Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Piazza > Discorsi da Comari

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 16-05-2007, 16.19.09   #1
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito Ma e' cosi' difficile parlare facile?

Mi domando se e' cosi' "difficile" parlare "facile"?

Lo dico in piazza tra noi comari del paese... mi domando questo perche' a volte ho come l'impressione che in certe discussioni si tenda a complicare un concetto invece di renderlo piu' "digeribile" alla maggior parte dei lettori... io per primo.

E' possibile parlare facile rispetto ad argomenti "difficili"?

Noto che in alcuni casi si mettono frasi troncate o mezze frasi che non aiutano la comprensione del concetto anzi... mi ritrovo a pensare "che avra' voluto dire?"

Parlo di una mia sensazione riguardo a certi scritti criptici, ermetici...

Su certi argomenti serve una preparazione a monte... (va' di moda dire background culturale)... ma non e' sempre cosi'... anzi a volte non serve altro che aver vissuto abbastanza anni su questa crosta per poter comprendere...

A volte si fanno citazioni di nicchia (passatemi l'assurdita') che in pochi comprendono... ma allora che serve scrivere se poi in pochi comprendono?

Il rischio e' di rimanere spaventati da tanto sapere che poi magari con un piccolo sforzo (anche da parte di chi scrive) risulterebbe il sapere di altri... di tutti.

Eppoi quali sono questi argomenti difficili?... in verita' non ve ne sono... se a trattarli ci si "sforzasse" di renderli piu' chiari... ovviamente senza stravolgerne il contenuto.

Grey Owl non è connesso  
Vecchio 16-05-2007, 16.52.07   #2
milsan
Utente Cancellato
 
L'avatar di milsan
 
Data registrazione: 17-01-2006
Residenza: Genova
Messaggi: 88
Predefinito

Credo Grey, che si riesca a spiegare in maniera semplice solo quello che si è compreso appieno.
Questo forum tenta di trattare un lato della vita per nulla di facile comprensione e dando per scontata la buona volontà di tutti i partecipanti, ne risulta che nessuno a compreso appieno quello che spiega.
E non potrebbe essere altrimenti ....o non sarebbero qui..
Un mio insegnante delle superiori soleva ripetere spesso:
Si insegna quello che piu' si ha bisogno di comprendere...
un abbraccio a tutti...
milsan non è connesso  
Vecchio 16-05-2007, 16.53.10   #3
MaxFuryu
Cittadino/a Stabile
 
L'avatar di MaxFuryu
 
Data registrazione: 03-04-2005
Messaggi: 425
Predefinito

Concordo, quasi sempre basterebbe impegnarsi un minimo a scrivere chiaramente.
Però non sempre lo vedo possibile, quando si parla di argomenti "propri", del frutto dei propri pensieri, il fatto di scrivere/dire quello che si percepisce a volte mi sembra impossibile, ci vuole una certa bravura per descrivere a parole una cosa che non centra nulla con le parole (o con le parole del nostro linguaggio).
Secondo me a volte dire direttamente e chiaramente una cosa a chi non l'ha mai provata è lo stesso che non dire nulla, invece il lasciare intendere a chi può capire equivale a parlare chiaramente, forse è un pò come per le poesie, per chi le capisce non esiste descrizione più appropiata.
certo, questa del lasciare intendere è molto spesso abusata, sono sicuro di aver visto casi in cui chi lo fa non sa nemmeno lui cosa vuole dire °_°
si potrebbe anche parlare di questo magari, in ogni caso il lasciare intendere una cosa lascia un grosso spazio alla soggettività di chi ascolta e se fatto bene può essere anche un'aiuto.
MaxFuryu non è connesso  
Vecchio 16-05-2007, 17.02.45   #4
MaxFuryu
Cittadino/a Stabile
 
L'avatar di MaxFuryu
 
Data registrazione: 03-04-2005
Messaggi: 425
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da milsan Visualizza messaggio
o non sarebbero qui..


