Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Esoterismo

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 27-07-2009, 00.35.41   #1
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,257
Predefinito Astronomia esoterica

Apro questo argomento a seguito dei discorsi fatti nel 3d sul viaggiare nel tempo e visto che lì la piega si stava mettendo sull'astronomico/esoterico ho pensato di aprilo qui piuttosto che in scienze..

Ad esempio Uno parlava della possibilità di esistenza di un buco nero e di diversi buchi bianchi abbinati con differenti dimensioni, teoria che, per quel che ne so, non è stata formulata da scienziati, e quindi potrebbe essere nata in ambiti più esoterici.

L'astronomia infatti si basa spesso più su congetture ed ipotesi che su di osservazioni reali: non si osserva una cosa e poi la si studia, ma si immagina l'esistenza di un fenomeno e se ne ipotizzano (spesso tramite moodelli matematici) le caratteristiche principali, e poi si va a cercare "qualcosa" che confermi almeno parte delle teorie che abbiamo formulato in laboratorio, ricerca che avviene spesso in via indiretta e tramite prove ed indizi non diretti.

Questo lascia aperte sempre più soluzioni possibili per uno stesso problema e ci sono domande a cui non si riesce ancora a dare una risposta definitiva, come ad esempio cosa sia, di cosa sia fatta circa l'80-90% della maeria esistente nell'universo, la cosidetta materia oscura.

Se e quando esisteranno strumenti migliori di quelli attuali per effettuare analisi e osservazioni dirette, potrebbe accadere che molte teorie vengano riviste, e se ne riformulino altre parecchio diverse, che in alcuni casi potrebbero forse rispecchiare quanto detto magari migliaia di anni fa da tradizioni iniziatiche, ovviamente non in modo scientifico ma tramite simboli, leggende ecc.

Alcune tradizioni, infatti, trattano diffusamente dei vari fenomeni celesti, ed alcune immaginano che la parte fisica e materiale del cosmo, delle varie galassie, sia solo una parte del tutto e che ogni elemento fisico come ad esempio una stella, sia la manifestazione concreta di svariati altri piani più sottili che rappresentano diversi significati...
luke non è connesso  
Vecchio 27-07-2009, 00.58.44   #2
ellebi111
Ristruttura la casa
 
L'avatar di ellebi111
 
Data registrazione: 25-03-2006
Residenza: Torino
Messaggi: 317
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da luke Visualizza messaggio
L'astronomia infatti si basa spesso più su congetture ed ipotesi che su di osservazioni reali: non si osserva una cosa e poi la si studia, ma si immagina l'esistenza di un fenomeno e se ne ipotizzano (spesso tramite moodelli matematici) le caratteristiche principali, e poi si va a cercare "qualcosa" che confermi almeno parte delle teorie che abbiamo formulato in laboratorio, ricerca che avviene spesso in via indiretta e tramite prove ed indizi non diretti.
Perchè ipotizzare l'esistenza di un fenomeno se non perchè questo fenomeno è stato osservato e non è spiegato correttamente dalle leggi già esistenti?
Esistono teorie. Queste teorie si mettono alla prova con ulteriori osservazioni e se queste ossservazioni danno conferma si ritiene accettabile la teoria stessa, sennò si cerca di formulare qualcosa che spieghi gli eventi osservati, semmai facendo altre osservazioni mirate per vedere se "anche quelle situazioni" sono verificate.
Per esempio la ricerca dei pianeti non facilmente visibili attorno al sole è avvenuta perchè le orbite misurate non coincidevano con quelle che avrebbero dovuto essere senza disturbi dovuti ad altre masse.

Sulla via indiretta purtroppo non è facile mettere un metro fra un sole e l'altro, quindi si, si unsano metodi indiretti ma verificabili.
__________________
Ogni tecnologia sufficientemente avanzata e' indistinguibile dalla magia.
ellebi111 non è connesso  
Vecchio 27-07-2009, 01.31.43   #3
luke
Organizza eventi
 
L'avatar di luke
 
Data registrazione: 27-03-2009
Messaggi: 2,257
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da ellebi111 Visualizza messaggio
Perchè ipotizzare l'esistenza di un fenomeno se non perchè questo fenomeno è stato osservato e non è spiegato correttamente dalle leggi già esistenti?
Esistono teorie. Queste teorie si mettono alla prova con ulteriori osservazioni e se queste ossservazioni danno conferma si ritiene accettabile la teoria stessa, sennò si cerca di formulare qualcosa che spieghi gli eventi osservati, semmai facendo altre osservazioni mirate per vedere se "anche quelle situazioni" sono verificate.
Per esempio la ricerca dei pianeti non facilmente visibili attorno al sole è avvenuta perchè le orbite misurate non coincidevano con quelle che avrebbero dovuto essere senza disturbi dovuti ad altre masse.

