Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Piazza > Manifestazione pacifica del nostro volere > Gogna

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 20-09-2008, 22.20.46   #1
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,171
Predefinito Un bambino che non si è sbrigato

Sapete che generalmente non copio contenuti interamente e non cito facilmente, ma questa volta lo voglio fare per dare risalto ad un fatto che ho scoperto solo ora a circa una settimana di distanza dal fatto.
Come spesso accade stavo cercando altro (o forse cercavo proprio questo) quando un post di un blog (http://blackcat.bloggy.biz/archive/3280.html) ha attirato la mia attenzione, ve lo copio pari pari

Citazione:
Email che fanno male.

Alla CA. Gentile Direzione Carrefour di Assago
Mi chiamo Barbara e sono la mamma orgogliosa di un bambino autistico di quattro anni.
Nel Vostro sito, leggo della Vostra missione e soprattutto del Vostro impegno nel sociale.
La nostra capacità di integrarci con il territorio in cui siamo presenti, di comunicare con le istituzioni locali e di sostenere progetti sociali e associazioni umanitarie si riscontra attraverso azioni concrete:
• Finanziamento della ricerca contro alcune malattie del XXI secolo
• Sostegno alla giornata nazionale indetta dal Banco Alimentare per la raccolta di generi alimentari
• Sostegno di iniziative umanitarie di vario tipo”

