Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Esoterismo

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 06-12-2006, 21.57.52   #1
A92
Cittadino/a
 
L'avatar di A92
 
Data registrazione: 15-08-2006
Residenza: trento
Messaggi: 116
Predefinito Alchimia

Salve a tutti voi

Ho postato/letto un po' meno ultimamente, causa aumento esponenziale del lavoro
(festività natalizie..) e studio.

Ora però vorrei scrivere delle cose inerente lo studio di alchimia che sto portando avanti ora.
Non sapevo dove scrivere.. metto qui anche se ho visto altre discussioni sull'alchimia in altre sezioni, poi eventualmente Uno sposterà.


Ho cominciato da poco quindi parlo delle basi, piu che altro per schiarirmi le idee e nella speranza che qualcuno aggiunga commenti/precisazioni/correzioni ecc ecc.
Non scrivo tutto assieme o risultarebbe particolarmente lungo. Sono idee abbastanza sconnesse tra loro quindi portate pazienza.

Partirei parlando dei sistemi di apprendimento. Prima di affrontare l'argomento alchimia, come molti altri, è necessario modificare il proprio sistema di apprendimento. Per lo più oggi l'uomo utilizza un sistema di apprendimento logico di tipo binario basato su induzione e deduzione. Osservati determinati fenomeni, ne deduciamo le cause e le leggi, e cosi anche
inversamente.-
Gli antichi, accanto a Induzione e Deduzione usavano anche l’ANALOGIA, arrivando cosi ad un sistema TERNARIO di analisi delle cose e di ragionamento.

Il sistema binario è di superficie, quello ternario è di volume. Esso (il ternario) quindi si avvicina al sistema di conoscenza tramite i nostri sensi, che è volumetrico.

Nello studio alchemico, come per ogni altra materia, la riflessione è parte fondamentale per l'apprendimento.
Nell’atto di riflettere (quando l’uomo riflette) è importante osservare qual è la superficie speculare che compie l’operazione della riflessione. Se ad esempio si tratta di riflessione di luce, è importante che lo specchio sia perfettamente pulito. In tale maniera la luce riflessa sarà pari all’originale o quasi.

Sopra le nostre teste vi è la luna, oggetto riflettente per eccellenza la luce del sole. Essa rifletterà tale luce in maniera non perfetta, ma cambierà a seconda di molte influenze.

Il sistema duale di conoscenza (deduzione induzione) è quindi influenzato in primis dalla luna, proprio per il fatto che per funzionare è necessaria una riflessione.
L’intelligenza umana è quindi, nella riflessione duale, una intelligenza lunare, ovvero i giudizi emessi, hanno bisogno dell’intermediario “cervello”, e sia la luna che il cervello ubbidiscono allo stesso archetipo. Si tratta cioè di una identità occulta tra le due cose.

Per una buona riflessione è quindi necessario pulire il più possibile la parte riflettente ed impedite che filtri intermedi modifichino la riflessione. Lo studioso dovrà quindi ad esempio eliminare pregiudizi, in maniera da pulire il nostro "cielo", senza nubi che si oppongano ai nostri pensieri.

fine prima parte
attendo commenti e correzioni ecc ecc

calo il sipario..
A92 non è connesso  
Vecchio 07-12-2006, 00.18.08   #2
A92
Cittadino/a
 
L'avatar di A92
 
Data registrazione: 15-08-2006
Residenza: trento
Messaggi: 116
Predefinito vado avanti

ok vado avanti un pezzettino
(non è la parte che spiega come trasformare il piombo in oro quindi per diventare ricchi bisognerà aspettare ghg)
Prendo spunto dai miei appunti, quindi dubito che riuscirò a seguire un filo logico o unificare tutti i concetti..
Per questo aspetto voi..

Non ricordo con esattezza quale testo antico ma certamente si trata di qualcuna delle Upanishad parla cosi del nostro cuore: Il cuore, che è l’essenza dell’uomo ha come sinonimi: la mente, l’ideazione, la percezione, il discernimento, la sapienza, l’ingegno, l’intuizione, la fermezza, il pensiero, l’impulso, la memoria, l’immaginazione, la determinazione, lo spirito vitale, la brama, la volontà. Questi non sono altro che nomi per la sapienza, ed appartengono al cuore

L’intelligenza del cuore, secondo quanto dicono egizi ed indù, quando raggiunge la sua pienezza diventa l’illuminazione e si verifica il passaggio dallo stato umano a quello angelico; il primo passo per il cammino che porta a quel passaggio è il ragionamento analogico, che porta a cambiare il nostro approccio alla realtà.

