Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Psicologia moderna e antica

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 12-05-2009, 20.48.55   #51
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Sole Visualizza messaggio
Esperienza personale fresca di ieri.
Sono in autobus, non amo parlare con il vicino di sedile, saluto chi vedo ogni giorno son cortesia ma oltre non voglio andare perchè non voglio essere costretta poi a dialogare ogni giorno, così mi difendo. Ieri invece non c'è stato proprio verso, l'invadenza di un tizio che purtroppo abita sulla mia stessa via per cui pure la strada insieme, ha avuto la meglio e mi ha imposto la sua presenza. A me va anche bene scambiare 4 chiacchiere generali ogni tanto ma il signore in questione faceva domande personali ed invadenti che evadevo con un malcelato "sono affari miei". Mi sono dovuta difendere aggredendo, ero acida, fredda e secca e nonostante tutto il tizio insisteva peggio.

Sono sicura che se non mi fossi difesa e chiusa tanto a sto signore, avrebbe fatto la stessa cosa ma magari si sarebbe stancato prima e mi avrebbe lasciata in pace. Quindi dove è il limite? Come si schivano i colpi? Rimanendo aperti?
Scusami Sole, ma secondo te questo equivale a stare in difesa? Per me stare in difesa significa tutelarmi da chi vuole sconvolgermi la vita, magari cercando di scalzarmi nel lavoro, mettendomi in cattiva luce con i familiari, intromettendosi nella vita privata, interferendo nell'andamento matrimoniale, da chi cerca di danneggiare l'ambiente in cui vivo, da chi butta fumo negli occhi pur di ottenere fini personali a mio danno o a danno della società, da chi mettendosi dalla parte della religione ti vorrebbe giudicare o far ragionare secondo schemi preconfezionati, da chi fa sfoggio di soldi o di una saccente cultura e che magari ti guarda dall'alto della sua scienza o onnipotenza....

Nel tuo caso si tratta di una persona che, a causa di maleducazione o di una latente solitudine, vorrebbe solo parlare un pò dei fatti tuoi, in questo caso trovo quasi patetico il personaggio che attacca discorso inopportunamente...e di sicuro tenerlo alla larga come hai fatto penso sia il modo migliore, risposte secche e poco circostanziate, anche se qualche volta giova portare il discorso su argomenti esterni a te e più attinenti all'altro o a fatti del tutto generici, così lo fai contento e tu sei salva...
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 12-05-2009, 21.50.47   #52
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,321
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
Sì, se conosco una persona nuova, in un ambiente nuovo o estraneo, sento...avverto quasi, se la persona che ho di fronte è sincera oppure no, intuisco, quasi un sesto senso se posso fidarmi a meno, sono una strega ahimè!



Non sempre è possibile schivare i colpi, puoi capire di stare in acque infide ma ciò non ti permette di non subire contraccolpi o di soffrirne

Beh, se sei così brava a capire chi hai di fronte e sei così pessimista solo qui sul forum devo pensare che qui c'è qualcuno di molto pericoloso....
Dovrò pensarci.....
Uno non è connesso  
Vecchio 12-05-2009, 22.53.18   #53
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Beh, se sei così brava a capire chi hai di fronte e sei così pessimista solo qui sul forum devo pensare che qui c'è qualcuno di molto pericoloso....
Dovrò pensarci.....
sul fatto che mi dichiaro una strega puoi avere ragione ad avere paura e faresti bene a pensarci...potresti usare il metodo dell'espulsione

Sul mio pessimismo espresso qui in forum...non capisco nè l'abbinamento nè il pericolo
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 12-05-2009, 22.58.25   #54
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,529
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
Scusami Sole, ma secondo te questo equivale a stare in difesa?
Si.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 12-05-2009, 23.17.37   #55
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
L'aggressività di chi sta in difesa nasce non dalla propria aggressività latente, ma. sempre secondo la mia esperienza, proprio dalle azioni troppo aggressive subite da altri e mal digerite , non ricapitolate, non superate...
Scusami, ma se tu mangi del pane e non lo digerisci, nello stomaco ti restano i pezzetti di pane anzichè essere scomposto in sostanze assimilabili dall'organismo... ugualmente se non digerisci un'azione aggressiva cosa ti resta nello stomaco? Aggressività.