Lasciatemi dire che oggi nel punto vendita di Assago avete sfiorato la discriminazione punibile per legge.
Era previsto un evento che mio figlio aspettava con ansia: il tour delle auto a grandezza reale del film Cars.
Vestito di tutto punto con la sua maglietta di Cars, comprata DA VOI, oggi l’ho portato, emozionatissimo, ad Assago. Vista la posizione di Saetta, ci siamo avvicinati per fare una foto. Click, click, click, bimbo sorridente a lato della macchina. Avevate previsto un fotografo, sui sessant’anni, sembrava un rassicurante nonno con una digitale da 2000 euro, collegata a un pc dove un quarantacinquenne calvo digitalizzava un volantino carinissimo con le foto dei bimbi di fronte a Saetta, stampate all’interno della griglia di un finto giornale d’auto. Una copertina, insomma, che i bimbi chiedevano a gran voce e avrebbero poi incorniciato in una delle costose cornici in vendita nel Vostro reparto bricolage. Chiaramente, il mio biondino, che purtroppo per la sua malattia non parla (ancora), mi ha fatto capire a gesti che gli sarebbe piaciuto. Per quale ragione non farlo? Semplice, lo avrei capito dopo poco.
Attendo il turno di mio figlio, con estrema pazienza, e senza disturbare nessuno. Ci saranno stati una ventina di bambini, non di più. Non cento, una ventina.
Arriva il turno del mio piccolo, e non appena varca la transenna, resta il tempo di ben DUE SECONDI girato verso il suo idolo a grandezza naturale, invece di fissare l’obiettivo del fotografo. Mi abbasso, senza dar fastidio alcuno, scivolo sotto la corda e da davanti, chiedo a mio figlio di girarsi. Il fotografo comincia ad urlare “Muoviti! Non siamo mica tutti qui ad aspettare te” Mio figlio si gira, ma non abbastanza secondo il “professionista”. Gli chiedo “Per favore, anche se non è proprio dritto, gli faccia lo stesso la foto…” “Ma io non ho mica tempo da perdere sa? Lo porti via! Vattene! Avanti un altro, vattene!” Un bambino a lato urla “Oh, mi sa che quello è scemo” e il vostro Omino del Computer, ridendo “Eh, si! Vattene biondino, non puoi star qui a vita!” Mio figlio, che non è SCEMO, non parla ma capisce tutto, sentendosi urlare dal fotografo, da quello che digitalizzava le immagini e dalla claque che questi due individui hanno sollevato ed aizzato, si mette a piangere, deriso ancora dal fotografo che lo fa scendere dal piedistallo di fortuna che avete improvvisato davanti alla macchina, facendolo pure inciampare. A nulla valgono le imbarazzate scuse della guardia giurata,che poco prima aveva tranquillamente familiarizzato con mio figlio. L’umiliazione che è stata data dai Vostri incaricati, che avrebbero dovuto lavorare con i bambini, a un piccolo di quattro anni che ha la sfortuna di avere una sindrome che poco gli fa avere contatto visivo con il resto del mondo e non lo fa parlare, è stata una cosa lacerante. In lacrime, con il torace scosso dai singhiozzi, umiliato, deriso, leso nella propria dignità di bambino non neurotipico. Una signorina, con la Vostra tshirt, mi si è avvicinata per chiedermi cosa fosse successo. Alla mia spiegazione, dopo averle detto che il piccolo aveva una sindrome autistica, mi ha detto “Ma se non è normale non lo deve portare in mezzo alla gente“.
Son stata talmente male da non riuscire a reagire, ho dovuto uscire all’aria aperta, con il bambino piangente, per prendere fiato dopo tanta umiliazione.
Ho pianto. Dal dolore.
Questo è l’articolo 2 comma 4 della legge 67 del 1 Marzo 2006, a tutela dei soggetti portatori di handicap:
-Sono, altresì, considerati come discriminazioni le molestie ovvero quei comportamenti indesiderati, posti in essere per motivi connessi alla disabilità, che violano la dignità e la libertà di una persona con disabilità, ovvero creano un clima di intimidazione, di umiliazione e di ostilità nei suoi confronti.
Vorrei sapere come intendete agire, se con una scrollata di spalle come i Vostri dipendenti, di fronte a un trauma che avete fatto subire ad un bambino che già dalla vita è messo ogni giorno a dura prova.
Manderò questa mail in copia alla segreteria dell’onorevole Carfagna, e alla redazione di Striscia la Notizia, oltre a pubblicarla sul mio sito personale.
Tacere non ha senso, e ancora minor senso hanno le umiliazione che io e mio figlio abbiamo subito oggi.
Firma.
Il fatto è, purtroppo, realmente accaduto, ce n'è conferma anche su un forum del Carrefour, inoltre la signora ha lasciato riferimenti sulla sua persona ad un noto blog che si è prefissato il compito di denunciare tutte le panzane online.
Non so neanche se serve commentare... volevo farlo sapere a più persone possibili.
Sono certo che non tutti quelli che lavorano in quel centro commerciale siano come quelle 3 persone, anche ammetto che 3 dipendenti (o professionisti ingaggiati per svolgere un lavoro) non sono e non rappresentano il centro commerciale, però la direzione di quest'ultimo ha il dovere di prendere provvedimenti affinchè queste persone si ricordino per tutta la vita quello che hanno fatto con la loro superficialità ed insensibilità e che se abbiano ancora l'occasione di trovarsi in situazioni simili stiano più attente, se non altro per non rimetterci se proprio non riescono a farlo per poter arrogare il diritto di chiamarsi esseri umani.

Dopo questa mail l'epilogo che dimostra invece l'umanità e la dignità di questa signora