A parte che se fosse così semplice neanche esisterebbe il forum,
ti posso fare una domanda? ma tu di solito, rileggi quello che scrivi? mi pare tutto contraddittorio, a partire dal fatto che se tu scrivi qui vuol dire che ci sei anche tu, a finire nella tua bellissima e ultima frase messa dopo una "semplice" spiegazione
MaxFuryu non è connesso  
Vecchio 16-05-2007, 17.34.00   #5
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,243
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da milsan Visualizza messaggio
Credo Grey, che si riesca a spiegare in maniera semplice solo quello che si è compreso appieno.
Questo forum tenta di trattare un lato della vita per nulla di facile comprensione e dando per scontata la buona volontà di tutti i partecipanti, ne risulta che nessuno a compreso appieno quello che spiega.
E non potrebbe essere altrimenti ....o non sarebbero qui..
Un mio insegnante delle superiori soleva ripetere spesso:
Si insegna quello che piu' si ha bisogno di comprendere...
un abbraccio a tutti...
Ah è per questo che non partecipi molto?


A parte gli scherzi, c'è molto vero... cercando di comunicare realmente (insegnare mi sembra eccessivo) si impara molto, a me dispiace molto per quelli che fuggono (non mi sto riferendo a te, anche, ma non solo) dalle difficoltà che di proposito semino e non parlo di linguaggio, ma non posso fare altrimenti...

(da qua in poi parlo in generale Milsan non c'entra nulla)
E' pieno di siti in cui inserire immagini, video, poesie e chissà cos'altro.... tutto pur di non mettere nulla di se stessi, di mascherarsi ancor meglio, anche se ci si vuole illudere che così ci si esprime.... prendo un video da una parte e lo linko tra i miei preferiti, prendo un'immagine dall'altra e la metto nel profilo... e siti si riempiono di aria pure duplicata senz'anima...
poi qualcuno vede Ermopoli.... caspita!!!
Che grigio... spetta che arrivo io ad illuminare... se parlano semplice gli faccio le Lesson, se parlano complicato gli parlo di amore incondizionato ma piazzo un paio di post scopiazzati in cui se va bene metto solo IO IO IO se no voglio a tutti i costi inserire il link del MIO sito... ah ma io AMO... Incondizionatamente poi...
Opss.... c'è Uno il cerbero che non mi permette di "amare" in questo modo? Allora scappo... sono una setta questi... vogliono farmi il lavaggio del cervello, ma io non vedo perchè mi sono avvicinato a loro.

questo era un esempio di qualcosa che potevo scrivere che molti nel tempo hanno fatto, fanno e faranno... pazienza
Ogni tanto qualcuno con gli stessi nostri scopi arriva... a volte spia da lontano a lungo (questo posso comprenderlo) altre volte meno... dipende da vari fattori che nessuno può controllare.

ciao Milsan
Uno non è connesso  
Vecchio 16-05-2007, 17.42.53   #6
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,243
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da MaxFuryu Visualizza messaggio
Concordo, quasi sempre basterebbe impegnarsi un minimo a scrivere chiaramente.
Però non sempre lo vedo possibile, quando si parla di argomenti "propri", del frutto dei propri pensieri, il fatto di scrivere/dire quello che si percepisce a volte mi sembra impossibile, ci vuole una certa bravura per descrivere a parole una cosa che non centra nulla con le parole (o con le parole del nostro linguaggio).
Secondo me a volte dire direttamente e chiaramente una cosa a chi non l'ha mai provata è lo stesso che non dire nulla, invece il lasciare intendere a chi può capire equivale a parlare chiaramente, forse è un pò come per le poesie, per chi le capisce non esiste descrizione più appropiata.
certo, questa del lasciare intendere è molto spesso abusata, sono sicuro di aver visto casi in cui chi lo fa non sa nemmeno lui cosa vuole dire °_°
si potrebbe anche parlare di questo magari, in ogni caso il lasciare intendere una cosa lascia un grosso spazio alla soggettività di chi ascolta e se fatto bene può essere anche un'aiuto.
Sembrerà una scusa... ma a volte non esistono le parole, lingue antiche ne avevano di più appropriate (e così complicheremmo di più), lingue praticamente sconosciute oggi ne avevano di esatte....
Allora perchè scriverne? Perchè se si incontrano due sforzi uno per cercare di esprimere l'inesprimibile, l'altro per cercare si afferrare l'inespresso capitano i miracoli... che non sono poi comprendere la nozione in se... i miracoli sono quella fratellanza, amore etc etc, trovare un punto di incontro... che si vorrebbe attuarsi mentre magari noi ci prendiamo a sediate.... e comunque aspettando che si muovano gli altri, solo gli altri