Sulla via indiretta purtroppo non è facile mettere un metro fra un sole e l'altro, quindi si, si unsano metodi indiretti ma verificabili.
Metodi verificabili ma sempre basandosi sulle ipotesi che abbiamo fatto noi sulla terra e spesso non tramite verifiche empiriche " sul posto", cosa che come dici giustamente è un pò difficile.
Alcune teorie astronomiche sono valide se alcune variabili di partenza a cui noi abbiamo assegnato un certo valore avessere effettivamente proprio quel valore, altrimenti anche tutta la costruzione successiva viene meno.

Fino ad ora spesso è stata una scienza del "ma anche": questa cosa sta così ma anche se stesse cosà non sarebbe assurdo... oppure se x avesse questo valore le cose andrebbero così, ma se x avesse un valore diverso (e noi non possiamo sapere spesso quale sia questo valore reale) allora le cose potrebbero cambiare di parecchio (come accade con il problema della costante cosmologica) e questo non per faciloneria o inettitudine degli scienziati, ma per le difficoltà oggettive che la natura di questa scienza in particolare comporta.

Proprio per questo mi chiedevo se qualche idea o possibile soluzione fosse possibile rintracciarla in altri ambiti, che si basano non sui calcoli o sugli spettroscopi ma su "altri strumenti" ed altri tipi di "intuizioni", come accade, in parte, con la fisica quantistica dove si stanno comprendendo ora cose simili a quelle che venivano descritte, col loro linguaggio ovviamente, già da mistici di migliaia di anni fa.

Ultima modifica di luke : 27-07-2009 alle ore 01.38.41. Motivo: aggiunta ultima frase
luke non è connesso  
Vecchio 27-07-2009, 19.21.17   #4
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,630
Predefinito

L'esoterista studia il cosmo (ma anche tutto) in una maniera olistica rispetto a quella vivisezionante dello scienziato moderno, per questo prima sperimenta e poi emette quella che all'occhio profano sembra una teoria (almeno finchè non riesce a provarsela).
L'esoterista sa che a partir dal famoso "conosci te stesso" è in grado di comprendere una cosa che potrebbe essere a lui distantissima osservandone una vicina.
L'esoterista usa l'intuito (cosa che fanno anche i grandi scienziati, ma non chi studia il loro lavoro al gradino base), ma non stiamo parlando di fantasticherie, cosa su cui è facile cadere, parliamo di accesso ad altri tipi di informazione, informazioni disponibili a tutti, che a volte arrivano anche ai grandi scienziati appunto.

Parafrasando Maometto se l'informazione non viene a me, io vado all'informazione. Questo presuppone la capacità di focalizzazione (come quando si prende la mira) e poi lo scoccare la freccia senza più preoccuparsi del risultato, la freccia andrà al punto giusto per l'energia iniziale.
Lo scienziato moderno invece parte dall'obbiettivo ed attraverso mezzi vari cerca di portare l'oggetto e le informazioni a se, il distacco è prima invece che dopo. Prima cerca di non influenzare l'esperimento e/o l'osservazione, poi inevitabilmente lo fa, ma così inverte il senso di marcia e ottiene risultati che non sono mai universali.
Per capirci meglio, sapete che bere un vino nella cantina dove è conservato non è mai come portarlo anche solo a 50 km di distanza?
Si beve lo stesso, se è buono lo si apprezza lo stesso, ma non sarà mai la stessa cosa, si perde l'ambiente e quindi caratteristiche che vanno oltre il percepibile.
Uno non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Relatività esoterica Uno Esoterismo 16 16-12-2008 03.03.03
Fisiologia Esoterica Uno Esoterismo 22 08-01-2007 11.41.30


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 10.41.07.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271