Sono sicuro della mia affermazione perchè se sto in difesa vuol dire che mi aspetto un attacco dall'altro, attacco che può arrivare ma anche no, non ho certezza. Se non arriva sono stato aggressivo verso l'altro perchè gli ho impedito di conoscermi (e mi sono impedito di conoscerlo), cioè l'ho giudicato su una falsa idea che mi ero fatto di lui, e giudicare è sempre essere aggressivi secondo me. Giudicare significa puntare il dito contro, e se al posto del dito hai un'arma o una pistola poco cambia, il succo è lo stesso... Altrimenti come dice Uno ti limiti a stare molto attento e a schivarti al primo attacco.

Quelle persone da cui ti difendi e che reputi ti vogliano rovinare la vita (che per carità magari lo vogliono fare davvero) quando pensi a loro non senti un sentimento aggressivo nei loro confronti? Loro saranno anche aggressive ma se lo senti vuol dire che anche tu non sei da meno... E iniziando a lavorare su questo magari si inizia a scoprire che non proprio tutte vogliono davvero rovinarci la vita (anche se purtroppo di solito qualcuno esiste sempre )... con alcune siamo stati aggressivi e abbiamo semplicemente visto la nostra aggressività specchiata in loro... Difendendoci però ci siamo impediti di conoscerle e di conoscerci, e abbiamo perso un'opportunità..
Kael non è connesso  
Vecchio 13-05-2009, 00.37.47   #56
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,321
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
sul fatto che mi dichiaro una strega puoi avere ragione ad avere paura e faresti bene a pensarci...potresti usare il metodo dell'espulsione

Sul mio pessimismo espresso qui in forum...non capisco nè l'abbinamento nè il pericolo
Non ho detto di aver paura di qualcosa
Chissà perchè ti è venuta in mente questa cosa....
Uno non è connesso  
Vecchio 13-05-2009, 01.08.02   #57
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Non ho detto di aver paura di qualcosa
Chissà perchè ti è venuta in mente questa cosa....
mi è venuta in mente perchè hai detto che c'è qualcuno "pericoloso", ed io ho associato il pericolo con la paura...
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 13-05-2009, 10.34.18   #58
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,321
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
mi è venuta in mente perchè hai detto che c'è qualcuno "pericoloso", ed io ho associato il pericolo con la paura...
Si vede che sei attenta a capire gli altri .........
se ti viene l'associazione giusta...



Non puoi giudicare tutti gli altri con lo stesso metro con cui misuri te stessa.
Io se vedo un pericolo (ironizzavo poi sopra) sto attento, ma non ne ho paura ne mi metto in difesa, altrimenti non vivrei.
La difesa la farei scattare solo e se non riesco più a schivare e/o ad assorbire i colpi. Quella è una difesa sana e funzionale. Comunque se non provi da sola la differenza e quanto meglio si vive non ho possibilità ne volontà di convincerti.
Uno non è connesso  
Vecchio 13-05-2009, 11.16.59   #59
griselda
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di griselda
 
Data registrazione: 07-01-2006
Messaggi: 7,747
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio

Non puoi giudicare tutti gli altri con lo stesso metro con cui misuri te stessa.
Io se vedo un pericolo (ironizzavo poi sopra) sto attento, ma non ne ho paura ne mi metto in difesa, altrimenti non vivrei.
La difesa la farei scattare solo e se non riesco più a schivare e/o ad assorbire i colpi. Quella è una difesa sana e funzionale. Comunque se non provi da sola la differenza e quanto meglio si vive non ho possibilità ne volontà di convincerti.
Scusa Filo se uso una risposta che è destinata a te. Ma è molto interessante quanto dice Uno e sopratutto vero.
La vita ci riserva degli episodi, a noi, ai più, sono oscuri, ma dietro vi è sempre un motivo e con il tempo diventa IL motivo. In pratica ci sono avvenimenti che ci feriscono e noi, non so se ci viene trasmessa questa cosa, cosa facciamo? Iniziamo a difendere la ferita. Presente quando ti sei fatta male ad un braccio? Ecco giri per lo spazio, casa, lavoro, con il terrore di prenderci dentro e di risentire male. Questo è un po' quello che facciamo andiamo in giro con una ferita che non è guarita, perchè manca la accettazione e la comprensione dell'accaduto che permette ad ogni ferita la guarigione ( ogni accaduto l'ha) e la proteggiamo, non solo, alcune "ferite" abbiamo paura che ce le vedano e solo il pensiero che possano scoprirle abbiamo già tirato fuori il mitra per difenderele e nasconderle, sempre perchè non le abbiamo accettate noi.
La difficoltà più grande poi, anche se si è visto tutto questo, è rimanere abbastanza svegli per ricordarselo, perchè ormai il nostro comportamento è andato già nell'inconscio e come tutte le cose che stanno là, sono diventate automatiche purtroppo. Difatti ogni tanto quando, fortunatamente, ci scappa di prendere lucciole per lanterne, lupi per agnelli, ci svegliamo un attimo... ma anche li ancora non ci basta, se non abbiamo compreso, che quello che ho scritto sopra, è il vero, ed è la nostra disgrazia se lasciamo che agisca al posto nostro. E lo dice una che pare un burattino superautomatizzato.
Spero tanto che si capisca.
__________________
------------------------