ma ancora una volta non so quanta percentuale di quello che volevo dire potrebbe passare
Uno non è connesso  
Vecchio 16-05-2007, 19.42.25   #7
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

il punto d' incontro potrebbe essere di mostrare
il proprio lato "semplice"....non quello "dotto"
quando c'è...( )

sono daccordo che non tutto è comprensibile per
chi non ha basi a monte (sono tra questi)....
cercando però di "parlare facile" si invoglia chi ascolta
ad impegnarsi maggiormente e non fuggire
rincorsi da paroloni complicati...certo questo qualcuno
deve metterci del suo...mica deve vivere di rendita!
in fin dei conti nulla è facile...e nessuno chiede
il tappeto rosso....ma nemmeno "buche nel terreno"
le parabole raccontavano cose semplici di situazioni
semplici.....raccontavano allo stesso tempo situazioni
"più importanti"...che solo chi sapeva leggere tra le righe
comprendeva a pieno.....ma intanto chi non ci arrivava
iniziava a farsi domande... no?

per come la penso...per arrivare a 10 si parte da 1 e
poi 2 ecc...ecc.....

che ho detto? mi sa che sto adottando il politichese
che nessuno capisce...tantomeno io
__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 16-05-2007, 21.41.12   #8
MaxFuryu
Cittadino/a Stabile
 
L'avatar di MaxFuryu
 
Data registrazione: 03-04-2005
Messaggi: 425
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da milsan Visualizza messaggio
Credo Grey, che si riesca a spiegare in maniera semplice solo quello che si è compreso appieno.
Questo forum tenta di trattare un lato della vita per nulla di facile comprensione e dando per scontata la buona volontà di tutti i partecipanti, ne risulta che nessuno a compreso appieno quello che spiega.
E non potrebbe essere altrimenti ....o non sarebbero qui..
Un mio insegnante delle superiori soleva ripetere spesso:
Si insegna quello che piu' si ha bisogno di comprendere...
un abbraccio a tutti...
Ti ho riletto dopo e mi sono accorto di averti interpretato male, mi dispiace, ti volevo chiedere scusa quindi...
MaxFuryu non è connesso  
Vecchio 16-05-2007, 23.11.38   #9
milsan
Utente Cancellato
 
L'avatar di milsan
 
Data registrazione: 17-01-2006
Residenza: Genova
Messaggi: 88
Predefinito

Non hai nulla di cui scusarti Max, tra l'altro hai ragione, non rileggo mai quello che scrivo.

