare con tranquillità il luogo dove siamo approdati ed apprezzarne le qualità.
Calvi appena usciti dal porto una salita con un’enorme pendenza ci distoglie dal guardarci attorno.
Calvi fu costruita su un grosso scoglio, come se la pietra dovesse rimanere sulla pietra, ( cosa che oggi dubito fortemente sia stata mantenuta, una delle cose che mi colpi quando ci andai furono gli sconfinati spazi senza costruzioni) quasi a non voler contaminare un golfo davvero bello che a seconda dei colori del cielo cambia aspetto tanto da farci supporre di essere in un altro emisfero. Se ci arrivate d’inverno poi con le montagne innevate avrete ancora un'altra sorpresa.
Non perdetevi le colline con le colture di aranci, limoni, olivi e viti che rendono il tutto un immenso giardino colorato.
Vi consiglio di visitarla, di osservarla dal mare e dalla pineta ( in tutta la Corsica esistono dei “siti” belvedere da dove si può ammirare il paesaggio sottostante) poco più in là per poterla ammirare in profondità.
Nella città Alta potrete visitare: La Cittadella, l’ Antico Palazzo dei Governatori, il Palazzo dei Vescovi di Sagogne, la Casa di Laurent Giubegga, la Casa di Cristoforo Colombo, l’ Oratorio St-Antoine, la Cattedrale Saint-Jean Baptiste, nella città bassa: La Marina, la Chiesa Sainte-Marie Majeure, la Torre di Sale, la stele di Cristoforo Colombo.
Presso il porto potrete trovare ogni tipo di noleggio per sport di mare e barche per gite in siti limitrofi, grotte comprese.
Da Calvi parte anche il trinighellu un modo diverso per visitare la Corsica sino ad Ajaccio attraverso il parco naturale, il treno passa in posti davvero fuori dal mondo soprattutto irraggiungibili in altro modo, inoltre le sue stazioncine sono imperdibili. Farete un viaggio fuori dal tempo.
Icone allegate
Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  Trinighellu.gif
Visite: 551
Dimensione:  3.5 KB  
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 19-04-2008, 22.20.44   #3
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito Ile Rousse

Ile Rousse (Isola Rossa è uno dei pochi nomi di città corse tradotte in francese) si trova nella regione della Balagne (regione definita santa perché in essa sorgono diversi monumenti religiosi) soprannominata il “giardino della Corsica” grazie alle sue colline fertili.
Il nome, Ile rousse, nasce dal colore rosso delle rocce dell’isola di La Pietra a nord della città alla quale si accede tramite un ponte.
Nell’antichità fu centro commerciale romano ma deve la sua fondazione a Pascal Paoli ( Uomo di spicco entrato nel mito della storia Corsa governò per 14 anni) che fece costruire sia il porto che i bastioni per entrare in concorrenza con Calvi e Genova nella lotta per l’indipendenza.
Essa è anche una rinomata stazione balneare climatica perché anche nella stagione invernale riesce ad avere un clima mite rispetto al resto dell’isola.
Da ammirare piazza Paoli con i suoi platani centenari e Grand Place con le sue palme da dattero. Da piazza Paoli parte un trenino per i turisti da cui potrete ammirare la baia e i suoi arenili ( non perdetevi il tramonto da questo sito e se vi concederete un bagno potrete ammirare le più belle gorgonie dell’isola), il molo con la torre genovese e il faro da cui si gode uno splendido panorama.
Di grande interesse anche i paesini adiacenti, a partire da Monticello da dove inizia la strada costiera Paoli o "Strada degli Artighjiani" : Occiglioni, Santa Reparata, Corsara, Pigna, Aregno, Cateri.
Da vedere anche il museo oceanografico.
Continua
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 23-04-2008, 10.23.20   #4
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito Galeria - Fango - Girolata - Scandola