ORDINE RITMO ARMONIA
griselda è connesso ora  
Vecchio 13-05-2009, 12.16.01   #60
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,422
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Hai presente come rispondo alle signorine delle pubblicità telefoniche?
Il caso è adattissimo

Oppure se ho particolarmente fretta invito deciso l'interlocutore a farsi gli affari propri, ma non velatamente....
Poi quando rivedo queste persone le risaluto come se nulla fosse, se capita ci parlo etc... a volte rimangono offese, altre volte prendono la cosa come segnale per ricominciare ad essere invadenti e io rispondo ancora in un uno dei due modi.
Altre volta ancora le persone capiscono, poche volte purtroppo, ma vale la pena vivere per quelle
Stamani sono entrati in ufficio due ragazzetti, vestiti di tutto punto che volevano vendere al mio capo con uno scontofantasticodel10% energia elettrica, occasione imperdibile.. siccome lui è assente ci hanno provato con me, già che c'erano, hanno chiesto il gestore con cui mi rifornisco in casa e se per caso non volessi approfittare di questo fantastico sconto. Normalmente davanti a queste cose mi irrigidisco molto e o mi faccio fregare o rispondo già sulla difensiva con un tono poco amichevole.. ho provato a non fare nessuna delle due cose, gli ho risposto con un no deciso, e dopo un momento di insistenza, gli ho detto, sorridendo: il mio no è irrevocabile
Se ne sono andati, e non ho avuto bisogno di trattarli "male" perchè lo facessero.. è una banalità , ma si puo' cominciare dalle piccole cose per cambiare quelle grandi (o più importanti per noi), in fondo anche questo a me sembra una questione di saper mantenere i propri spazi (torno sempre lì alla fine) ma finalmente senza doversi difendere..
Certo bisognerebbe ricordarselo ogni volta.. ma intanto si puo' cominciare..
RedWitch non è connesso  
Vecchio 13-05-2009, 13.17.01   #61
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Si vede che sei attenta a capire gli altri .........
se ti viene l'associazione giusta...



Non puoi giudicare tutti gli altri con lo stesso metro con cui misuri te stessa.
Io se vedo un pericolo (ironizzavo poi sopra) sto attento, ma non ne ho paura ne mi metto in difesa, altrimenti non vivrei.
La difesa la farei scattare solo e se non riesco più a schivare e/o ad assorbire i colpi. Quella è una difesa sana e funzionale. Comunque se non provi da sola la differenza e quanto meglio si vive non ho possibilità ne volontà di convincerti.
Sicuramente sto attenta a capire gli altri...ma ciò non esclude che sbagli...

Credo che tutti giudichiamo in base alle nostre esperienze pertanto i giudizi sono sempre personali e soggetti ad errori, tranne i tuoi, naturalmente!

Cercherò di capire come vivere meglio, accetto i consigli e tento di farli miei, mi dispiace che tu non abbia la "volontà" di convincermi! da ciò deduco che mi consideri quasi un essere impossibile ed ecco che mi sono messa di nuovo in trincea, acc...
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 13-05-2009, 14.40.45   #62
dafne
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di dafne
 
Data registrazione: 24-09-2007
Messaggi: 3,560
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Poi quando rivedo queste persone le risaluto come se nulla fosse, se capita ci parlo etc... a volte rimangono offese, altre volte prendono la cosa come segnale per ricominciare ad essere invadenti e io rispondo ancora in un uno dei due modi.
Altre volta ancora le persone capiscono, poche volte purtroppo, ma vale la pena vivere per quelle

Questa cosa io ho fatto fatic-issima ad accettarla..e ancora non l'accetto del tutto mi sà.

La consideravo come una debolezza, una falla nell'integrità morale addirittura .

Non comprendevo perchè mai uno dovesse ritrattare se, ad esempio, una persona gli era antipatica tutto perchè il presunto "cambiare idea" metteva pesantemente a rischio il mio bisogno di controllo, penso.

Si tratta oggi invece di scoprire il meraviglioso mondo degli adulti dove ci si rende conto che un giudizio su una persona o una situazione è legato al momento e al contesto. Quindi suscettibile di inperfezione e di rivisitazioni.



