Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Giardino Filosofico > Aforismi, Proverbi, Modi di dire

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 07-03-2007, 13.56.09   #1
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito I Santi

I santi compiono solo buone azioni. Così, molti pensano che compiendo buone azioni diverranno santi. Invece si deve diventare santi per compiere buone azioni.


Volevo sottoporvi questa... che ne pensate?
Ray non è connesso  
Vecchio 07-03-2007, 14.22.57   #2
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

La buona azione del santo e' l'emanazione stessa del santo... la buona azione e' il Fare del santo.

Si deve (diventare)->essere un santo per compiere buone azioni senno' e' uno scimmiottare il santo.

Per Fare prima bisogna aiutare se stessi a (diventare)->essere santo.

Poi... una volta che si e' salvati e quindi santi... si puo' Fare ed in questo le buone azioni.

Come dire copio il quadro di un artista per sentirmi quell'artista... posso eseguire alla perfezione una copia di del quadro ma non saro' mai quell'artista.

Posso invece aiutare me stesso a far uscire l'artista che e' in me... ed eseguire quadri originali e non brutte copie di altri.


PS: ho modifcato diventare in essere...

Ultima modifica di Grey Owl : 07-03-2007 alle ore 14.29.54.
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 07-03-2007, 14.33.10   #3
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Si è santi a prescindere e non perchè si vuole diventare o perchè si debbano compiere buoni azioni, quando si è santi allora le azioni prendono un'altra importanza.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 07-03-2007, 14.48.30   #4
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,377
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 'ayn soph Visualizza messaggio
Si è santi a prescindere e non perchè si vuole diventare o perchè si debbano compiere buoni azioni, quando si è santi allora le azioni prendono un'altra importanza.

Intendi che essere Santi è uno stato d'essere "sceso dal cielo?"
O ci nasci o niente?
Non c'è nessuna possibilità per gli altri?

Sono d'accordo con Grey, quando dice, che le azioni di un Santo sono il suo Fare; è mettere in pratica ciò che è dentro.

Teoricammente io potrei fare tante buone azioni, perchè così sembro santa agli occhi degli altri e mi metto a posto la coscienza, ma mentre le faccio avere pensieri tuttaltro che buoni, oppure cercare (inconsciamente o meno) un ritorno alle mie buone azioni. Ovvero, dimostrare fuori quello che non ho ancora raggiunto dentro.

Il Santo non si aspetta un ritorno, Fa e basta, quelle che normalmente riteniamo buone azioni, hanno dietro comunque uno scopo personale..
RedWitch non è connesso  
Vecchio 07-03-2007, 15.48.40   #5
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,629
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
I santi compiono solo buone azioni. Così, molti pensano che compiendo buone azioni diverranno santi. Invece si deve diventare santi per compiere buone azioni.


Volevo sottoporvi questa... che ne pensate?
Beh se partiamo dal fatto che il Santo ha superato la fase uomo ovvero non è più qualcuno che si muove in automatismo quindi Lui sa cosa fa quindi le sue sono azioni e non moti.
Per buone azioni si intende niente più di egoico ed egoistico quindi lì'agire è cmq e sempre per il bene degli altri.
Se si compiono buone azione ma dentro si è repressi e lo si fa solo per apparire è come stare sempre al sole ci si scurisce. Non si diventa Santi in questo modo.
griselda non è connesso  
Vecchio 07-03-2007, 16.06.01   #6
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
Intendi che essere Santi è uno stato d'essere "sceso dal cielo?"
O ci nasci o niente?
Non c'è nessuna possibilità per gli altri?

Sono d'accordo con Grey, quando dice, che le azioni di un Santo sono il suo Fare; è mettere in pratica ciò che è dentro.

Teoricammente io potrei fare tante buone azioni, perchè così sembro santa agli occhi degli altri e mi metto a posto la coscienza, ma mentre le faccio avere pensieri tuttaltro che buoni, oppure cercare (inconsciamente o meno) un ritorno alle mie buone azioni. Ovvero, dimostrare fuori quello che non ho ancora raggiunto dentro.

Il Santo non si aspetta un ritorno, Fa e basta, quelle che normalmente riteniamo buone azioni, hanno dietro comunque uno scopo personale..
in effetti è una strada per la santità quella che esponi.
poi c'è l'arte dell'essere santi.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 07-03-2007, 19.39.29   #7
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 'ayn soph Visualizza messaggio
in effetti è una strada per la santità quella che esponi.
poi c'è l'arte dell'essere santi.
Fammi capire... oltre alla strada per diventare santi (da cui si parte non santi e si diventa santi) ci sarebbe, a tuo modo di vedere, un arte di esserlo già pur non essendolo? O siamo tutti già santi e buonanotte? O che?
Ray non è connesso  
Vecchio 07-03-2007, 20.03.37   #8
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

posso accodarmi alle domande di Ray?

nel senso...c'è chi nasce santo...e chi "recitando"
la parte del santo lo diventa?...
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 07-03-2007, 21.34.19   #9
albatro
Bannato/a
 
Data registrazione: 01-03-2007
Messaggi: 28
Predefinito

La santità a parer mio non appartiene agli ignavi, ai melliflui...etc. Vi posso dire una cosa in tutta franchezza? Papa Giovanni Paolo Secondo, cioè il papa prima di ratzinger era Santo, Filosofo, Politico, Sportivo, Grande uomo dotato di ogni carisma possibile ed immaginabile...In Lui riconosco il vicario di Gesù. Santo Subito, ma la chiesa, l'opus dei di cui parla Dan Brown, cosa sono? Scusate, dico ciò che penso dal più profondo del cuore.

