Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Psicologia moderna e antica

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 17-09-2006, 21.51.44   #1
MaxFuryu
Cittadino/a Stabile
 
L'avatar di MaxFuryu
 
Data registrazione: 03-04-2005
Messaggi: 425
Predefinito Muscolatura e stati d'animo

Mi era capitato di sentire dire che la respirazione o le posture influenzano anche gli stati d'animo e la mente, tutto ciò è facilmente osservabile,
possimo notare come alcune persone con un certo carattere assumono delle posture particolari, oppure possiamo osservare tutto ciò osservando il linguaggio dei gesti.
quello che notavo però è un'altra cosa, cioè i tratti del viso soprattutto, si vede come alcune persone dopo eventi particolarmente difficili e che non riescono a superare assumono o forse sembra
che perdino l'utilizzo di alcuni muscoli facciali, tipo nel sorridere(e si vede se è finto ad esempio, cambiano i muscoli interessati), agli occhi, ecc...
sembrerebbe che come ad uno spegnersi di vari lati del carattere si spegnessero alcune parti di muscolatura(o forse si irrigidiscono?)...
si è parlato di come alcune cose si manifestino su tanti lati (fisico, sentimentale...) potrebbe dirsi che ogni emozione è collegata ad una distinta parte del corpo? qui potrebbe valere il discorso fatto su memoria e localizzazioni
forse gli stimoli sono collegati a tutto il corpo nel viso li notiamo perchè il viso le riassume tutte?mi viene in mente che forse ogni parte del corpo le riassume tutte
si nota come una persona nervosa o in una situazione di insicurezza contrae tutti i muscoli del corpo, forse la rigidità è data dalla paura, e la paura chiude tutto il corpo e di conseguenza le sensazioni (o forse viceversa) a scopo protettivo?
se è corretto, si potrebbe fare un processo inverso per il quale a partire dal fisico, modificare la mente? (pensavo allo yoga)

PS:chi non ne capisce in materia, che non prenda per vere le cose che ho scritto in questo post, perchè sono date da un minimo (ma veramente troppo minimo) di letture casuali e non mirate, e poi da osservazioni personali (quindi...), quello che ho scritto è solo a titolo di domanda
MaxFuryu non è connesso  
Vecchio 17-09-2006, 22.28.18   #2
Shanti
Partecipa agli eventi
 
L'avatar di Shanti
 
Data registrazione: 18-12-2004
Messaggi: 1,350
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Maxfurju
quello che notavo però è un'altra cosa, cioè i tratti del viso soprattutto, si vede come alcune persone dopo eventi particolarmente difficili e che non riescono a superare assumono o forse sembra
che perdino l'utilizzo di alcuni muscoli facciali, tipo nel sorridere(e si vede se è finto ad esempio, cambiano i muscoli interessati), agli occhi, ecc...
sembrerebbe che come ad uno spegnersi di vari lati del carattere si spegnessero alcune parti di muscolatura(o forse si irrigidiscono?)...
In effetti anch’io l’ho notato: una persona tesa o preoccupata o sofferente, sembra che abbia il viso come scolpito, perfino le rughe di espressione sembrano più evidenti, tutto l’insieme appare rigido, tirato.

Citazione:
Originalmente inviato da Maxfurju
si nota come una persona nervosa o in una situazione di insicurezza contrae tutti i muscoli del corpo, forse la rigidità è data dalla paura, e la paura chiude tutto il corpo e di conseguenza le sensazioni (o forse viceversa) a scopo protettivo?
Secondo me anche vedendola camminare si capiscono molte cose, anche da come tiene rigida una parte del busto, oppure dalle posture, per esempio come tiene le spalle o il fatto che una risulti più abbassata dell’altra.

Bella discussione Max
Shanti non è connesso  
Vecchio 28-09-2006, 13.37.55   #3
MaxFuryu
Cittadino/a Stabile
 
L'avatar di MaxFuryu
 
Data registrazione: 03-04-2005
Messaggi: 425
Predefinito

Volevo aggiungere una cosa che ho notato su me stesso, cioè il cambiamento positivo a livello caratteriale, quando iniziai a praticare arti marziali.
Ho conosciuto ragazzi timidi, chiusi, introversi che dopo aver iniziato apraticare body building e dopo essersi gonfiati esageratamente sono cambiati totalmente, sono diventati esattamente l'opposto...siccome credo che questo cambiamento sia avvenuto esteriormente e in parte minore interiormente, potrei pensare che non si tratta di una connessione diretta tra fisico e mente, ma c'è un rapporto riflessivo, probabilmente a un apparire diverso agli altri si sarà instaurata una diversa autostima che ha fatto sparire o nascondere bene i complessi causati dalle esperienze precedenti.
La stessa cosa vedendo persone che prima erano grasse e poi a un certo punto arrivate quasi all'anoressia (forse nenache quasi).
Almeno nelle persone che ho conosciuto io ho visto una spinta esterna prima di arrivare a scegliere il cambiamento, e prima di iniziare ad agire nelle proprie scelte, l'attesa del cambiamento, forse sarà questo che spinge ancora a proseguire fino all'estremo e a non rendersi conto di essere già totalmente cambiati: l'insicurezza iniziale, quella che non è mai sparita davvero
MaxFuryu non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Stato d'animo sitael Psicologia moderna e antica 10 10-09-2006 01.37.11


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 21.08.26.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271