Per me che ho la nausea da incertezza un vero mattatoio, addirittura delle volte nel vedere persone conversare amichevolmente dopo una disussione mi sono sentita tradita. Come se una volta trovato un disaccordo dovessero detestarsi per sempre.

La cosa, ovviamente, mi è costata moltissimo, Sia per l'immagine di me che passo sia perchè di fatto mi obbligavo a comportarmi in un certo modo anche quando i motivi che sostenevano quell'atteggiamento erano dissolti.

Chissà se anche da questo dipende la mia difficoltà a fidarmi degli altri....
dafne è connesso ora  
Vecchio 13-05-2009, 15.53.44   #63
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da griselda Visualizza messaggio
Scusa Filo se uso una risposta che è destinata a te. Ma è molto interessante quanto dice Uno e sopratutto vero.
La vita ci riserva degli episodi, a noi, ai più, sono oscuri, ma dietro vi è sempre un motivo e con il tempo diventa IL motivo. In pratica ci sono avvenimenti che ci feriscono e noi, non so se ci viene trasmessa questa cosa, cosa facciamo? Iniziamo a difendere la ferita. Presente quando ti sei fatta male ad un braccio? Ecco giri per lo spazio, casa, lavoro, con il terrore di prenderci dentro e di risentire male. Questo è un po' quello che facciamo andiamo in giro con una ferita che non è guarita, perchè manca la accettazione e la comprensione dell'accaduto che permette ad ogni ferita la guarigione ( ogni accaduto l'ha) e la proteggiamo, non solo, alcune "ferite" abbiamo paura che ce le vedano e solo il pensiero che possano scoprirle abbiamo già tirato fuori il mitra per difenderele e nasconderle, sempre perchè non le abbiamo accettate noi.
La difficoltà più grande poi, anche se si è visto tutto questo, è rimanere abbastanza svegli per ricordarselo, perchè ormai il nostro comportamento è andato già nell'inconscio e come tutte le cose che stanno là, sono diventate automatiche purtroppo. Difatti ogni tanto quando, fortunatamente, ci scappa di prendere lucciole per lanterne, lupi per agnelli, ci svegliamo un attimo... ma anche li ancora non ci basta, se non abbiamo compreso, che quello che ho scritto sopra, è il vero, ed è la nostra disgrazia se lasciamo che agisca al posto nostro. E lo dice una che pare un burattino superautomatizzato.
Spero tanto che si capisca.
Certo che si capisce, Gris, e anzi cerco anch'io di superare le ferite, di sanarle,ma come tu stessa dici non sempre siamo coscienti di quali ferite si tratti, sono a tal punto sedimentate e nascoste all'io cosciente...
Sto facendo esercizio di ricapitolazione iniziando ad analizzare momenti della vita importanti e determinanti per la crescita individuale, speriamo di cavrne qualche beneficio
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 13-05-2009, 21.50.07   #64
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,321
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
Sicuramente sto attenta a capire gli altri...ma ciò non esclude che sbagli...


Ed è per questo che sarebbe meglio non vivere in difesa a prescindere, al limite se non si riesce a far altro è bene difendersi quando c'è un attacco reale
Quote:


Credo che tutti giudichiamo in base alle nostre esperienze pertanto i giudizi sono sempre personali e soggetti ad errori, tranne i tuoi, naturalmente!


Tutti siamo soggetti ad errori, poi a volte si sbaglia e a volte no. C'è chi non sbaglia, chi sbaglia sempre, chi sbaglia qualche volta...
L'importante è cercare di vederlo oggettivamente
Quote:

mi dispiace che tu non abbia la "volontà" di convincermi! da ciò deduco che mi consideri quasi un essere impossibile
Non ho mai la volontà di convincere nessuno, non è un trattamento speciale per te
Uno non è connesso  
Vecchio 24-05-2009, 13.06.35   #65
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,529
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da dafne Visualizza messaggio
Questa cosa io ho fatto fatic-issima ad accettarla..e ancora non l'accetto del tutto mi sà.

La consideravo come una debolezza, una falla nell'integrità morale addirittura .

Non comprendevo perchè mai uno dovesse ritrattare se, ad esempio, una persona gli era antipatica tutto perchè il presunto "cambiare idea" metteva pesantemente a rischio il mio bisogno di controllo, penso.

Si tratta oggi invece di scoprire il meraviglioso mondo degli adulti dove ci si rende conto che un giudizio su una persona o una situazione è legato al momento e al contesto. Quindi suscettibile di inperfezione e di rivisitazioni.