Ciao Uno
milsan non è connesso  
Vecchio 16-05-2007, 23.51.44   #10
Faltea
Partecipa agli eventi
 
Data registrazione: 18-03-2007
Messaggi: 1,164
Predefinito

Sarà perché io sono un po' strana, ma quando leggo qualcosa di "difficile" automaticamente si scatena la voglia di comprendere, magari rileggo e non capisco ancora, mollo e poi riprendo dopo un po'.. ore .. giorni..
Poi è la sostanza del post che conta non le parole in esso contenute.
Per quanto difficile possa essere un post, il concetto di base lo si coglie, magari non appieno, non totalmente... ma quel tanto che è sufficente per capire e rispondere se interessa...
O no?
notte...
Faltea non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 00.24.22   #11
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Faltea Visualizza messaggio
Sarà perché io sono un po' strana, ma quando leggo qualcosa di "difficile" automaticamente si scatena la voglia di comprendere, magari rileggo e non capisco ancora, mollo e poi riprendo dopo un po'.. ore .. giorni..
Poi è la sostanza del post che conta non le parole in esso contenute.
Per quanto difficile possa essere un post, il concetto di base lo si coglie, magari non appieno, non totalmente... ma quel tanto che è sufficente per capire e rispondere se interessa...
O no?
notte...
Eh, tu sei "nuova" del forum e quindi forse non ti rendi conto di che effetto mi può fare questo tuo post... comunque:

vuoi sposarmi?


PS: pensaci pure con calma, anche molte vite...
Ray non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 00.40.17   #12
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Il limite di non saper parlare facile in un sito dove la regola n. 1 è l'amicizia mi sembra evidente. Non ho detto che qui si parla difficile.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 01.18.41   #13
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,243
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 'ayn soph Visualizza messaggio
Il limite di non saper parlare facile in un sito dove la regola n. 1 è l'amicizia mi sembra evidente. Non ho detto che qui si parla difficile.
Se è per questo siamo amici anche se spesso non capisci quello che dico che aggiunto a quando fai finta di non capire per un'altro potrebbe essere snervante, io invece ti "manderebbi" un abbraccio di luce (di quelli molto calorosi) guarda un pò
Se tu sei un diesel e io un 16 valvole a benzina che problema c'è? Non siamo mica su un circuito di gara... l'unica cosa che conta è se ci stiamo facendo un giretto insieme... poi se tu non arrivi intanto guardo i negozi.

Uno non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 12.47.04   #14
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Se è per questo siamo amici anche se spesso non capisci quello che dico che aggiunto a quando fai finta di non capire per un'altro potrebbe essere snervante, io invece ti "manderebbi" un abbraccio di luce (di quelli molto calorosi) guarda un pò
Se tu sei un diesel e io un 16 valvole a benzina che problema c'è? Non siamo mica su un circuito di gara... l'unica cosa che conta è se ci stiamo facendo un giretto insieme... poi se tu non arrivi intanto guardo i negozi.
Il fatto di non capire dipende sempre da chi parla, mai da chi riceve.se vuoi trasmettere un messaggio ti devi accertare che arrivi, e quindi le conseguenze stressanti sarebbero evitate.
l'abbraccio di luce lo contracambio
per l'es., il diesel è lento .....................ma arriva
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 12.59.23   #15
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,505
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 'ayn soph Visualizza messaggio
Il fatto di non capire dipende sempre da chi parla, mai da chi riceve.se vuoi trasmettere un messaggio ti devi accertare che arrivi, e quindi le conseguenze stressanti sarebbero evitate.
l'abbraccio di luce lo contracambio
per l'es., il diesel è lento .....................ma arriva
Insomma, mica è vero sempre questo.

Prendiamo che una persona sia chiusa, chiusissima su talune cose, anche fosse come fare ad usare un accendino, è un esempio, puoi farglielo vedere, mostrare, spiegare ma se non vuole ascoltare, non vuole mettere un minimo di attenzione e di sforzo, non c'è niente da fare. Per capirsi è necessario partecipare alla comunicazione e a comunicare si è sempre in due.
Sole non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 13.11.17   #16
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Ci deve essere interesse, questo è vero, ma è vero anche che chi vuole trasmettere un messaggio lo deve fare al livello di chi crede che non recepisca se gli interessa che arrivi. altrimenti succede che non capendo l'interessa cala e di conseguenza la comunicazione ne risente. e' un cane che si morde la coda, da qualunque punto di vista lo si vede.
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 13.19.33   #17
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,395
Predefinito

