Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Esoterismo

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 08-03-2010, 15.03.06   #1
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,630
Predefinito Mescere e Strofinare

E' una delle cose che nella vita di tutti i giorni spesso invertiamo.
Imparare a distinguere quando occorre una e quando occorre l'altra è utilissimo in tutti i settori della vita e anche nelle cose dello Spirito e dell'Esoterismo.

Figurativamente avrete già chiaro che per mescere due cose queste debbono trovarsi allo stato liquido mentre per strofinarle debbono essere allo stato solido. Per la precisione più che di liquido e di solido dobbiamo parlare di stati della materia in cui almeno una delle sostanza coinvolte ha un confine impermeabile oppure no. Per esempio posso strofinare la sabbia su una pietra perchè la pietra non permette alla sabbia di penetrare anche se la sabbia non è un solido unito. Se la pietra penetra la sabbia comunque rimane corpo a se stante.

Adesso faccio qualche esempio per vedere alcune altre differenze tra le due cose.
Se mescolo un liquido bianco con uno nero viene fuori un grigetto, per quanto bianco io verserò il risultato, il composto finale, non diventerà mai bianco, per quanto nero io verserò il composto finale non sarà mai nero assoluto anche se potrà sembrarlo.
Se invece prendo di pietre, una bianca ed una nera, posso solo strofinarle (o sbatterle, che però è un tentativo di strofinio più forte, violento etc) ma non uscirà mai un grigietto.

Se mescolo argento ed oro fusi verrà fuori una lega, se strofino un braccialetto di argento su uno d'oro (ok non saranno mai puri saranno già leghe, ma è un esempio) non verrà fuori una nuova lega.

Quasi quasi mi fermerei un momento, sono certo che qualcuno riesce già ad intravedere una delle leggi che regolano l'universo, come questa si sviluppa nella creazione ed anche come può esserci di aiuto.
Uno non è connesso  
Vecchio 08-03-2010, 15.24.37   #2
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

In effetti anche a prima vista qualcosa si intravede... è il principio sul quale si basa, nel lavoro su se, l'integrazione delle varie parti a formarne una sola. Per integrarle devono essere fluide, se sono solide strofinandole (forse) diventano fluide, ma spesso fanno scintille.
Mi ricordo che tempo fa, da qualche parte, parlavamo proprio di questo a proposito del lavoro su se.

Spostando l'ambito mi viene da iniziare qualche ragionamento sul fatto che l'elemento Acqua è il principale mezzo per la formazione di corpi ed è quello che permette a due materie altrimenti estranee di stare assieme... ma il ragionamento è appena iniziato.

Quel che non capisco è la prima frase: perchè dici che solitamente invertiamo strofinare e mescere? Nel senso che facciamo uno quando dovremmo fare l'altro e viceversa? Ma se dipende dallo stato delle materie non è che ci sia sta gran scelta...

O forse sarebbe da distinguere quali materie va bene strofinare e quali mescere... come dire che se le materie da mescere sono solide è necessario prima fluidificarle senza strofinare (in effetti strofinando si perde un po' di materia) e se le materie da strofinare (ma ce ne sono?) sono fluide c'è da cristallizzarle...
Ray non è connesso  
Vecchio 08-03-2010, 18.41.24   #3
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Mescere è il mettere insieme e confondere tra loro cose diverse per esempio mischiare il vino con acqua usanza Latina.
Strofinare è invece (s)fregare o stropicciare relativo a cose che si vogliono ripulire.
E ho detto tutto
Tutto per quello che io so.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 08-03-2010, 19.05.32   #4
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Cmq non ho ancora capito il tutto, se qualcUno gettasse un ancora gli sarei grato.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 08-03-2010, 23.02.27   #5
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Stasera ho sentito di sfuggita una frase che dato l'argomento non "è caduta per terra" ovvero - la goccia scava la roccia
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 08-03-2010, 23.48.37   #6
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,257
Predefinito

Il titolo del 3d mi fa venire in mente anche qualcosa legata alla magia, alla preparazione di pozioni ottenute mescolando alcuni ingredienti ed altri riti effettuati strofinando due cose assieme o magari una sostanza o un'erba sul corpo di una persona.

Concordo con quanto detto da Ray, sull' integrazione che necessità della fluidità, per esempio.

Quindi dovremmo essere in grado innanzitutto di capire se i "materiali" che abbiamo di fronte sono solidi o fluidi, per poi procedere alla mescolatura o allo strofinamento, cosa non agevole se parliamo di parti di noi.