Chiedo scusa a coloro che purtroppo navigano nell'ignavia. L'ho sperimentata anch'io purtroppo quasi per necessità esistenziale. L'esperienza, il dolore, anche la gioia, il rispetto di se stessi avvicinano alla santità. San Francesco, Paolo di Tarso, etc.... Persone che cioè hanno vissuto di tutto, di più...

Infine, la santità non ha a che fare con la sessualità come pensa la chiesa a parer mio.

Puoi aver battuto tra virgolette i marciapiedi ed essere santo o santa. Ciao a tutti e buonanotte. Finiti i miei deliri ed i miei fuori tema.
albatro non è connesso  
Vecchio 07-03-2007, 21.45.06   #10
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,038
Predefinito

Io penso che Santi non si nasce, si diventa... attraverso le prove della vita.... ma penso anche, leggendo le vite dei Santi, che tutti hanno avuto una chiamata particolare che ha fatto cambiare il loro modo di vedere e di porsi davanti alla vita...
Cioè hanno dato meno peso alla materialità... per cui le loro azioni sono dettate da una fede incrollabile e non nascono da un'importanza personale... in pratica la santità è essere degli umili strumenti nelle mani di Dio...
Per compiere buone azioni non occorre essere santi, ma non sono le buone azioni che portano alla santità....
stella non è connesso  
Vecchio 07-03-2007, 23.27.50   #11
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stella Visualizza messaggio
Per compiere buone azioni non occorre essere santi, ma non sono le buone azioni che portano alla santità....
Daccordo sulla seconda, sulla prima mi viene un dubbio? Vorresti ire che pur non essendo santo posso, a volte, comportarmi da tale?

Ultima modifica di Ray : 07-03-2007 alle ore 23.30.20.
Ray non è connesso  
Vecchio 08-03-2007, 09.28.16   #12
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,131
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
I santi compiono solo buone azioni. Così, molti pensano che compiendo buone azioni diverranno santi. Invece si deve diventare santi per compiere buone azioni.
Ogni creatura può compiere soltanto le azioni che "rientrano" nel suo grado d'essere. Chiunque può, per un certo tempo, apparire diverso da quello che è, ma non è durevole né tantomeno reale.
Credo quindi che le frasi siano vere entrambe.

Se la rapportiamo nel fisico potrebbe diventare:
Molti pensano che alzando 100 kg diverranno culturisti.
Invece si deve diventare culturisti per alzare 100 kg.

E' un discorso relativo alla fine, perchè nel mio esempio i 100 kg sono una misura oggettiva, mentre nel caso di "buona" azione, il grado buona è appunto soggettivo e relativo a chi e come definisce il buono. Per alcuni potrebbero essere 40 kg, per altri 60 e così via.
L'importante, ai fini di un accrescimento muscolare efficace, è alzare il peso che corrisponde al nostro limite, né più né meno, per poterlo così piano piano spostare... Bisogna quindi dapprima conoscere se stessi per conoscere tale limite..
Kael non è connesso  
Vecchio 08-03-2007, 11.39.38   #13
albatro
Bannato/a
 
Data registrazione: 01-03-2007
Messaggi: 28
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da stella Visualizza messaggio
Io penso che Santi non si nasce, si diventa... attraverso le prove della vita.... ma penso anche, leggendo le vite dei Santi, che tutti hanno avuto una chiamata particolare che ha fatto cambiare il loro modo di vedere e di porsi davanti alla vita...
Cioè hanno dato meno peso alla materialità... per cui le loro azioni sono dettate da una fede incrollabile e non nascono da un'importanza personale... in pratica la santità è essere degli umili strumenti nelle mani di Dio...
Per compiere buone azioni non occorre essere santi, ma non sono le buone azioni che portano alla santità....
Ciao da Albatro. Condivido pienamente quello che hai detto. Vorrei scrivere anche qualcos'altro. Ieri ho parlato di Papa Woytila Magno, difficile mettere in dubbio la sua santità. Anche Lui ha compiuto errori, ma la perfezione appartiene soltanto a Chi non sarebbe neanche nominabile come direbbe Spinoza. Forse le incontriamo tutti i giorni persone sante tra virgolette e neanche ce ne rendiamo conto.
albatro non è connesso  
Vecchio 08-03-2007, 11.42.35   #14
albatro
Bannato/a
 
Data registrazione: 01-03-2007
Messaggi: 28
Predefinito

La santità è seguire se stessi. Il Dio che c'è in ognuno di noi forse? sono convinta di si, la vita mi sta dando ragione.
albatro non è connesso  
Vecchio 08-03-2007, 13.11.35   #15
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Se la rapportiamo nel fisico potrebbe diventare:
Molti pensano che alzando 100 kg diverranno culturisti.
Invece si deve diventare culturisti per alzare 100 kg.
Non concordo con l'analogia che fai. Parlavo di qualità e non di quantità. Come dici giustamente rispetto alla questione del fare in base al grado dell'essere.
Ray non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
santi e demòni Sole Aforismi, Proverbi, Modi di dire 19 03-09-2006 18.03.28


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 23.51.08.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271