Sole = cuore – centralità – raggio diretto, fuoco
contrariamente alla luna che rappresenta:
Luna = cervello – riflessione –dualità manifestata nel processo conoscitivo, anima
Il nostro cuore è analogo del sole. Il sole sta al centro del sistema solare come il cuore sta al centro del corpo umano. C’è quindi una corrispondenza stretta
biunivoca tra il cosmo con lo zodiaco ed il corpo umano col sistema endocrino, cioè con lo zodiaco personale dell’uomo.
Il prana è assimilabile al cuore qui in basso, mentre in alto vi è il sole. Il sole è lo spirito esteriore, mentre il Prana è quello interiore.
Abbiamo quindi:
Microcosmo – cuore – prana – cibo
Macrocosmo – sole – tempo come cibo!

fine appunti per ora..
A92 non è connesso  
Vecchio 07-12-2006, 01.01.47   #3
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,149
Predefinito

E' molto importante quel che dici sul riflettere... aggiungo che ci si deve ricordare che appunto si riflette... ovvero, quando lo si fa, si ripete...

fine spunto per ora
Ray non è connesso  
Vecchio 07-12-2006, 09.55.15   #4
Grey Owl
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Grey Owl
 
Data registrazione: 24-01-2006
Messaggi: 2,100
Predefinito

Bello il tuo approccio con il sistema di apprendimento...

Apprendimento (binario) basato su induzione e deduzione e apprendimento ternario inclusa l'analogia (analogico)...

Tutto vero... il cielo sgombro di nuvole mostra una luna splendida... se poi si trova bassa nel cielo la vedi piu' grande... nelle notti di Maggio e' fantastica... grazie A92... bella immagine...

A92... essendo tu nel settore (PC)... saprai sicuramente come un sistema di conversione analogico-digitale mostri il limite... come dire... nella "conversione" si perde una infinita' di armoniche secondarie (ad esempio nel campionamento del suono)...

Il ricercatore preferisce di gran lunga il suono analogico...


Grey Owl non è connesso  
Vecchio 07-12-2006, 10.08.29   #5
A92
Cittadino/a
 
L'avatar di A92
 
Data registrazione: 15-08-2006
Residenza: trento
Messaggi: 116
Predefinito

si

sta sera sul tardi proseguo un po'.. non ora.. ho gli appunti a casa e sono gli unici che mi consentiranno forse una parvenza di prosecuzione logica tra gli argomenti.
Come vedete per ora si tratta proprio di basi.. l'alchimia vera e propria spero che arrivi piu tardi..
c'è comunque un sacco da dire sperando che partecipiate molti..
A92 non è connesso  
Vecchio 07-12-2006, 11.01.45   #6
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,241
Predefinito

Io cambierei però il titolo in "A92 cerca analogie, riordina le idee, cerca collegamenti in ciò che conosce" , per dirti che non stai sbagliando, anzi fai bene, è la strada giusta, ma Alchimia è un'altra cosa, come hai detto tu.
Comunque vediamo lo stesso di darci spunti.

Hai già scritto anche in un'altro post la cosa della luna che riflette, non sono sicuro che però ne hai colti tutti gli aspetti. Riflette ciò che non emette luce propria ma deve "appoggiarsi" ad altro, anche noi come individui quando riflettiamo, se analizziamo bene il processo, accogliamo un pensiero, uno spunto altrui, un'idea e li riemettiamo dopo che lo abbiamo elaborati oppure no. Uno specchio è un esempio perfetto, se lo mettiamo dove è colpito da un raggio di luce la propaga secondo traiettorie ben precise, una cosa a cui non facciamo caso è che se lo fa con la luce deve farlo anche con il buio, solo che un raggio di luce in una stanza buia è visibile al nostro occhio l'inverso no. Per questo si dice (ed è) che gli specchi hanno particolarità usate nella magia.
La Luna per la sua particolare posizione riflette sia il Sole che la Terra con tutto il suo contenuto cioè noi.
Come hai scritto tu la Luna a seconda di particolari condizioni riflette diversamente, quindi assorbe diversamente, per nostra fortuna è immersa in una dimensione temporale molto più grande, quindi dal nostro punto di vista è possibile calcolare per esempio i suoi movimenti, se un moscerino dalla vita pochi secondi si prendesse la briga di osservare con un telescopio i nostri movimenti potrebbe calcolare la nostra traiettoria con facilità. Quindi noi possiamo calcolare gli influssi lunari che poi sono la risultanza dell'agire della Luna in combinazione con l'agire del Sole con il nostro agire, i primi due sono "fissi" rispetto all'arco temporale della nostra vita.... di generazioni della nostra vita, possiamo solo modificare il nostro agire, se lo facciamo con il discernimento delle due condizioni "immutabili" possiamo sfruttare i momenti buoni e limitare i danni di quelli cattivi, piuttosto che essere attori semipassivi (c'è sempre qualcosa in noi che comunque traccia una rotta quando non ne siamo coscienti)
Uno non è connesso  
Vecchio 07-12-2006, 12.12.03   #7
A92
Cittadino/a
 