A me ricorda tanto il discorso della radio.. Chi trasmette puo' farlo ininterrottamente.. ma se chi vuole ascoltare non si sintonizza sulla giusta frequenza.. chi trasmette non puo' raggiungere l'ascoltatore.. sono d'accordo con Sole.. dipende sempre da entrambe le parti.
RedWitch non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 13.22.45   #18
jezebelius
Organizza eventi
 
L'avatar di jezebelius
 
Data registrazione: 27-02-2005
Messaggi: 1,865
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Insomma, mica è vero sempre questo.

Prendiamo che una persona sia chiusa, chiusissima su talune cose, anche fosse come fare ad usare un accendino, è un esempio, puoi farglielo vedere, mostrare, spiegare ma se non vuole ascoltare, non vuole mettere un minimo di attenzione e di sforzo, non c'è niente da fare. Per capirsi è necessario partecipare alla comunicazione e a comunicare si è sempre in due.
In effetti credo che sia vero questo...!
Se si parte dal presupposto che la comunicazione, come diceva Uno poco più su:
Citazione:
Perchè se si incontrano due sforzi uno per cercare di esprimere l'inesprimibile, l'altro per cercare si afferrare l'inespresso capitano i miracoli.
Questo è trovare, alla fine, un punto di incontro, che sarà la risultante di quello che i due interlocutori hanno messo e dello sforzo che hanno fatto e di conseguenza della possibilità, da parte di entrambi, di metterci del proprio.

Come dici Ayn...invece si potrebbe sempre trovare la scusa di non aver capito, oppure non riuscire a comprendere determinate cose, ad esempio se ci si fionda in una lettura o in un discorso dando la responsabilità e l'onere a chi ha scritto un pezzo o a chi, presumiamo, non sa esprimere un concetto.
Insomma si scappa davanti all'evidenza che se si vuole capire/comprendere una cosa questa deve sforzarsi dall'incontro dei due. E' ovvio che chi Sa di più, potrà scendere agevolando la salita di colui che non capisce..o che non si sa esprimere, con qualsiasi mezzo.
A questo punto, come sempre, se si vuole fare qualcosa la si fa...
__________________
Dr. Marc Haven
“Non deve essere l’alba di luce che deve iniziare ad avvisare la tua anima di tali doveri giornalieri e dell’ora in cui gli incensi devono bruciare sui fornelli; è la tua voce, solo lei che deve chiamare l’alba di luce e farla brillare sulla tua opera, alfine che tu possa dall’alto di questo Oriente, riversarla sulle nazioni addormentate nella loro inattività e sradicarle dalle tenebre in cui versano.”
jezebelius non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 13.33.42   #19
'ayn soph
Bannato/a
 
Data registrazione: 14-12-2006
Messaggi: 1,893
Predefinito

Chi ha proprietà di linguaggio non fatica a trasmettere un concetto.
Es. se devo dire lo spirito è fantasia, allora lo dico, non la fantasia non sarebbe propriamente dire che è l'essenza dello spirito in quanto.........
'ayn soph non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 13.41.50   #20
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,243
Predefinito

C'è anche una valutazione morale da fare.
Ammettiamo che io (io come esempio) sia in grado di "sommergere" una persona per fargli capire quello che questa persona non si sforza minimamente di capire, se lo facessi (ammesso che l'effetto possa durare anche fuori della mia influenza) non sarebbe violenza?
Inoltre se questo mi costasse in termini di impegno e risorse molto, non sarebbe più saggio destinare le mie intenzioni a chi (magari più invece di uno/pochi) invece ha la volontà di capire?

Ripeto, ho usato la prima persona solo come esempio... anche se poi è realmente la "mia" filosofia.