Mi chiedevo poi dell'utilità dello sfregamento, alla fine sempre due materie rimangono, però l'atto stesso dello sfregare potrebbe portare già qualche effetto, una specie di tensione elettrica che si crea in superficie, che potrebbe magari favorire l'interazione tra due materie che altrimenti tenderebbero a non entrare in relazione.
luke non è connesso  
Vecchio 09-03-2010, 00.07.19   #7
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da luke Visualizza messaggio
Il titolo del 3d mi fa venire in mente anche qualcosa legata alla magia, alla preparazione di pozioni ottenute mescolando alcuni ingredienti ed altri riti effettuati strofinando due cose assieme o magari una sostanza o un'erba sul corpo di una persona.

Concordo con quanto detto da Ray, sull' integrazione che necessità della fluidità, per esempio.

Quindi dovremmo essere in grado innanzitutto di capire se i "materiali" che abbiamo di fronte sono solidi o fluidi, per poi procedere alla mescolatura o allo strofinamento, cosa non agevole se parliamo di parti di noi.

Mi chiedevo poi dell'utilità dello sfregamento, alla fine sempre due materie rimangono, però l'atto stesso dello sfregare potrebbe portare già qualche effetto, una specie di tensione elettrica che si crea in superficie, che potrebbe magari favorire l'interazione tra due materie che altrimenti tenderebbero a non entrare in relazione.
Mi hai fatto pensare all'homo erectus (era quello che sapeva accendere il fuoco se non sbaglio?) lui compiva queste azioni, sfregava due oggetti o di pietra, selce o pietre dette focaie o tramite bastoni ma quella è altra tecnica.
Siamo nella via o sono uscito all'autogrill ?

Ultima modifica di 'ayn soph : 09-03-2010 alle ore 00.20.46. Motivo: una t di troppo
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 09-03-2010, 00.29.34   #8
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Il punto è cosa rende il confine permeabile o impermeabile.
Avere la capacità di modificare la permeabilità permette di ottenere risultati diversi dall'incontro di elementi.

Le due pietre rimarranno una bianca ed una nera in quanto sono impermeabili e la loro essenza non si mescola, la pietra nera non si fonde nella pietra bianca.

Il risultato è che non vi è il terzo elemento grigio composto dalle due pietre.

Allo stesso modo un liquido bianco non potrà mantenersi tale a contatto con un liquido nero. Il risultato è una contaminazione, un grigietto che non sarà mai bianco o nero.

Il risultato è un terzo composto che non avrà più le caratteristiche dei due colori primari.
Grey Owl non è connesso  
Vecchio 09-03-2010, 00.39.30   #9
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Grey Owl Visualizza messaggio
Il punto è cosa rende il confine permeabile o impermeabile.
Avere la capacità di modificare la permeabilità permette di ottenere risultati diversi dall'incontro di elementi.

Le due pietre rimarranno una bianca ed una nera in quanto sono impermeabili e la loro essenza non si mescola, la pietra nera non si fonde nella pietra bianca.

Il risultato è che non vi è il terzo elemento grigio composto dalle due pietre.

Allo stesso modo un liquido bianco non potrà mantenersi tale a contatto con un liquido nero. Il risultato è una contaminazione, un grigietto che non sarà mai bianco o nero.

Il risultato è un terzo composto che non avrà più le caratteristiche dei due colori primari.
Mi sa che ho capito, non è il "ne caldo ne freddo" dell'Apocalisse, non può essere un parallelo? Certo mica sarà proprio il senso ma un parallelo ci potrebbe essere.
Cioè il grano nasce, cresce viene a maturazione (Bianco) e anche la gramigna arriva fino al raccolto (Nero) poi dipende dal materiale......e il gioco è fatto.
O no?
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 09-03-2010, 01.59.48   #10
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,526
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da luke Visualizza messaggio
........

Mi chiedevo poi dell'utilità dello sfregamento, alla fine sempre due materie rimangono, però l'atto stesso dello sfregare potrebbe portare già qualche effetto, una specie di tensione elettrica che si crea in superficie, che potrebbe magari favorire l'interazione tra due materie che altrimenti tenderebbero a non entrare in relazione.
Per accendere un fuoco bisogna strofinare due pietre...
e per lavorare su sè stessi è necessario che il fuoco si accenda.

Anche a me il mescere rimanda al solve in qualche maniera.. se riesco a mescere due elementi , vado a modificare qualche cosa, prima che la materia si risolidifichi, ma per farlo ho bisogno di scaldare e sciogliere.. e per scaldare ho bisogno del fuoco. Senza attrito interno difficilmente il fuoco si accende..
RedWitch non è connesso  
Vecchio 09-03-2010, 09.49.29   #11
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
Per accendere un fuoco bisogna strofinare due pietre...
e per lavorare su sè stessi è necessario che il fuoco si accenda.