Citazione:
Oggi ho parlato con Carrefour. Per la precisione con la Dott.ssa Augenti e il Dottor Brambilla, amministratore delegato di Carrefour Italia.
Abbiamo parlato, chiarito gli eventi (ho solo dato una descrizione della “signorina” per meglio favorirne l’identificazione da parte loro) e mi è piaciuta una frase dell’AD “Non vogliamo insabbiare il caso, ma farne un evento per far sì che non si ripeta e che tutto il nostro personale stia più attento”. Mi è parso un buon intento, che spero e mi auguro si traduca in fatti.
La telefonata in sostanza è stata molto cordiale. Io, a conti fatti, contro Carrefour non ho nulla. E non ce l’ho nemmeno con i tre poveretti (potrei dire molto peggio ma mi autocensuro) che probabilmente dietro le loro spalle hanno anche una famiglia da mantenere, che non deve certo risentirne delle cavolate che hanno combinato. Carrefour mi ha dato un carnet di alternative di risarcimento “morale” per Alexander. Purtroppo però non credo di poterlo ributtare in una situazione fotocopia di un avvenimento doloroso così presto. Anche la terapista e la neuropsichiatra concorderanno con me che le cose gli vanno spiegate e vanno interiorizzate, lui ha i suoi tempi, che sono più lunghi di quelli di altri bambini.
Su alcune cose però sono irremovibile. Voglio il nome del fotografo. Voglio parlargli, anche via email, non mi interessa il contatto fisico. So che alla richiesta di una relazione scritta sull’accaduto (richiesta da Carrefour) sia lui che l’altro hanno dichiarato che “non si sono accorti di nulla di strano”. Ecco, io glielo farei, gentilmente, notare a posteriori, con l’aplomb che mi caratterizza.
Un’altra cosa che vorrei, al posto di qualsiasi risarcimento nei miei confronti, è che Carrefour indicesse una raccolta fondi per un’associazione di ricerca che si occupi di studiare l’autismo. Grazie al cielo, mio marito lavora come un mulo per garantirci uno standard di vita dignitoso, non ho bisogno di omaggi, buoni sconto o di richiedere risarcimenti. Mio figlio è un bambino più fortunato di altri. La sua voce è stata sentita anche se le sue corde vocali non l’hanno fatta uscire. E so che aiutare gli altri sarà una cosa che da grande lo renderà fiero. Come rende orgogliosa la sua mamma, ogni volta che si veste in arancione.
Ho messo alla gogna il fatto e ci metto anche i tre tizi (i due fotografi tra l'altro hanno confermato quanto zombie sono)... ma dovrei aprire un post in premiazioni per la Signora Barbara.
Uno non è connesso  
Vecchio 20-09-2008, 22.49.31   #2
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

Giusta la gogna e giusto il premio...A volte mi chiedo se queste cose accadono per ignoranza o cattiveria...in un caso o nell' altro manca totalmente il senso civico e l' educazione ma soprattutto manca il lato umano ed è tristissimo che non un uomo ma ben tre abbiamo mostrato solo il lato bestiale...La signora ha fatto "rumore" giustamente..forse per questo ha ricevuto le scuse..altri invece per mille motivi incassano e soffrono..
Non mi rassegno ad un certo tipo di abuso di potere
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 20-09-2008, 23.13.01   #3
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,627
Predefinito






Per bimbi speciali ci sono mamme speciali.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
Vecchio 21-09-2008, 00.20.07   #4
Astral
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Astral
 
Data registrazione: 01-08-2006
Residenza: Roma
Messaggi: 3,424
Predefinito

L'argomento non è cosi scontato, ci sono casi e casi, in alcuni casi si manca di umanità, il altri casi però alcuni soggetti vanno messi sotto controllo. ve li cito:

Posso comprendere che tutti non sono preparati, noi in parrocchia avevamo un bambino autistico, che purtroppo lo stesso prete ha preso e a tolto ai bambini del centro estivo poichè faceva casino.
In questo caso però il bambino urlavo e dava schiaffi, e quindi magari ci stava pure in quel caso.

Nel medesimo caso però non c'è niente che mi fa pensare alla pericolosità del bambino, ma soltanto ad una scortesia del fotografo.
Devo dire che in questo paese manca sia l'educazione, sia l'educazione civica nelle scuole, siamo troppo abituati al nostro piccolo mondo ristretto fatto di corsa al guadagno e di tempo che si perde, piuttosto che all'apertura verso gli altri.

A proposito di bestialità: non so se è un retaggio animale quello di cercare di eliminare o aggredire chi è piu debole di noi, come fanno certi uccelli che buttano dal nido, i cuccioli con qualche malformazione.

Sta di fatto che noi umani, dovremmo essere molto più evoluti sotto sto punto di vista, invece qualche vecchio retaggio mi sembra che ce lo portiamo dietro.