L'avatar di A92
 
Data registrazione: 15-08-2006
Residenza: trento
Messaggi: 116
Predefinito

si bene
lo so che per ora non è alchimia, ma siccome vorrei postare molti messaggi, e per questo ci vorrà tempo (molti giorni), portate pazienza se non è molto inerente per ora all'astronomia. Sono comunque positivo verso lo studio che porto avanti quindi penso ne uscirà qualcosa di buono...

a presto
A92
A92 non è connesso  
Vecchio 08-12-2006, 12.00.44   #8
A92
Cittadino/a
 
L'avatar di A92
 
Data registrazione: 15-08-2006
Residenza: trento
Messaggi: 116
Predefinito

ciao a tutti voi

proseguo un po', ripetendomi rispetto ad un post già scritto da un'altra parte ove si parlava del vino, visto che siamo in argomento sole-cuore, ed è un argomento importante.
Luglio è il mese del sol leone. Il segno del leone, quindi il segno dove il sole è in esaltazione ed è il mese più caldo. Tutto ciò che viene raccolto prima del mese di luglio ha bisogno del fuoco per completare il suo ciclo. I farinacei sono esempio lampante. Sono imbevuti di terra, acqua ed aria , ma perché siano commestibili vanno cotti ed hanno bisogno di fuoco quindi.
Le cose che hanno ricevuto il battesimo del fuoco, e cioè raccolti dopo luglio possono essere mangiati non cotti (meloni, pomodori….). L’esempio più emblematico è la vite.
Nella prima parte dell’anno (prima di luglio) gli amidi non raggiungono la fermentazione, mentre nella seconda parte si trasformano in zuccheri ed eventualmente in alcool.

Le forze di terra sono le forze plasmatrici della forma, quindi il nostro pane quotidiano (frumento) è il nostro alimento costruttivo, cioè quello che ci forma.Nella preparazione del pane intervengono le stesse forze che erano intervenute per la sua formazione (o quella del frumento insomma), quindi mangiandolo noi assumiamo tutte quelle forze. In più, affinche raggiunga la commestibilità dobbiamo dargli anche lo spirito, sotto forma di calore, che completa la natura che aveva portato a maturazione la spiga senza mai renderla commestibile.
La vite ed il vino stanno all’opposto. La vendemmia avviene in autunno, nonostante l’uva compaia in primavera. Essa matura quindi durante il segno zodiacale del leone, che è il segno di fuoco per eccellenza.
Il fuoco cosmico favorisce lo sviluppo delle piante, la fioritura, la sfioritura, alla perdita del profumo fino al suo disfacimento. Esso le brucia, fino a lasciarne solo il seme che consente la rivitalizzazione.
Tutte le piante che subiscono il sole cosmico trasformano gli amidi in zuccheri e fermentano.

La forza del fuoco produce anche un’altra singolarità: tutte le piante che subiscono l’influsso dello spirito producono un altro prodotto caratteristico: l’olio.
L’olio, come il vino, è un prodotto che non appartiene alla terra, come invece vi appartiene il pane, in quanto esso si può conservare solamente nelle condizioni in cui non venga a contatto con gli elementi terrestri, altrimenti irrancidisce. Il vino diventa aceto. L’olio è contaminato dall’acqua e anche dall’aria. Il pane invece si può mettere all’aria e all’acqua, ed è migliorato a volte dagli elementi terrestri.
Il pane quindi fornisce all’uomo le energie terrestri, ed è quindi formatore del corpo fisico. Mentre vino ed olio quelle solari, o dello spirito, e quindi essi plasmano i "corpi sottili".-
Un’alimentazione equilibrata deve quindi comprendere tutti due i tipi di elemento.

Pane e vino sono anche i due elementi che, se non sbaglio, vengono citati in molti testi antichi religiosi, dagli indù fino a quelli cristiani.

Questo l'ho detto a ricordare l'importanza del sole lassù, e del suo equivalente qui che è, come detto, il cuore. Per gli antichi egizi il cuore rappresentava, tra il resto, lo strumento capace di mettere in moto/moimento ciò che proveniva dall'alto.