Anche a me il mescere rimanda al solve in qualche maniera.. se riesco a mescere due elementi , vado a modificare qualche cosa, prima che la materia si risolidifichi, ma per farlo ho bisogno di scaldare e sciogliere.. e per scaldare ho bisogno del fuoco. Senza attrito interno difficilmente il fuoco si accende..
Allora intanto non si capisce il soggetto, ovvero chi fa l'azione, mi spiego:
ci sono (se ho capito) almeno 3 +1 (?) elementi di cui uno certamente è liquido, l'altro solido (ma forse è meglio dire entrambi liquidi), poi c'è il terzo elemento ovvero il fuoco (energia) e non ho capito se si delinea un altro ancora, identificabile nell'osservatore, oppure questi è incorporato nei tre o meglio nell'ultimo.
Scusate ma l'italiano non lo capisco, mi sfugge il soggetto (no non sono extracomunitario) di chi stiamo parlando? Può sembrare scontato ma ammetto che è così.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 09-03-2010, 10.57.59   #12
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,526
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 'ayn soph Visualizza messaggio
Allora intanto non si capisce il soggetto, ovvero chi fa l'azione.........
Sì scusa evidentemente non è chiaro , perchè sono confusa anche io, era un tentativo di vedere il Mescere e Strofinare applicato al lavoro su sè stessi.

Ci riprovo. Il soggetto è un essere umano che decida che vuol cambiare sè stesso, perchè si accorge che in lui ci sono cose che non vanno. Per farlo, è necessario che si metta in gioco, e che sia disposto a cambiare realmente e nel profondo.
Quello che avviene all'interno dell' essere umano che cerca di diventare Individuo, è una trasformazione più o meno continua, che avviene attraverso dei processi, si sciolgono le cristallizzazioni esistenti per poter effettuare il cambiamento, ma per farlo è necessario appunto sciogliere queste cristallizzazioni, ed è necessario scaldarle in qualche maniera, così come avviene per i metalli, in modo da formare una nuova "lega" , che via via andrà ancora modificata (altri solve, altri coagula).. questo è circa quello che avviene, in base alla mia esperienza, all'interno del soggetto (uomo) che decida di cambiare, e stavo cercando di capire se il discorso potesse incastrarsi con l'argomento del Thread.

I termini non sono sicuramente i più adatti, ma spero che si capisca un po' meglio adesso.
RedWitch non è connesso  
Vecchio 09-03-2010, 11.31.28   #13
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
Sì scusa evidentemente non è chiaro , perchè sono confusa anche io, era un tentativo di vedere il Mescere e Strofinare applicato al lavoro su sè stessi.

Ci riprovo. Il soggetto è un essere umano che decida che vuol cambiare sè stesso, perchè si accorge che in lui ci sono cose che non vanno. Per farlo, è necessario che si metta in gioco, e che sia disposto a cambiare realmente e nel profondo.
Quello che avviene all'interno dell' essere umano che cerca di diventare Individuo, è una trasformazione più o meno continua, che avviene attraverso dei processi, si sciolgono le cristallizzazioni esistenti per poter effettuare il cambiamento, ma per farlo è necessario appunto sciogliere queste cristallizzazioni, ed è necessario scaldarle in qualche maniera, così come avviene per i metalli, in modo da formare una nuova "lega" , che via via andrà ancora modificata (altri solve, altri coagula).. questo è circa quello che avviene, in base alla mia esperienza, all'interno del soggetto (uomo) che decida di cambiare, e stavo cercando di capire se il discorso potesse incastrarsi con l'argomento del Thread.

I termini non sono sicuramente i più adatti, ma spero che si capisca un po' meglio adesso.
Alla perfezione Red ok almeno ho chiaro il soggetto (scusate ma le aquile sono state anche pulcini ).
Allora se ho capito bene se io volessi intraprendere un tipo di lavoro interiore (passiamo questo termine) dovrò fare mente locale e indirizzarmi o usare l'energia per sciogliere e coagulare allo stesso tempo (l'azione sarebbe unica ma frazionata?) sostanze che altrimenti non sarebbero utilizzabili nel giusto modo e/o allo scopo. Me lo sono andato a guardare (non mi aveva interessato prima d'ora), e vorrei capire a cosa ci si riferisca: se ad una lega del tipo eutettica o invece a metalli con diversa consistenza, diciamo uno solido e l'altro meno solido.
Oppure tra solido e liquido

Ultima modifica di 'ayn soph : 09-03-2010 alle ore 11.57.39.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 09-03-2010, 12.23.30   #14
stella
Organizza eventi
 
L'avatar di stella
 
Data registrazione: 09-04-2006
Messaggi: 2,193
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
E' una delle cose che nella vita di tutti i giorni spesso invertiamo.
Imparare a distinguere quando occorre una e quando occorre l'altra è utilissimo in tutti i settori della vita e anche nelle cose dello Spirito e dell'Esoterismo.
Per esempio succede quando mi rifiuto di ascoltare, quando invece dovrei, in un dialogo... quindi le due persone non si incontrano veramente e non effettuano uno scambio, anzi possono facilmente entrare in attrito, specie se pensano entrambe di avere ragione... ma se usiamo proprio il termine strofinare, l'azione stessa lascia qualcosa nell'altro, un contatto, che dai oggi dai domani se era sporco un po' alla volta si pulisce, mentre la parte strofinante si consuma e si logora nella misura che l'altro si pulisce.
Ma lo strofinante deve essere per forza più tenero se no non riesce...
Insomma indurendoci diventiamo impermeabili, intenerendoci possiamo effettuare degli scambi ed evolvere.