Invece diverso è che se io avessi qualcosa da dire/dare e non provassi tutti i modi... il che significa che a volte per alcuni va bene semplificare, per altri ( vuoi perchè magari tocca la sua importanza, vuoi perchè può essere una sfida), magari è meglio complicare.
Si potrebbe parlare (ma sarebbe fuori tema) sul fatto che chi da non decide cosa dare, ma solo come dare e non sempre, solo da un certo livello di coscienza in su. Cosa dare inteso nella sua specifica attitudine, una rapa non può dare una macedonia ovviamente.
Parlando di rape e macedonia mi è venuta (ma dove stava? ) fame... vado a pranzo.
Uno non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 13.44.29   #21
milsan
Utente Cancellato
 
L'avatar di milsan
 
Data registrazione: 17-01-2006
Residenza: Genova
Messaggi: 88
Predefinito

Per Ray e Faltea

La filosofia è la palingenetica obliterazione dell'Io cosciente che si immedesima e si infutura nell'archetipo-prototipo dell'antropomorfismo universale.

Beccatevi questo pensiero di Benedetto Croce....

e non ringraziatemi del mal di capo (inteso di testa non di Uno)

milsan non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 13.47.10   #22
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,243
Predefinito

Come dire che Kant è un biglietto dell'autobus
Uno non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 14.15.57   #23
jezebelius
Organizza eventi
 
L'avatar di jezebelius
 
Data registrazione: 27-02-2005
Messaggi: 1,865
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da 'ayn soph Visualizza messaggio
Chi ha proprietà di linguaggio non fatica a trasmettere un concetto.
Es. se devo dire lo spirito è fantasia, allora lo dico, non la fantasia non sarebbe propriamente dire che è l'essenza dello spirito in quanto.........
Quindi se non si capisce una lettura, ad esempio, la responsabilità è di chi ha utilizzato un linguaggio non approriato, o peggio si considera questo non avente proprietà di linguaggio?
Se vado ad una lezione di gruppo, altro esempio, ci saranno persone che non capiranno tutte la stessa cosa di quell'argomento o potrebbero attribuire importanza ad un concetto e meno ad un altro.
Probabilmente vi sarà chi, per lui, ha capito che il dato " A " è più importante del dato " B " e viceversa, o ancora chi considera che a se stesso potrebbe servire il dato " A " più che il " B ".
La lezione è stata fatta dal prof nel medesimo modo per tutti...ma ad ogni modo ognuno ha preso quello che gli serve e che, in quel momento, reputa importante...no?
__________________
Dr. Marc Haven
“Non deve essere l’alba di luce che deve iniziare ad avvisare la tua anima di tali doveri giornalieri e dell’ora in cui gli incensi devono bruciare sui fornelli; è la tua voce, solo lei che deve chiamare l’alba di luce e farla brillare sulla tua opera, alfine che tu possa dall’alto di questo Oriente, riversarla sulle nazioni addormentate nella loro inattività e sradicarle dalle tenebre in cui versano.”
jezebelius non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 14.55.40   #24
Era
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Era
 
Data registrazione: 29-05-2004
Messaggi: 2,671
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da milsan Visualizza messaggio
Per Ray e Faltea

La filosofia è la palingenetica obliterazione dell'Io cosciente che si immedesima e si infutura nell'archetipo-prototipo dell'antropomorfismo universale.

Beccatevi questo pensiero di Benedetto Croce....

e non ringraziatemi del mal di capo (inteso di testa non di Uno)


lo tradurresti in Erese semplice?
he? eh? eh?

no va meglio di no...meglio che spremo le meningi
oltre che muovere il ..........

(comunque ottimo esempio...a parte che il Croce
mi sembra un pochetto contorto ....di come
mandare in crisi uno che vorrebbe.....si...forse...
chissà.....e poi si tuffa in cartunia e company)

__________________
Dio mi conceda
la serenità di accettare
le cose che non posso cambiare
il coraggio di cambiare
quelle che posso cambiare
e la saggezza
di distinguere tra le une e le altre
Era non è connesso  
Vecchio 17-05-2007, 16.41.34   #25
LightEntity
Bannato/a
 
Data registrazione: 17-08-2006
Messaggi: 35
Cool

Citazione:
Grey Owl

Mi domando se e' cosi' "difficile" parlare "facile"?