Per me che ho la nausea da incertezza un vero mattatoio, addirittura delle volte nel vedere persone conversare amichevolmente dopo una disussione mi sono sentita tradita. Come se una volta trovato un disaccordo dovessero detestarsi per sempre.

La cosa, ovviamente, mi è costata moltissimo, Sia per l'immagine di me che passo sia perchè di fatto mi obbligavo a comportarmi in un certo modo anche quando i motivi che sostenevano quell'atteggiamento erano dissolti.

Chissà se anche da questo dipende la mia difficoltà a fidarmi degli altri....
Quella frase che hai sottolineato nel contesto potrebbe avere anche un altro risvolto.
La risposta secca e decisa vuole avere lo scopo unico di mettere al suo posto la persona invadente. Se non c'è malumore o acredine verso l'invadente non può esserci un successivo atteggiamento di rancore per cui salutarlo è solo buona educazione se poi di nuovo ci prova allora altro paletto ad arginarlo, ma ciò non toglie che sia degno di saluto e gentilezza nei limiti degli spazi altrui.
Ci sta eccome le due amiche del tuo esempio, quello è affare squisitamente femminile... ma non credo che c'entri con il caso menzionato da Uno.

Fa fatica pure a me, ma per il motivo che non avendo superato l'invadenza altrui mi ritrovo a sentire paura a salutare successivamente perchè il rischio è che l'altro riparta alla carica con una frase tipo: era una brutta giornata l'altro giorno??
Sai che fastidio?? Potrei scaraventarlo giù da una scarpata... altro che controllo della situazione
Invece basterebbe un: no era uguale ad oggi! e il tipo verrebbe spiaziato ed arginato.

In pratica di par di aver capito che si smette di difendersi nel momento in cui si smette di aver fastidio ma si argina il proprio sacrosanto territorio.
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 19-06-2009, 12.33.18   #66
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,422
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Io invece aggiungerei che chi è particolarmente attento non si difende proprio... non ne ha bisogno, schiva i "colpi" o questi non gli fanno male.

Il problema è proprio che vivendo in difesa non si ha la forza di schivare o di resistere al colpo. So che questo pare un controsenso ma non lo è, basta provare.
Riprendo un momento da qui perchè non mi è tutto chiaro ancora.. sto facendo dei tentativi, perchè mi rendo conto che ho dell'aggressività che di solito reprimo, ma che per un verso o per l'altro alla fine esce fuori devastando chi ho davanti e non mi piace per niente..
Il punto è riuscire ad essere abbastanza attenti per non vivere in difesa? Sto cercando di osservare come scatta il meccanismo in me e credo che sia un po' come quello che dicevi più sopra dell'ombrello aperto.. vado per associazione e quando vedo che chi ho davanti si pone in un certo modo, non vivo l'attimo presente ma sono spostata in un'esperienza precedente.. (chissà da dove è cominciata non riesco proprio a venirne a capo al momento) cioè "so già" (credo di sapere) dove l'altro vuole andare a parare e per non sentire male mi difendocon la rispostaccia aggressiva.. visto che poi normalmente non manifesto aggressività, l'altro viene travolto da me. Gli faccio male. Se sono sufficientemente sveglia cerco di contenere comunque la cosa, e mi fermo un attimo prima, ma a volte mi scappa di mano. L'attenzione è sufficiente a fare in modo che se arriva un colpo questo si riesca a schivare o ancora meglio che non faccia male? e finchè non si è in grado di schivare come si puo' fare senza sommergere l'altro?
RedWitch non è connesso  
Vecchio 19-06-2009, 13.44.27   #67
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
e finchè non si è in grado di schivare come si puo' fare senza sommergere l'altro?
Eh, penso sopporttando i colpi.
Ray non è connesso  
Vecchio 20-06-2009, 01.27.57   #68
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
Leopardi in confronto a te è un pivellino del pessimismo eh?
Ma si... che ci sia egoismo ok, ma non si può vivere una vita tutta in difesa.
Facendo così quando veramente serve difendersi non ci riesce con efficacia anche se ci sembra.
Non è una questione di favole, ti dissi già tempo fa che io sono piuttosto concreto e pragmatico quindi le fantasticherie esulano dalla mia mente, però come vedo il male del mondo vedo anche il suo bene... ovunque, in ogni più piccolo angolo ed ogni persona: male ma anche bene. Quello che poi viene manifestato è quello che importa, ma non può essere, anche per un questione pratica, sempre e solo il male.
Torno a rispondere su questo argomento perchè non l'ho ancora esaurito nè compreso, non ho detto che bisogna vivere tutta la vita in difesa, certamente ci sono rapporti tranquilli, momenti sereni, vicende piacevoli ma qui si stava parlando dell'aggressività, della naturale propensione a difendersi, magari per qualcuno in modo eccessivo, non potevo mica risponderti di quanto sono felice in montagna, in compagnia con gli amici?
Proprio oggi ho ricevuto una lettera da un mio superiore che in tono blando e scherzoso mi dice, in fondo, che devo rivedere il mio sistema di lavorare, che devo trattare con la clientela prezzi diversi altrimenti...poco guadagno e questa come la chiami? non è aggressività travestita da buonismo? ed io che dovrei fare? nello stesso tono mellifluo dovrei dirgli che ha ragione, che cambierò modo di lavorare e invece NO! gli ho telefonato e gli ho esplicitamente detto che è il loro prodotto che costa troppo e che non ha una buona rete di vendita, insomma sono stata aggressiva e mi sono sentita meglio!
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 20-06-2009, 14.45.35   #69
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
Proprio oggi ho ricevuto una lettera da un mio superiore che in tono blando e scherzoso mi dice, in fondo, che devo rivedere il mio sistema di lavorare, che devo trattare con la clientela prezzi diversi altrimenti...poco guadagno e questa come la chiami? non è aggressività travestita da buonismo?
Beh, non ho visto la lettera, ma da come la metti non direi. Mi sembra invece un modo non aggressivo di esprimere una critica, questo indipendentemente dal fatto che sia fondata o meno.