P.S: Non voglio sembrare polemico col genere umano
Astral non è connesso  
Vecchio 21-09-2008, 12.59.20   #5
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,376
Predefinito

Non c'è molto da dire davanti a situazioni del genere... certi livelli di superficialità lasciano senza fiato, e spero che i provvedimenti più o meno seri che verranno presi per queste persone, permettano loro di non dimenticare quello che hanno fatto, nessun risarcimento potrà cancellare quell'episodio che ha vissuto il piccolo.
RedWitch non è connesso  
Vecchio 21-09-2008, 13.46.04   #6
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,478
Predefinito

Non c'è molto da dire no, ma farla girare sicuramente muove qualcosa almeno nel modo di educare i figli.
Io credo che i dipendenti di un centro commerciale siano talmente troppo a contatto con il pubblico di ogni genere che sviluppano una sorta di callo... di insensibilità al rapporto umano. Così vengono fuori certi atteggiamenti. Certo che devi essere predisposto e non è una scusante ma cerco di trovare un motivo ad una risposta del genere.

Grande la mamma che non si arrende alla rabbia ma agisce e cerca di tutelare i diritti del figlio e di conseguenza di chi come lui potrebbe trovarsi in una situazione del genere.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 21-09-2008, 14.42.04   #7
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,627
Predefinito

Ieri sera non ero nello stato d'animo da intervenire a parole, mi sono immedesimata e quindi ho preferito tacere.

Per quanto riguarda le persone coinvolte direi che non hanno saputo fare il loro lavoro con il massimo impegno, io posso capire che ognuno è fatto a suo modo ma sul posto di lavoro tu devi rappresentare chi ti paga, chi ti da lo stipendio e non ti puoi e devi permettere di mettere in "gioco" quelle che sono le tue personali mancanze.

Un tempo se non agivi in questo modo il posto di lavoro lo perdevi. Oggi si sta cercando di ritornare a questo modus con il "customer care" che è la cura del cliente ora le grandi aziende cercano di ovviare al problema con questi corsi, in modo che se uno non ha dentro di se la cura degli altri, gli venga insegnato un modus per porsi verso gli altri. Che assomiglia un po' a quel detto: "Il cliente ha sempre ragione" di un tempo.

Inoltre se si ha a che vedere con il contatto con i bambini piccoli direi che il personale incaricato andrebbe altamente e severamente selezionato, uno deve avere determinate capacità e qualità, la selezione da parte dell'azienda non può soprassedere a questo perchè essa stessa ne è in primis responsabile.

Sul signore in questione non voglio dire nulla, sarei sgradevole, perchè al di là che il bimbo era/è autistico tu non ti puoi permettere un atteggiamento di quel genere se non con del bestiame e allora tanto vale che cambi mestiere o non accetti di fare lavori sopra le tue capacità/possibilità.

L'addetta in causa in quanto donna avrebbe dovuto possedere almeno una sensibilità maggiore ma oltre a non coprire le qualità richieste sopra di "customer care" mi pare ne abbia, anche lei, altre assai più gravi.

Un danno come questo, di questo tipo, non è risarcibile, non c'è la macchina del tempo che torna indietro e cambia quello che è stato.

Ci sono Angeli in cielo e Angeli in terra Essi sono qui per (tentare di) aiutare chi ne ha bisogno sempre che si abbiano le "orecchie" per intendere, questa mamma ha inteso e intende bene e comunica con il Cuore, spero che tutto ciò sia recepito e serva ad aprire il cuore e di conseguenza le orecchie a quelle due persone e all'azienda e a tutti quelli che saranno in grado di ascoltare il messaggio.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Le figure fondamentali per un bambino Uno Psicologia moderna e antica 10 26-03-2008 11.05.16
Nutrizione del bambino griselda Psicologia moderna e antica 6 25-01-2008 22.59.21
La Natività del bambino interiore Sole Esoterismo 15 16-01-2008 01.04.00


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 01.27.46.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271