Lo dico in piazza tra noi comari del paese... mi domando questo perche' a volte ho come l'impressione che in certe discussioni si tenda a complicare un concetto invece di renderlo piu' "digeribile" alla maggior parte dei lettori... io per primo.
Dici bene cacchio, dici bene...
E' proprio vero, è dannatamente difficile parlare facile, poichè infatti, tutti pensano che se non si parla difficile non si riesca a capirsi.
E tutti parlano difficile, è nessuno capisce veramente ciò che c'è veramente in profondità nel cuore, sotto a tanti discorsoni e dietro a tante seghe mentali. Si fa solamente baccano. La mente fa baccano, chiacchiericcio continuo, chiacchiericcio mentre "vivi"(si fa per dire) la vita di tutti i giorni, chiacchiericcio mentre fai ogni cosa, mentre mangi, mentre leggi, mentre senti qualcuno che ti parla, chiacchiericcio mentre dici qualcosa, mentre dici "Ti amo" ad una persona, mentre ti arrabbi se la persona con cui parli si arrabbia a sua volta e ti dice che sei stupido perchè non capisci niente (e lei stessa c'ha il chiacchiericcio).
E così via, chiacchiericci mentali continui, e si dimentica quanto è semplice e potente ed emozionante, e grandioso, comunicare con un singolo piccolo stupidissimo gesto come può essere una carezza sul viso, come può essere uno sguardo o un sorriso, oppure un'immagine, un disegno, una canzone...
Una parolina dolce giusto per non stare zitti zitti, ma in silenzio, sottovoce, facendo vibrare l'anima come il suono del più bel strumento musicale che abbiamo a disposizione per noi stessi, per comunicare: la nostra voce.
Tutti, e ripeto TUTTI hanno smesso di comunicare veramente e di vivere veramente le cose più semplici e più umane per perdersi nel difficile del comunicare, per perdersi nel frastuono della mente. Comunicare è difficile, e vivere veramente sta diventando sempre più difficile in questo caos di mondo, direi praticamente impossibile.
Troppo frastuono fa la mente, veramente troppo frastuono. E le sensazioni, le emozioni, l'energia vitale, che sono le cose più vere e concrete che abbiamo dentro non passano, troppo mascherate dal dover fare un discorso complicato per esprimere la cosa più semplice e più naturale. Quella che si dice "La forza dell'abitudine" di un ormai sofferente mondo occidentale frenetico, materialista, automico e caotico.
Ma arriverà presto il momento in cui le cose si faranno più semplici, perchè io non potrò vivere ancora a lungo in questo mondo senza comunicare la grande gioia ed il grande entusiasmo per la vita che ho dentro, perchè presto non ci sarà più nessuna condizione dentro di me e nessun chiacchiericcio che potrà bloccare l'amore che vuole rivelarsi in noi tutti, all'umanità intera.

Con innocenza, senza chiacchiericci e condizioni,
forse solo con un po' di sana e genuina ingenuità fanciullesca...


Light

NB: Quando scrivo Tutti, intendo soprattutto me stesso. Infatti ciò di cui parlo è ciò che più ricerco. Spesso infatti parlo bene e razzolo male...

Ultima modifica di LightEntity : 17-05-2007 alle ore 16.52.17.
LightEntity non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Percorso facile facile Grey Owl Esperienze 14 30-01-2007 19.40.47
La Gnosi Sole Esoterismo 0 27-11-2006 11.52.02
Diksha "illuminazione" a Pagamento Uno Esoterismo 5 02-01-2006 21.52.53


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 07.59.36.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271