Poi mi viene in mente la terra, che se non bagnata è secca e dura come la roccia ma se innaffiata e seminata produce la vita.
stella non è connesso  
Vecchio 09-03-2010, 13.37.46   #15
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Esempio banale gli Archi dell'Orchestra sono strumenti a corde strofinate, io suono (sfrego) attraverso un prolungamento di me stesso, (l'archetto) le corde del Violino, che a loro volta vengono amplificate dalla cassa Armonica dello stesso la quale infine produce una frequenza di vibrazione chiamata suono.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 12-03-2010, 19.01.05   #16
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,630
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Quel che non capisco è la prima frase: perchè dici che solitamente invertiamo strofinare e mescere? Nel senso che facciamo uno quando dovremmo fare l'altro e viceversa? Ma se dipende dallo stato delle materie
non è che ci sia sta gran scelta...

Esatto intendo che facciamo uno quando dovremmo fare (o meglio che ci occorre fare) l'altro e viceversa.
Dipende dallo stato della materia si, per questo quando possiamo dovremmo alterarlo, quando non possiamo dovremmo cercare quello utile.
Quote:

O forse sarebbe da distinguere quali materie va bene strofinare e quali mescere... come dire che se le materie da mescere sono solide è necessario prima fluidificarle senza strofinare (in effetti strofinando si perde un po' di materia) e se le materie da strofinare (ma ce ne sono?) sono fluide c'è da cristallizzarle...
Esatto, come dicevo sopra, non ci sono materie che è bene in assoluto mescere o strofinare, dipende dalle circostanze e dalle combinazioni.

Io ho portato ai minimi termini la cosa: due materiali ed un unico fine. Però a volte, praticamente sempre arriviamo (o dovremmo arrivare) al risultato tramite un'azione composta.
Lo strofinare due materie può rendere fluida una terza che ci occorre per mesciarla con un'altra.
Certe materie mescolate danno vita ad una terza solida con un raffredamento etc....

-----------
Si Luke ci sono principi della magia, dell'alchimia, di psicologia etc.. praticamente tutto, in sostanza è uno dei principi universali base da cui poi derivano altri.

------------
Il quesito di Grey è interessante anche se sarà complicato da definire in pratica, ci proveremo.
Uno non è connesso  
Vecchio 12-03-2010, 19.20.00   #17
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,949
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
E' una delle cose che nella vita di tutti i giorni spesso invertiamo.
Imparare a distinguere quando occorre una e quando occorre l'altra è utilissimo in tutti i settori della vita e anche nelle cose dello Spirito e dell'Esoterismo.

Figurativamente avrete già chiaro che per mescere due cose queste debbono trovarsi allo stato liquido mentre per strofinarle debbono essere allo stato solido. Per la precisione più che di liquido e di solido dobbiamo parlare di stati della materia in cui almeno una delle sostanza coinvolte ha un confine impermeabile oppure no. Per esempio posso strofinare la sabbia su una pietra perchè la pietra non permette alla sabbia di penetrare anche se la sabbia non è un solido unito. Se la pietra penetra la sabbia comunque rimane corpo a se stante.

Adesso faccio qualche esempio per vedere alcune altre differenze tra le due cose.
Se mescolo un liquido bianco con uno nero viene fuori un grigetto, per quanto bianco io verserò il risultato, il composto finale, non diventerà mai bianco, per quanto nero io verserò il composto finale non sarà mai nero assoluto anche se potrà sembrarlo.
Se invece prendo di pietre, una bianca ed una nera, posso solo strofinarle (o sbatterle, che però è un tentativo di strofinio più forte, violento etc) ma non uscirà mai un grigietto.

Se mescolo argento ed oro fusi verrà fuori una lega, se strofino un braccialetto di argento su uno d'oro (ok non saranno mai puri saranno già leghe, ma è un esempio) non verrà fuori una nuova lega.

Quasi quasi mi fermerei un momento, sono certo che qualcuno riesce già ad intravedere una delle leggi che regolano l'universo, come questa si sviluppa nella creazione ed anche come può esserci di aiuto.
Per mescere ci vuole il fuoco lo strofinare invece lo crea.
Cercavo esempi nella vita di tutti i giorni ma a parte Stella non ce ne sono altri.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 05.07.46.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271