A92 non è connesso  
Vecchio 08-12-2006, 12.23.15   #9
A92
Cittadino/a
 
L'avatar di A92
 
Data registrazione: 15-08-2006
Residenza: trento
Messaggi: 116
Predefinito

Ora i miei appunti riportano questi concetti, sui quali però mi pare di capire vi siano seri dubbi, e allora vorrei che altri scrivessero in merito

L'esposizione delle cose alla radiazione notturna, ed in particolare ai raggi lunari, serve per combattere la fermentazione dei vari prodotti. Quando si prepara un prodotto alchemico, o anche spagirico, o anche semplicemente si mettono via i vasetti di frutta (ghgh), l'esposizione di questi ai raggi della luna è sufficiente a renderli sterili ed a impedire che dopo poco tempo vi siano cresciute muffe o siano marciti. La luna avrebbe quindi proprietà sterilizzanti/disinfettanti. Per sterilizzare l'acqua ad esempio sappiamo che oggisi utilizza un sistema basato su elettrodi di argento, che è il metallo tipicamente lunare. Se non erro, vi erano anche degli spazzolini da denti alla pubblicità qualche tempo fa, con componenti di argento o che rilasciavano particelle ionizzate cmq inerenti l'argento.
Però l'altro giorno Uno mi ha detto che in realtà la luna non disinfetta niente e di provare a lasciare un pezzo di formaggio ai raggi lunari per vedere come reagisce, ma io non l'ho ancora fatto. Non perche per golosità mi sia finito tutto il formaggio, ma è che qui fa cosi freddo che probabilmente qualunque prova simile sarebbe falsata dall'effetto congelamento della temperatura.

Se il sole è legato al cuore cosi la luna lo è con la mente.
I nostri organi sono rappresentanti di qualità cosmiche e quindi universali, e sono in strettissima analogia con gli individui di natura e con la natura stessa nel suo complesso. Sono portatori di idee archetipali e sono loro stessi gli archetipi (cristallizzate), e sono intimamente connessi con le nostre funzioni morali spirituali ed intellettive. Ecco che quindi quando si prende/somministra una medicina spagirica è possibile, già il giorno dopo o alcuni giorni dopo, controllare come (si) reagisce ascoltando(ne) le parole ed i pensieri e gli umori..
[/size][/font]
A92 non è connesso  
Vecchio 08-12-2006, 14.15.43   #10
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,241
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da A92 Visualizza messaggio
L'esposizione delle cose alla radiazione notturna, ed in particolare ai raggi lunari, serve per combattere la fermentazione dei vari prodotti. Quando si prepara un prodotto alchemico, o anche spagirico, o anche semplicemente si mettono via i vasetti di frutta (ghgh), l'esposizione di questi ai raggi della luna è sufficiente a renderli sterili ed a impedire che dopo poco tempo vi siano cresciute muffe o siano marciti. La luna avrebbe quindi proprietà sterilizzanti/disinfettanti. Per sterilizzare l'acqua ad esempio sappiamo che oggisi utilizza un sistema basato su elettrodi di argento, che è il metallo tipicamente lunare. Se non erro, vi erano anche degli spazzolini da denti alla pubblicità qualche tempo fa, con componenti di argento o che rilasciavano particelle ionizzate cmq inerenti l'argento.
Però l'altro giorno Uno mi ha detto che in realtà la luna non disinfetta niente e di provare a lasciare un pezzo di formaggio ai raggi lunari per vedere come reagisce, ma io non l'ho ancora fatto. Non perche per golosità mi sia finito tutto il formaggio, ma è che qui fa cosi freddo che probabilmente qualunque prova simile sarebbe falsata dall'effetto congelamento della temperatura.
per esattezza ho cercato in tag, tu hai scritto
" è sufficiente lasciare il preparato esposto ai raggi lunari perché questi garantiscano la disinfezione del prodotto e l'eliminazione di muffe ecc"

ed io ti ho risposto

"
comunque le cose non stanno come le hai scritte... metti un formaggio fisso alla luna e vedi se non fa muffa..."

Posso farti un'analogia, certi scienziati sostengono che le mummie dell'Egitto siano tali per le condizioni climatiche del posto, in quel caso gli direi di aspettare che gli muore il gatto e di portarlo bendato così com'è in qualche sotterraneo egiziano e vedere se si mummifica.
Il senso è che la luna ha delle particolarità che unite ad altre possono aiutare la disinfezione, ma anche il sole tra l'altro, però per esempio che Luna? Va bene in tutte le fasi? Non si può dire solo che la luna disinfetta altrimenti i feriti basterebbe esporli alla luna..... sai che setticemie?