Galeria - (parco naturale): Cercando di proseguire andando per ordine mi accorgo che vorrei descrivere ogni posto che vidi in nove anni di vacanze senza dimenticare nulla, ma mi rendo conto di quanto sia ardua l’impresa, difatti avevo dimenticato di dire che la prima cosa che mi colpì di quest’isola fu il profumo di eucalipto di cui è satura l’aria, un profumo davvero unico. La natura di quest’isola sotto il sole estivo si spande nell’aria ovunque voi siate con diverse sfumature e vi riempie i sensi. Ricordo ancora l’odore dei cespugli in riva a uno dei fiume più belli dell’isola: il Fango. Il profumo di una piccola piantina che odorava di liquirizia, nascosta tra i sassi, insomma potrei anche descriverli tutti ma so che non renderebbe l’idea. Quest’isola è immersa in un’atmosfera magica nella quale persino delle pulci d’acqua che giocano in un’ansa del fiume in mezzo agli alberi si trasforma in un evento da osservare con stupita ammirazione. Galeria Questo paese si trova alla fine di una strada, oltre non si può andare, almeno in auto, ma se proseguite a piedi vi troverete ad un piccola spiaggetta oltre la quale salendo su per gli scogli e proseguendo in mezzo al verde, tra il profumo di rosmarino potrete raggiungere delle calette da sogno che nulla hanno da invidiare a paesaggi esotici. Il mare è cristallino di un colore che va da tutte le tonalità del verde a tutte quelle del blu. Il fondale è misto sabbia e scogli in cui potrete ammirare, molluschi, gamberetti. polipi e murene, ma mi raccomando ammirateli e basta. Nel golfo vi sono ancorate sempre alcune barche di pescatori, sulla vostra destra, guardando il mare, vedrete in mezzo ai canneti la foce del Fango, al di sopra un grande scogliera che al tramonto si tinge di rosso e di bianco. Il Fango. Risalendo dalla foce verso le cinque arcate il grande ponte che avrete attraversato provenendo da Calvi seguite le indicazioni che vi condurranno alla valle del Fango. Che dirvi di questo fiume? È il tipico fiume di montagna solo che si trova al mare e questa è la cosa fantastica della Corsica che tutto è concentrato in pochi km quadrati. Luogo di naturisti, naturalisti e canoisti. La strada segue tutto il fiume e dall’alto potrete scegliere il posto che più vi aggrada, piccole rapide, conche di roccia lisce di colore blue e rosa, in cui potrete fare l’idromassaggio naturale, scivoli naturali di roccia, canyon di roccia grigia e rossa in cui scorre acqua cristallina dal colore smeraldino. Durante l’inverno è irriconoscibile e le sue piene fanno paura, mentre in estate nonostante non sia mai secco il livello dell’acqua si abbassa notevolmente. Appena riesco tenterò di inserire alcune foto che devo trasformare perché allora facevo solo diapositive, vi renderanno meglio l’idea di quello che sto tentando di descrivere a parole. Per gli amanti della natura in loco organizzano gite alla riserva di Scandola facente parte del parco marino davvero un paradiso acquatico incontaminato. Altra gita possibile ed imperdibile è quella alla baia di Girolata con le sue altissime scogliere violacee madreperlate, piccola penisola di quest’isola in cui la natura è (almeno spero sia rimasta protetta dalle regolamentazioni di parco naturale) rimasta incontaminata come fauna e flora marina. Fino ad un po’ di anni fa non vi era neppure la corrente elettrica esisteva solo un minuscolo villaggio di pescatori. Si può raggiungere sia a piedi, su sentiero tracciato, ma solo per chi è abituato a camminare molto, oppure tramite la barca. Molto caratteristica, per la sua ubicazione difficile da raggiungere, immersa nella natura tra boschetti di eucalipto, fu nel passato covo dei corsari. Quando viaggiate in Corsica non aspettatevi gallerie perché non esistono. Se decidete di girarla in bici, ( cosa che consiglio vivamente per poter ammirare ogni posto e godere del luogo a pieno) dovrete essere allenati, non come me, ( che mi ero allenata solo in pianura) perché è tutta un saliscendi, salite che pare non finiscano mai e discese in cui vi lanciate a velocità pazzesca. Quindi datevi delle mete in chilometri tenendo conto che di pianeggiante c’è veramente pochino. Visitate ogni luogo con attenzione perché ogni paese ha per tradizione sia come cibo che come storia, tanta bellezza da regalarvi. Continua
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 07-06-2008, 22.59.49   #5
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito Le Désert des Agriates