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
ed io che dovrei fare? nello stesso tono mellifluo dovrei dirgli che ha ragione, che cambierò modo di lavorare e invece NO! gli ho telefonato e gli ho esplicitamente detto che è il loro prodotto che costa troppo e che non ha una buona rete di vendita, insomma sono stata aggressiva e mi sono sentita meglio!
Ci sono vie di mezzo. Puoi esporre le tue convinzioni in modo non aggressivo, senza presupporre che ti devi difendere. Ma perchè una critica viene assimilata ad un attacco?

In ogni caso la tua ultima frase dovrebbe farti riflettere. Essere aggressiva ti fa sentire meglio. Questo conferma che vivi le cose come attacchi personali, forse (in realtà probabilmente) anche quando non lo sono.
Di questo passo va a finire, soprattutto per le donne, che non si discute per cercare di capire o per trovare una verità, ma solo per avere ragione. Le argomentazioni, invece di restare opinioni, diventano partiti presi a priori e in modo acritico che vengono usati come armi in battaglia.
Se si cerca la conoscenza, di se o del mondo, si dovrebbe presupporre di poter avere, all'occorrenza, torto.
Ray non è connesso  
Vecchio 21-06-2009, 01.11.04   #70
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Beh, non ho visto la lettera, ma da come la metti non direi. Mi sembra invece un modo non aggressivo di esprimere una critica, questo indipendentemente dal fatto che sia fondata o meno.



Ci sono vie di mezzo. Puoi esporre le tue convinzioni in modo non aggressivo, senza presupporre che ti devi difendere. Ma perchè una critica viene assimilata ad un attacco?

In ogni caso la tua ultima frase dovrebbe farti riflettere. Essere aggressiva ti fa sentire meglio. Questo conferma che vivi le cose come attacchi personali, forse (in realtà probabilmente) anche quando non lo sono.
Di questo passo va a finire, soprattutto per le donne, che non si discute per cercare di capire o per trovare una verità, ma solo per avere ragione. Le argomentazioni, invece di restare opinioni, diventano partiti presi a priori e in modo acritico che vengono usati come armi in battaglia.
Se si cerca la conoscenza, di se o del mondo, si dovrebbe presupporre di poter avere, all'occorrenza, torto.
L'aggressività della lettera non era nella forma ma nel contenuto, in parole povere mi tolgono degli sconti per poter lavorare in concorrenza e così sono costretta a subire passivamente una loro decisione che si ritorce sul profitto della mia piccola azienda.
Di questo tipo di lettere ne è pieno il mondo commerciale, tutto sorrisi e finzioni, la sostanza è produrre denaro, come non importa, importa solo il fine ultimo...il profitto!
L'istinto alla difesa nasce da attacchi simili già subiti, le tecniche sono sempre le stesse, può cambiare il suonatore ma la musica è sempre la stessa!
Da come ti esprimi le donne ne escono un pò malconce...pazienza, quando dico di stare meglio dopo un chiarimento è perchè così facendo difendo la mia dignità nel lavoro, la mia professionalità, la mia etica comportamentale e soprattutto difendo la mia azienda e le persone che da essa dipendono.
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 21-06-2009, 01.45.08   #71
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
L'aggressività della lettera non era nella forma ma nel contenuto, in parole povere mi tolgono degli sconti per poter lavorare in concorrenza e così sono costretta a subire passivamente una loro decisione che si ritorce sul profitto della mia piccola azienda.
Di questo tipo di lettere ne è pieno il mondo commerciale, tutto sorrisi e finzioni, la sostanza è produrre denaro, come non importa, importa solo il fine ultimo...il profitto!
L'istinto alla difesa nasce da attacchi simili già subiti, le tecniche sono sempre le stesse, può cambiare il suonatore ma la musica è sempre la stessa!
Da come ti esprimi le donne ne escono un pò malconce...pazienza, quando dico di stare meglio dopo un chiarimento è perchè così facendo difendo la mia dignità nel lavoro, la mia professionalità, la mia etica comportamentale e soprattutto difendo la mia azienda e le persone che da essa dipendono.
Avevo detto che non avevo letto la lettera, quindi quello che ho espresso era basato sulle sensazioni che mi dava ciò che avevi scritto. Non entro nel merito del caso specifico della tua azienza... certamente tu hai dati che io ovviamente non ho, quindi sarebbe assurdo e forse anche fuori tema.
Mi basavo soprattuto sul fatto che dicevi che dopo essere stata sggressiva ti sei sentita meglio... adesso parli di chiarimento. Ma era un chiarimento o sei stata aggressiva?