Altro spunto, sapevi/te che la luna sbiadisce i colori delle pitture più del sole che sembrerebbe più incisivo in tal senso? Posso farvi un esempio che potrebbe essere facilmente rintracciabile e studiato autonomamente, i cartellini aperto/chiuso di certi negozi, quelli vecchi con un lamierino pitturato/stampato, la parte "Aperto" è esposta generalmente al sole, la parte "Chiuso" alla luna, un cartellino che abbia un pò di anni sarà più sbiadito nella parte chiuso/lunare
Uno non è connesso  
Vecchio 08-12-2006, 14.21.55   #11
A92
Cittadino/a
 
L'avatar di A92
 
Data registrazione: 15-08-2006
Residenza: trento
Messaggi: 116
Predefinito

si
in merito ai raggi della luna, forse piu tardi, forse mai (non ricordo se i miei appun ti lo riportano), avrei detto che degli studi condotti da scienziati sulla riflessione della luce, hanno dimostrato come i raggi lunari abbiano proprietà differenti a quelli solari. In particolare sono ad esempio piu penetranti. Hanno studiato come la luce si riflette nelle foreste fitte di vegetazione e quelli lunari, pur ovviamente piu deboli, penetrano maggiormente,e si riflettono sulle corteccie, sulle foglie e quant'altro in maniera molto maggiore.
Inolrte pare che i raggi lunari, per ricollegarsi alla disinfezione, abbiano capacità di cicatrizzazione molto maggiori di quelle solari (che pur esistono in maniera minore)
La storia del gatto e l'egitto l'ho capita. Ma è tutto ancora cosi torbido..
A92 non è connesso  
Vecchio 12-12-2006, 18.45.11   #12
Enoch
Ristruttura la casa
 
L'avatar di Enoch
 
Data registrazione: 21-03-2006
Messaggi: 305
Predefinito

Per quanto riguarda le proprietà disinfettanti della luna ipotizzo che siano maggiori quando la luna non è piena.
Al contrario esporre le cose alla luna piena penso che acceleri enormemente lo sviluppo dei microorganismi.
Non ho fatto esperimenti particolari per verificare la cosa però dopo avere esposto una soluzione di oro colloidale ai raggi lunari (i colloidi dovrebbero avere proprietà disinfettanti) essa ha iniziato ad imputridire, cioè produrre un qualcosa di simile al fiore dell'aceto se non esso stesso.

C'è anche da dire che il vasetto non era a tenuta stagna ma aveva appoggiato sopra un foglio di carta (trane che quando era esposta ai raggi lunari naturalmente) ...
Il colloide era stato prodotto neutralizzando una soluzione d'oro con una grande quantità di soda, poi per portare il ph verso neutro è stata aggiunta una piccola quantità di aceto però ripeto,non mi sarei mai aspettato che una soluzione di oro colloidale potesse imputridire.

Sul perchè la luna nuova possa avere proprietà antisettiche (ma a questo punto chiamiamole antivitali) può darsi che influisca il fatto che riflette l'oggetto in "controfase",cioè invertito ?
La luna piena riflette invece il sole, quindi i corpi irraggiati prendono energia da esso?
Boh!?
Enoch non è connesso  
Vecchio 27-12-2006, 21.51.25   #13
vidoq
Sono qui
 
Data registrazione: 27-12-2006
Messaggi: 1
Predefinito

CIAO A TUTTI
CIAO A92.
in merito al tuo mess.potresti darmi piu' notizie in merito agli scienziati che hanno studiato gli effetti della luce lunare?
Sono interessato allo studio della realizzazione della pietra filosofale tramite la luce solare,lunare concentrata con specchi o lenti (es. ARCANA DIVINA MS. INEDITO) .
L'apertura della materia tramite i raggi lunari concentrati sarebbe la chiave se avesse come effetto (dopo due o tre ore di irraggiamento lunare ) la polverizzazione di qualsiasi materia.
Io non ho mai provato,ma sarebbe interessante.
auguri a tutti
vidoq
vidoq non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum

Discussioni simili
Discussione Autore discussione Forum Risposte Ultimo messaggio
Alchimia Ray Tradizioni Spirituali ed Esoteriche 131 14-02-2012 18.31.15
Mutus Liber (Alchimia) Era Tradizioni Spirituali ed Esoteriche 98 25-09-2011 17.15.40


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 21.30.41.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271