Il Désert des Agriates si sviluppa da CapoCorso a la Balagna si tratta di una zona selvaggia che si estende per circa 40 chilometri e 16.000ettari, un panorama incontaminato di macchia a perdita d'occhio, torrenti che tagliano queste montagne desertiche sino ad arrivare da Ostriconi al golfo di Saint Florent da dove partono parte dei sentieri attraverso i quali potrete visitare questo posto meraviglioso.
Le uniche tracce di umane che troverete sono i pagliaghji (pagliai, un tempo questa zona rappresentava il granaio delle corsica) che ospitavano i pastori ed i loro animali ed alcuni dolmen vicino al monte Revico.
Essendo questa parte di litorale protetta incontrerete splendide spiagge come quella della Roya, del Lodo e di Saleccia veri paradisi incontaminati di acqua azzurro/verde trasparente e fine sabbia bianca.
Consiglio di attraversarlo in bici o a piedi, sono possibili anche escursioni a cavallo. Di solito ci si organizza in modo di trovare far portare l’auto all’arrivo per non dover ritornare indietro.

Se siete campeggiatori vi consiglio un campeggio in loco.
Se non siete per le escursioni a piedi dal porto di Saint Florent potrete prendere una delle barche che partono a tutte le ore per raggiungere la vicina Spiaggia di Lodo. Un occasione per visitare la cittadella e il borgo antico.
È scontato munirsi di una cartina specifica del luogo e dei sentieri.

Ostriconi

Questa è una delle spiagge più conosciute, un chilometro di sabbia bianca e di acqua cristallina, attraversata dal fiume Ostriconi che porta con se la tipica vegetazione lacustre con annessa fauna.
Il sito si raggiunge tramite un sentiero oppure dal campeggio che ospita anche se dista dal mare una quindicina di minuti di passeggiata a piedi. Avverto che su questa spiaggia tra le dune bianche potrete incontrare anche qualche nudista.

Continua
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 07-06-2008, 23.41.32   #6
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito La foresta d’Aitone - Centro Corsica

La foresta d’Aitone.

Se vi bendassero e vi conducessero in questa foresta credereste di essere in Canada, invece si trova a pochi chilometri dal mare e soprattutto vicino a casa.

La foresta si estende su 2400 ettari e la sua altitudine varia dagli 800 e i 2000 m. I suoi abeti si alzano fitti, fitti, alti, alti tanto da sembrare toccare il cielo.
La strada è quella tipica di montagna, fatta di curve e che penetrano la foresta. Addentrandovi in essa troverete splendide cascatelle di acqua sorgiva che potrete anche bere.
A Col Vergino si trova un sentiero che porta ad alcune vasche naturali dove potrete anche fare il bagno.
Mentre nei pressi delle cascate di Aitone vi sono dei massi enormi sui quali potrete sostare e rifocillarvi.

Nella foresta scorazzano maiali selvatici e cinghialetti quindi fate attenzione, sono d’allevamento ma vengono allevati allo stato brado in modo che la carne quando arriva sulle tavole abbia ancora il sapore della libertà e il profumo della foresta in cui sono vissuti.

Un luogo davvero stupendo per chi ama la montagna.
Potrete girare con l'auto ma anche addentrarvi e scoprire i vari sentieri che l'attraversano.

Continua
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Firenze Mon Amour (uno dei.....) Uno Viaggi 14 26-07-2007 16.59.16
Jacques Prevert: Questo Amore Red Letteratura & Poesia 5 08-05-2005 18.02.23


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 21.25.26.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271