Non intendevo far uscire malconce le donne, mi limitavo a descrivere un meccanismo che è più comune nel femminile che nel maschile... ce ne sono altri che mostrano una tendenza ribaltata.
Ray non è connesso  
Vecchio 21-06-2009, 10.57.34   #72
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Avevo detto che non avevo letto la lettera, quindi quello che ho espresso era basato sulle sensazioni che mi dava ciò che avevi scritto. Non entro nel merito del caso specifico della tua azienza... certamente tu hai dati che io ovviamente non ho, quindi sarebbe assurdo e forse anche fuori tema.
Mi basavo soprattuto sul fatto che dicevi che dopo essere stata sggressiva ti sei sentita meglio... adesso parli di chiarimento. Ma era un chiarimento o sei stata aggressiva?

Non intendevo far uscire malconce le donne, mi limitavo a descrivere un meccanismo che è più comune nel femminile che nel maschile... ce ne sono altri che mostrano una tendenza ribaltata.
Certamente il termine aggressività può, come tutte le parole, avere significati molteplici, certo io ho aggredito alla radice il problema, facendo appunto chiarezza senza tanti convenevoli, mettendo a nudo la sostanza.
Mi dà l'impressione che ogniqualvolta io dica il mio parere, con toni pacati e con parole chiare senza sottintesi, la gente in genere mi giudica aggressiva, forse che il modello più accettato sia quello tutto sorrisi che lascino sottintendere quanto io dico esplicitamente?
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 22-06-2009, 12.43.18   #73
RedWitch
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di RedWitch
 
Data registrazione: 20-12-2004
Messaggi: 3,422
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
Certamente il termine aggressività può, come tutte le parole, avere significati molteplici, certo io ho aggredito alla radice il problema, facendo appunto chiarezza senza tanti convenevoli, mettendo a nudo la sostanza.
Mi dà l'impressione che ogniqualvolta io dica il mio parere, con toni pacati e con parole chiare senza sottintesi, la gente in genere mi giudica aggressiva, forse che il modello più accettato sia quello tutto sorrisi che lascino sottintendere quanto io dico esplicitamente?
Per come la vedo chiarezza ed aggressività Filo sono due cose ben diverse. Si puo' essere chiari senza essere per forza aggressivi, mentre si puo' usare come cavallo di battaglia la chiarezza per essere aggressivi . Poi perdonami ma negli ultimi tre post ti sei contraddetta tre volte. Prima hai detto di essere stata aggressiva, poi di essere stata chiara (difendendoti comunque..) ed infine dici di aver aggredito il problema alla radice. Io penso che se guardiamo onestamente dentro di noi, sappiamo se siamo o meno aggressive, se mentre "chiariamo" sentiamo rabbia per esempio, o se semplicemente esponiamo il nostro punto di vista senza essere inc.. ed aperte anche al punto di vista dell'altro. Se invece io sono convinta del mio punto di vista e mi ci arrocco, lo difendo a tutti i costi con unghie e con denti, per me qualcosa che non va comunque c'è.. va bene avere delle idee proprie ma se non siamo mai disposti ad ascoltare l'altro ed eventualmente a modificare il nostro punto di vista, non siamo nemmeno disposte a conoscerci (conoscere noi stessi) e a conoscere l'altro.
RedWitch non è connesso  
Vecchio 22-06-2009, 14.26.34   #74
filoumenanike
Organizza eventi
 
L'avatar di filoumenanike
 
Data registrazione: 05-12-2008
Messaggi: 1,712
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da RedWitch Visualizza messaggio
Per come la vedo chiarezza ed aggressività Filo sono due cose ben diverse. Si puo' essere chiari senza essere per forza aggressivi, mentre si puo' usare come cavallo di battaglia la chiarezza per essere aggressivi . Poi perdonami ma negli ultimi tre post ti sei contraddetta tre volte. Prima hai detto di essere stata aggressiva, poi di essere stata chiara (difendendoti comunque..) ed infine dici di aver aggredito il problema alla radice. Io penso che se guardiamo onestamente dentro di noi, sappiamo se siamo o meno aggressive, se mentre "chiariamo" sentiamo rabbia per esempio, o se semplicemente esponiamo il nostro punto di vista senza essere inc.. ed aperte anche al punto di vista dell'altro. Se invece io sono convinta del mio punto di vista e mi ci arrocco, lo difendo a tutti i costi con unghie e con denti, per me qualcosa che non va comunque c'è.. va bene avere delle idee proprie ma se non siamo mai disposti ad ascoltare l'altro ed eventualmente a modificare il nostro punto di vista, non siamo nemmeno disposte a conoscerci (conoscere noi stessi) e a conoscere l'altro.
Non nascondo la mia aggressività in merito a quanto accaduto, ho usato modi e termini moderati ma l'intento era quello di difendere il mio lavoro con la massima chiarezza, ho aggredito, nel senso etimologico del termine... (sono andata incontro, mi sono avvicinata..)
Se difendere la propria condizione lavorativa significa essere aggressivi ebbene sono aggressiva, posso cambiare punto di vista quando saranno pronti a chiarirmi con numeri reali quanto da me esposto e richiesto.
la tua arringa finale mi sembra che voglia colpire il mio atteggiamento in genere, non tanto relativamente all'episodio di cui ho riferito, comunque sono sempre disposta a mettermi in discussione, possibilmente in modo intelligente se ci riesco.
filoumenanike non è connesso  
Vecchio 22-06-2009, 15.03.08   #75
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,321
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da filoumenanike Visualizza messaggio
Se difendere la propria condizione lavorativa significa essere aggressivi
Eh no, difendere è una cosa, essere aggressivi è un'altra.... poi come dicevo all'inizio del 3d difendere troppo diventa aggressivo.
Difendere troppo significa difendere ciò che non corre reali pericoli o comunque non limitarsi ad annullare i colpi ma tirandone preventivi per cercare di annullarne alcuni che si pensa debbano arrivare.

Qualsiasi cosa io dica sulla vicenda in oggetto potrebbe essere da te confutato visto che non ho letto la lettera ne faccio il tuo lavoro o ho la tua azienda in ogni caso anche se comprendo cosa ti abbia fatto arrabbiare (in sostanza che ti ha dato, pur con il sorriso, dell'incompetente) io non avrei reagito nella stessa maniera. Avrei con molta tranquillità chiesto spiegazioni sapendo chi sono e come svolgo il mio lavoro. Non avrei neanche telefonato, avrei risposto per lettera, in modo tale che il tipo dall'altra parte avesse avuto modo di rileggere più volte.
Probabilmente avrei chiesto al signorX se poteva venire per un periodo nella mia sede a mostrarmi come dovrei fare per aumentare i prezzi (visto anche il periodo particolare che attraversiamo - anche se so che il periodo è così perchè imposto alla percezione della massa, ma non reale) e mantenere i clienti...
Giusto per farti degli esempi molto generici....

E questo dando per scontato che tu stia svolgendo tutto perfettamente e che il signorX non capisce un fischetto, se poi oggettivamente ha almeno un 10% di ragioni per aver scritto ciò che ha scritto o no, tu in coscienza lo sai.
Uno non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Tornare nel passato o vivere il presente? sitael Psicologia moderna e antica 43 10-04-2010 12.30.33
Telecamere e corsi di difesa personale RedWitch Palco delle Premiazioni 6 13-02-2008 11.26.52
La tecnologia aiuta a vivere meglio o addormenta? RedWitch Psicologia moderna e antica 1 19-09-2006 17.58.55
Vivere le emozioni degli altri MaxFuryu Psicologia moderna e antica 4 17-09-2006 16.17.25


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 01.21.46.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271